• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 5 di 5
  1. #1
    Partecipante Esperto L'avatar di Special Diamond
    Data registrazione
    29-01-2009
    Messaggi
    251

    raggiungere un traguardo e l'immediato abbandono

    A quanlcuno è capitato di desiderar di conquistare una persona e una volta conquistata (senza sesso oaltre effusioni) una volta che ci si accorge del suo interessamento abbandonare l'"oggetto del desiderio" e spostare immediatamente l'attenzione altrove?
    Essere quindi sempre in un'eterna ricerca e poi abbandonare?

    Saluti a tutti

  2. #2
    Partecipante Affezionato L'avatar di xxperlinaxx
    Data registrazione
    06-05-2008
    Residenza
    napoli
    Messaggi
    79

    Riferimento: raggiungere un traguardo e l'immediato abbandono

    Citazione Originalmente inviato da Special Diamond Visualizza messaggio
    A quanlcuno è capitato di desiderar di conquistare una persona e una volta conquistata (senza sesso oaltre effusioni) una volta che ci si accorge del suo interessamento abbandonare l'"oggetto del desiderio" e spostare immediatamente l'attenzione altrove?
    Essere quindi sempre in un'eterna ricerca e poi abbandonare?

    Saluti a tutti
    Freud parla di un oggetto perduto durante l'infanzia, ovvero la figura genitoriale di attaccamento di sesso opposto per la quale si è provato un amore non corrisposto (cfr complesso edipico).
    Ciò porta noi esseri umani a funzionare paradossalmente sulla base di una mancanza, che cerchiamo comunque di colmare. E mai il nostro desiderio cesserà di non essere appagato... poiché è qualcosa destinata alla sua non soddisfazione!
    {♥ρєяℓч♥}
    *il desiderio si nutre sempre di ciò che gli sfugge*

  3. #3
    Partecipante Esperto L'avatar di Special Diamond
    Data registrazione
    29-01-2009
    Messaggi
    251

    Riferimento: raggiungere un traguardo e l'immediato abbandono

    Citazione Originalmente inviato da xxperlinaxx Visualizza messaggio
    Freud parla di un oggetto perduto durante l'infanzia, ovvero la figura genitoriale di attaccamento di sesso opposto per la quale si è provato un amore non corrisposto (cfr complesso edipico).
    Ciò porta noi esseri umani a funzionare paradossalmente sulla base di una mancanza, che cerchiamo comunque di colmare. E mai il nostro desiderio cesserà di non essere appagato... poiché è qualcosa destinata alla sua non soddisfazione!
    La mancanza dell'affetto del genitore di sesso maschile... n questo caso.
    Puo vale anche per la discussione dell'uomo piu grande...

    Rispondendoti, io non ho piu i genitori naturali, sono stata adottata, ma l'amore che mi hanno dato questi è infinito, sono tutta la mia vita. Certo con mio padre... il rapporto è diverso perchè lui è semplicemente una persona chiusa, non mi chede le cose, non mi consiglia e appoggia sempre e solo mia madre. MA so che mi ama con tutto il cuore. Potrebbe voler dire qualcosa la situazione ?

  4. #4
    Partecipante Affezionato L'avatar di xxperlinaxx
    Data registrazione
    06-05-2008
    Residenza
    napoli
    Messaggi
    79

    Riferimento: raggiungere un traguardo e l'immediato abbandono

    Non mi sento di rispondere su una situazione così personale in questa sede. Ho citato il complesso edipico per cercare di motivare la mancanza insita in una natura umana volta all'insoddisfazione e all'infelicità. Ciò in quanto, secondo Leopardi, non tendiamo verso il raggiungimento di un piacere, bensì del piacere assoluto, che in quanto tale è irraggiungibile. Secondo Freud invece, il motivo della mancanza di cui risentiamo è da ricercarsi nell'oggetto amato che è andato perduto.
    Ultima modifica di xxperlinaxx : 07-02-2009 alle ore 02.00.03
    {♥ρєяℓч♥}
    *il desiderio si nutre sempre di ciò che gli sfugge*

  5. #5
    Partecipante Esperto L'avatar di Special Diamond
    Data registrazione
    29-01-2009
    Messaggi
    251

    Riferimento: raggiungere un traguardo e l'immediato abbandono

    Ciao Perlina,
    è proprio come dici tu, nelle teorie citate.

    Appena una persona raggiunge un traguardo pensa sempre che ci sia qualcosa di emglio da ottenere e si mette alla rcerca di qualcosaltro quasi fosse una gara a punti, chi piu ne ha vince.
    Ma poi all'ottenimento non siamo mai soddisfatti ed eccoci nuovamente alla ricerca... e di nuovo alla fine non completamente soddisfatti.

    La particolarità nell'ambito sentimentale: quando ci si mette alla conquista di quel ragazzo non troppo bello ma che nemmeno ci guarda e non ci accorgiamo del bel ragazzo che ci sta accanto e che pende dalle nostre labbra. Non quest'ultimo nemmeno lo vediamo enon ci interessa, ci attrae quello che nn ci vuole e che per altro non è nemmeno il massimo della bellezza... poi? una volta che ci accorgiamo diun suo sguardo, che ci fa capire che ha ceduto alle nostre attenzioni, nemmeno lo vogliamo conoscere e volgiamo il nostro interesse altrove...

Privacy Policy