• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 5 di 5
  1. #1
    Erebonar
    Ospite non registrato

    mi serve una risposta entro breve

    salve sono unragazzo di sedici anni e sto affrontando un problema simile a quello di wuzburg. sono già in cura presso una professionista ma nn mi sento tranquillo senza avere dellerisposte alle domande che mi assillano prima di mercoledì.
    Fin dalla pubertàho sempre fatto delle fantasie sessuali su donne sia reali che immaginarie, con effetti molto eccitanti ma a volte in alcunefantasie ho inserito anche episodi di omosesualità, precisamente è successo cinque volte, una volta quando avevo 14 anni e le altre14 l'anno scorso.
    devo preoccuparmene o fanno parte di un processo di sviluppodella sessualità, che anche se prevalentemente eterosesuale non si è ancora ben definita?

  2. #2
    L'avatar di federicale
    Data registrazione
    28-03-2006
    Residenza
    Roma - Formia (LT)
    Messaggi
    47

    Riferimento: mi serve una risposta entro breve

    Caro Erebonar,
    la tua fretta mi stupisce...mercoledì è il giorno in cui avrai la seduta con la professionista da te scelta?

    Se è così (ma anche se non è così, nel senso che dal momento in cui hai una persona che ti segue, ci sarà prima o poi un incontro) penso che la cosa migliore sia attendere quel momento, magari riflettendo bene su come esporre il tuo problema, su quali aspetti trattare, su quali situazioni porre all'attenzione.

    In questo forum cerchiamo, per quanto possibile, di fornire alcuni spunti di riflessione che possano aiutare le persone a scegliere la strada più giusta per risolvere i loro problemi...

    Ma mai prescindiamo dall'importanza di conoscere l'altro in maniera approfondita...mai potremmo pensare di aiutare gli altri esclusivamente attraverso lo strumento del forum.

    Tu hai già scelto la strada giusta e stai già dando ad una persona l'opportunità di conoscerti e di avere tutte le informazioni che le servono per aiutarti.

    Direi che hai già fatto tantissimo e che questa tua scelta ti porterà certamente a raggiungere almeno un obiettivo, importantissimo tra l'altro: fare chiarezza...

    Perciò caro Erebonar attendi serenamente il prossimo incontro con la persona da te scelta e concediti del tempo...conoscere sè stessi ne richiede tanto e la fretta non può fare parte del gioco.

    Un sincero, grande in bocca al lupo ed un caro saluto a te!.
    Dott.ssa Federica Letizia
    Psicologa - Esperta in Counseling Psicologico
    Iscrizione Ordine Psicologi del Lazio n. 14552



  3. #3
    Erebonar
    Ospite non registrato

    mi serve un risposta entro breve

    Cara Federica (spero non ti offenda per il tu e per la confindenza) ho esposto il problema alla professionista che mi ha in cura e mi ha detto che quel tipo di fantasia non hanno a che vedere con il mio problema attuale, infatti sembra proprio che io stia cercando di scappare dai conflitti che mi si pongono davanti, a patire dalla scuola fino al più difficile quello di conquistare una ragazza.
    Ed è proprio su quest'ultimo che ho voglia di soffermarmi per chiedere alcuni consigli per riflettere meglio su come risolvere il problema.
    Fin dalle prime esperienze con le ragazze ho sempre ricevuto molti no, questo mi ha spinto ad essere più restio a dichiararmi ad una ragazza o a corteggiarla se non ho la certezza di ricevere un sì, questo non vuol dire che non provi mai a creare una relazione, ma che spesso e volentieri evito di farmi avanti perché mi sento inadeguato. spesso quando guardo una ragazza e lei mi ricambia lo sguardo, giro di scatto al testa fingendo di guardare altrove.alcuni mesi fa ho approcciato una ragazza ma non sono riuscito a corteggiarla, perché non riuscivo a trovare argomenti di discussione per parlare con lei e non avevo il coraggio di isolarla dalle amiche. In più l'essere stato operato al pene in tenera età mi ha insinuato nella mente molte paure, la più importante è quella di non essere in grado di soddisfare una ragazza.
    La paura non ha a che vedere però con il funzionamento reale del mio pene, infatti nelle mie uniche due esperienze sentimentali, quando ho baciato le ragazze ho avuto degli eccitamenti, e una volta un'erezione quasi completa. questo quindi vuol dire che il corpo femminile fa il suo effetto sul mio corpo. Ultimamente però, e precisamente da quando ho preso coscienza di questi miei problemi,quando vedo alcune ragazze attraenti e immagino di fare qualcosa con loro, mi prende una sorta di groppo alla gola, sento la gola chiudersi la parte frontale della testa farmi male e a volte anche lo stomaco ribollire. E' questa la famosa ansia da prestazione di cui tanto si parla? La cosa strana è che delle volte guardando tra le gambe di queste stesse ragazze, immagino cosa c'è al di la dei loro pantaloni e mi eccito anche fino all'erezione. Quindi cos'è questa sensazione che provo? E' legata alla paura non soddisfare al donna o adalla paura di allacciare una relazione sentimentale? cos'è che la mia mente nn vuole, il sesso o il sentimento? NN pretendo diagnosi o cose simili ma un semplice consiglio per riflettere meglio.

  4. #4
    Erebonar
    Ospite non registrato

    Riferimento: mi serve una risposta entro breve

    grazie della risposta roscellino, è bello sentirsi un po' piu normale

  5. #5
    L'avatar di federicale
    Data registrazione
    28-03-2006
    Residenza
    Roma - Formia (LT)
    Messaggi
    47

    Riferimento: mi serve una risposta entro breve

    Ciao Erebonar,
    vorrei innanzitutto rassicurarti del fatto che non sono assolutamente offesa dal tuo "tu" e dal tono di confidenza che utilizzi

    Mi sembra che in questo nuovo post tu abbia esposto un problema sensibilmente differente rispetto alla prima volta che ci hai scritto.

    Inizialmente sembravi essere preoccupato da alcune fantasie "omosessuali" che avevano attraversato la tua mente in differenti momenti e che ti avevano fatto riflettere sulla tua reale identità sessuale.

    Ora ci stai parlando invece di un problema legato alla relazione con le ragazze, una sorta di paura di non essere all'altezza...

    A questo punto non posso esimermi dal chiederti di fare maggiore chiarezza rispetto al disagio che percepisci, mi interesserebbe inoltre capire, dal tuo personale punto di vista, come eventualmente si collegano le due cose, se evidenzi un nesso.

    Infine vorrei concludere questo mio post mettendo in luce ancora una volta il fatto che molto saggiamente hai scelto di essere seguito da una persona competente...

    Sono qui a ricordarti dunque che lo spazio che ti sei riservato è TUO ed ogni volta puoi e devi portare ciò che per TE rappresenta un problema...

    Se adesso magari state lavorando su altro, ricorda che sempre può arrivare il momento per affrontare ciò che ti turba...e se per un attimo ciò prende il sopravvento sul resto, può essere utile, anzi direi fondamentale, soffermarsi e aprire una parentesi...

    Non avere paura di chiedere...non trascurare quelli che sono i tuoi reali bisogni.

    Un caro saluto!
    Dott.ssa Federica Letizia
    Psicologa - Esperta in Counseling Psicologico
    Iscrizione Ordine Psicologi del Lazio n. 14552



Privacy Policy