• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 11 di 11
  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di vittoria81
    Data registrazione
    21-01-2005
    Residenza
    Pisa
    Messaggi
    192

    consigli x bimba dislessica

    sto seguendo una bambina di 9 aa, dislessica. E' stata certificata da qst'anno e ha l'insegnante di sostegno.
    Il mio compito è quello di seguirla nei compiti a casa. Ho cercato fin da subito di stabilire una buona relazione con la bimba, che a detta sua mi adora. E' molto dolce, simpatica e affettuosa e soprattutto molto sensibile, anche se apparentemete sembra indifferente a ciò che le succede soprattutto a scuola. In realtà standoci a contatto continuamnete ho imparato a "conoscerla" meglio e a capire che dietro quella corazza c'è tanta insicurezza e paura e pochissima autostima di se stessa. A poco a poco ho cercato di conquistare la sua fiducia, e ora ogni volta che le succede qualcosa che non capisce o che la turba me lo confida spontaneamente.Premetto che ho cercato di stringere una stretta collaborazione, oltre che con la famiglia, con l'insegnante di sostegno, che a volte non sa assolutamente che pesci prendere nè dal punto di vista didattico nè soprattutto psicologico! Con le altre maestre, l'impresa è un po' più ardua perchè non hanno assolutamente capito che cosa sia la dislessia e la mettono di fronte, soprattutto l'ins di italiano, a compiti per lei improponibili che la mortificano ogni volta! x es. imparare a memoria verbi e tabelline (!!!???), pretendere che elabori dei discorsi complessi sugli argomenti studiati, ecc. Siccome tra tutte le insegnanti, quella un po' più ragionevole è quella di sostegno e visto che è con lei che la bimba passa più tempo, ho cercato di farle capire il problema e come sarebbe meglio procedere: x es ridurre il carico di lezione, proporre es semplificati, preparare schemi degli argomenti da studiare corredati di immagini e parole evidenziate(cose che gli faccio io), usando frasi brevi, semplici e soprattutto chiare...
    L'aa scolastico è iniziato benissimo, nel senso che le maestre erano molto contente del suo rendimento scolastico di qst'anno: maggiore disponibilità a fare le cose, maggiore partecipazione in classe, ecc. Poi è accaduto che durante e dopo le vacanze di natale si è ammalata e ha perso diversi giorni di scuola. Al suo rientro è stata sottoposta a tantissime verifiche (mi hanno detto che era rimasta indietro x colpa dell'influenza), tant'è vero che ne faceva almeno due a giorno. Da lì è iniziato il declino, nel senso che la bimba ha cominciato a non voler più svolgere i compiti a casa, a accusare mal di stomaco e mal di testa, a stancarsi con nulla. Le maestre hanno letto tutto questo come indice di totale "svogliatezza" e hanno cominciato a allarmarsi e a far pesare ancora di più la necessità di svolgere altre verifiche, altre interrogazioni, aggravando a mio avviso ancora di più la situazione. L'ins di sostegno mi ha allora contattato preoccupatissima per chiedermi se anche con me la bimba aveva questo atteggiamento. io che avevo notato questa stanchezza, una sorta di regeressione (rifaceva molti più errori ortografici, leggeva peggio di prima, non voleva fare la lezione...) le ho allora spiegato che questo poteva essere un campanello di allarme indice di un "momento di crisi" per la bimba e che forse c'era bisogno di rallentare i ritmi di studio(prima di natale le assegnavano un argomento nuovo da studiare a settimana, dopo natale invece quasi uno al giorno), che in questo modo il momento sarebbe passato. E infatti così è stato, perchè adesso il momentaccio sembra passato...
    Siccome si tratta della mia prima esperienza, secondo voi sto agendo bene? a volte devo motivarla di più a fare le cose, perchè tenderebbe a fare la metà di ciò che fa e devo aiutarla a diventare più autonoma, non solo nei compiti ma anche in generale. So perfettamente che queste problematiche rientrano nel quadro della dislessia, ma ci sono delle strategie che potete suggerirmi per svolgere al meglio questo mio compito?
    x es x l'autostima ho pensato di prendere una cartellina e di assegnarle una stellina ogni volta che fa qlc di positivo, cioé fare i compiti senza distrarsi, prendere un buon voto a scuola, ordinare le cose di scuola... per ogni traguardo raggiunto c'è un premio, concordato insieme, come i modi per ottenere le stelline. Può andare come modalità di procedere?

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320

    Riferimento: consigli x bimba dislessica

    ciao...
    ottima la scelta della cartellina con la stellina..in pratica utilizzi la token economy che è infatti utilizzata come rinforzatore.....utilizza altri rinforzi di qualsiasi genere.....motiva la bambina (sprattutto nelle attività didattiche) cercando di renderle il compito gradevole e giocoso (non dimentichiamo che è una bambina!)....
    un stategia potrebbe essere quella dell'autoistruzione..prova a scrivere (meglios e lo fa lei stessa!) il tempo di lettura di un brano (qyuasiasi), annota gli errori (quantità) e la data....sarà il suo punto di partenza per il lavoro futuro...ogni giorno riproponi los tesso brano (facendole annotare i cambiamneti)...saranno sicuramente positivi e ovviamente fungeranno da rinforzo!


    per il resto..dovresti ceracre di afr capire alle insegnanti che il trattaemntio della dislessia si basa soprattutto sull'autostima, e sulla fiducia....so che sembra un impresa difficile ma...credo sia proprio necessaria!prova a chiedere un colloquio con loro, ecrcando di dare dei consigli su COME intervenire..magari la loro resistenza sta nel fattoc he sono impreparate e impaurite!
    ." all'origine gli esseri umani erano doppi:possedevano 2 teste, 4gambe, 2 sessi uguali o diversi.Questa condizione cionferivaloro una grande forza e un ambizione tale che un giorno si lanciarono all'assalto del cielo.Allora zeus infuriato tagliò in due ciascuno di loro e da qual giorno ognuno è alla ricerca della sua metà!"
    .................

    nuovo regolamento: http://www.opsonline.it/help/
    ---------------------

    VENDITRICE ACCREDITATA DI OPSonline

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di vittoria81
    Data registrazione
    21-01-2005
    Residenza
    Pisa
    Messaggi
    192

    Riferimento: consigli x bimba dislessica

    innanzitutto ti ringrazio tantissimo per avermi risposto! per me ogni consiglio è utilissimo.
    Sono contenta di aver scelto una possibile buona strategia, ho visto che fornire rinforzi funziona e continuerò sicuramente.
    Con le insegnanti ho chiesto varie volte un colloquio ma non c'è modo di averlo perchè ogni volta si sottraggono... non credo siano impaurite perchè prima che arrivassi io hanno fatto molti incontri sull'argomento organizzati da un'associazione qui del posto... a volte sembra più ostinazione che altro!
    sono d'accordissimo con te sul rendere il meno pesante e più giocoso possibile i compiti, infatti le ho proposto il memory x le tabelline e l'omino impiccato x imparare le parole correttamente. Quando studiamo storia o geografia o scienze uso molto i disegni, i colori e cerco di spiegare le cose in modo m olto pratico, collegandomi a ciò che già conosce.
    il problema è che quando si trova da sola in classe si blocca e non risp alle domande. sono sicurissima che ciò dipende da come si pongono le insegnanti, cioè lei si sente sotto interrogATORIO, dovrebbero metterla più a suo agio, visto che per lei è difficile esprimersi di fronte a bambini della sua età che non hanno alcun problema... credo che dovrò lavorare anche sull'aspetto del confronto sociale e l'ansia che da esso scaturiosce. Hai per caso letture o risorse a cui posso far riferimento in merito?
    grazie ancora...

  4. #4
    Partecipante Assiduo L'avatar di poldina82
    Data registrazione
    26-01-2007
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    135

    Riferimento: consigli x bimba dislessica

    Secondo me stai procedendo benissimo, anche io seguo nei compiti una bimba con dislessia e purtroppo molto spesso è difficile far capire alle insegnanti che se certe cose non le impara (es. le tabelline) non è perchè non le studia ma perchè ha una difficoltà specifica. Ti pongo invece una domanda: come mai questa bambina ha l'insegnante di sostegno, visto che dal 2006 la legge prevede che nel caso dei disturbi dell'apprendimento non ci sia più questa figura? Forse ci sono altre problematiche?
    Comunque in bocca al lupo
    Polda82

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di vittoria81
    Data registrazione
    21-01-2005
    Residenza
    Pisa
    Messaggi
    192

    Riferimento: consigli x bimba dislessica

    Citazione Originalmente inviato da poldina82 Visualizza messaggio
    Secondo me stai procedendo benissimo, anche io seguo nei compiti una bimba con dislessia e purtroppo molto spesso è difficile far capire alle insegnanti che se certe cose non le impara (es. le tabelline) non è perchè non le studia ma perchè ha una difficoltà specifica. Ti pongo invece una domanda: come mai questa bambina ha l'insegnante di sostegno, visto che dal 2006 la legge prevede che nel caso dei disturbi dell'apprendimento non ci sia più questa figura? Forse ci sono altre problematiche?
    Comunque in bocca al lupo
    infatti la cosa mi suonava strana anche a me...
    da quello che mi ha raccontato la mamma, durante la scuola dell'infanzia la bimba aveva difficoltà a parlare, tendeva sempre a stare in disparte e a isolarsi. Così hanno deciso di portarla presso un centro privato. Dall'osservazione è emerso un disturbo specifico di linguaggio e chiusura relazionale, così hanno iniziato la terapia logopedica. Successivamente, vuoi x problemi economici (il centro era un po' caro), la bimba è stata seguita dalla logopedista della asl. Sinceramente non mi so spiegare come abbiano fatto a ottenere il sostegno, anche se c'è tanto di certificazione da parte della neuropsichiatra precedente (ora è cambiata) che attesta una situazione clinica tragica che sinceramente non rispecchia affatto la realtà! so che anche le insegnanti hanno fatto molta pressione x ottenere il sostegno, perchè non in grado di gestire la situazione.. non che ora con l'ins di sostegno lo siano.. cmq ora si sono incaponite che la bimba deve superare il timore di rispondere alle domande di fronte alla classe e deve essere più autonoma nelle sue cose (es organizzare le cose sul banco, farsi lo zaino...).
    io spero di poterci parlare in questa settimana e spiegare loro che il fatto che non risponde di fronte a tutto è dettato dall'emotività. Bisognerebbe creare una situazione di tranquillità e porsi nei confronti della bimba in modo da metterla a suo agio x rispondere. soprattutto con l'ins di ita si verifica qsto problema, xchè è una persona intransigente e rigida qndi puoi capire cosa scatena nella bimba!? magari anche aiutarla ad arrivare alla risposta e non semplicemente aspettare che la trovi da sola. X qnto riguarda l'autonomia ho già spiegato, ma lo ribadirò fino all'esasperazione, che è una difficoltà insita del DSA. L'unica cosa è provare a lavorarci, facendo vedere alla bimba come mettere in ordine le proprie cose, magari scrivere anche una tabella con l'orario e le cose da portare per ogni materia. Ho già dato qste indicazioni anche alla mamma e mi ha detto che a casa ha già cominciato a fare in qsto modo, chiedendo di aiutare a fare lo zaino, mettere in ordine le sue cose. Il problema è che le maestre la sgridano x qlsiasi cosa: xchè il banco è in disordine, xchè si dimentica a volte i quaderni, xchè alcuni esercizi non li fa (nn x mancanza di impegno ma xchè effettivamente sono troppo difficili).
    Credo che cercherò di spiegare qste cose e speriamo che capiscano... tu hai qlche suggerimento da darmi x aiutarla a superare la paura di parlare di fronte alla classe? x es durante l'interrogazione volevo suggerire che se sbaglia le ins potrebbero aiutarla a ritrovare le giuste informazioni sugli schemi che gli faccio, senza mortificarla inutilmente x aver sbagliato... è assurdo come si comportano!
    grazie mille x le tue risp

  6. #6
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Brisa
    Data registrazione
    23-03-2004
    Messaggi
    528

    Riferimento: consigli x bimba dislessica

    Ciao Vittoria, per superare il timore delle interrogazioni mi vengono in mente due strategie:
    1. le insegnanti sarebbe disposte a programmare le interrogazioni? ad es stabiliscono che il giorno x verrà interrogata su un dato tema, così il giorno prima hai la possibilà di prepararla all'interrogazione sia materialmente sia psicologicamente, con delle simulazioni. Se le insegnnati non se ne escono con domande a trabocchetto la bambina dovrebbe saper rispondere e quindi questo rafforzerebbe la sua autostima. Ovviamnte se la bimba non risponde loro NON DEVONO rimproverarla e farla sentire una cretina, ma devono rassicurarla con frasi del tipo "sono sicura che questa risposta la conosci", "pensaci un po', adesso ti verrà in mente", "non importa, la prossima volta andrà meglio" ecc...
    2. aiutala con dei modelli: individuate insieme dei modelli positivi per la bambina (per es una sua amichetta + spigliata) e a casa falle fare delle simulazioni in cui lei deve immaginare di parlare in classe come se fosse la sua amichetta, se la cosa le crea troppa ansia vai per gradi: es. prima lei immagina di vedere l'amichetta che parla in classe, poi immagina di recitare la parte dell'amichetta (le dici che si deve mettre i vestiti dell'amica) e infine deve immaginare se stessa che parla in classe.

  7. #7
    davide natale
    Ospite non registrato

    Riferimento: consigli x bimba dislessica

    Insegnante di sostegno?! particolamente fortunata come bambina visto che generalmente per queste cose è dura poichè non vi sono particolari sintomi oltre la letto-scrittura! Mi viene da chiederti: ma è proprio dislessica o vi è altro, nel senso che una certificazione di dislessia richiede un qi nella norma non minore di 85, pari possibilità rispetto agli altri, analisi uditiva ecc per eliminare la possibilità di altri problemi, somministrazione di test appropiati ossia certificati dall'oms!Cmq se così è allora ben venga una "terapia" motivazionale ma non credo basti, dovresti andare nello specifico, per fare questo però devi assere autorizzata dalla scuola o chi per lei!Il tuo ruolo incide anche sulla scelt terapeutica e su programmi che, costano e non poco!

  8. #8
    Partecipante Assiduo L'avatar di vittoria81
    Data registrazione
    21-01-2005
    Residenza
    Pisa
    Messaggi
    192

    Riferimento: consigli x bimba dislessica

    Citazione Originalmente inviato da davide natale Visualizza messaggio
    Insegnante di sostegno?! particolamente fortunata come bambina visto che generalmente per queste cose è dura poichè non vi sono particolari sintomi oltre la letto-scrittura! Mi viene da chiederti: ma è proprio dislessica o vi è altro, nel senso che una certificazione di dislessia richiede un qi nella norma non minore di 85, pari possibilità rispetto agli altri, analisi uditiva ecc per eliminare la possibilità di altri problemi, somministrazione di test appropiati ossia certificati dall'oms!Cmq se così è allora ben venga una "terapia" motivazionale ma non credo basti, dovresti andare nello specifico, per fare questo però devi assere autorizzata dalla scuola o chi per lei!Il tuo ruolo incide anche sulla scelt terapeutica e su programmi che, costano e non poco!
    infatti me lo chiedo anch'io come abbia fatto a avere il sostegno a scuola, x tutte le questioni a esso legate. Nella diagnosi non si fa riferimento a nessun altro tipo di problema se non a quello relativo alla letto-scrittura. La bimba non ha nessun altra problematica (prima di avere tale diagnosi è stata sottoposta a altri esami di natura medica, x escludere deficit sensoriali o patologie neurologiche). Nn me lo so spiegare nemmeno io.
    Cmq io sono stata chiamata solo x seguirla nei compiti a casa e non x fare una terapia psicologica e pertanto devo limitarmi in ciò che faccio

  9. #9
    davide natale
    Ospite non registrato

    Riferimento: consigli x bimba dislessica

    Misteri dell'italia, cmq una volta che una è fortunata! e allora si, ti devi limitare, purtroppo! cmq sarà di sicuro un esperienza molto importante!

  10. #10
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    02-02-2008
    Messaggi
    363

    Riferimento: consigli x bimba dislessica

    scusa, sono una insegnate e leggendo quanto scruvi, devo dire che me ne vergogno, nel senso che non riesco a capire come si possa non accorgersi e non capire le difficoltà di questa bambina. Capisco che il proprio orgoglio di insegnante in questi casi venga messo a dura prova, nel senso che molto spesso viene percepito quasi come una sconfitta, il non saper fare bene il proprio lavoro, ma a mio modesto parere è nostro dovere sempre e dico sempre tener presente che noi abbiamo il compito di aiutare ogni bambino a dare il meglio di sè, e questo non significa sempre che il nostro metodo sia valido per tutti i bambini. Ci sono infatti bambini che raggiungono traguardi senza problemi, ma ce ne sono altri che hanno bisogno di più tempo e necessitano di strategie diverse per arrivare al traguardo.
    In fondo questo è il bello del nostro lavoro, che possiamo sempre mettereci in gioco e che possiamo sempre imparare o sperimentare nuovi modi perchè i nostri bambini raggiungano i risultati previsti in modo soddisfacente.
    Scusate lo sfogo!!!!!!!!

  11. #11
    Partecipante Assiduo L'avatar di vittoria81
    Data registrazione
    21-01-2005
    Residenza
    Pisa
    Messaggi
    192

    Riferimento: consigli x bimba dislessica

    Citazione Originalmente inviato da giannacal Visualizza messaggio
    scusa, sono una insegnate e leggendo quanto scruvi, devo dire che me ne vergogno, nel senso che non riesco a capire come si possa non accorgersi e non capire le difficoltà di questa bambina. Capisco che il proprio orgoglio di insegnante in questi casi venga messo a dura prova, nel senso che molto spesso viene percepito quasi come una sconfitta, il non saper fare bene il proprio lavoro, ma a mio modesto parere è nostro dovere sempre e dico sempre tener presente che noi abbiamo il compito di aiutare ogni bambino a dare il meglio di sè, e questo non significa sempre che il nostro metodo sia valido per tutti i bambini. Ci sono infatti bambini che raggiungono traguardi senza problemi, ma ce ne sono altri che hanno bisogno di più tempo e necessitano di strategie diverse per arrivare al traguardo.
    In fondo questo è il bello del nostro lavoro, che possiamo sempre mettereci in gioco e che possiamo sempre imparare o sperimentare nuovi modi perchè i nostri bambini raggiungano i risultati previsti in modo soddisfacente.
    Scusate lo sfogo!!!!!!!!
    la ringrazio per aver speso queste parole...fortunatamente ci sono persone come lei, disposte a mettersi in discussione e in gioco. Ha proprio ragione quando dice che è il bello del mestiere di insegnante, purtroppo non tutti sono disposti a farlo. e questo sicuramente è un male per chi si occupa di educare, come un'insegnante o qualsiasi altra figura che abbia questo ruolo. Non può immaginare quanto sto faticando, perchè vedo la bambina a volte in grande difficoltà soprattutto adesso che siamo quasi alla fine dell'anno scolastico e la stanchezza comincia a arrivare. E' così difficile farle portare a termine la gran mole di compiti che ogni volta le riservano, nonostante le mie raccomandazioni (oltretutto fatte anche dalla neuropsichiatra che ha stilato la diagnosi?!)...

Privacy Policy