• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7
  1. #1
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111

    Rimanere senza lavoro oggi

    Ciao ragazzi, è ormai da mesi che assistiamo a maree di persone in Italia che vengono licenziate perchè "c'è la crisi e la Società deve ottimizzare le risorse".
    Io non ci credevo, o per lo meno vedevo la cosa molto lontana dalla mia realtà, fino a che non è accaduto anche presso dove lavoro io: 18 persone licenziate, sia che fossero assunte a tempo indeterminato che non. Amici miei, persone che ho sempre stimato professionalmente ed umanamente, essere finite senza lavoro dall'oggi al domani, con l'unica scusante della crisi mondiale.
    A rendere le cose più gravi c'è anche il fatto che in Italia le leggi sono fatte per le Aziende, non per il lavoratore. Per cui, avendo licenziato 15 persone assunte con Contratto di Inserimento Professionale, l'Azienda dovrebbe avere problemi legali perchè questo contratto ti impone di assumere a tempo indeterminato almeno il 75% dei dipendenti una volta scaduto il contratto. Tuttavia, questo non si applica per noi, infatti l'obbligo all'assunzione di 3/4 del personale non vale in quanto la nostra Azienda è stata recentemente acquisita da un'altra. Tù vedi la presa per il c...

    Tuttavia, con il mio capo abbiamo tirato su qualche conto. Abbiamo calcolato l'utile netto che percepirà la mia azienda a fine anno, con questa crisi, e il risultato è stato a molti zeri: si parla di circa 20 miliardi di utile e non sono bruscolini. Tuttavia, continuano a licenziare perchè c'è sta benedetta crisi.

    Adesso, vado al sodo. Io vorrei chiedere a voi: ma non avete l'impressione che questa faccenda della crisi mondiale, per come la stanno sponsorizzando, stia diventando una scusante per le Aziende per "ottimizzare le risorse" (aka licenziare personale), una sorta di esagerazione mediatica che sta portando grandi colossi a giustificare le riduzioni di personale?
    Ovviamente non voglio fare di tutta l'erba un fascio perchè ci sono aziende che cadono a picco ma, onestamente, nel mio settore non vedo tutta sta problematica. Quando guardo il fatturato che facciamo ogni giorno e, ok, vedo che non stiamo crescendo, ma facciamo pur sempre una barca di soldi, se non come il 2007 che c'è stato il boom, diciamo come il 2005.
    Voi in che situazione siete? A cosa state assistendo?

    Ciao a tutti
    Ultima modifica di pinga : 30-03-2009 alle ore 14.59.00

  2. #2
    Ghiotto patato ಠ_ಠ L'avatar di Biz
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    Topadilegnopoli
    Messaggi
    23,702

    Riferimento: Rimanere senza lavoro oggi

    Assolutamente la crisi viene usata, senza negare che ci sia, per l'ottimizzazione dei costi.
    Comportamento veramente osceno da parte delle aziende, e non c'è nessun tipo di controllo da parte di chicchessia (io stesso comunque ho difficoltà a capire chi dovrebbe occuparsene: il ministero del welfare? I sindacati? L'interno?)
    Quale metodo migliore per rientrare nei budget se non quello di tagliare personale?

    E' una cosa risaputa che le aziende potrebbero sopravvivere anche senza tutto il personale che si ha, spesso si tengono in azienda personaggi che non apportano nessun tipo di contributo, però "sono lì da tanto" quindi si tengono. Da questo punto di vista è comprensibile che vengano tagliati in questo periodo.

    Quello che invece mi fa schifo ed è veramente da mettersi le mani nei capelli è che si approfitti del periodo di crisi economica per tagliare anche lavoratori che fanno il proprio dovere e che con il loro contributo fanno avanzare l'azienda.
    "Guardatemi, signori...sono un uomo di sessant'anni e ho il corpo di un ragazzino.Ce l'ho in frigo."
    This is a blog
    This is not a link.

  3. #3
    Partecipante Leggendario L'avatar di schizofrenico
    Data registrazione
    24-06-2005
    Residenza
    cagliari
    Messaggi
    2,283

    Riferimento: Rimanere senza lavoro oggi

    considerando anche il fatto che molti lavoratori che vengono oggi licenziati sono quarantenni che lavorano da almeno 20 anni e che ora si trovano in un mercato del lavoro assolutamente diverso da prima ovvero formato da contratti a tempo determinato e quindi con forte rischio di precarietà..


    NO AL DECRETO 133!! SALVIAMO L'UNIVERSITA' PUBBLICA E LA RICERCA! SVEGLIAMOCI!!

  4. #4
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111

    Riferimento: Rimanere senza lavoro oggi

    Citazione Originalmente inviato da Biz Visualizza messaggio
    Assolutamente la crisi viene usata, senza negare che ci sia, per l'ottimizzazione dei costi.
    Comportamento veramente osceno da parte delle aziende, e non c'è nessun tipo di controllo da parte di chicchessia (io stesso comunque ho difficoltà a capire chi dovrebbe occuparsene: il ministero del welfare? I sindacati? L'interno?)
    Quale metodo migliore per rientrare nei budget se non quello di tagliare personale?

    E' una cosa risaputa che le aziende potrebbero sopravvivere anche senza tutto il personale che si ha, spesso si tengono in azienda personaggi che non apportano nessun tipo di contributo, però "sono lì da tanto" quindi si tengono. Da questo punto di vista è comprensibile che vengano tagliati in questo periodo.

    Quello che invece mi fa schifo ed è veramente da mettersi le mani nei capelli è che si approfitti del periodo di crisi economica per tagliare anche lavoratori che fanno il proprio dovere e che con il loro contributo fanno avanzare l'azienda.
    Allora non era solo una mia impressione Ammazza, è proprio vero. A noi hanno bloccato tutte le spese extra, comprese quelle per missioni lavorative e i libri per l'aggiornamento. Ancora a stento riesco ad acquistare la roba per i test di usab e i sondaggi e a volte, viste le resistenze, li ho comprati di tasca mia. Però io vedo la segretaria dei nostri bei boss americani che prenota costosissimi voli per Londra e per gli USA praticamente ogni giorno, catering sontuosi, case in centro a Roma con affitto da circa 2000 euro al mese (perchè loro sono tutti stranieri e stanno temporaneamente da noi, il tempo di mandarci a casa). Pensare che dobbiamo ottimizzare, cioè: ottimizzano quello che gli pare e con gli stipendi delle persone licenziate ci paghiamo gli appartamenti in centro. E nel frattempo una delle mie migliori amiche, con la quale prenderò casa... dopodomani... mò non ha più i soldi per pagarsi l'affitto. E pensare che è una delle persone che fa un lavoro utile, nel senso che porta budget all'azienda, e lo può anche quantificare.
    Ti dico solo l'ultima cosa, sulla scia di quanto detto da te: adesso dicono che faranno le riassunzioni e che prenderanno 8 persone che avranno la stessa mansione di quelle 15 licenziate e che queste 15 avranno la possibilità di candidarsi. Ma ti rendi conto? Prima ne licenzi 15 e poi ne riassumi 8 con i medesimo compiti. Gli hanno chiesto: "ma non facevate prima a licenziarne solo 7?". E la risposta è stata "no, perchè non sappiamo quanto valete e dobbiamo prendere i migliori di voi". Cioè, non hanno manco fatto una revisione del profitto portato all'Azienda da ciascun dipendente da licenziare, non hanno analizzato i bonus portati da ciascuno di loro, non hanno fatto un bilancio di competenze: hanno solo licenziato a manetta e basta e adesso pretendono di misurare il valore di un dipendente con un colloquio.
    Questo è il rispetto che si ha per i lavoratori dentro le aziende italiane, con le leggi italiane. Per questo gli stranieri stanno venendo da noi a comprarci: le leggi sono fatte per loro, il lavoro è a costo zero e se vuoi ti sbarazzi di un dipendente quando ti pare e piace perchè, nel momento in cui acquisisci un'azienda italiana, hai molti più gradi di libertà sul dipendente.
    Scusa se ho monopolizzato la discussione sul mio caso, ma è perchè volevo confermare quanto detto da te. E in fondo capisco sempre più della legge italiana proprio a causa di queste cose che accadono. E se non ti accadono in prima persona non sai manco che esistono.

    Citazione Originalmente inviato da schizofrenico Visualizza messaggio
    considerando anche il fatto che molti lavoratori che vengono oggi licenziati sono quarantenni che lavorano da almeno 20 anni e che ora si trovano in un mercato del lavoro assolutamente diverso da prima ovvero formato da contratti a tempo determinato e quindi con forte rischio di precarietà..
    E' verissimo, anche perchè anche se sei a Tempo Indeterminato (come spesso sono queste persone) se hanno da licenziarti lo fanno tranquillamente: basta che chiudi un settore di produzione e via.
    E' vergognoso tutto questo e poco ci possono fare i sindacati.

    Postilla: mi sto rendendo conto che sto esprimendo delle riservatezze sulla mia azienda che potrebbero costarmi care. Cancello il nome.
    Ultima modifica di pinga : 30-03-2009 alle ore 14.58.27

  5. #5
    theniaka
    Ospite non registrato

    Riferimento: Rimanere senza lavoro oggi

    ciao!

    biz ha scritto: "spesso si tengono in azienda personaggi che non apportano nessun tipo di contributo, però "sono lì da tanto" quindi si tengono. Da questo punto di vista è comprensibile che vengano tagliati in questo periodo."

    pero', purtroppo, 'sta cosa funziona come scusa per il licenziamenti e non penso che succeda spesso, se succede, che le aziende pagano per il lavoro di qualcuno che in realta' non lavora. boh! puo' darsi che mi sbaglio!

    da noi il governo ha dato un' enorme somma alle banche, mentre lo potrebbe dare alle aziende con il dovere di mantenere il loro personale, o meglio ai sindacati.

    la grecia, comunque, e' un paese che non fabbrica niente, assolutamente niente. la sua industria, su cui si basa la nostra economia, e' il turismo. l' economia della grecia ha le fonti dell' economia di roma! parliamo di un paese... e una citta'... figuratevi! e si aspetta l' estate per affrontare cosi com' e' la miseria che ci aspetta... spero che, quando 'sta isteria della crisi, sia la reale e la costruita, passera' saremo in grado di capire (magari il piu' presto possibile) che dobbiamo non vendere caro il sole... senno' non vendere piu' solo il nostro sole.

    a presto!

  6. #6
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111

    Riferimento: Rimanere senza lavoro oggi

    Eh, ma anzi voi avete l'onestà di vendere i vostri prodotti a prezzi molto competitivi. Noi invece ci ostiniamo a tenere i prezzi altissimi. così, se in Italia almeno ci potrebbe essere la risorsa del turismo, noi eliminiamo anche quello perchè alla gente costa meno andarsene a Sharm, in Grecia (appunto), in Thailandia e così abbiamo perso un enorme parco clienti. Poi, l'italiano - come diceva sempre mio nonno - ti deve sempre fottere, scusando il termine, e il che è verissimo.
    Ci sarà comunque un momento in cui tireremo le somme. E come se ci sarà; e se non cambiano certi atteggiamenti sarà molto dura riprendersi.

    Citazione Originalmente inviato da theniaka Visualizza messaggio
    la grecia, comunque, e' un paese che non fabbrica niente, assolutamente niente. la sua industria, su cui si basa la nostra economia, e' il turismo. l' economia della grecia ha le fonti dell' economia di roma! parliamo di un paese... e una citta'... figuratevi! e si aspetta l' estate per affrontare cosi com' e' la miseria che ci aspetta... spero che, quando 'sta isteria della crisi, sia la reale e la costruita, passera' saremo in grado di capire (magari il piu' presto possibile) che dobbiamo non vendere caro il sole... senno' non vendere piu' solo il nostro sole.

    a presto!
    Ultima modifica di pinga : 30-03-2009 alle ore 19.14.09

  7. #7
    theniaka
    Ospite non registrato

    Riferimento: Rimanere senza lavoro oggi

    ciao!

    vorrei solo dire, forse semplificando, che ci troviamo in turno... (non so se si capisce). fare turismo in grecia, in italia, in spagna (ai paesi mediterranei europei) costa caro, rispetto a turchia, marocco, e in generale rispetto alla parte sud del bacino mediterraneo. tocca a loro a vendere sole... e a costruire, danneggiando con la mostruosa edilizia e cosi via...

    insomma, se la grecia era una lavoratrice e la "politica europea" il boss, la grecia si constringe a firmare il contratto che trasforma il suo lavoro da full-time a part-time. rimani con le mani crociate e fai cio' che ti vogliono fare a fare o preferisci il licenziamento? : )

    e' una fase del sistema economico e politico, e' una fase del capitalismo. e visto che dobbiamo cambiare per forza ("all'improvviso") il nostro modo di vivere, cambiare lavoro ecc, magari 'sto "cambio di stagione" ci fa cambiare mentalita' (che "stranamente" 'ste cose non vanno parellalmente). non so come suona ma... personalmente io vedo un lato positivo in tutto cio'.

    a presto!

    a presto!

Privacy Policy