• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 8 di 8
  1. #1
    Partecipante L'avatar di Akiropita82
    Data registrazione
    13-09-2005
    Residenza
    Padova
    Messaggi
    54

    Consiglio a voi psy esperti

    Cari colleghi,

    Vi scrivo perchè necessito di un consiglio. Ho una nipotina di 7 anni che passa la maggior parte del suo tempo sfregando i suoi organi genitali sulla sedia .
    Se fosse per me, eviterei di porre eccessiva attenzione su un fenomeno sicuramente insolito ma non necessariamente patologico.
    Vi chiedo dei consigli ma soprattutto vostre opinioni professionali...In questo caso cosa dire alle insegnanti che ormai percepiscono il comportamento di N. come problema????
    Lascio a voi la parola ...

    GRAZIE COLLEGHI

  2. #2
    Partecipante Affezionato L'avatar di Gordon Pym
    Data registrazione
    25-01-2007
    Residenza
    Shallowbay
    Messaggi
    110

    Riferimento: Consiglio a voi psy esperti

    Prima andrei dal pediatra per escludere eventuali infiammazioni

  3. #3
    Partecipante Affezionato L'avatar di Gordon Pym
    Data registrazione
    25-01-2007
    Residenza
    Shallowbay
    Messaggi
    110

    Riferimento: Consiglio a voi psy esperti

    Citazione Originalmente inviato da Roscellino Visualizza messaggio
    Ma forse mi sentirei di tagliarla fuori a priori se notassi delle differenze di frequenza notevoli fra contesti diversi.
    L'ipotesi medica la taglia fuori solo un medico, se non vuoi finire nei guai, in ambito sessuologico poi è fondamentale partire escludendo patologie organiche, altrimenti si corre il rischio di fare un lavoro del tutto inutile.

  4. #4
    Partecipante L'avatar di Akiropita82
    Data registrazione
    13-09-2005
    Residenza
    Padova
    Messaggi
    54

    Riferimento: Consiglio a voi psy esperti

    Bene come immaginavo..credo che entrambi abbiate detto cose giustissime..in quasi tutte le manifestazione psicopatologiche è necessario escludere danni organici.
    Infatti, questo è stato già fatto e il pediatra non ha riscontrato infiammazioni di alcun tipo.
    Chiederò all' insegnante di osservare, con maggiore precisione, i momenti in cui N. mette in pratica tali atti..posso dire con quasi certezza che il piacere N. lo sente (lo manifesta attraverso il viso) ciò che mi lascia realmente spiazzata è la mancanza di "pudore", mi spiego meglio: a 7 anni quasi 8 una bambina dovrebbe aver già interiorizzato i comportamenti "leciti socialmente" . Non troverei nulla di serio se la bambina si procurasse del piacere di nascosto (forse mi sbaglio?) ma purtroppo non è così.

    Grazie e se qualcuno ha da aggiungere qualcosa non esiti!!!

  5. #5
    Partecipante L'avatar di Akiropita82
    Data registrazione
    13-09-2005
    Residenza
    Padova
    Messaggi
    54

    Riferimento: Consiglio a voi psy esperti

    Rispondo partendo dalla tua ultima domanada..L'insegnante mi ha detto che evita il rimprovero sostituendolo con ruoli di responsabilità, ovvero, cerca di tenerla il più possibile occupata evitando di lasciarla seduta per troppo tempo.
    Credo che sia una buona strategia pienamente sostenuta da me.
    Ciò che ancora mi manca come dato è la frequenza e i momenti esatti in cui tutto ciò si verifica (come suggerito da voi).
    L'insegnante in un primo momento ha esordito così:" questa bambina è perennemente impegnata in atti di "autostimolazione"..
    Ciò che mi sto chiedendo è quanto quel "perennemente impegnata" "misuri" e corrisponda al reale..tutte domande a cui potrei rispondere solo se lo chiedessi direttamente alle interessate (le insegnanti)...
    Grazie cmq delle dritte..

  6. #6
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: Consiglio a voi psy esperti

    pur non essendo uno psy esperto, dico la mia:

    una domanda, forse banale: le è stato spiegato che non è educato fare queste cose in pubblico? Forse semplicemente ignora questo aspetto?
    Il "perennemente" della maestra lo prenderei con le pinze, perché i comportamenti che suscitano reazioni sociali in genere vengono stigmatizzati e con esso anche la persona, la quale, per coloro che detengono la funzione di controllo sociale all'interno del contesto in cui si manifesta il comportamento (in questo caso, la maestra), viene vista come deviante e portatrice di una patologia
    Ultima modifica di Johnny : 23-02-2009 alle ore 18.24.23

  7. #7
    Partecipante L'avatar di Akiropita82
    Data registrazione
    13-09-2005
    Residenza
    Padova
    Messaggi
    54

    Riferimento: Consiglio a voi psy esperti

    Giusto Roscellino,
    avevo dimenticato il vantaggio secondario!!! Hai ragione...quindi???
    Allora riepilogando..cerchiamo di ipotizzare un intervento considerando le diverse ipotesi:

    Ipotesi A: N. si annoia in classe (ragioni da accertare) e mette in atto qualcosa che ha scoperto essere piacevole

    INTERVENTO???

    Ipotesi B: N, al contrario non è annoiata piuttosto riferisce di sentirsi incapace di gestire il desiderio...(compulsione?)
    Ma se fosse una compulsione l' autostimolazione dovrebbe verificarsi in contesti anche extrascolastici!!! (NON ACCADE IN ALTRI CONTESTI)

    INTERVENTO???

    Sto cercando di ragionare con voi...Altre ipotesi???

    PS: ho parlato con N. le ho spiegato che certe cose sono molto personali, intime (ho utilzzato parole più semplici)..come ha reagito???

    Zia ma a me piace!!!


    Aperta a nuovi confronti..

  8. #8
    Super Postatore Spaziale L'avatar di Accadueo
    Data registrazione
    31-03-2003
    Messaggi
    2,536

    Riferimento: Consiglio a voi psy esperti

    ciao premetto che questo thread per come si sta sviluppando è al limite della chiusura per due motivi: il primo riguarda il divieto di fare consulenza, il secondo "utilizzare" e "sperimentare" ipotesi ed azioni su una bambina ed il suo contesto relazionale.
    Personalmente mi hanno insegnato a lavorare su quello che vedo e per adesso quello che salta all'occhio non è tanto la nipotina ma la zietta Akiropita .
    Non mi risulta chiaro il tuo ruolo in questa vicenda.. sei zia, psicologa, educatrice, baby sitter, mamma o amica di questa bambina?
    Insomma, come mai vai tu dalle insegnanti a "monitorare" e domandare ad N. cosa prova?
    Johnny ha posto una domanda - ipotesi parecchio interessante alla quale aggiungerei un cavillo: le è stato spiegato da una figura per lei autorevole (tipo mamma e/o papà) che non è educato fare queste cose in pubblico? Forse semplicemente ignora questo aspetto?
    ciaociao

Privacy Policy