• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 19
  1. #1
    Ospite non registrato

    Psicologia e Open Source

    Ciao a tutti ,
    navigando qua e là ho trovato una mailing list curiosa.....
    http://www.humantrainer.com/mailingl...ilinglist.html
    voi che ne pensate?

  2. #2
    L'avatar di laura81
    Data registrazione
    11-10-2002
    Residenza
    Pavia
    Messaggi
    2,594
    ... non sarà mica "concorrenza"?

    Cmq non so ... a prima vista non riesco a capire se si tratti di una cosa "seria" e professionale o di tutt'altro!
    Che dire?
    Aspetto di sentire i pareri degli altri!
    "Non è bello ciò che è bellico ma è bello ciò che è pace!" *aniki docet*

    There are 10 kinds of people in the world; those that understand binary and those that don't.

    ... dai diamanti non nasce niente
    dal letame nascono i fior... (F. De Andrè)



  3. #3
    Ospite non registrato
    Ops....
    sono nuova del forum..... si possono segnalare risorse esterne ad Ops?
    Ho appena visto quel sito... ed ho pensato che forse fra voi è conosciuto....
    Non ho mai sentito parlare di queste cose... (openpsy)
    boh......

  4. #4
    Ospite non registrato
    Si parla anche di Open Source....

    si tratta di risorse gratis? che centra con la psicologia?
    ci capite qualcosa?


  5. #5
    Ospite non registrato
    ho cercato altre risorse sul tema openpsy con google... ma niente.....

    boh forse vi ho segnalato qualcosa di non professionale...

  6. #6
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    Ciao VP81
    Benvenuta
    In realta' è scritto nel regolamento che è vietato fare pubblicita' pero' se nn è un sito che gestisci tu nn è pubblicita'

    Tanto piu' che ben due collaboratori dello staff di HT collaborano anche con noi come moderatori di una stanza del forum [per la precisione il Dott. Stefano Sirri e la Dott.ssa Cinzia Fronda che si occupano del forum di Sportello di orientamento post-lauream ]


  7. #7
    L'avatar di laura81
    Data registrazione
    11-10-2002
    Residenza
    Pavia
    Messaggi
    2,594
    Beh... allora non è concorrenza!
    "Non è bello ciò che è bellico ma è bello ciò che è pace!" *aniki docet*

    There are 10 kinds of people in the world; those that understand binary and those that don't.

    ... dai diamanti non nasce niente
    dal letame nascono i fior... (F. De Andrè)



  8. #8
    Postatore Compulsivo
    Data registrazione
    08-12-2001
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    3,834
    Originariamente postato da Vp81
    Si parla anche di Open Source....

    si tratta di risorse gratis? che centra con la psicologia?
    ci capite qualcosa?

    Open Source è, possiamo dire, un approccio libero e collaborativo alle risorse telematiche.
    Molti software e progetti sono sviluppati grazie alla collaborazione volontaria di più persone (da sufficientemente preparati a veri e propri mostri sacri) e resi fruibili gratuitamente.

    L'open source (sorgente aperta) presupponeche tu, se in grado, possa prendere parte al gruppo di sviluppo o comunque prendere la risorsa e tarartela, lato sorgente, per tue specifiche esigenze.

    L'open psy è un modo nuovo per definire quello che alla fine accade anche su ops, ovvero la condivisione di informazioni e risorse e la generazione di nuova conoscenza ed utilità collettiva

    Condividere ed aggregare significa ottenere molto di più di ciò che potremmo fare da soli

    un saluto,
    nico

  9. #9
    HT Sirri
    Ospite non registrato
    Ciao a tutti,

    come dire.... visto che lo avete tirato fuori voi parliamone.

    OpenPsy nasce come combinazione tra opensource e psicologia, cioe' si prende la filosofia open (open non significa necessariamente gratis, ma e' prima di tutto un modo di pensare) e la si applica alla psicologia.

    OpenPsy significa come giustamente dice nico collaborazione tra colleghi, in un'ottica di "cresciamo insieme".

    A mio avviso, e non solo per me, dentro alla psicologia c'e' una forte chiusura..... e' ora di sostituire la "cultura dell'orticello" a quella della crescita collettiva della categoria.

    Quindi e' ok chiedere e dare consigli, come anche il lavorare assieme a dei progetti, piccoli o ambiziosi che siano.

    Facciamo qualche esempio:
    Ricerca. La ricerca in psicologia oggi e' praticamente confinata solo dentro alle universita'.
    Ma sarebbe piu' che possibile impostare una ricerca tra professionisti sparsi in tutto il territorio italiano su un determinato disturbo. Sarebbe una situazione in cui ogni professionista inserisce i dati sui suoi pazienti in un database sul quale facciamo una bella elaborazione statistica.

    Test. I test oggi sono un prodotto costoso e minimamente manipolabile. Fare un test open significa, oltre ad essere gratuito, che chiunque puo' prenderne un pezzo e ritararlo su scopi specifici che sono i suoi.

    A presto, e buon open a tutti

    Stefano Sirri

  10. #10
    Ospite non registrato
    scusate se rispondo solo ora... ma mi collego abbastanza raramente e leggo solo ora le vostre risposte....
    Grazie a Nicola e Stefano per le loro risposte, ora la cosa è più chiara.....
    Complimenti ai proprietari del forum, hanno realizzato qualcosa di veramente utile!

    Ciao a tutti ed a risentirci

  11. #11
    Ospite non registrato
    [QUOTE]Originariamente postato da HT Sirri
    [B]

    A mio avviso, e non solo per me, dentro alla psicologia c'e' una forte chiusura..... e' ora di sostituire la "cultura dell'orticello" a quella della crescita collettiva della categoria.

    Quindi e' ok chiedere e dare consigli, come anche il lavorare assieme a dei progetti, piccoli o ambiziosi che siano.
    [\QUOTE]

    giustissimo!

    Solo condividendo con gli altri propri dubbi e certezze, scambiando le proprie opinioni, il proprio sapere, per un progetto comune si possono ottenere GRANDI RISULTATI.

    Non credo che facendo pagare qualsiasi servizio (cosa che oggi accade un pò ovunque....vedi il costo di un semplice seminario....) si faccia molta strada.... Il risultato secondo me è che il professionista rinunci ad accrescere la propria formazione, "accontentandosi" di alcuni ECM gratuiti e di dubbia utilità.... (infatti oggi vige il concetto: se il servizio è buono lo paghi, quello gratuito è pessimo...). Ho visto fare ECM in modo osceno, semplici farse per accreditare i punti necessari....Naturalmente visto i costi è impensabile che poi si cerchino aggiornamenti al di fuori del minimo indispensabile....

    Credo che cambiando questo modo di pensare in lavoriamo e collaboriamo per crescere INSIEME sia fondamentale per lo sviluppo del professionista ma anche della psicologia più in generale.....

    Spero di essere stato abbastanza chiaro, ho scritto a getto molto velocemente, devo andare ciao!!!!!

    [QUOTE]
    A presto, e buon open a tutti
    [\QUOTE]

    Buon Open anche a te Stefano Sirri!!

  12. #12
    HT Sirri
    Ospite non registrato
    [QUOTE]Originariamente postato da sigy

    Non credo che facendo pagare qualsiasi servizio (cosa che oggi accade un pò ovunque....vedi il costo di un semplice seminario....) si faccia molta strada.... [\QUOTE]

    Bisogna fare un distinguo tra formazione e informazioni.

    La formazione vera e propria va pagata, perche' questa genera la vera differenza tra i professionisti, quello che e' sbagliato e' pagare delle semplici informazioni.

    Per esempio mi ricordo che all'universita' c'erano delle lezioni che definerei "inutili".
    Inutili perche' avrei imparato di piu' e prima leggendo direttamente il libro invece di essere a lezione.
    Inutili perche' erano semplicemente un "insieme di parole" e non degli strumenti operativi in grado di cambiare le mie capacita' come professionista facendomi crescere.
    Inutili perche' in realta' non e' stata formazione ma dei semplici discorsi fatti a lezione.

    Per fortuna non tutte le lezioni sono fatte in questo modo.

    A presto e buon openpsy a tutti,

    Stefano Sirri

  13. #13
    meklec
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da HT Sirri
    Per fortuna non tutte le lezioni sono fatte in questo modo.
    non proprio tutte, ma.......

  14. #14
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da meklec
    non proprio tutte, ma.......


    personalmente non ho mai avuto la fortuna di avere una lezione che sia stata "formativa"...... (e per lezione intendo anche seminari convegni etc.... )

    Ho appreso molto di più studiando sui libri....per conto mio....
    magari confrontandomi con chi a studiato le mie stesse cose...

    Naturalmente per FORMAZIONE nel vero senso della parola, occorre qualcosa che sui libri non c'è (ma neanche a lezione...):
    l'esperienza!!!

  15. #15
    HT Sirri
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da sigy

    Naturalmente per FORMAZIONE nel vero senso della parola, occorre qualcosa che sui libri non c'è (ma neanche a lezione...):
    l'esperienza!!!
    Esatto: l'esperienza, ma non solo.
    Formazione significa rendere la persona in grado di agire da sola, senza aver bisogno di ulteriori input o altro (in genere, senza voler essere categorici).

    Il mio modo di vedere le cose e':
    se un corso ti da quello che avresti potuto apprendere anche da solo leggendo un libro questo non e' un corso, ma.........

    Un libro ti fa capire un concetto, la formazione ti rende in grado di metterlo in pratica nel modo opportuno.

    A presto e openpsy per tutti

    Stefano Sirri

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy