• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4
  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di vittoria81
    Data registrazione
    21-01-2005
    Residenza
    Pisa
    Messaggi
    192

    consiglio per bambino "insicuro e ansioso"

    una mamma si è rivolta a me per un colloquio psicologico riguardo il figlio 11enne.
    Lo ha descritto come un bambino insicuro e ansioso(dice "ma sarà in grado di fare qsta cosa? riuscirò?"), che ha paura di affrontare le cose.In particolare mi ha fatto presente il mediocre rendimento a scuola (anche se scrive e legge bene e ha dei voti non eccellenti ma acecttabili) e gli episodi di ansia che mostra solo in relazione alla scuola, va in tilt alle verifiche scritte mentre quelle orali va benissimo. Ha gia avuto problemi di ansia: in terza el piangeva e non voleva più andare a scuola, x qsto motivo è già stato al tempo da una psicologa, ma il problema è rimasto e ora si è ripresentato. Gli episodi di ansia me li ha descritti come momenti di pianto qndo il bimbo si trova a dover svolgere un compito per lui difficile, non ci sono sintomi fisici (mal di stomaco...). anche la mamma mentre parla comincia piangere e dice che l'ansia gliel'ha attaccata lei, xchè anche lei è così.
    Ho visto il bimbo per due volte, durante le qli gli ho fatto fare il dis della famiglia e la wisc. Mi è sembrato un bimbo molto immaturo per la sua età, disorganizzato, ansioso, molto attaccato alla mamma (qndo è in seduta mi ripete continuamente guardando l'orologio "Tra quanto arriva mamma? o "tanto tra poco arriva mamma), con un bisogno eccessivo di ricevere conferme su ciò che fa, di avere indicazioni. La mamma mi ha detto che è autonomo nelle sue cose, che non ha biogno di lei ma a me dà tutt'altra impressione. Il punteggio della wisc è molto basso, ho notato grande preoccupazione per i sub test a tempo, grande bisogno di richiedere conferme e rassicurazione, lessico povero, poco senso pratico... Abbiamo fatto un gioco insieme e mi è sembrato un po' fra le nuvole, nel senso che non prestava minimamente attenzione alle mie parole ma era tutto concentrato su quello che doveva fare, facendo puntualmente gli stessi errori perchè non mi ascoltava. Qsta cosa l'ho notata anche mentre gli facevo qlche domanda, così per parlare, lui era tutto concentrato su quello che potevo chiedergli o sulla domanda successiva. Io mi starei orientando verso un problema di ansia, ma non riesco a specificare qle. In più credo sia importante anche non sottovalutare la presenza di immaturità e poca autostima di sé e mancanza di organizzazione.
    durante il primo coll la mamma mi ha detto che lo ha dovuto lasciare solo sin da piccolino per motivi di lavoro e che lui è sempre stato con la nonna. Ora sta in casa da solo ma qndo non riesce a svolgere i compiti va in tilt e chiama la nonna piangendo.
    Da quello che ho potuto notare è molto suscettibile al giudizio degli altri, soprattutto teme quello della mamma. Lei dà enorme importanza alla scuola e lui ha paura di deluderla.
    Forse è sempre stato poco seguito, x qsto è anche un po' impacciato a risolvere i problemi qndo si trova solo.
    lo vedrò un'altra volta e sono indecisa se valutare anche il livello scolastico o fare un tat o cat.
    Siccome è la mia prima esperienza, se qlcn ha utili consigli io li accetto moltoooo volentieri...

    potete consigliarmi anche qlche utile riferimento bibliografico x affrontare qsta situazione?
    grazie a tutti.
    Ultima modifica di vittoria81 : 25-02-2009 alle ore 22.37.25

  2. #2
    Partecipante Affezionato L'avatar di Jorja
    Data registrazione
    12-12-2004
    Residenza
    Neverland
    Messaggi
    91

    Riferimento: consiglio per bambino "insicuro e ansioso"

    L'unico consiglio che mi sento di darti è "sei sicura di quello che fai?". Da quello che leggo brancoli un pò nel buio, come fai a somministrare dei test proiettivi che ci vuole molto esperienza e abilità per saperli interpretare? Non puoi richiedere una supervisione su opsonline, credo che sia deontologicamente poco corretto soprattutto per il cliente che in questo caso è un bambino.

    Fossi in te, prima di azzardare, consiglierei molto umilmente alla madre di rivolgersi a un collega con un pò più di esperienza.

  3. #3
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    26-07-2003
    Messaggi
    743

    Riferimento: consiglio per bambino "insicuro e ansioso"

    Fra l'altro, nel raccontare con dettagli i casi in un forum pubblico, c'è sempre il pericolo che il cliente/paziente girando su internet trovi il post e si riconosca...
    rischiamo di offrire davvero un'immagine poco professionale...

    Perchè non provi a trovare in zona una collega più esperta cui inviare i casi che non ti senti di affrontare (il bambino, ad esempio, poteva essere ansioso perchè magari aveva sentito le tue ansie...) o con cui fare delle supervisioni: portare il materiale ad un supervisore (test, colloqui) potrebbe scioglierti molti dubbi e aiutarti a lavorare meglio (oltre che aiutare di più i tuoi pazienti).
    Vimae

  4. #4
    Partecipante Affezionato L'avatar di Jorja
    Data registrazione
    12-12-2004
    Residenza
    Neverland
    Messaggi
    91

    Riferimento: consiglio per bambino "insicuro e ansioso"

    Citazione Originalmente inviato da Vimae Visualizza messaggio
    Fra l'altro, nel raccontare con dettagli i casi in un forum pubblico, c'è sempre il pericolo che il cliente/paziente girando su internet trovi il post e si riconosca...
    rischiamo di offrire davvero un'immagine poco professionale...

    Perchè non provi a trovare in zona una collega più esperta cui inviare i casi che non ti senti di affrontare (il bambino, ad esempio, poteva essere ansioso perchè magari aveva sentito le tue ansie...) o con cui fare delle supervisioni: portare il materiale ad un supervisore (test, colloqui) potrebbe scioglierti molti dubbi e aiutarti a lavorare meglio (oltre che aiutare di più i tuoi pazienti).
    Ti quoto pienamente, io sono allucinata...

Privacy Policy