• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 34
  1. #1
    Partecipante Affezionato L'avatar di cicitta84
    Data registrazione
    23-08-2006
    Residenza
    messina
    Messaggi
    75

    in cosa ti sei laureato???...in psicologia!!!...ANCHE TU!!!!:(

    ragazzi ho uno sconforto questa mattina allucinante!premetto mi snn laureata da poco sto facendo il tirocinio post lauream e cosa assolutamente nuova nn ci sn prospettive di lavoro per noi psicologi.come si suol dire nn solo il danno ma pure la beffa!!!!ovunque io vada se per caso viene fuori il imo titolo di studio tutti mi chiedono: in cosa ti sei laureata???ed io: PSICOLOGIA!( con una punta d'orgoglio), ma subito dopo larisposta clasica è: ANCHE TU, TUTTI PSICOLOGI, ANCHE I MIEI COLLABORATORI!!!morale della favola ci ritroviamo milioni di psicologi che lavoriamo in ambiti in cui non era necessario fare mille sacrifici per larearsi in psicologia. vabbè siamo in un periodo di crisi mondiale ma cavolo non mi assumono nemmenocome commessa, lavoro in un all center dove cn tutto il dovuto rispetto assumono pure chi ha la terza elementare.questo non per screditare chi non ha studiato ma solo per dire che ho voluto studiare per migliorarmi e per poter condurre una vita meno dura di quella che hanno fatto e stanno facendo i miei genitori, che con molta umiltà mi hanno permesso di realizzare i miei obiettivi!!scusate lo sfogo!!!grazie
    Qualunque cosa accada,non aspettare di essere perfetto per abbandonarti all'amore, non ameresti mai

  2. #2
    Partecipante Figo
    Data registrazione
    30-11-2008
    Messaggi
    773

    Riferimento: in cosa ti sei laureato???...in psicologia!!!...ANCHE TU!!!!:(

    Ciao cicitta....io sono laureanda in politiche sociali e come te mi ritroverò nella stessa condizione....
    Purtroppo le lauree in materie umanistiche non sono viste di buon occhio come le materie superscientifiche quali fisica, medicina e altro.....è sempre stato così...non c'è da meravigliarsi.
    Speriamo che la società cominci ad apprezzare anche la loro importanza....ma la vedo dura....
    Non so che dirti....vorrei dare una parola di conforto, l'unica cosa che posso dirti è di tenere duro...di continuare a studiare ed aggiornarti perchè è importante....il mondo è una giungla e non c'è spazio per tutti. Solo i bravi e ahimè i raccomandati vanno avanti...purtroppo non sempre i primi superano i secondi....anzi quasi mai direi......ma devi vederla come una sfida e quando vincerai la soddisfazione sarà ancora più alta di chi ha sempre ottenuto tutto con estrema facilità!!!!!!un bacio

  3. #3
    Partecipante Figo L'avatar di klaudia82
    Data registrazione
    20-09-2007
    Residenza
    in un meraviglioso paesino del nord
    Messaggi
    862

    Riferimento: in cosa ti sei laureato???...in psicologia!!!...ANCHE TU!!!!:(

    io invece credo che ci voglia tenacia in tutti gli ambiti perchè per tutte le facoltà risulta essere dura trovar lavoro, però bisogna 'batter chido' per quello che si vuole.
    io sto facendo molti sacrifici lavorativi adesso per permettermi un domani migliore...

  4. #4
    Partecipante Figo
    Data registrazione
    30-11-2008
    Messaggi
    773

    Riferimento: in cosa ti sei laureato???...in psicologia!!!...ANCHE TU!!!!:(

    Io non penso che sia così Klaudia: pensa agli ingegneri che vengono subito assunti dopo il tirocinio per la tesi oppure ai laureati in informatica, matematica....pensa alle opportunità dei medici etc. etc.
    Quello che vedo è che la gente vuole a tutti i costi dei risultati immediati e concreti.....non tenendo conto del benessere interiore....questo è sottovalutato a scapito delle cose materiali senza pensare che è proprio grazie a questo benessere interiore che la gente può essere in grado di raggiungere i risultati sperati.....

  5. #5
    Partecipante Figo L'avatar di klaudia82
    Data registrazione
    20-09-2007
    Residenza
    in un meraviglioso paesino del nord
    Messaggi
    862

    Riferimento: in cosa ti sei laureato???...in psicologia!!!...ANCHE TU!!!!:(

    io invece credo che in tutti gli ambiti ci sia da sudare. in nessun campo la cosa è facile.
    gli ingegneri trovano a tempo determinato e a stipendi miserrimi per quello che è il loro titolo di studio.
    i medici devono sgobbare 10 anni per inserirsi in qualche settore rimanendo anche loro precari per molto tempo.
    quindi a mio avviso TUTTI si fanno il mazzo prima di inserirsi a tempo indeterminato.
    nessuno ce l'ha facile nessuno. soprattutto con la crisi mondiale attuale. oggi gli ingegneri posson avere il lavoro, domani no perchè l'azienda chiude.
    OGNI CAMPO HA LA SUA CROCE. E SU QUESTO SON SICURA.

  6. #6
    Partecipante Figo
    Data registrazione
    30-11-2008
    Messaggi
    773

    Riferimento: in cosa ti sei laureato???...in psicologia!!!...ANCHE TU!!!!:(

    Si è vero la crisi investe tutti.....ma è pur vero che i primi a rialzarsi(poichè si fanno politiche a loro favore) sono sempre gli altri laureati.....poi se ci sono ancora soldi e tempo allora.......

  7. #7
    Partecipante Figo L'avatar di klaudia82
    Data registrazione
    20-09-2007
    Residenza
    in un meraviglioso paesino del nord
    Messaggi
    862

    Riferimento: in cosa ti sei laureato???...in psicologia!!!...ANCHE TU!!!!:(

    mi spiace zuccherina ma non sono d'accordo con te. ciao.

  8. #8
    Partecipante Affezionato L'avatar di Ambolinix
    Data registrazione
    28-09-2005
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    62

    Riferimento: in cosa ti sei laureato???...in psicologia!!!...ANCHE TU!!!!:(

    Il fatto è che sia le persone che i governi e gli enti pubblici privilegiano settori che ritengono essenziali e tra questi la psicologia fatica a trovare un ruolo di rilievo. Con le spese sanitarie in continua crescita per l'invecchiamento della popolazione, l'economia che fa acqua e il turismo che stenta purtroppo le risorse da investire per il benessere psicologico non si riescono a trovare molto spesso.

    Questo però non significa che che laurearsi in altre materie sia garanzia di un lavoro e soprattutto di un lavoro soddisfacente. Oltre al fatto che fare sempre confronti con le altre categorie non mi sembra molto produttivo.

    Oltretutto, e parlo della mia realtà che può essere anche differente da quella di altre regioni, noto un investimento crescente, se pure a piccoli passi, verso nuovi ruoli da affidare allo psicologo specialmente in ambito scolastico e neuroriabilitativo.

    A me pare che il grosso problema non sia qualitativo ma quantitativo: siamo troppi e invece di rendere edotti della realtà della professione gli aspiranti universitari, cosicchè o ne vengano dissuasi o, se non altro, siano preparati a ciò che li aspetta, si continua ad aprire facoltà di psicologia, di cui alcune anche on line.

    Ma è serio comportarsi in questo modo?

  9. #9
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590

    Riferimento: in cosa ti sei laureato???...in psicologia!!!...ANCHE TU!!!!:(

    Nel messaggio di cicitta cìè una cosa sbagliata in partenza:
    Citazione Originalmente inviato da cicitta84 Visualizza messaggio
    cosa assolutamente nuova nn ci sn prospettive di lavoro per noi psicologi.
    Non è una cosa nuova, era così anche 3 anni fa senza crisi economica...

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  10. #10
    tiger lily
    Ospite non registrato

    Riferimento: in cosa ti sei laureato???...in psicologia!!!...ANCHE TU!!!!:(

    Sono d'accordo con voi; i problemi ci sono sempre stati, a dispetto della congiuntura economica mondiale. L'altro grave danno è il numero spropositato di studenti che scelgono psicologia e la riforma 3+2. Da non dimenticare il completo disinteresse degli ordini nel regolamentare il ns campo e nel fare pressioni per evitare ingerenze &co con altre professioni.
    Altro gravissimo danno che ci facciamo da soli è il continuo fare volontariato nella speranza di un posto: chi si mette ad assumere quando ci sono valanghe di professionisti pronti a lavorare gratis?

    Comunque lavorando sodo seguendo il proprio persorso personale porta frutti, sempre, a patto di saper aspettare, imparare con umiltà un mestiere così complesso (studiare e basta non è sufficiente per fare di un laureato in psicologia uno psicologo)

  11. #11
    nicolosa sarda
    Ospite non registrato

    Riferimento: in cosa ti sei laureato???...in psicologia!!!...ANCHE TU!!!!:(

    Ciao, sono d'accorod con chi dice che è così per tutte le professioni, ovunque si studia e ci si fa il mazzo, penso che la laurea non si vince nelle patatine
    Però non bisogna tralasciare il fatto che in Italia la psicologia non è stata mai tanto considerata (apertura della facoltà di Psicologia fine anni 70', scarso rilievo dato alla professione rispetto alla psichiatria ecc), quindi è anche per questo che ci troviamo in questa situazione penosa di non riconoscimento Che ne dite? Voi l'avete notato?

  12. #12
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    11-10-2007
    Residenza
    Pescara
    Messaggi
    269

    Riferimento: in cosa ti sei laureato???...in psicologia!!!...ANCHE TU!!!!:(

    Scusate...ma sento sempre e stesse cose: ho fatto tanti sacrifici per nulla (diciamolo che studiare ha anche molti lati positivi), mi sono svegliata un giorno e mi sono resa conto che non c'era lavoro, pago per la formazione ma nessuno mi assicura lavoro ecc. Ragazzi la realtà è questa, la colpa in parte è anche vostra che continuate ad ingrassare i vari ingranaggi perversi e cannibalistici della psicologia italiana, basta mettetevi a lavorare, fare altro!!! E' anche logico che non ci sia spazio per tutti, è impossibile che su 70.000 iscritti all'albo tutti siano belli, bravi, leali e appassionati, purtroppo ci hanno venduto fumo e la cosa più triste è che molti di noi pretendono di fare i super psicoanalisti iperspecializzati, senza rendersi conto che si sono laureati per lo sdoganamento delle università degli ultimi decenni e che quindi, se nati qualche anno prima, avrebbero fatto sicuramente altro (per dirla breve oggi come oggi prendersi una laurea è sicuramente più facile di qualche anno fa)

  13. #13
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    11-10-2007
    Residenza
    Pescara
    Messaggi
    269

    Riferimento: in cosa ti sei laureato???...in psicologia!!!...ANCHE TU!!!!:(

    Citazione Originalmente inviato da klaudia82 Visualizza messaggio
    io invece credo che in tutti gli ambiti ci sia da sudare. in nessun campo la cosa è facile.
    gli ingegneri trovano a tempo determinato e a stipendi miserrimi per quello che è il loro titolo di studio.
    i medici devono sgobbare 10 anni per inserirsi in qualche settore rimanendo anche loro precari per molto tempo.
    quindi a mio avviso TUTTI si fanno il mazzo prima di inserirsi a tempo indeterminato.
    nessuno ce l'ha facile nessuno. soprattutto con la crisi mondiale attuale. oggi gli ingegneri posson avere il lavoro, domani no perchè l'azienda chiude.
    OGNI CAMPO HA LA SUA CROCE. E SU QUESTO SON SICURA.
    1) I Medici hanno un ordine professionale che li tutela in ogni minimo aspetto (hanno anche sconti sulle automobili e negozi di abbigliamento).

    2)I Medici hanno un mercato molto monitorato, una identità professionale chiara ed inequivocabile, specializzazioni PAGATE.

    3) La professione Medica gode di un maggior rispetto sociale e di un pieno riconoscimento Scientifico

    4) Le facoltà di Medicina sono a numero chiuso e quindi la professione è molto protetta dal rischio di inflazione

    5) I fondi per la ricerca medica sono molto più generosi rispetto a quelli per la psicologia sperimentale

    6) L'ordine degli Psicologi è un'organizzazione che non conta e non accusa sia al livello sociale che politico

    7) L'ordine degli Psicologi è l'unico ordine che cannibalizza le sue nuove entrate con master, scuole di Psicoterapia (322) che si sà, non daranno lavoro a nessuno

    potrei continuare all'infinito...

  14. #14
    Partecipante Figo L'avatar di klaudia82
    Data registrazione
    20-09-2007
    Residenza
    in un meraviglioso paesino del nord
    Messaggi
    862

    Riferimento: in cosa ti sei laureato???...in psicologia!!!...ANCHE TU!!!!:(

    zakketto, a mio parere non è giusto dire che prendere una laurea oggi è più semplice anzi. i sacrifici sono molti ma è la società che impone la prosecuzione quindi diventa facile continuare con l'istruzione ma non a livello didattico. Bastipensare agli anni 60-70 in cui il 18 politico era d'obbligo!pazzesco!e molti laureati di un tempo sono nelle nostre aule scolastiche ad insegnare...vabbè.
    Inoltre SOLO ANNI FA la laurea in psico era quadriennale e potevi inserirti nelle graduatorie per fare supplenze senza le siss...
    ...quindi mi pare che non sia pià semplice prendere la laurea al giorno d'oggi, anzi.

    Considerare la nostra laurea quasi 'squalificante' e di serie B rispetto a quelle che hai elencato lascia trasparire un atteggiamento sfiduciato per quella che è la Psicologia e quindi ciò denota un limite circa ciò per cui si crede.
    Alimentare le scuole di specializzazione non significa dare soldi a dei furboni, in quanto coloro che insegnano sono dirigenti ai massimi vertici e competenti. Seguire la specializzazione significa cercare di realizzare la propria professionalità la quale, proprio per la delicatezza del lavoro, richiede una maturazione personale.
    Paragonarla con altre lauree significa non aver ancora capito cosa si sta studiando realmente. Curare una mente non equivale a curare una malformazione fisica.
    Sinchè ci saranno i paragoni con i medici ci si attorciglierà sempre di più lo stomaco!e allora vi chiedo:ma perchè non avete iniziato quella facoltà se l'essere psicologo non alimenta l'autostima?!?

    Forse il riconoscimento sociale del medico è dovuto proprio al fatto che, da che mondo è mondo, PRIMA VIENE IL CORPO E DOPO LA MENTE, se una persona avverte mal di testa, male ad una gamba, prima andrà dal medico. Però questo non vuol assolutamente dire che l'analisi della psiche sia meno importante di quella del corpo.

    Credo fermamente che solo chi ha grinta e determinazione un giorno riuscirà a coprire il ruolo tanto atteso, gli altri continueranno a frustrarsi per la loro scelta. E quindi questa equivalenza può definirsi come 1:10!

  15. #15
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    11-10-2007
    Residenza
    Pescara
    Messaggi
    269

    Riferimento: in cosa ti sei laureato???...in psicologia!!!...ANCHE TU!!!!:(

    Rispetto le tue posizioni che sono condivisibili e tutto sommato razionali, ma secondo sono anche frutto di un rifiuto della presa di coscienza di una realtà molto molto brutta (non lo dico io ma L. Palma Presidente dell'Oridine). Vedo anche una punta di onnipotenza nel senso che, secondo me, non si cura nessuna ma si aiuta la persona che ci chiede aiuto solo trovare la soluzione ai suoi disagi. Per il resto mi trovo in totale disaccordo...

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy