• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3
  1. #1

    tanti dubbi sulla mia terapia e su di me!mi date una mano a capire?...


    stamani ho sognato di essere dalla mia terapeuta,le ho detto qualcosa e lei(in piedi),si è girata verso di me dicendomi "perchè mi fai sentire in colpa?"-"io la faccio sentire in colpa", ho risposto,sentendomi in colpa perchè sentivo che era vero,e lei"solo perchè ho paura!"poi mi sono alzata e le ho detto"mi sembra che gestisco io la relazione,tutto!"e ho visto sedute di fronte a me sua figlia e suo nipote che sorseggiavano del caffè.mi sono arrabbiata"ma non è normale che faccio terapia davanti a loro due!"sua figlia è uscita,la mia terapeuta non ha detto nulla,ancora più esasperata"non possso parlare delle mie cose private con lui!"lei gli ha detto di uscire ma lui"resto qui!"mi sono alzata per andarmene e mi sentivo in copa per ciò che lei mi aveva detto inizialmentema non riuscivo a sostenere la situazione.è la 3 terapia che faccio da 4 mesi iniziata, ho 29 anni e non so che fare,in precedenza mi è stato detto che ci vogliono 7 anni per strutturare la mia personalità perchè non mi fido nè di me stessa nè degli altri.non riesco a fare progetti di vita,ho paura di non sopravvivere e accettto sempre situazioni lavorative mortificanti perchèmi sento in colpa di non essermi riuscita a laureare.il bello è che non so in cosa mi sarei voluta laureare e mi vedo sempre come lòa figlia di un operaio che desiderava diventare una professionista ma che ora per l'età, la situazione attuale,non ha più possibilità di riscatto.quando sto a casa mi sembra che esistono solo le pareti di casa il mondo non c'è.resto a letto o guardo la tv trash e ho sempre paura della morte dei miei,di essere la loro delusione,mi vergogno di me.quando esco,mi sento attiva faccio mille progetti,posso...studio... e ho pensieri propositivi poi sento nostalgia di casa ,non voglio lasciare mia madre,e torno e stacco di nuovo la spina.la terapeuta dalla quale vado,per farmi aiutare a fare delle scelte consapevoli,mi ha proposto di andare da un neurologo perchè per lei ho il tono dell'umore basso.io non voglio prendere medicinali,ho sognato che un neurologo mi diceva"ma chi è una tedesca?"tu hai solo bisogno di una relazione sana ed importante.e vedevo e sentivo l'amore della mia ex terapeuta.io penso che devo sciogliere la mia emotività,ricomporre quella forza che mi permette di poter fare una scelta cosa mai fatta,se mi chiedo cosa voglio come sono fatta vedo un ?sono ambivalente ma voglio cambiare ,stamani ho fatto questo sogno che mi ha amareggiato.volevo un futuro luminoso ma non sono riuscita a costruirmelo,ho sempre viaggiato mentalmente ma mai sono stata realista.non ho mai desiderato qualcosa veramente e lottato per qualcosa ,ciò mi manca,mi sono sempre sentita sbagliata e cerco una risposta che non arriva mai.....mi potreste dare dei consigli?grazie mille!!!

  2. #2
    Albamari
    Ospite non registrato

    Riferimento: tanti dubbi sulla mia terapia e su di me!mi date una mano a capire?...

    Benvenuta Ludovica. I sogni hanno sicuramente dei significati importanti, ma ciò che mi colpisce maggiormente è lo sconforto che provi nei confronti del tuo percorso terapeutico. Sono 4 mesi che hai cominciato la tua terapia, sicuramente "pochi" ma anche "significativi". Non entro nel merito della competenza del collega ma credo che il tuo stato d'animo vada esplicitato. Sette anni per strutturare la propria personalità? "non c'è un tempo specifico" un cambiamento significativo può avvenire in breve tempo o in un tempo più dilungato, dipende da molti fattori soggettivi e terapeutici, dipende anche da ciò che VUOLE.
    Il neurologo mi permetto di dire che è un professionista che si occupa delle disfunzioni neurologiche non della relazione, la psicoterapia implica una relazione che va costruita pian piano ed è qui che col tempo avviene il cambiamento.
    Hai 29 anni, giovane complimenti, dici essere a disagio con la tua ambivalenza e mi viene da pensare che tu abbia bisogno di rafforzare la tua assertività nella direzione che vuoi, liberandoti dai "condizionamenti" che invece inducono ad essa e non ti permettono di essere felice. Ora premetto che gli elementi che dai sono pochi perchè comunque il forum è limitato nel suo "intervento", ciò andrebbe compreso in una situazione RELAZIONALE terapeutica.
    Mi chiedo: vista la confusione che traspare dalle tue parole, hai mai pensato o comunque con il terapeuta che ti segue avete mai parlato di obiettivi? ci sono tante situazioni interne che riporti, hai mai riflettuto alla priorità di questo momento? quale potrebbe essere il tuo obiettivo? pensare ad uno step per volta potrebbe aiutarti a smaltire la confusione del momento ma questo è un lavoro che va fatto in due e che necessita di uno spazio significativo. Sono particolarmente interessata ai risvolti di questa situazione e sono a tua disposizione per qualsiasi chiarimento.
    A presto
    Ultima modifica di Albamari : 25-02-2009 alle ore 20.25.12

  3. #3

    Riferimento: tanti dubbi sulla mia terapia e su di me!mi date una mano a capire?...

    ho lasciato la terapia .....spesso davanti a delle scelte ho mal di testa.
    grazie per le sue parole.

Privacy Policy