• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 31
  1. #1
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di semplificatore
    Data registrazione
    29-08-2007
    Residenza
    Altrove
    Messaggi
    1,076
    Blog Entries
    1

    E' tutto un magna magna

    Il titolo non fuorvii.

    L'occasione mi è data dalla nuova pubblicità che appare in alto a destra del forum; trattasi del "Psicologia del comportamento alimentare e tecniche di gestione del peso corporeo".

    Nella descrizione mi ha particolarmente colpito (oltre ai 1.640 euro rateizzabili ) anche questa frase:
    Il problema del sovrappeso esiste ed aumenta di anno in anno arrivando a raggiungere quote preoccupanti tanto da sollecitare la produzione e lo sviluppo di metodologie di intervento capaci di intervenire non tanto sul sintomo (il peso) ma sulle cause (cosa porta all’aumento ponderale, quali i comportamenti patogenerativi, perché una persona mangia in misura maggiore al suo fabbisogno)

    Allora dico: ma siamo davvero arrivati a questo punto?
    C'è ormai davvero bisogno dello psicologo (a voi ve lo auguro perchè è lavoro, ma insomma ...) per imparare a mangiare?
    Cioè per prevenire un fenomeno che si da' così per scontato che si manifesti...
    Il pagare un professionista per "imparare come si mangia" non è il fallimento della scuola e dell'educazione familiare?

    Mi verrebbe provocatoriamente da dire: "mia nonna e mia mamma me lo hanno sempre detto gratis come e quanto mangiare, e a 39 anni ho le analisi perfette"....
    Quindi?
    ...dite dite
    Ultima modifica di semplificatore : 24-03-2009 alle ore 13.27.07
    "......c'è chi un giorno invece ha sofferto / e allora ha detto: io parto
    / ma dove vado se parto? / sempre ammesso che parto: ciao! ....
    "
    (da "E la vita e la vita" di Cochi e Renato, 1974)


    Clicca qui e godi con le foto di Semplificatore su Flickr

    http://it.youtube.com/user/accrocchio70

  2. #2
    Riccioli di Cioccolato L'avatar di nadirinha
    Data registrazione
    12-09-2008
    Residenza
    qui e ora
    Messaggi
    12,412
    Blog Entries
    22

    Riferimento: E' tutto un magna magna

    Citazione Originalmente inviato da semplificatore Visualizza messaggio
    Mi verrebbe provocatoriamente da dire: "mia nonna e mia mamma me lo hanno sempre detto gratis come e quanto mangiare, e a 39 anni ho le analisi perfette"....
    Quindi?
    ...dite dite
    Se dovessi ascoltare mia madre su quanto mangiare a quest'ora sarei un'arancina coi piedi con chiare difficoltà di deambulazione...

    Cmq è anche vero che negli ultimi tempi il rapporto con il cibo è cambiato...se prima si mangiava per vivere, (e se pensiamo ai periodi bellici, non era tanto scontato avere un pezzo di pane) adesso si mangia per tutt'altro motivo!!
    il cibo è diventato un pretesto per incontrarsi...almeno io ho degli amici che se gli chiedi "che facciamo sta sera?" ti rispondono "andiamo a mangiare fuori" 9 volte su 10!!
    Forse pensare ad uno psicologo che ti insegni a mangiare può risultare alquanto strano, ma effettivamente l'aumento di disturbi alimentari tra gli adolescenti non lo rende così improbabile...
    Basta andare davanti all'ingresso di una qualsiasi scuola e contare quanti bambini obesi ci sono... è impressionante!!!
    Quindi una buona educazione alimentare visto che non riesce a darla la famiglia...(anche se effettivamente dovrebbe essere suo compito il compito) non vedo perchè non possa darla un psicologo!!

  3. #3
    Partecipante Leggendario L'avatar di gieko
    Data registrazione
    28-03-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    2,312

    Riferimento: E' tutto un magna magna

    Citazione Originalmente inviato da semplificatore Visualizza messaggio
    Allora dico: ma siamo davvero arrivati a questo punto?
    C'è ormai davvero bisogno dello psicologo (a voi ve lo auguro perchè è lavoro, ma insomma ...) per imparare a mangiare?
    Beh, in tempo di carestia ogni pertugio e galleria...
    Non mi sorprende il proliferare di corsi di ogni genere e tipo. Come insegnano le tecniche di marketing il bisogno va creato per vendere. Anche dove non c'è.
    Se poi si tratta di patologia è un altro problema... Ma per quello ci sono già gli psicoterapeuti.

    Saluti
    gieko

  4. #4
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: E' tutto un magna magna

    l'obesità è una malattia e quindi mi sembra giusto prevenirla. Forse il dubbio viene dal fatto che a fare questa "prevenzione" possa essere uno psicologo? Forse questo fatto può essere capito meglio se si considera che il problema non è il cibo, ma il rapporto col cibo (ecco la dimensione psicologica). E mi sembra che ultimamente i disturbi alimentari siano aumentati di parecchio.

  5. #5
    Ghiotto patato ಠ_ಠ L'avatar di Biz
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    Topadilegnopoli
    Messaggi
    23,702

    Riferimento: E' tutto un magna magna

    Il bisogno va creato, easy
    "Guardatemi, signori...sono un uomo di sessant'anni e ho il corpo di un ragazzino.Ce l'ho in frigo."
    This is a blog
    This is not a link.

  6. #6
    Postatore OGM L'avatar di chiocciolina4
    Data registrazione
    12-04-2005
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    4,820

    Riferimento: E' tutto un magna magna

    quando si parla di comportamento alimentare si entra anche nel campo dei disturbi alimentari, e il "saper mangiare" è solo una dimensione del problema, la più riduttiva a mio avviso. Se una persona vuole stare in linea non va dallo psicologo, ma in palestra o al massimo dal dietologo, e il più delle volte come dici tu bastano i consigli familiari. Ma se una persona è un'obesa patologica o bulimica ad esempio, ecco che entra in gioco il comportamento alimentare come dimensione più ampia, e l'aiuto di uno psicologo può essere molto utile, a mio avviso.

    Un vero amico ti pugnala sempre di fronte. (O. Wilde)

    Perchè per un uomo la psicoanalisi dura meno? Non c'è bisogno di regredire all'infanzia.

    Non sono cattiva, è che mi disegnano così...! -->

    Membro del Club del Giallo e addetta all'ufficio promozione e marketing - Tessera n° 2
    (Guardiana radar del gruppo insieme a RosaDiMaggio )

    Vieni a trovarci al social group!

  7. #7
    Partecipante Leggendario L'avatar di gieko
    Data registrazione
    28-03-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    2,312

    Riferimento: E' tutto un magna magna

    Caro johnny, non si è più nemmeno liberi di essere sovrappeso? Se non è sentito come un problema, perchè porlo e proporlo? Se il problema c'è ed è avvertito come tale portando ad una domanda di cura, come dicevo sopra, ci sono gli psicoterapeuti...

    Saluti
    gieko

  8. #8
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: E' tutto un magna magna

    Citazione Originalmente inviato da gieko Visualizza messaggio
    Caro johnny, non si è più nemmeno liberi di essere sovrappeso? Se non è sentito come un problema, perchè porlo e proporlo? Se il problema c'è ed è avvertito come tale portando ad una domanda di cura, come dicevo sopra, ci sono gli psicoterapeuti...

    Saluti

    certo chiunque è libero di essere sovrappeso, bisogna vedere però perché uno è sovrappeso, infatti l'articolo riportato da Semplificatore dice di non concentrarsi sul peso ma sulle "cause (cosa porta all’aumento ponderale, quali i comportamenti patogenerativi, perché una persona mangia in misura maggiore al suo fabbisogno)". Considerando che i bambini di oggi sono sempre più obesi (in America è così da un po', speriamo di non fare la stessa fine in Italia) il che cpmporta anche dei rischi per la salute, mi sembra giusto fare prevenzione

  9. #9
    Partecipante Leggendario L'avatar di gieko
    Data registrazione
    28-03-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    2,312

    Riferimento: E' tutto un magna magna

    Sì, ma che c'entra lo psicologo con la prevenzione (compito dei dietologi) o con la ricerca di cause e la patologia (compito dello psicoterapeuta)?
    gieko

  10. #10
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di semplificatore
    Data registrazione
    29-08-2007
    Residenza
    Altrove
    Messaggi
    1,076
    Blog Entries
    1

    Riferimento: E' tutto un magna magna

    Citazione Originalmente inviato da Johnny Visualizza messaggio
    certo chiunque è libero di essere sovrappeso, bisogna vedere però perché uno è sovrappeso, infatti l'articolo riportato da Semplificatore dice di non concentrarsi sul peso ma sulle "cause (cosa porta all’aumento ponderale, quali i comportamenti patogenerativi, perché una persona mangia in misura maggiore al suo fabbisogno)". Considerando che i bambini di oggi sono sempre più obesi (in America è così da un po', speriamo di non fare la stessa fine in Italia) il che cpmporta anche dei rischi per la salute, mi sembra giusto fare prevenzione
    NON è un articolo.
    E' il dettaglio dell'oggetto di un convegno organizzato credo da Altrapsicologia o altra simile entità.
    C'è nella pubblicità che appariva fino a l'altro ieri.

    Se poi è tratto da un articolo non so.

    Mi viene in mente: si fanno anche conferenze psicologoformanti per tutto ciò che riguarda droghe e simili?
    "......c'è chi un giorno invece ha sofferto / e allora ha detto: io parto
    / ma dove vado se parto? / sempre ammesso che parto: ciao! ....
    "
    (da "E la vita e la vita" di Cochi e Renato, 1974)


    Clicca qui e godi con le foto di Semplificatore su Flickr

    http://it.youtube.com/user/accrocchio70

  11. #11
    Postatore OGM L'avatar di chiocciolina4
    Data registrazione
    12-04-2005
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    4,820

    Riferimento: E' tutto un magna magna

    Citazione Originalmente inviato da Johnny Visualizza messaggio
    l'obesità è una malattia e quindi mi sembra giusto prevenirla. Forse il dubbio viene dal fatto che a fare questa "prevenzione" possa essere uno psicologo? Forse questo fatto può essere capito meglio se si considera che il problema non è il cibo, ma il rapporto col cibo (ecco la dimensione psicologica). E mi sembra che ultimamente i disturbi alimentari siano aumentati di parecchio.
    Citazione Originalmente inviato da gieko Visualizza messaggio
    Caro johnny, non si è più nemmeno liberi di essere sovrappeso? Se non è sentito come un problema, perchè porlo e proporlo? Se il problema c'è ed è avvertito come tale portando ad una domanda di cura, come dicevo sopra, ci sono gli psicoterapeuti...

    Saluti
    Johnny infatti non ha parlato di sovrappeso ma di obesità, sono due cose diverse, l'obesità è una malattia che può portare molte e diverse problematiche di salute. Quindi mi sembra giusto fare prevenzione.
    Citazione Originalmente inviato da gieko Visualizza messaggio
    Sì, ma che c'entra lo psicologo con la prevenzione (compito dei dietologi) o con la ricerca di cause e la patologia (compito dello psicoterapeuta)?
    il dietologo può sicuramente fare prevenzione nel senso di fornire informazioni sul modo corretto di alimentarsi, ma lo psicologo può fare prevenzione nel senso del rapporto con il cibo, in quanto, solo per fare un esempio banale, è molto frequente che quando si sta giù di morale si ricorra al cibo etc. Inoltre lo psicologo può fare valutazioni e consulenze...ben prima che si arrivi a un vero e proprio disturbo alimentare che richiede una terapia a lungo termine, e dunque uno psicoterapeuta. Quindi secondo te per fare un corso ad esempio di educazione sessuale e parlare di contraccezione dovrebbe esserci solo la figura del ginecologo?

    Citazione Originalmente inviato da semplificatore Visualizza messaggio
    Mi viene in mente: si fanno anche conferenze psicologoformanti per tutto ciò che riguarda droghe e simili?
    certo, vengono organizzati convegni su quasi tutte le problematiche di cui si occupano gli psicologi...e le dipendenze sono una di queste.
    Ultima modifica di chiocciolina4 : 25-03-2009 alle ore 23.33.31

    Un vero amico ti pugnala sempre di fronte. (O. Wilde)

    Perchè per un uomo la psicoanalisi dura meno? Non c'è bisogno di regredire all'infanzia.

    Non sono cattiva, è che mi disegnano così...! -->

    Membro del Club del Giallo e addetta all'ufficio promozione e marketing - Tessera n° 2
    (Guardiana radar del gruppo insieme a RosaDiMaggio )

    Vieni a trovarci al social group!

  12. #12
    Partecipante Leggendario L'avatar di gieko
    Data registrazione
    28-03-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    2,312

    Riferimento: E' tutto un magna magna

    Citazione Originalmente inviato da chiocciolina4 Visualizza messaggio
    Johnny infatti non ha parlato di sovrappeso ma di obesità, sono due cose diverse, l'obesità è una malattia che può portare molte e diverse problematiche di salute. Quindi mi sembra giusto fare prevenzione.
    Va bene, correggo: non si è più liberi di essere obesi?

    Citazione Originalmente inviato da chiocciolina4 Visualizza messaggio
    il dietologo può sicuramente fare prevenzione nel senso di fornire informazioni sul modo corretto di alimentarsi, ma lo psicologo può fare prevenzione nel senso del rapporto con il cibo, in quanto, solo per fare un esempio banale, è molto frequente che quando si sta giù di morale si ricorra al cibo etc. Inoltre lo psicologo può fare valutazioni e consulenze...ben prima che si arrivi a un vero e proprio disturbo alimentare che richiede una terapia a lungo termine, e dunque uno psicoterapeuta. Quindi secondo te per fare un corso ad esempio di educazione sessuale e parlare di contraccezione dovrebbe esserci solo la figura del ginecologo?
    Ho qualche idea di quale sia il ruolo dello psicologo... E' chiaro che la mia vuole essere una riflessione rispetto alla domanda/provocazione di semplificatore. Dal mio punto di vista la necessità di inventare sempre nuovi ambiti porta a delle forzature, oltre che ad una presenza della psicologia che diventa asfissiante (oltre ad essere di livello sempre più scadente). Personalmente la cosa mi garba poco e penso che possa avere una ricaduta negativa sulla società.
    Quindi prendendo spunto dalla questione del cibo, mi sembra chiaro che una prevenzione generica, quale quella fatta nelle scuole, sia un'attività positiva. Mi sembra altrettanto chiaro che "fare prevenzione nel senso del rapporto con il cibo", come dici tu, ha ben poco senso. E' una cosa troppo complessa ed inutile per chi non è coinvolto nel problema (chi è depresso mangia di più... e con ciò?), mentre chi ne è colpito (obesi compresi, visto che sottolineate che si tratta di patologia) dovrebbe ricorrere ad interventi ben diversi.
    Poi se si vuole trovare spazio per lo psicologo, lo si può sempre creare (anche dove non ci sarebbe...), ma mi chiedo a che pro. Serve solo a dare lavoro a schiere di disoccupati? Serve a saturare di sapere psicologico ogni campo applicativo?

    Ciò che non ammazza, ingrassa... Appunto

    Saluti
    Ultima modifica di gieko : 26-03-2009 alle ore 10.03.44
    gieko

  13. #13
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di semplificatore
    Data registrazione
    29-08-2007
    Residenza
    Altrove
    Messaggi
    1,076
    Blog Entries
    1

    Riferimento: E' tutto un magna magna

    Citazione Originalmente inviato da gieko Visualizza messaggio
    Poi se si vuole trovare spazio per lo psicologo, lo si può sempre creare (anche dove non ci sarebbe...), ma mi chiedo a che pro. Serve solo a dare lavoro a schiere di disoccupati? Serve a saturare di sapere psicologico ogni campo applicativo?
    Bè in tempi di crisi...ogni occasione è "buona".

    Ritengo comunque che se un invervento dello psicologo ci deve essere dovrebbe essere "diffuso", andando ad informare meglio sulle "dipendenze" sia la scuola che le famiglie....
    Mi pare che il problema sia la dipendenza o la cattiva gestione del "vizio"...(cibo o altro) non l'oggetto in sè...
    Quindi è la dipendenza che va educata.
    Anche le sigarette allora,... l' 80 % di voi studenti fuma fuori delle facoltà ... quello è vizio o è dipendenza? Se fosse dipendenza allora è inutile che uno psicologo vada a fare il corso sull'educazione all'alimentazione...
    La mala alimentazione fa male come la sigaretta fa venire il cancro.
    Quindi si avrebbe il paradosso di uno psicologo dipendente per una cosa che va a cercar di evitare la dipendenza da un'altra.
    Ma poi, dove è il confine tra vizio e dipendenza?
    Dove è lecito intervenire?
    Oppure, bisogna per forza intervenire o è - di nuovo - dar lavoro allo psicologo?

    Ai posteri (non fumatori) l'ardua sentenza
    Ultima modifica di semplificatore : 26-03-2009 alle ore 13.26.17
    "......c'è chi un giorno invece ha sofferto / e allora ha detto: io parto
    / ma dove vado se parto? / sempre ammesso che parto: ciao! ....
    "
    (da "E la vita e la vita" di Cochi e Renato, 1974)


    Clicca qui e godi con le foto di Semplificatore su Flickr

    http://it.youtube.com/user/accrocchio70

  14. #14
    Super Postatore Spaziale L'avatar di Lepre*marzolina
    Data registrazione
    04-10-2005
    Residenza
    nei peggiori bar di caracas...
    Messaggi
    2,886

    Riferimento: E' tutto un magna magna

    secondo me si mischiano 2 discorsi diversi:

    io credo ci sia molta speculazione sulla professione di psicologo ma non tanto da parte degli psicologi stessi...il problema è che quello degli psicologi è un mercato saturo ma si continuano ad aprire nuove facoltà, non si fa un'accurata informazione sui (non) sbocchi lavorativi , la gente continua a vedere quella degli psicologi come una "missione per le persone che amano tanti gli altri" ( ),non si fa una selezione accurata (basta vedere quanti aspiranti psicologi non sappiano mettere in fila un discorso in italiano corretto) e si creano centinaia di corsi e corsettini a pagamento ma la cui spendibilità è veramente limitata e che svliscono anche un pò la figura dello psic.(ovviamente è un discorso generale)
    quindi la "malafede" (se vogliamo vederla) non è nello psicologo o aspirante tale ma in chi ci specula su.

    discorso diverso è quello che ha iniziato semplificatore sulle dipendenze.
    se uno psicologo fuma non può andare a fare prevenzione sulle dipendenze.
    che significa? lo psicologo chi è? un superuomo??
    lo psicologo è un professionista che possiede determinate competenze e padroneggia determinate tecniche...il fatto che le usi o meno su se stesso non è influente.
    (ovvio uno psicologo che si ammazzi di canne da mattina a sera magari può essere abbastanza inquietante ma l'esempio che faceva semplificatore era sul fumo di sigaretta)

    non mi pare che dai medici si pretenda uno stile di vita salutistico e nè che dagli avvocati si pretenda morigeratezza e legalità
    ed allora perchè si sta sempre a cavillare su quello che deve o non deve fare lo psicologo ?
    Ultima modifica di Lepre*marzolina : 26-03-2009 alle ore 15.11.48
    dove c'è gusto non c'è perdenza

    ho sempre amato il mio prossimo...finchè era poco....



    Questo è il mio pesciolino numero 641 in una vita costellata di pesciolini rossi. I miei genitori mi comprarono il primo per insegnarmi cosa significasse amare e prendersi cura di una creatura vivente del Signore. 640 pesci dopo, l'unica cosa che ho imparato è che tutto quello che ami morirà
    C.P.



    E' cosi' difficile divertirsi di questi tempi, anche sorridere fa male alla faccia

  15. #15
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: E' tutto un magna magna

    Citazione Originalmente inviato da semplificatore Visualizza messaggio
    NON è un articolo.
    E' il dettaglio dell'oggetto di un convegno organizzato credo da Altrapsicologia o altra simile entità.
    va bè, ho detto "articolo" in senso lato....potevo scrivere "oggetto della citazione", "oggetto del convegno".
    per il resto cindivido l'dea di Lepre Marzolina.
    Anche perché lo psicologo non si basa sulla propria esperienza personale di vita, ma su teorie e tecniche apprese negli studi e nell'esercizio della professione. Per fare prevenzione contro il fumo, non è detto che egli non debba fumare. Deve sapere come fare prevenzione.

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy