• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3
  1. #1
    Partecipante
    Data registrazione
    12-09-2008
    Messaggi
    31

    Il mio profilo dell'MMPI

    Salve. Potreste spiegarmi meglio cosa vuol dire ? Io mi sono solo spaventato un po' quando ho visto di avere l'indice di ansietà di quasi 2 volte quello della media e molto superiore a quello medio dei pazienti di psichiatri.



    Il profilo è valido, il soggetto non ha tentato di modificare l'immagine di sè.
    L'analisi delle scale cliniche mette in evidenza una maggiore elevazione delle scale dell'area psicotica che prevalgono di poco su quelle dell'area sociopatica. La scala Pd è infatti la più elevata.

    Non vi è un codice ( combinazione di scale ) che possa sostenere una diagnosi di tipo psichiatrico ma la relazione tra le scale mette in evidenza comportamenti ascrivibili a una personalità che presenta dei disturbi emotivi gravi.
    L'asse timico è orientrato in senso depressivo, vi possono essere variazioni di tipo disforico.

    Hy<Pd: scarsa adattabilità all'ambiente, prevalgono comportamenti rigidi e stereotipati.
    Hs<Sc: al contatto interpersonale vengono preferiti momenti di rielaborazione dei vissuti che talvolta possono essere difficilmente comunicabili.
    D-Pt<Ma-Pd: nello stile di reazione vi possono essere comportamenti in cui vi è una sottovalutazione delle difficoltà o delle norme dettate dall'ambiente.
    Hy-Hs<Pa-Sc: il soggetto tende a sviluppare fantasie intellettualizzate per gratificarsi e proteggersi dalle frustrazioni.
    D-Pt-Hy-Hs<Ma-Pd-Pa-Sc: vi sono difficoltà nei rapporti sociali che possono essere vissuti con distacco e percepiti come ostili.

    A.I. (Anxiety Index): 89.25
    Valore normativo pop. Italiana media: 45.72
    Valore normativo paz. psichiatrici media: 62.49

    I.R. (internalizzazione delle risposte emotive): minore di 1

  2. #2
    arthurmary
    Ospite non registrato

    Riferimento: Il mio profilo dell'MMPI

    salve,

    mi spiace, non posso rispondere a questa domanda.
    pero ne farei un'altra: a cosa serve tutto questo? al di la di questo "profilo valido", c'è un soggetto, o no? e in fronte a questi risultati a leggerli, c'è un altro soggetto, o no? si sono incontrati questi soggetti? (lo chiedo perchè ho visto che si analizza anche l'MMPI senza aver visto il soggetto...)
    mi sa che da voi in italia, c'è un certo galimberti (uni. di venezia) che ha provato fare capire l'impostura di questo genere di strumenti...
    si dovrebbe leggere l'articolo da Hathaway, ideatore del MMPI, che dice chiaramente che questa roba non dice nulla.
    Primo non nocere. il atto di uno psicologo (come le sue parole e interpretazioni, i tests, ecc...), dovrebbe non essere altro che un atto etico - e l'etica non è per niente sinonimo di professionalismo.

    qua in italiano: MMPI: dove abbiamo sbagliato? corrado lo priore, psy.d

  3. #3
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590

    Riferimento: Il mio profilo dell'MMPI

    devi chiedere allo psicologo che te l'ha somministrato di spiegartelo, non ad estranei, che per quello che sai possono anche non essere laureati in psicologia.

    E per l'ennesima volta, su questo forum NON SI PUO' fare diagnosi

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

Privacy Policy