• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4

Discussione: per favore aiutatemi

  1. #1
    vittoriasole
    Ospite non registrato

    per favore aiutatemi

    Buongiorno,
    sono disperata e bisognosa di aiuto ed ho estremamente bisogno di un consiglio da parte vostra.
    Il mio problema è che da circa due mesi ho deciso di iniziare una psicanalisi, ho moltissimi problemi con il mio convivente che mi lascia sempre sola e desidera solo fare la sua vita e coltivare i suoi hobby, io non so cosa fare, se lasciarlo e tenermelo così comè fino a quando non avrò il coraggio di lasciarlo, o se prima mi avrà già lasciato lui.
    La mia terapeuta dice che ho un problema di abbandono che deriva da prima della nascita, praticamente la mia affettività è come quella di un feto, è scioccante e non so come venirne fuori, quando risolverò i miei problemi e finalmente crescerò ?
    Grazie mille della vostra attenzione, Valentina

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di RosadiMaggio
    Data registrazione
    10-02-2006
    Residenza
    Tra le Alpi e gli Appennini
    Messaggi
    11,960

    Riferimento: per favore aiutatemi

    Ciao Vittoria, io non so che consiglio potrebbe essere utile nel tuo caso, perché ciò che descrivi é sia un pò poco che denso, non conoscendoti, però:
    1) se la psicoanalis la hai iniziato da poco, é possibile che essa debba ancora avviarsi e che potrebbe, senza che ciò abbia alcun significato negativo interno alla stessa o a te come persona, in una prima fase, leggermente amplificare le tue incertezze, motivo per cui dovresti forse aspettare un attimo prima di cadere nello sconforto e prendere decisioni affrettate.
    2) Ti potrei personalmente consigliare di rileggere il tuo post e di notare che in una riga, hai scritto più volte la parola "lasciare", sia in senso attivo che passivo e di riflettere sul sensio che essa ha per te.
    3) Hai paura di essere lasciata?
    4) Vorresti lasciare tu per nobn essere lasciata?
    5) Vorresti essere lasciata perché chi sta con te, in realtà ti fa sentire sola e quindi pensi che per questo, meriterebbe di essere lasciato da te?

    6) Che tipo di terapia analitica o di altro orientamento stai acendo, dato che parli di un problema di abbandono che deriva da prima della nascita?
    7) E' per questo che tu parli di maturrità affettiva come quella di un feto? Per associazione di idee? O perché sei tu che pensi di sentirti tale?

    Sei una ragazza molto giovane?

    Scusami per le domande, tu naturalmente rispondi solo se e a quelle che vuoi; io le ho numerate solo per cercare di renderle un pò più chiare. Spero possano aiutarti a trovare intanto qualche piccolo spunto di riflessione.

    Ciao
    Ultima modifica di RosadiMaggio : 30-03-2009 alle ore 22.36.32
    Gaia

    Tessera n° 15 Club del Giallo

    Guardiana Radar del Gruppo insieme a Chiocciolina4

  3. #3
    Partecipante L'avatar di psi-clinico-dip
    Data registrazione
    31-07-2006
    Residenza
    cernusco sul naviglio
    Messaggi
    47
    Blog Entries
    1

    Riferimento: per favore aiutatemi

    Cara Vittoria
    da ciò che scrivi si percepisce disagio e confusione. Ti definisci disperata e bisognosa di un aiuto. Tuttavia quel che leggo è che : " il mio problema è che ho iniziato un'analisi da circa due mesi". Mentre il tuo compagno stà per lasciarti o stà per essere lasciato da te. Lui è come se si estraneasse.
    Ma mi chiedo : hai mai provato a parlare con lui dei tuoi problemi?
    Forse se si " fa i fatti suoi" è perchè si percepisce impotente di fronte al tuo disagio o perchè tu non gli dai l'occasione di entrarci, comprenderlo e condividerlo.
    Credo che le analisi siano tutte valide tuttavia i problemi si affrontano e risolvono, nel bene o nel male, solo con le persone con cui abbiamo il problema. Dunque in conclusione se vuoi un consiglio vai alla ricerca del dialogo con il tuo partner e forse ti avvicinerai di più alla soluzione reale del tuo disagio.

  4. #4
    Neofita
    Data registrazione
    08-07-2006
    Residenza
    vimercate
    Messaggi
    10

    Riferimento: per favore aiutatemi

    Buongiorno, cercando di comprendere il suo messaggio, lei chiede un consiglio in merito a come agire? A me sembra che si sia già mossa nella direzione giusta, prendendo consapevolezza dell'esistenza di un suo malessere e rivolgendosi ad una psicoanalista. Tuttavia, sembra che lei preseti il problema come se fosse la psicoanalisi stessa, o che comunque le interpretazioni della dottoressa la abbiano turbata ultriormente. Questa potrebbe essere indice di una resistenza al trattamento, che è una reazione abbastanza comune. Non riesco però a capire in che modo il suo problema fondi le sue radici ancor prima della sua nascita. Se anche a lei non è chiaro, le consiglio di chiarire il concetto con la sua psicoanalista.
    Cordiali saluti
    Dott.ssa Motta Mara

Privacy Policy