• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 33 12311 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 490
  1. #1

    Prima prova esame di stato roma n.o.

    Ciao, ho appena finito la specialistica in "formazione,comunicazione e innovazione nei contesti sociali e organizzativi" vorrei sostenere l'esame di stato nel prossimo appello di giugno 2009. Sto studiando sul moderato-rovetto "psicologo:verso la professione"....qualcuno sa dirmi quali parti del libro sono da studiare bene per la PRIMA PROVA?
    Del Moderato-rovetto sto saltando la parte 1 ( storia ed epistenologia); la parte 2 ( Metodologia),la parte 3 ( diagnosi e assessment) queste tre parti penso che per la Prima prova non servano. che ne pensate?
    Mi sto concnetrando sulla parte 4 ( processi,funzioni e costrutti....apprendimento...memoria,motivazione,e tc); sulla parte 5 ( ciclo di vita...sviluppo, adolescenza,memoria..)e parte 6 ( psicologia in azione....psicologia della famiglia,del lavoro,della salute,etc).
    poi integrerò le parti che mancano con il Canestrari....può bastare?
    Infine tra la prima e la seconda prova quanto tempo passa? C'è abbastanza tempo poi per prepararsi alla seconda prova,e alle successive?
    Ma si sa la data precisa per il prossimo esame di stato? A giugno 2009?
    grazie...speriamo bene...accetto qualche consiglio....ciao ciao
    Ultima modifica di santamaria : 23-02-2009 alle ore 12.04.07

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320

    Riferimento: Prima prova esame di stato roma n.o.

    ciao...ti avviso che ci sono altri therd sull'argoemnto..ESAME DI STATO 2009! comunque, a Roma tra la prima prova e la seconda può passare anche solo 1 settimana (così come sta succedendo a noi che lo stiamo sostenenendo ora!)il tempo comunque è abbasatanza perchè per la 2 prova non bisogna studiare ma capire.....COME si fanno i progetti!

    per i testi..ti consigliod i visionare l'altra discussione....troverai molte info a riguardo!
    ." all'origine gli esseri umani erano doppi:possedevano 2 teste, 4gambe, 2 sessi uguali o diversi.Questa condizione cionferivaloro una grande forza e un ambizione tale che un giorno si lanciarono all'assalto del cielo.Allora zeus infuriato tagliò in due ciascuno di loro e da qual giorno ognuno è alla ricerca della sua metà!"
    .................

    nuovo regolamento: http://www.opsonline.it/help/
    ---------------------

    VENDITRICE ACCREDITATA DI OPSonline

  3. #3

    Riferimento: Prima prova esame di stato roma n.o.

    Grazie.....ho letto tutto...quindi per la seconda prova secondo te non serve molto tempo per prepararsi? I testi sono : Psichiatria psicodinamica e La diagnosi Psichiatrica? Leggendo sul forum ho scoperto che facendo l'esame a giugno ( n.o.-laurea specialistica) ci saranno ancora 3 prove, invece, dal 2010 diventeranno 4, me lo confermi? Per la prima prova ho letto le tue indicazioni su come devono essere affrontati : Definizione,panoramica di teorie di riferimento,ma quando scrivi "teoria unica a scelta sul tema di riferimento e autori di riferimento" vuol dire che tra tutte le teorie che trattano quell'argomento ci concentriamo soltanto su una a nostra scelta ed esaminiamo quella ?
    Ciao ciao
    Buona giornata

  4. #4
    Partecipante Figo L'avatar di shippuden
    Data registrazione
    08-11-2008
    Residenza
    nei pensieri di chi mi ama
    Messaggi
    784

    Riferimento: Prima prova esame di stato roma n.o.

    Citazione Originalmente inviato da santamaria Visualizza messaggio
    Grazie.....ho letto tutto...quindi per la seconda prova secondo te non serve molto tempo per prepararsi? I testi sono : Psichiatria psicodinamica e La diagnosi Psichiatrica? Leggendo sul forum ho scoperto che facendo l'esame a giugno ( n.o.-laurea specialistica) ci saranno ancora 3 prove, invece, dal 2010 diventeranno 4, me lo confermi? Per la prima prova ho letto le tue indicazioni su come devono essere affrontati : Definizione,panoramica di teorie di riferimento,ma quando scrivi "teoria unica a scelta sul tema di riferimento e autori di riferimento" vuol dire che tra tutte le teorie che trattano quell'argomento ci concentriamo soltanto su una a nostra scelta ed esaminiamo quella ?
    Ciao ciao
    Buona giornata
    ciao...il nuovo ordinamento ha 4 prove...quello che hai letto tu riguarda quelli del vecchio, che dalla prima sessione eds 2010 avranno 4 prove come il N.O. invece di 3.
    le prove del N.O sono:
    I prova: tema
    II prova: progetto
    III prova: caso (clinico, aziendale, evolutivo, sperimentale-che il candidato può scegliere sulla base del suo indirizzo-)
    IV prova: orale
    per quanto riguarda la prima prova, il tema, solitamente a roma richiedono una teoria a scelta sull'argomento (+ autori di riferimento, costrutti e variabili della teoria, strumenti per la misurazione del costrutto, ambiti applicativi), quindi per ridurre al minimo il materiale da studiare (che ti posso assicurare è tanto) si potrebbe scegliere una teoria per ogni argomento...
    In Loving Memory Of Old Chiyo

  5. #5
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320

    Riferimento: Prima prova esame di stato roma n.o.

    infatti...per il vo.O è come dici..per il N.O. invece le prove sono già 4!

    per la prima prova consoglio vivamente di fare come dice shippuden (una teoria soltanto), mentre per al 2 prova....io ho utilizzato il testo: Leone Prezza "costruire e valutare i progetti nel sociale"..ti spiega passo passo come fare un progetto e poi solo materiale (progetti) scaricati da internet ..... + uno a scelta!

    per la priam prova...ti afccio un esempio molto breve sulle emozioni:

    1.introduzione...componente soggettiva che accompagna la condotta di un individuo.
    In passato e nella psicologia pre-scienticica l’emozione (opposta alla razionalità) era un ;:
    fattore problematico,connesso alla parte “inferiore” dell’uomo (la razionalità era la parte buona, superiore). Con Darwin, viene a rappresentare un meccanismo adattivo atto a garantire la sopravvivenza della specie.

    2. panoramica teorie diverse teorie si sono occupate di studiare le emozioni, da punti di vista differenti.
    - teorie evoluzionistiche: le emozioni sono poche, al massimo 6 e costituiscono entità discrete caratterizzate da configurazioni ben specifiche a livello espressivo, fisiologico, motivazionale ed esperienziale. Sono dette anche emozioni fondamentali, tutte le altre sono dette derivate. Le emozioni sono innate.
    - teorie costruzionistiche: hanno un origine culturale (non biologica), dipenderebbero
    quindi dalla struttura di valori di una società, sarebbero quindi infinite, e variabilia seconda del contesto culturale di riferimento.
    - I comportamentisti si sono occupati solo della parte fenomenica dell’emozione, cioè del comportamento emotivo che, secondo Watson, è determinato dall’azione degli stimoli sensoriali sul sistema nervoso attraverso gli organi di senso.

    3. teoria scelta:teoria biologica (qui bisogna essere molto precisi, con autori di riferiemnto, esperiemnti.....tutto....)
    ovviamnete solo della teoria biologica!!!!
    4. ambiti:esempio: psicosomatica, medicina, psicopatologia (dist.emozioni..)
    5. struemtni:test sulle emozioni (qualcuno....)


    tutto ciò deve rientrate in mezzo foglio protocollo!

    comunqe se vuoi avere le idee chiare, basta scaricarti da ops i temi...sono fatti bene, li modifichis econdo questo schema e vedraiche non sarai + tanto confuso!
    ." all'origine gli esseri umani erano doppi:possedevano 2 teste, 4gambe, 2 sessi uguali o diversi.Questa condizione cionferivaloro una grande forza e un ambizione tale che un giorno si lanciarono all'assalto del cielo.Allora zeus infuriato tagliò in due ciascuno di loro e da qual giorno ognuno è alla ricerca della sua metà!"
    .................

    nuovo regolamento: http://www.opsonline.it/help/
    ---------------------

    VENDITRICE ACCREDITATA DI OPSonline

  6. #6

    Riferimento: Prima prova esame di stato roma n.o.

    Grazie ragazze, mi avete scritte veramente delle preziosissime informazioni...adesso ho le idee piu' chiare...provo così...ciao ciao

  7. #7
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    16-03-2007
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    642

    Riferimento: Prima prova esame di stato roma n.o.

    colgo l'occasione per chiedere anche io un chiarimento...spero che possiate rispondermi...
    la prima domanda è : seguendo lo schema che ha scritto sopra memole memole, se ad esempio parlassimo della motivazione potremmo fare:
    a) definizione di motivazione brevemente, distizione fra motivazioni primarie e secondarie
    b) teorie: definizione breve della teoria pulsionale biologica, teoria pulsionale di freud e modello gerarchico di maslow. Più approfondimento di una toeria fra queste. ( se hocapito male o è preferibile un altra spiegazione teorica correggetemi, se devo nominare altri autori correggetemi). Se scelgo la toeria plsionale di freud poi devo citare tutto gl iautori correlati o solo freud?cioè voglio dire se scelgo un ambito teorico poi devo trattare e parlare tutti gl iautori o solamente uno?
    c) ambiti applicativi:anche qui devo trattare un solo ambito applicativo..quale ad esempio la motivazione in terapia faccio per dire, oppure citarli per lo meno tutti e appofondirrne uno???
    d) citare strumenti: tutti o alcuni?

    grazie a tutti
    Sorridi se vuoi che ti sorridano

  8. #8
    Partecipante Assiduo L'avatar di Suspiria
    Data registrazione
    06-09-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    130

    Riferimento: Prima prova esame di stato roma n.o.

    Citazione Originalmente inviato da Arascanfly Visualizza messaggio
    colgo l'occasione per chiedere anche io un chiarimento...spero che possiate rispondermi...
    la prima domanda è : seguendo lo schema che ha scritto sopra memole memole, se ad esempio parlassimo della motivazione potremmo fare:
    a) definizione di motivazione brevemente, distizione fra motivazioni primarie e secondarie
    b) teorie: definizione breve della teoria pulsionale biologica, teoria pulsionale di freud e modello gerarchico di maslow. Più approfondimento di una toeria fra queste. ( se hocapito male o è preferibile un altra spiegazione teorica correggetemi, se devo nominare altri autori correggetemi). Se scelgo la toeria plsionale di freud poi devo citare tutto gl iautori correlati o solo freud?cioè voglio dire se scelgo un ambito teorico poi devo trattare e parlare tutti gl iautori o solamente uno?
    c) ambiti applicativi:anche qui devo trattare un solo ambito applicativo..quale ad esempio la motivazione in terapia faccio per dire, oppure citarli per lo meno tutti e appofondirrne uno???
    d) citare strumenti: tutti o alcuni?

    grazie a tutti
    Ciao...sono Suspiria e, anch'io come memolememole, sto sostenendo l'EDS!!! Proverò a chiarire i tuoi dubbi!!!
    - Definizione: breve, ma esaustiva
    - Modello teorico di riferimento: esempio (motivazioni), o metti la teoria pulsionale biologica e citi gli autori significativi, o metti quella di maslow
    - Strumenti: quelli che metti dovresti spiegarli, quindi regolati con lo spazio. Per ogni argomento ci sono dei test + quotati e se puoi cerca di mettere quelli che + si avvicinano al modello teorico presentato
    - Ambiti applicativi: tutti quelli che vuoi (vedrai che non sono poi così tanti), ma l'importante è che siano coerenti con il modello teorico presentato!!! Ti faccio un esempio: le emozioni (metti come teoria il comportamentismo, allora in ambito applicativo (terapeutico) per esempio potresti citare la desensibilizzazione sistematica)!!!
    Spero sia tutto chiaro...in caso di dubbi chiedi pure!!!!!

  9. #9
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320

    Riferimento: Prima prova esame di stato roma n.o.

    Citazione Originalmente inviato da Suspiria Visualizza messaggio
    Ciao...sono Suspiria e, anch'io come memolememole, sto sostenendo l'EDS!!! Proverò a chiarire i tuoi dubbi!!!
    - Definizione: breve, ma esaustiva
    - Modello teorico di riferimento: esempio (motivazioni), o metti la teoria pulsionale biologica e citi gli autori significativi, o metti quella di maslow
    - Strumenti: quelli che metti dovresti spiegarli, quindi regolati con lo spazio. Per ogni argomento ci sono dei test + quotati e se puoi cerca di mettere quelli che + si avvicinano al modello teorico presentato
    - Ambiti applicativi: tutti quelli che vuoi (vedrai che non sono poi così tanti), ma l'importante è che siano coerenti con il modello teorico presentato!!! Ti faccio un esempio: le emozioni (metti come teoria il comportamentismo, allora in ambito applicativo (terapeutico) per esempio potresti citare la desensibilizzazione sistematica)!!!
    Spero sia tutto chiaro...in caso di dubbi chiedi pure!!!!!
    ciao bella (in bocca al lupo x i risultati!)...quoto tutto!!!!

    Comunque se volete qualche esempio, per capire meglio, potete scorrere il therd dell'esame di stato 2008 ..sempre a roma....lì troverete info ed esempi interessanti!ah..e non diemnticate di afre i temi incrociati: emozione/cognizione, frustrazione/conflitto, emozioni/memoria, memoria/apprendiemnto........alcuen volte sono usciti!
    Ultima modifica di MEMOLEMEMOLE : 27-02-2009 alle ore 13.27.58
    ." all'origine gli esseri umani erano doppi:possedevano 2 teste, 4gambe, 2 sessi uguali o diversi.Questa condizione cionferivaloro una grande forza e un ambizione tale che un giorno si lanciarono all'assalto del cielo.Allora zeus infuriato tagliò in due ciascuno di loro e da qual giorno ognuno è alla ricerca della sua metà!"
    .................

    nuovo regolamento: http://www.opsonline.it/help/
    ---------------------

    VENDITRICE ACCREDITATA DI OPSonline

  10. #10
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320

    Riferimento: Prima prova esame di stato roma n.o.

    MOTIVAZIONE 8io l'ho fatta + o meno così...)

    1. DEFINIZIONE Per motivazione intendiamo quindi un fattore dinamico del comportamento animale ed umano che attiva e dirige un organismo alla meta.Lo studio della motivazione consente di indagare soprattutto sul perché un dato comportamento venga attivato per il conseguimento di uno specifico obiettivo; lo studio delle emozioni permette, piuttosto, una analisi del come un organismo reagisca adottando dei cambiamenti nelle espressioni e nei vissuti soggettivi a seconda se lo scopo delle sue azioni venga o meno raggiunto, sia ostacolato o facilitato dall’azione di altri individui.
    2. TEORIE (IN BREVE)La motivazione è stata interpretata da diversi orientamenti teorici:
    - teoria pulsionale biologica:; alla base di questa teoria c’è il concetto di bisogno che derivano da necessità biologiche dell’organismo
    - comportamentismo: in esso la motivazione è interpretata in base alla sequenza: bisogno- pulsione- rinforzo, che consente di cogliere in ogni motivazione adulta un derivato, (attraverso il processo di apprendimento) di un limitato numero di motivi presenti nell’infanzia.
    - teoria freudiana delle pulsioni: I meccanismi fisiologici generano una condizione di tensione e attivano una spinta ossia una pulsione, creando uno stato funzionale che la persona avverte come sgradevole.

    3. TEORIA SCELTA:
    - Teoria dell’autorealizzazione
    In questo raggruppamento rientrano tutte le ricerche che collocano l’insorgere della motivazione umana nel progetto della realizzazione di sé. Rientrano in questo gruppo gli studi di Maslow e Allport.
    - Maslow. Il modello di Maslow costituisce un tentativo di stabilire una gerarchia dei bisogni e delle motivazioni di carattere sia biologico che sociale. La scala di Maslow è composta da motivazioni: fisiologiche (che dipendono da dfunzioni fisiologiche come il sonno, la fame…), di sicurezza (che hanno lo scopo di poratre alla ricerca di persone parentali in grado di assicurare sicurezza al piccolo), di amore e appartenenza (esigenza di sentirsi parte di un gruppo, di adre e ricevere amore), autostima e prestigio (esigenza di vedere riconosciuto i propri bisogni e di formarsi una buona immagine di sé), autorealizzazione e successo.. A questi si può aggiungere un ulteriore livello rappresentato dal bisogno di trascendenza da sé cioè di sentirsi in un insieme più vasto, di ordine cosmico o divino. In base a questa scala egli afferma che, solo una volta soddisfatti i bisogni che si riferiscono al gradino inferiore, si ha l’attivazione dei motivi relativi al gradino superiore. Se, per es. l’individuo sta soffrendo la fame, questo bisogno insoddisfatto di cibo sarà l’unico o principale fattore motivazionale che guiderà le sue azioni e non ci sarà spazio per motivazioni dei livelli superiori.
    Il Modello di Maslow può essere sostanzialmente ridotto a 3 gruppi di bisogni che richiedono competenze cognitive e comunicative diverse:
    1. bisogni primari: connessi direttamente con bisogni fondamentali (livelli I e II);
    2. bisogni sociali: legato al rapporto interattivo con gli altri (Livello III e IV);
    3. bisogni del sé: che possono esasere assicurati solo da una capacità di rappresentazione astratta, simbolica; questo livello (il V e il VI) è di proprio soltanto dell’uomo.

    Questo modello rappresenta, in definitiva una sintesi dell’iontogenesi dei motivi sociali e biologici.
    - Diversi autori, come Allport, hanno affermato che molte motivazioni acquisite possono diventare funzionalmente autonome. Allport ha introdotto la teoria dell’autonomia funzionale dei motivi superiori. Tale teoria sostiene che, all’inizio i motivi fisiologici e impulsivi possono essere gli unici fini che strumentalizzano tutta la condotta. Tuttavia a poco a poco, le azioni prodotte per soddisfare i bisogni diventano abituali, e piacevoli in se stesse, per cui vengono ripetute non più per soddisfare i bisogni, cui servivano inizialmente, ma per se stesse. Inoltre, a poco a poco, matura un centro di identità personale un io (proprium) per cui le varie azioni non tendono più tanto a soddisfare questo o quel bisogno, ma la persona intera, a rafforzare la sua autostima, il suo senso di crescita, di realizzazione di sé e dei suoi ideai. Per cui le stesse condotte che prima erano al servizio dei bisogni fisiologici, sono ora espressione di motivi che funzionano in modo autonomo, originale
    4. STRUMENTI:In primo luogo abbiamo i metodi sperimentali, detti anche oggettivi per la precisione del loro metodo. Usati particolarmente nella psicologia animale e dalla corrente behavioristica, essi comprendono il controllo del ritmo della soddisfazione, nella supposizione che il periodo di deprivazione è una misura attendibile del bisogno non soddisfatto; la misura degli ostacoli superati per giungere alla soddisfazione; la misura della rapidità ed efficienza dell’apprendimento o dell’attività per ottenere la rispettiva soddisfazione.
    Gli psicologi clinici per la rivelazione dei motivi dei loro pazienti usano di preferenza i metodi proiettivi i quali permettono di scoprire anche i motivi e strutture motivazionali inconscie e profonde.
    Ampiamente usati nello studio dei motivi sono anche i questionari di personalità e il colloquio, strumento d’elezione quando ci si occupa delle dinamiche motivazionali che agiscono in ambito clinico.
    5 AMBITI APPLICATIVI: Vorremmo a questo punto descrivere l’importante ruolo che motivazioni hanno nel setting terapeutico o in senso più lato, il rapporto tra psicologo e utente.
    Le motivazioni del paziente sono considerate da Pinkus uno dei fattori principali da prendere in considerazione nel processo di valutazione clinica della personalità.
    A questo proposito possiamo distinguere tra motivazioni estrinseche e motivazioni intrinseche.
    Le motivazioni sono estrinseche quando il paziente è stato per qualche modo spinto alla consultazione perché influenzato o costretto da altri. A volte possono essere i familiari del paziente a spingerlo a rivolgersi ad uno psicologo perché preoccupati per la sua salute psichica o perché disturbati o spaventati da uno o più comportamenti ritenuti anormali o privi di senso. Altre volte l’influenza dei familiari può essere mediata dal medico di famiglia o dal neurologo. In questi casi, secondo alcuni clinici, è inutile iniziare e portare a termine qualsiasi intervento psicologico dal momento che, mancando la motivazione intrinseca, non si possono aver le basi per un’alleanza terapeutica necessaria al lavoro.
    Per motivazione intrinseca si intende la decisione spontanea da parte del paziente ad intraprendere un lavoro psicologico con l’obiettivo di una maggiore conoscenza di se stessi, di comprendere e risolvere particolari problemi o disfunzioni che disturbano la sua vita.
    Solo se esiste una motivazione intrinseca è possibile porre le basi per una alleanza terapeutica. Solo una reale autonomia del paziente da pressioni esterne ed una fiducia nel rapporto permettono infatti di porre le condizioni necessarie affinché non si instaurino meccanismi di difesa che ostacolino il rapporto.
    Di diversa natura ma ugualmente importanti sono le motivazioni dello psicologo; sia quelle derivanti dalla storia personale dello psicologo sia quelle che derivano dal valore che lo psicologo da alla propria professione.
    Possiamo individuare tre tipi di bisogni dello psicologo:
    1) di successo e di affermazione: il terapeuta porta all’eccesso il raggiungimento di una certa qualità della prestazione a discapito dell’interesse nei confronti del paziente. Pone tutto il suo interesse verso gli aspetti formali e verso la scuola di formazione. Il paziente può reagire con un atteggiamento di evasione, aggressive o deduttive.
    2) Di affiliazione: può avere caratteristiche positive nello stabilire un’alleanza terapeutica ma che diventa deleterio quando il terapeuta cerca di strumentalizzare il paziente usandolo come fonte di soddisfazione o frustrazione emotiva. Viene ad instaurarsi un rapporto di dipendenza che blocca la terapia. Il paziente reagisce con atteggiamenti aggressivi o seduttivi, oppure con evasione.
    3) Di potere: lo psicologo cerca di affermare la propria personalità e di controllare l’altro. Il paziente reagisce in maniera aggressiva, con risposte evasive che banalizzano i tentativi dello psicologo.
    Il clinico dovrebbe tener presente che una motivazione fondamentale è quella di crescere come persona attraverso il suo lavoro, poiché aiutare gli altri ad uscire dalle loro difficoltà permette di focalizzare le proprie difficoltà con se stesse e con gli altri, di mettersi continuamente in discussione e relativizzare qualsiasi concezione dell’essere umano. Tutte queste dinamiche sono fondamentali nel colloquio clinico soprattutto durante il primo colloquio.

    ..QUESTO E' UN ESEMPIO DI TEMA CHE POTREBBE ANDAR BENE....IO HO SCRITTO UN PO' DI + DI 2 PAGINE..MA CONTAVO GIA' DI DIMENTICARE QUALCOSA PER CUI, ALLA FINE, SONO RIENTRATA IN 2 PAGINE!!!!
    ." all'origine gli esseri umani erano doppi:possedevano 2 teste, 4gambe, 2 sessi uguali o diversi.Questa condizione cionferivaloro una grande forza e un ambizione tale che un giorno si lanciarono all'assalto del cielo.Allora zeus infuriato tagliò in due ciascuno di loro e da qual giorno ognuno è alla ricerca della sua metà!"
    .................

    nuovo regolamento: http://www.opsonline.it/help/
    ---------------------

    VENDITRICE ACCREDITATA DI OPSonline

  11. #11
    Partecipante Assiduo L'avatar di Suspiria
    Data registrazione
    06-09-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    130

    Riferimento: Prima prova esame di stato roma n.o.

    Citazione Originalmente inviato da MEMOLEMEMOLE Visualizza messaggio
    ciao bella (in bocca al lupo x i risultati!)...quoto tutto!!!!

    Comunque se volete qualche esempio, per capire meglio, potete scorrere il therd dell'esame di stato 2008 ..sempre a roma....lì troverete info ed esempi interessanti!ah..e non diemnticate di afre i temi incrociati: emozione/cognizione, frustrazione/conflitto, emozioni/memoria, memoria/apprendiemnto........alcuen volte sono usciti!
    Ciao...crepi e in bocca al lupo anche a te!!!! Ma tu sei prima o seconda commissione???? Non ricordo

  12. #12
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    16-03-2007
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    642

    Riferimento: Prima prova esame di stato roma n.o.

    memolememole sei un mito ad aver messo il tuo esempio di tema.
    grazie mille ora è più chiaro!
    due domandine ancora:
    1) i temi incrociati di cui parlate di preciso quali sono?oltre quelli che avete scritto ce ne sono altri?
    2) lo spazio da occupare quindi sono due facciate di foglio protocollo?considerati i margini laterali che tolgono spazio?
    3) dei capitoli del canestrari va fatto questo lavoro di riassunti per tutti gli argomenti capitoli?ci sono capitoli che èquasi inutile fare?grazie mille....

    ps: sto leggendo anche l'altro therd del 2008 ma avere risposte qui mi è più chiaro e diretto e capisco meglio...grazie grazie grazie grazie
    Sorridi se vuoi che ti sorridano

  13. #13
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320

    Riferimento: Prima prova esame di stato roma n.o.

    Suspiria: II commissione! e non è andata benissimo..spero in un minimo di aiuto DIVINO!!!

    Aracanflyi temi incrociati sono:
    1. memoria/emozioni
    2. motivazioni/memoria
    3.apprendiemnto /motivazione
    4. cognizione/emozione
    5. frustrazione econflitto
    6. aggressività/frustrazione
    7.percezione/attenzione

    e mi pare basta!!!!

    lo spazio sono metà foglio protocollo (i margini????? non li fare i margini)....certo se scrivi 2 pagnine emezzo nont i linciano ma....meglio rientrare nei limiti!

    i temi sono: apprensiemnto, memoria, motivazioni, emozioni, pensiero, linguaggio, percezione, attenzione, sensazione, sviluppo sociale, intelligenza, svil linguistico, svil affettivo, svil. intellettivo, aggressività, relazione fra gruppi, ..e mi apre basta!!! ma per al conferma, puoi guardare il therd che ti ho detto!+ i temi incrociati...

    voglio afrti notare una cosa: intelligenza e svil intellettivo non sono al stessa cosa: intelligenza potresti utilizzare la teoria di Stenberg, o i big Five, mentre per los viluppo linguistico queste non vanno bene emagari dovretsi utilizzare piaget......stesso vale per linguaggio e svil. linguistico!
    ." all'origine gli esseri umani erano doppi:possedevano 2 teste, 4gambe, 2 sessi uguali o diversi.Questa condizione cionferivaloro una grande forza e un ambizione tale che un giorno si lanciarono all'assalto del cielo.Allora zeus infuriato tagliò in due ciascuno di loro e da qual giorno ognuno è alla ricerca della sua metà!"
    .................

    nuovo regolamento: http://www.opsonline.it/help/
    ---------------------

    VENDITRICE ACCREDITATA DI OPSonline

  14. #14
    Partecipante Assiduo L'avatar di Suspiria
    Data registrazione
    06-09-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    130

    Riferimento: Prima prova esame di stato roma n.o.

    Citazione Originalmente inviato da MEMOLEMEMOLE Visualizza messaggio
    Suspiria: II commissione! e non è andata benissimo..spero in un minimo di aiuto DIVINO!!!

    Aracanflyi temi incrociati sono:
    1. memoria/emozioni
    2. motivazioni/memoria
    3.apprendiemnto /motivazione
    4. cognizione/emozione
    5. frustrazione econflitto
    6. aggressività/frustrazione
    7.percezione/attenzione

    e mi pare basta!!!!

    lo spazio sono metà foglio protocollo (i margini????? non li fare i margini)....certo se scrivi 2 pagnine emezzo nont i linciano ma....meglio rientrare nei limiti!

    i temi sono: apprensiemnto, memoria, motivazioni, emozioni, pensiero, linguaggio, percezione, attenzione, sensazione, sviluppo sociale, intelligenza, svil linguistico, svil affettivo, svil. intellettivo, aggressività, relazione fra gruppi, ..e mi apre basta!!! ma per al conferma, puoi guardare il therd che ti ho detto!+ i temi incrociati...

    voglio afrti notare una cosa: intelligenza e svil intellettivo non sono al stessa cosa: intelligenza potresti utilizzare la teoria di Stenberg, o i big Five, mentre per los viluppo linguistico queste non vanno bene emagari dovretsi utilizzare piaget......stesso vale per linguaggio e svil. linguistico!
    Mi dispiace!!!! Io prima commissione, ma non ci hanno detto nulla in merito all'orale!!!!!! mannaggia a loro!!!!!

  15. #15
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320

    Riferimento: Prima prova esame di stato roma n.o.

    Citazione Originalmente inviato da Suspiria Visualizza messaggio
    Mi dispiace!!!! Io prima commissione, ma non ci hanno detto nulla in merito all'orale!!!!!! mannaggia a loro!!!!!
    l'orale xvoi è dal 20 aprile in poi (risultatie ntro il 10) e verterà su codice deontologico, tirocinioe scritti (x il V.O. senza codice)..per noi....risultati 16 mazro e orale 30-31 e 2 aprile!
    ." all'origine gli esseri umani erano doppi:possedevano 2 teste, 4gambe, 2 sessi uguali o diversi.Questa condizione cionferivaloro una grande forza e un ambizione tale che un giorno si lanciarono all'assalto del cielo.Allora zeus infuriato tagliò in due ciascuno di loro e da qual giorno ognuno è alla ricerca della sua metà!"
    .................

    nuovo regolamento: http://www.opsonline.it/help/
    ---------------------

    VENDITRICE ACCREDITATA DI OPSonline

Pagina 1 di 33 12311 ... UltimoUltimo

Privacy Policy