• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4
  1. #1

    quali sono gli adempimenti burocratrici per aprire uno studio?

    ciao a tutti!!
    spero mi possiate aiutare!!
    tra un anno termino la scuola di specializzazione in psicoterapia,e finalmente mi sono decisa ad aprire uno studio di consulenza!!
    ma i miei dubbi rimangono e sono di natura burocratica!!
    io so che se apri una p.i. poi sei costretta a pagare le tasse anche se non fatturi,è vero?
    il locale dove ricevi deve essere uso ufficio?
    ora che l' EMPAP è fallita a chi bisogna versare i contributi?
    insomma so veramente poco di tutto ciò!!
    aspetto con "ansia"(il che è tutto dire) le vostre risposte!!!
    ciao ciao

  2. #2
    Partecipante Leggendario L'avatar di gieko
    Data registrazione
    28-03-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    2,312

    Riferimento: quali sono gli adempimenti burocratrici per aprire uno studio?

    Cara vertigo2,
    in effetti un po' di confusione c'è...
    Aprire la partita IVA non comporta il pagamento di alcunchè. Le tasse vanno pagate qualora vengano svolte prestazioni successivamente fatturate (la P.I. serve per rilasciare fattura). Quindi: no prestazioni, no fattura, no tasse.
    Lo studio di consulenza non necessita di requisiti particolari.
    L'ENPAP non è fallito (almeno ufficilamente) quindi i contributi pensionistici vanno versati sempre al nostro beneamato ente.

    Saluti
    gieko

  3. #3

    Riferimento: quali sono gli adempimenti burocratrici per aprire uno studio?

    grazie,x la risposta.
    ma qual'è la differenza tra ricevuta e fattura?
    e i contributi devo pagarli obbligatoriamente?
    a presto!!

  4. #4
    Partecipante Leggendario L'avatar di gieko
    Data registrazione
    28-03-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    2,312

    Riferimento: quali sono gli adempimenti burocratrici per aprire uno studio?

    Ricevuta è un termine generico per indicare l'attestazione di pagamento. Dallo scontrino alla fattura. Il libero professionista rilascia una fattura, dove sono descritte le prestazioni ed in base alle quali viene calcolato il reddito, le detrazioni... Il rilascio della fattura implica l'apertura della Partita IVA.
    I contributi pensionistici vanno pagati obbligatoriamente. Entro 90 giorni dal rilascio della prima fattura è necessario iscriversi all'ENPAP. Sul sito trovi tutte le istruzioni e le scadenze dei pagamenti. Ti ricordo che il contributo pensionistico va inserito anche in fattura, aggiungendo il 2% dell'importo delle prestazioni al totale delle prestazioni.

    Saluti
    gieko

Privacy Policy