• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 7 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 93
  1. #1
    Tiredddd
    Ospite non registrato

    Disturbo da panico:che terapia intraprendere?

    Salve a tutti
    Non sono nè uno psicologo, nè uno studente di psicologia, ma uno studente d'ingegneria che ha bisogo di un aiuto. Mi son fatto un briciolino di conoscienze sul disturbo di cui soffro, il Disturbo di panico. Purtroppo la mia vita è totalmente condizionata da questo problema, che a periodi si fa più opprimente con dei picchi. Ho preso qualche libro sul tema e mi sembra che le strade da percorrere possono essere due:
    - terapia di tipo cognitivo-comportamentale
    - terapia breve strategica
    Cosa mi consigliate? Forse è una domanda banale, ma per chi ne soffre non lo è...
    Faccio notare che il mio problema non tocca solo l'ambito spaziale, ma anche quello relazionale...
    Inoltre qualcuno è a conoscienza di qualche Specialista con la s maiuscola per il Disturbo di panico nella zona Portogruaro-Pordenone?
    Esiste un albo ufficiale dove i professionisti sono iscritti?
    Mi è capitato in passato di andare da persone poco serie e quindi non vorrei ripetere l'esperienza..
    Grazie mille e scusate se la mia presenza non è gradita, ma ho un forte bisogno d'aiuto.

  2. #2
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281

    Riferimento: Disturbo da panico:che terapia intraprendere?

    Perché non una psicoanalisi?

    I dati che conosco indicano che non esiste una terapia che funzioni meglio di un'altra per un determinato disturbo. Quindi, perché precludere altre possibiità oltre a quelle che hai citato?

    Buona vita

    Guglielmo
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  3. #3
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281

    Riferimento: Disturbo da panico:che terapia intraprendere?

    Quanto alle altre domande:

    Esiste l'Albo Professionale degli Psicologi, che è suddiviso in Ordini Regionali. Il sito dell'Ordine del Friuli Venezia-Giulia è il seguente: Ordine degli Psicologi Consiglio del Friuli - Venezia Giulia

    Se telefona alla Segreteria dell'Ordine, negli orari indicati sul sito, può chiedere l'elenco degli psicoterapeuti della sua Regione, così da poterli sentire e fare la scelta che ritiene più opportuna.

    Per i nominativi, pur conoscendone, temo sia contrario alle norme che regolano il forum pubblicare qui i loro nomi. Se lo desidera, posso inviarle dei nominativi tramite PM (messaggio privato).

    Buona vita

    Guglielmo
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  4. #4
    Partecipante Super Figo L'avatar di ikaro78
    Data registrazione
    06-07-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,975

    Riferimento: Disturbo da panico:che terapia intraprendere?

    Salve a tutti
    Non sono nè uno psicologo, nè uno studente di psicologia, ma uno studente d'ingegneria che ha bisogo di un aiuto. Mi son fatto un briciolino di conoscienze sul disturbo di cui soffro, il Disturbo di panico. Purtroppo la mia vita è totalmente condizionata da questo problema, che a periodi si fa più opprimente con dei picchi. Ho preso qualche libro sul tema e mi sembra che le strade da percorrere possono essere due:
    - terapia di tipo cognitivo-comportamentale
    - terapia breve strategica
    Cosa mi consigliate? Forse è una domanda banale, ma per chi ne soffre non lo è...
    Faccio notare che il mio problema non tocca solo l'ambito spaziale, ma anche quello relazionale...
    Inoltre qualcuno è a conoscienza di qualche Specialista con la s maiuscola per il Disturbo di panico nella zona Portogruaro-Pordenone?
    Esiste un albo ufficiale dove i professionisti sono iscritti?
    Mi è capitato in passato di andare da persone poco serie e quindi non vorrei ripetere l'esperienza..
    Grazie mille e scusate se la mia presenza non è gradita, ma ho un forte bisogno d'aiuto.
    Io conosco uno psicoanalista molto serio che lavora a Pordenone. Nel caso, contattami in privato!

  5. #5
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: Disturbo da panico:che terapia intraprendere?

    ieri a porta a porta l'argomento erano gli attacchi di panico, l'avete visto? C'era Sorrentino (neurologo) che presentava un libro scritto con Cinzia Tani, da una parte, e Crepet dall'altra, più vari vip che hanno sofferto di DAP. Da parte di Sorrentino è stato il trionfo del riduzionismo, per fortuna c'era Crepet che teneva le redini della discussione e evitava di banalizzare il discorso, altrimenti sembrava che curare la psiche fosse come curarsi l'influenza.

    A un certo punto Sorrentino ha detto a Crepet che gli psicoanalisti tengono i pz in analisi degli anni e raccontano favole.
    A me sembra invece che le favole le racconti lui dicendo che lo psicofarmaco curi il disturbo: il farmaco infatti allevia il sintomo nella fase acuta, ma non cura il disturbo in sé, infatti poi gli attacchi tornano (questo gliel'ha detto anche Crepet, definendo lo psicofarmaco come una illusoria pillola della felicità)
    Ultima modifica di Johnny : 05-03-2009 alle ore 09.34.15

  6. #6
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Lucio Regazzo
    Data registrazione
    16-08-2008
    Messaggi
    644

    Riferimento: Disturbo da panico:che terapia intraprendere?

    Citazione Originalmente inviato da Johnny Visualizza messaggio
    ieri a porta a porta l'argomento erano gli attacchi di panico, l'avete visto? C'era Sorrentino (neurologo) che presentava un libro scritto con Cinzia Tani, da una parte, e Crepet dall'altra, più vari vip che hanno sofferto di DAP. Da parte di Sorrentino è stato il trionfo del riduzionismo, per fortuna c'era Crepet che teneva le redini della discussione e evitava di banalizzare il discorso, altrimenti sembrava che curare la psiche fosse come curarsi l'influenza.

    A un certo punto Sorrentino ha detto a Crepet che gli psicoanalisti tengono i pz in analisi degli anni e raccontano favole.
    A me sembra invece che le favole le racconti lui dicendo che lo psicofarmaco curi il disturbo: il farmaco infatti allevia il sintomo nella fase acuta, ma non cura il disturbo in sé, infatti poi gli attacchi tornano (questo gliel'ha detto anche Crepet, definendo lo psicofarmaco come una illusoria pillola della felicità)
    Per quel che ne so, curare un DP su un soggetto che ha trascorsi di assunzione di psicofarmaci allunga il percorso che porta alla riduzione o rimozione del disturbo.
    Ciao. Lucio
    Lucio Demetrio Regazzo

  7. #7
    Partecipante Super Figo L'avatar di ikaro78
    Data registrazione
    06-07-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,975

    Riferimento: Disturbo da panico:che terapia intraprendere?

    ieri a porta a porta l'argomento erano gli attacchi di panico, l'avete visto? C'era Sorrentino (neurologo) che presentava un libro scritto con Cinzia Tani, da una parte, e Crepet dall'altra, più vari vip che hanno sofferto di DAP. Da parte di Sorrentino è stato il trionfo del riduzionismo, per fortuna c'era Crepet che teneva le redini della discussione e evitava di banalizzare il discorso, altrimenti sembrava che curare la psiche fosse come curarsi l'influenza.

    A un certo punto Sorrentino ha detto a Crepet che gli psicoanalisti tengono i pz in analisi degli anni e raccontano favole.
    A me sembra invece che le favole le racconti lui dicendo che lo psicofarmaco curi il disturbo: il farmaco infatti allevia il sintomo nella fase acuta, ma non cura il disturbo in sé, infatti poi gli attacchi tornano (questo gliel'ha detto anche Crepet, definendo lo psicofarmaco come una illusoria pillola della felicità)
    Mi piacerebbe sapere quante copie del suo libro ha venduto negli ultimi mesi e, soprattutto, quante persone sono passate dal suo studio dopo che lo abbiamo visto e letto OVUNQUE, ancora un po' pure sulla carta igienica, non poteva certo mancare a Porta a Porta...

  8. #8
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di luigi '84
    Data registrazione
    25-03-2008
    Residenza
    Lecce
    Messaggi
    1,011

    Riferimento: Disturbo da panico:che terapia intraprendere?

    Citazione Originalmente inviato da ikaro78 Visualizza messaggio
    Mi piacerebbe sapere quante copie del suo libro ha venduto negli ultimi mesi e, soprattutto, quante persone sono passate dal suo studio dopo che lo abbiamo visto e letto OVUNQUE, ancora un po' pure sulla carta igienica, non poteva certo mancare a Porta a Porta...
    Menomale che in Italia abbiamo il nostro Vespone a fare informazione seria e disinteressata... la presenza del grande ()Sorrentino ne è l'ulteriore prova!...povera psicologia......mi resta una sola cosa da fare...

    Saluti,
    Luigi

  9. #9
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di luigi '84
    Data registrazione
    25-03-2008
    Residenza
    Lecce
    Messaggi
    1,011

    Riferimento: Disturbo da panico:che terapia intraprendere?

    Citazione Originalmente inviato da Tiredddd Visualizza messaggio
    Salve a tutti
    Non sono nè uno psicologo, nè uno studente di psicologia, ma uno studente d'ingegneria che ha bisogo di un aiuto. Mi son fatto un briciolino di conoscienze sul disturbo di cui soffro, il Disturbo di panico. Purtroppo la mia vita è totalmente condizionata da questo problema, che a periodi si fa più opprimente con dei picchi. Ho preso qualche libro sul tema e mi sembra che le strade da percorrere possono essere due:
    - terapia di tipo cognitivo-comportamentale
    - terapia breve strategica
    Cosa mi consigliate? Forse è una domanda banale, ma per chi ne soffre non lo è...
    Faccio notare che il mio problema non tocca solo l'ambito spaziale, ma anche quello relazionale...
    Inoltre qualcuno è a conoscienza di qualche Specialista con la s maiuscola per il Disturbo di panico nella zona Portogruaro-Pordenone?
    Esiste un albo ufficiale dove i professionisti sono iscritti?
    Mi è capitato in passato di andare da persone poco serie e quindi non vorrei ripetere l'esperienza..
    Grazie mille e scusate se la mia presenza non è gradita, ma ho un forte bisogno d'aiuto.
    Perchè non dovrebbe essere gradita la tua presenza?...
    A parte questo, volevo rispondere alla tua richiesta su base strettamente personale: capisco molto bene la tua sgradevole situazione e siccome a me non interessa tanto fare le difese di un orientamento o di un altro, il mio consiglio è di pensare ad una terapia 'combinata' (se il disturbo è realmente invalidante) affinchè tu possa trarre sollievo pressochè immediato. Potresti per esempio contattare uno psichiatra e allo stesso tempo rivolgerti ad uno psicoterapeuta (se lo psichiatra è anche un bravo terapeuta direi ancora meglio). Sempre secondo la mia esperienza (che non è clinica sottolineo,ma personale e di studio) mi sembra che una terapia comportamentale,per così dire,abbia un effetto limitato nel tempo e dia luogo a ricadute (qualunque buon manuale di psichiatria evidenzia questo dato tratto da statistiche...non è quindi una personale antipatia...).L'approccio cognitivo coglie invece livelli più ampi ed è volto ad una maggiore ristrutturazione degli stessi.
    Ad ogni modo per una esplorazione e ristrutturazione pressochè totale della personalità che, per forza di cose, è un percorso a lungo termine, anche io mi orienterei per una psicoterapia analitica: bisogna rimboccarsi un pò le maniche e lavorare parecchio ma il successo, se avrai la fortuna di trovare un bravo psicoanalista e avrai una motivazione forte, è assicurato. Si tratta di prendersi realmente cura di sè e già questo richiede del tempo...che non è mai perso. Forza e coraggio.

    Saluti,
    Luigi

  10. #10
    Tiredddd
    Ospite non registrato

    Riferimento: Disturbo da panico:che terapia intraprendere?

    Ringrazio tutti le Persone (medici, studenti o altro) che hanno risposto alla mia richiesta d'aiuto...

  11. #11

    Riferimento: Disturbo da panico:che terapia intraprendere?

    La trasmissione di Vespa è stata semplicemente VERGOGNOSA.
    Primo, perché non è stato invitato neanche uno psicologo (né se non sbaglio è stato "nominato" durante la trasmissione), poi perché sono state dette cose assolutamente superficiali quando non francamente false. Questo perché il dibattito era tra un neurologo "esperto" di panico (che descriveva l'amigdala come una sorta di tumore generatore di panico e l'anidride carbonica come un veleno capace di mandare il tilt il cervello) e un'affascinante psichiatra redento che parlava di anima il quale, avendo avuto almeno il merito di valorizzare gli aspetti umani e psicologici del disturbo, non ha saputo dare comunque alcuna spiegazione complessa e competente.
    Auguro a Vespa di intossicarsi con l'anidride carbonica almeno per una volta ;-)

    Rispetto a quanto detto, vorrei dire che non faccio un torto a nessuno se sostengo che i dati di ricerca esistono e che, per quando riguarda il disturbo da attacchi di panico, la terapia più efficace è la cognitivo-comportamentale.
    Mentre la psicoanalisi si è dimostrata sconveniente per tempi, costi e quindi (perlomeno) per efficienza, se non proprio per efficacia.

    Dal sito Ordine Nazionale Psicologi è possibile arrivare a vedere gli albi professionali di tutte le regioni. Conditio sine qua non, inmho, che lo psicologo che sia anche psicoterapeuta.

    In bocca al lupo.
    Ale

  12. #12

    Riferimento: Disturbo da panico:che terapia intraprendere?

    Solitamente per i DP sono solitamente utilizzate molteplici terapie a seconda dei casi. Credo che tutte queste varietà debbano essere viste su aspetti diversi. La terapia cognitivo-comportamentale tende a rinforzare i comportamenti che possono produrre un evitamento di questo disturbo. La terapia psicodinamica dovrebbe aiutare a riconoscere le cause di tali disturbi... Una mia amica aveva un DAG ed eseguiva tutti e tre i tipi di terapie (compresa quella farmacologica conn SSRI e triciclici). Appartenendo alla stessa categoria nel DSM IV credo debba essere curata cmq in una maniera molto simile. Poi dipende sempre dall'individualità della malattia e dalla forza di volontà a passare tale terapia.

  13. #13
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di luigi '84
    Data registrazione
    25-03-2008
    Residenza
    Lecce
    Messaggi
    1,011

    Riferimento: Disturbo da panico:che terapia intraprendere?

    Corcordo con gli ultimi interventi ma mi sembra opportuno aggiungere che i dati che vengono citati sono certamente veri e che la terapia cognitivo-comportamentale dia ottimi risultati con i dusturbi dello spettro ansioso ma c'è una cosa molto importante da considerare: sembra abbastanza evidente dalla lettura dei suddetti dati che questo intervento assuma caratteristiche simili ad un trattamento farmacologico nel senso che studi di follow up rilevano che con l'attenuarsi della pratica delle tecniche comportamentali acquisite il paziente ricade quasi subito nella manifestazione sintomatologica; in verità, questo sembra più un dato relativo al DOC ma con le nevrosi fobiche il passo è breve. Con i farmaci lo stesso: o si instaura un trattamento quasi 'vitale' (nel senso di un sostegno a tempo 'indeterminato')o i sintomi tornanon se non 'discussi' in una psicoterapia intensiva. Queste considerazioni vanno fatte non perchè si deve per forza fare un torto a qualcuno o altro ma perchè verosimilmente ci inducono ad una pratica fatta all'insegna dell'umiltà e del buon senso: io per esempio ho un orientamento analitico ma non ho problemi a consigliare (almeno come primo passo...)una terapia combinata ad esempio...

    Saluti,
    Luigi

  14. #14
    Partecipante Super Figo L'avatar di francesca63
    Data registrazione
    13-06-2007
    Residenza
    Sicilia
    Messaggi
    1,509

    Riferimento: Disturbo da panico:che terapia intraprendere?

    Anche io ho assistito a porta a porta: mi chiedo quanta gente che soffre di quei problemi si sarà illusa sentendo che bastano i farmaci a risolvere i disagi! Non è giusto fare informazione di questo tipo, anche perchè
    Crepet era isolato e non era la persona adatta a spiegare bene come stanno le cose. Se vogliono pubblicizzare un libro o sponsorizzare le case farmaceutiche dovrebbero essere più chiari e corretti.
    FRANCESCA

    Potranno tagliare tutti i fiori ma non fermeranno mai la primavera....(P. Neruda)

  15. #15

    Riferimento: Disturbo da panico:che terapia intraprendere?

    In Italia (non so da altre parti), funziona solo la pubblicità. Vespa è solo il burattino di tanti più grossi di lui. Dietro questi spettacoli ci sono sempre le stesse persone. Gente che ormai ha tutto il monopolio dell'informazione mediatica più importante d'Iatlia. Sono sempre le stesse persone e le case farmaceutiche hanno anch'essi il loro guadagno. Bisognerebbe pubblicizzare molte altre cose, ma non viene fatto solo per questioni di soldi.

    Come conseguente conseguenza delle bizzarre e sconcertanti nuove idee su spazio e tempo, mente e materia... Abbiamo imparato ad affrontare la disciplina in modi totalmente inaspettati e nuovi, tali che sembrano stravolgere il senso comune e andare più d'accordo con il misticismo che con il materialismo.
    cit. Paul Davies

Pagina 1 di 7 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy