• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 5 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 75
  1. #1
    Postatore Epico L'avatar di doctor2009
    Data registrazione
    13-11-2008
    Residenza
    Provincia di Roma
    Messaggi
    6,395

    Giallo Club n° 12: Doppio mistero.

    Era una bellissima giornata primaverile, ma il tenente Svenson era di pessimo umore.
    Forse per la prima volta nella sua vita, sentiva fortissima la tentazione di maledire il momento in cui aveva deciso di entrare nella polizia.
    Intendiamoci: diventare un poliziotto era stato il grande sogno della sua vita fin da piccolo: giocando a Guardie e Ladri con gli altri bambini, lui si era sempre rifiutato di fare il ladro insistendo, invece, per fare il poliziotto.
    Aveva grandi sogni, voleva essere un eroe, il difensore dei deboli e degli innocenti e il castigatore dei cattivi e dei prepotenti.
    Si era classificato ai primi posti nella Scuola di Polizia: si può capire, perciò, quanto ci fosse rimasto male allorché era stato destinato in quel paesino sperduto, lontano da tutto e da tutti, dove non succedeva mai niente, al massimo qualche furtarello o una banale lite tra vicini.
    All'inizio ci aveva sofferto: si era sentito tradito dal Corpo di Polizia. Poi ci si era abituato, si era adattato... E alla fine si poteva dire che si sentiva soddisfatto di quella destinazione: ci stava bene in quel paese, si ci stava proprio bene...
    Tutti quelli che lo conoscevano, però, sapevano perfettamente quale fosse il motivo di quella trasformazione: si chiamava Greta, una bellissima ragazza bionda e con gli occhi azzurri che gli aveva rapito il cuore. Greta che il giorno dopo sarebbe diventata sua moglie.
    E cosa gli doveva capitare il giorno prima delle nozze? Non uno ma ben due cadaveri! Scoperti casualmente da un bambino che giocava in quella specie di caverna, un antro dalle alte pareti che, seppur con un'ampia apertura all'esterno da cui entravano allegri i raggi del sole, faceva ugualmente venire al tenente un vago senso di claustrofobia.
    I due corpi giacevano rannicchiati uno vicino all'altro.
    Erano sicuramente morti da un bel po' di tempo, anche se il tenente, che non aveva grossa esperienza di cadaveri e che, soprattutto, non ne aveva mai visto uno in via di decomposizione, non avrebbe saputo dire da quanto.
    Dovevano essere stati abbastanza giovani, due bei ragazzi, uno biondo e uno bruno.
    Per tutti e due la causa della morte sembrava abbastanza chiara: un ampio foro posto alla base del cranio, subito sotto la nuca.
    A quasi 10 metri di distanza, tra le rocce, una pistola: da cui mancava un proiettile.
    I suoi due aiutanti avevano trovato un bossolo vicino ai due cadaveri: SOLO UNO!!!
    E, intorno, nessun'altra arma, nessun oggetto contundente, affilato o meno: niente di niente. Un terreno piatto che più piatto non si poteva, assolutamente privo di spuntoni o, comunque, di zone sporgenti.
    Le ferite sul cranio dei due giovani sembravano diverse tra loro, anche se Svenson non era in grado di dire molto di più al riguardo.
    Ci sarebbe voluto un medico legale per dare una risposta a quelle domande, ma il tenente non era affatto sicuro che il Comando, cui aveva subito fatto telegrafare la notizia, gliene avrebbe mandato uno. Troppo lontana la città e troppo lungo il viaggio. Era il 1930 e la gravissima crisi economica che aveva colpito tutto il mondo e anche il suo Paese, aveva ridotto fortemente anche le risorse economiche destinate alla polizia.
    Poteva richiedere l'aiuto del dottore del paese, un brav'uomo che faceva di tutto per i suoi concittadini. Ma Svenson dubitava fortemente che anche lui avrebbe potuto essergli molto d'aiuto. E poi, in quel momento si trovava in una fattoria isolata, dove era impegnato ad aiutare la moglie del fattore in un difficile parto: sicuramente sarebbe tornato non prima di un paio di giorni.
    Così lui rischiava di andare, il giorno dopo, sull'altare con questo peso sul groppone: il primo caso "vero" della sua carriera talmente ingarbugliato da far sospettare che non ne sarebbe mai venuto a capo.
    Con questi pensieri in testa, si rivolse in modo sgarbato al poliziotto che gli era venuto accanto:
    "Allora" gli disse furente " avete finalmente identificato i due morti?"
    "Si, signor tenente" rispose impaurito l'agente "si tratta di Carl il ragazzo biondo ed Eric,quello bruno, due fratelli. Erano proprietari di una fattoria a dieci chilometri da qui"
    "Hai idea di quale diavolo potesse essere il motivo che li aveva portati a venire in questo posto schifoso?" chiese acido il tenente.
    "I due fratelli erano appassionati di speleologia e da questa caverna si accede ad un sistema di grotte molto belle. Forse avevano in programma di fare un'escursione"
    "Devono essere morti da diverso tempo" osservò il tenente "Come mai nessuno ne ha denunciato la scomparsa?"
    "I loro genitori erano morti due anni fa per un incidente. E loro due studiavano all'Università e venivano nella loro casa natale solo saltuariamente. Probabilmente anche i loro vecchi amici avranno pensato che erano tornati in città per un motivo improvviso e che non avessero fatto in tempo a salutarli."
    Il secondo poliziotto che era rimasto ad ascoltare, tossicchiò nervosamente: "Ehm... Signor tenente, non è del tutto vero che nessuno è venuto a denunciarne la scomparsa... Un mese fa si è presentata al posto di polizia una ragazza, la fidanzata di Carl.... Diceva che era preoccupata perchè non aveva più notizie del suo fidanzato, che non rispondeva alle sue lettere.... Io le dissi che se voleva poteva presentare una denuncia, ma lei, dopo averci pensato un po', decise di lasciar perdere...."
    Il poliziotto tossicchiò di nuovo: "Pare che avesse litigato col suo fidanzato e non poteva escludere l'ipotesi che lui non rispondesse alle sue lettere proprio per questo motivo".
    Il tenente rimase un po' pensieroso.
    "L'hai mandata a chiamare?"
    "Certo, signor tenente. Anzi, credo che sia appena arrivata"
    Come se si trattasse di una risposta alle parole dell'agente, un urlo improvviso, straziante, riecheggiò a lungo nella caverna. Le pareti ne amplificarono il volume, facendo rabbrividire tutti i presenti: era chiara l'angoscia di chi lo aveva emesso.
    La giovane ragazza che era entrata come una furia nella grotta si precipitò vicino ai due cadaveri e si inginocchiò piangendo.
    Il tenente Svenson si guardò intorno a lungo e poi fissò lo sguardo sulla ragazza in lacrime... La scena era tragica e struggente, ma un leggero sorriso solcò il viso del tenente.
    Aveva capito tutto: l'indomani avrebbe potuto sposarsi con lo sguardo fiero e soddisfatto di chi aveva risolto brillantemente il primo "vero" caso della sua carriera.
    Ultima modifica di doctor2009 : 28-01-2009 alle ore 00.45.56
    -



    PRESIDENTE DEL CLUB DEL GIALLO!

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di doctor2009
    Data registrazione
    13-11-2008
    Residenza
    Provincia di Roma
    Messaggi
    6,395

    Riferimento: Giallo Club n° 12: Doppio mistero.

    Un paio di osservazioni su questo giallo.
    Questa versione è profondamente diversa da come l'avevo concepita in un primo tempo. La vecchia stesura era un po' troppo ermetica e scarna, e, probabilmente, sarebbe stata troppo difficile da indovinare.
    Ho ampliato il racconto, aggiungendo una marea di indizi: al punto che adesso, a patto di avere una intuizione fondamentale, si può dire che il lettore può essere in grado di scoprire tutto solo sulla base delle notizie che il racconto gli fornisce.
    Per non rendere la trattazione del giallo troppo facile, allora, vorrei aggiungere una piccola difficoltà: come avete potuto leggere, alla fine del racconto il protagonista capisce tutto. Bene: voi vi dovete mettere nei panni del tenente Svenson e cercare di scoprire l'intreccio servendovi SOLO delle notizie a sua disposizione.
    Voglio dire: io risponderò solo a domande a cui lui potrebbe rispondere sula base delle notizie per lui accessibili. Per cui niente informazioni che sarebbero ottenibili solo con una autopsia, niente informazioni sul passato dei due fratelli: vi dovete basare solo su ciò che Svenson vede e sente intorno a sè, e fare i ragionamenti che LUI è in grado di fare sulla base delle cose che sa e che può sapere.
    Certo, se vediamo che così diventa troppo difficile, dopo un po' cambiamo metodo e apriamo nuovamente a tutte le domande possibili....
    Ma sono convinto che ruscirete ad emulare il nostro tenente...
    -



    PRESIDENTE DEL CLUB DEL GIALLO!

  3. #3
    Partecipante Leggendario L'avatar di Hatepsic
    Data registrazione
    17-09-2008
    Messaggi
    2,408
    Blog Entries
    1

    Riferimento: Giallo Club n° 12: Doppio mistero.

    Partiamo...questa è una domanda che Stevenson può fare..
    La ragazza e il cadavere avevano litigato per motivi di gelosia?
    Il morto voleva sposare la ragazza e il padre di lei era contrario?

  4. #4
    Postatore Epico L'avatar di doctor2009
    Data registrazione
    13-11-2008
    Residenza
    Provincia di Roma
    Messaggi
    6,395

    Riferimento: Giallo Club n° 12: Doppio mistero.

    Citazione Originalmente inviato da Hatepsic Visualizza messaggio
    Partiamo...questa è una domanda che Stevenson può fare..
    La ragazza e il cadavere avevano litigato per motivi di gelosia?
    Si.............
    Citazione Originalmente inviato da Hatepsic Visualizza messaggio
    Il morto voleva sposare la ragazza e il padre di lei era contrario?
    No.............
    -



    PRESIDENTE DEL CLUB DEL GIALLO!

  5. #5
    Riccioli di Cioccolato L'avatar di nadirinha
    Data registrazione
    12-09-2008
    Residenza
    qui e ora
    Messaggi
    12,412
    Blog Entries
    22

    Riferimento: Giallo Club n° 12: Doppio mistero.

    Chissà perchè questa storia mi ricorda tanto "Giorgie che corre felice nei prati..."
    Ehm torniamo a noi
    Il tenente Svenson si accorge che la ragazza quando vede i due cadaveri si dirige verso Erik e nn verso Carl? questo potrebbe lasciar suporre che la ragazza avesse una tresca col cognato e magari Carl lo aveva scoperto?

  6. #6
    Riccioli di Cioccolato L'avatar di nadirinha
    Data registrazione
    12-09-2008
    Residenza
    qui e ora
    Messaggi
    12,412
    Blog Entries
    22

    Riferimento: Giallo Club n° 12: Doppio mistero.

    magari nn mi potrai rispondere a questa domanda lo so...ma io ci provo lo stesso

    Si tratta di un omicidio-suicidio o di due omicidi ?

    Aggiungo prima di andare a pranzare:
    uno dei due fratelli è stato ucciso da uno sparo e l'altro dal un colpo diretto con il calcio della pistola?
    Ultima modifica di nadirinha : 28-01-2009 alle ore 14.27.12

  7. #7
    Postatore Epico L'avatar di michael sniper
    Data registrazione
    08-05-2008
    Residenza
    Selargius
    Messaggi
    8,608

    Riferimento: Giallo Club n° 12: Doppio mistero.

    Ci sono anch'io
    Uhm... immedesimarsi nei panni del tenente limita di sicuro le domande...
    Ma proviamo a capirne qualcosa lo stesso...
    Numero le domande così si evitano problemi o equivoci:
    1. E' importante la collocazione storica del racconto, e cioè che siamo negli anni '30, un anno dopo la crisi economica mondiale?
    2. E' importante l'ambientazione - parlo della nazione dove è avvenuto il fattaccio - quel cognome, Svenson, non so da dove possa venire
    3. Il tenente può per caso vedere che o se un solo proiettile ha ucciso entrambi? Magari li ha attraversati da parte a parte.
    4. Domanda fondamentale: quando vede la donna piangere, ha risolto il caso? Vuol dire che sa cos'è successo?
    5. Fissa a lungo lo sguardo della donna: è nello sguardo che nota qualcosa? Oppure osservandolo capisce qualcosa?
    6. Prima della soluzione, ha solo riflettuto o ha visto e scoperto altri fatti qui non citati?
    Ultima modifica di michael sniper : 28-01-2009 alle ore 14.41.50
    Se qualcuno/a conosce donne in gravidanza, dal sesto mese compreso in poi, della provincia di Cagliari, è gentilmente pregato/a e invitato/a a contattarmi tramite messaggio privato. Grazie mille a tutti

  8. #8

    Riferimento: Giallo Club n° 12: Doppio mistero.

    La risoluzione del caso da parte del poliziotto ha a che fare con l'urlo della ragazza?
    I due ragazzi non sono stati uccisi in quel posto vero? (Questo potrebbe spiegare il bossolo unico ritrovato sul posto)
    La caverna è lontana dal centro abitato?

  9. #9
    Postatore Epico L'avatar di doctor2009
    Data registrazione
    13-11-2008
    Residenza
    Provincia di Roma
    Messaggi
    6,395

    Riferimento: Giallo Club n° 12: Doppio mistero.

    Citazione Originalmente inviato da nadir81@ Visualizza messaggio
    Chissà perchè questa storia mi ricorda tanto "Giorgie che corre felice nei prati..."
    Cos'è?...
    Citazione Originalmente inviato da nadir81@ Visualizza messaggio
    Ehm torniamo a noi
    Il tenente Svenson si accorge che la ragazza quando vede i due cadaveri si dirige verso Erik e nn verso Carl? questo potrebbe lasciar suporre che la ragazza avesse una tresca col cognato e magari Carl lo aveva scoperto?
    ESATTO! Bravissima!...


    Citazione Originalmente inviato da nadir81@ Visualizza messaggio
    magari nn mi potrai rispondere a questa domanda lo so...ma io ci provo lo stesso

    Si tratta di un omicidio-suicidio o di due omicidi ?
    Beh, è tra le cose che dovete scoprire...
    Citazione Originalmente inviato da nadir81@ Visualizza messaggio
    Aggiungo prima di andare a pranzare:
    uno dei due fratelli è stato ucciso da uno sparo e l'altro dal un colpo diretto con il calcio della pistola?
    No
    -



    PRESIDENTE DEL CLUB DEL GIALLO!

  10. #10
    Postatore Epico L'avatar di doctor2009
    Data registrazione
    13-11-2008
    Residenza
    Provincia di Roma
    Messaggi
    6,395

    Riferimento: Giallo Club n° 12: Doppio mistero.

    Citazione Originalmente inviato da michael sniper Visualizza messaggio
    Ci sono anch'io
    Uhm... immedesimarsi nei panni del tenente limita di sicuro le domande...
    Ma proviamo a capirne qualcosa lo stesso...
    Numero le domande così si evitano problemi o equivoci:
    1. E' importante la collocazione storica del racconto, e cioè che siamo negli anni '30, un anno dopo la crisi economica mondiale?
    2. E' importante l'ambientazione - parlo della nazione dove è avvenuto il fattaccio - quel cognome, Svenson, non so da dove possa venire
    3. Il tenente può per caso vedere che o se un solo proiettile ha ucciso entrambi? Magari li ha attraversati da parte a parte.
    4. Domanda fondamentale: quando vede la donna piangere, ha risolto il caso? Vuol dire che sa cos'è successo?
    5. Fissa a lungo lo sguardo della donna: è nello sguardo che nota qualcosa? Oppure osservandolo capisce qualcosa?
    6. Prima della soluzione, ha solo riflettuto o ha visto e scoperto altri fatti qui non citati?
    1) Abbastanza importante, anche se non fondamentale: la crisi economica l'ho evocata soprattutto per spiegare come mai non fosse subito disponibile un medico legale.
    2) Diciamo che l'ambientazione ha un ruolo importante, ma non nel senso che sia limitata ad UN solo luogo: sono diversi al mondo i Paesi dove questo giallo avrebbe potuto essere ambientato.
    3) Non, non è così
    4) Diciamo che lo aiuta abbastanza.
    5) Si, lo ho già detto a nadir, capisce che c'era una tresca con il fratello del suo fidanzato.
    6) No, ha solo riflettuto.
    -



    PRESIDENTE DEL CLUB DEL GIALLO!

  11. #11
    Postatore Epico L'avatar di doctor2009
    Data registrazione
    13-11-2008
    Residenza
    Provincia di Roma
    Messaggi
    6,395

    Riferimento: Giallo Club n° 12: Doppio mistero.

    Ragazzi, io purtroppo devo andare a lavorare.
    Oggi non ho moltissimi appuntamenti, può essere che ce la faccio ad interrompere di tanto in tanto, imprevisti permettendo...
    -



    PRESIDENTE DEL CLUB DEL GIALLO!

  12. #12
    Riccioli di Cioccolato L'avatar di nadirinha
    Data registrazione
    12-09-2008
    Residenza
    qui e ora
    Messaggi
    12,412
    Blog Entries
    22

    Riferimento: Giallo Club n° 12: Doppio mistero.

    Citazione Originalmente inviato da nadir81@ Visualizza messaggio
    Chissà perchè questa storia mi ricorda tanto "Giorgie che corre felice nei prati..."
    Come nn sai cos'è?
    è un vecchio cartone in cui c'era una storia al limite dell'incesto!!
    Georgie era la ragazza contesa da due fratelli, tutti e tre però erano cresciuti credendo di essere fratelli e sorella...cmq ti consiglio di vederlo

    Torniamo a noi

    La ragazza aveva litigato con Carl e quindi lui nn rispondeva alle sue lettere, ma il fatto che anche l'altro fratello nn si facesse sentire non avrebbe dovuto destargli qualche sospetto che fosse successo qualcosa?

    io ho pensato che fosse un omicidio suicidio...però la cosa che nn mi quadra è la pistola ad una decina di metri

  13. #13
    Postatore Epico L'avatar di doctor2009
    Data registrazione
    13-11-2008
    Residenza
    Provincia di Roma
    Messaggi
    6,395

    Riferimento: Giallo Club n° 12: Doppio mistero.

    Citazione Originalmente inviato da ezechiele Visualizza messaggio
    La risoluzione del caso da parte del poliziotto ha a che fare con l'urlo della ragazza?
    I due ragazzi non sono stati uccisi in quel posto vero? (Questo potrebbe spiegare il bossolo unico ritrovato sul posto)
    La caverna è lontana dal centro abitato?
    1) In parte
    2) No, sono morti lì
    3) Si


    Citazione Originalmente inviato da nadir81@ Visualizza messaggio
    La ragazza aveva litigato con Carl e quindi lui nn rispondeva alle sue lettere, ma il fatto che anche l'altro fratello nn si facesse sentire non avrebbe dovuto destargli qualche sospetto che fosse successo qualcosa?
    Non è detto. Magari col fratello c'era stato solo un "episodio" ( chiamiamolo così... ) e poi, pentita del fatto, lei si era ripromessa di non cercarlo più.

    Citazione Originalmente inviato da nadir81@ Visualizza messaggio
    io ho pensato che fosse un omicidio suicidio...però la cosa che nn mi quadra è la pistola ad una decina di metri
    Effettivamente non quadra...
    Sarebbe stato troppo semplice, no?...
    -



    PRESIDENTE DEL CLUB DEL GIALLO!

  14. #14
    Postatore Epico L'avatar di michael sniper
    Data registrazione
    08-05-2008
    Residenza
    Selargius
    Messaggi
    8,608

    Riferimento: Giallo Club n° 12: Doppio mistero.

    L'urlo è utile perchè viene amplificato nella caverna? C'entra questo?
    Ma Svenson ha capito anche come sono morti i due fratelli? Nel senso... la dinamica del... fatto?
    I corpi sono supini? Sono distanti tra di loro?
    Se qualcuno/a conosce donne in gravidanza, dal sesto mese compreso in poi, della provincia di Cagliari, è gentilmente pregato/a e invitato/a a contattarmi tramite messaggio privato. Grazie mille a tutti

  15. #15
    Postatore Epico L'avatar di doctor2009
    Data registrazione
    13-11-2008
    Residenza
    Provincia di Roma
    Messaggi
    6,395

    Riferimento: Giallo Club n° 12: Doppio mistero.

    Citazione Originalmente inviato da michael sniper Visualizza messaggio
    L'urlo è utile perchè viene amplificato nella caverna? C'entra questo?
    In parte si.
    Citazione Originalmente inviato da michael sniper Visualizza messaggio
    Ma Svenson ha capito anche come sono morti i due fratelli? Nel senso... la dinamica del... fatto?
    Certo
    Citazione Originalmente inviato da michael sniper Visualizza messaggio
    I corpi sono supini?
    Si
    Citazione Originalmente inviato da michael sniper Visualizza messaggio
    Sono distanti tra di loro?
    No, sono molto vicini.
    -



    PRESIDENTE DEL CLUB DEL GIALLO!

Pagina 1 di 5 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy