• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 33
  1. #1

    Amore a distanza non corrisposto, che fare?...

    E' il mio primo post, approfitto per salutarvi tutti.
    Vi descrivo un po' la situazione in cui mi trovo da mesi. Anche se per adesso sembra abbia avuto una conclusione, mi piacerebbe sapere cosa ne pensate e come per voi dovrei continuare a comportarmi, se avete la pazienza. E' l'unica ragazza a cui penso ora, non c'è purtroppo nessun'altra nella mia vita, all'infuori di lei. Scusate se mi dilungo.

    Ho 25 anni, a maggio conosco tramite msn una ragazza di 20 anni, abitiamo lontani, un 300 km circa. Iniziamo a chattare constantemente. Lei è sembrata sempre molto interessata a contattarmi, praticamente non c'è stato mai un giorno in cui nn abbiamo parlato e in cui non abbiamo mai cercato di conoscerci e di scambiarci carinerie (anche se è stata sempre una costante il fatto che lei mi parlasse molto della sua vita, fino a rivelarmi un episodio molto importante che sapeva solo il suo ex ragazzo, e chiedesse poco della mia: si è aperta molto con me, forse mi ha percepito come un punto di riferimento, di conforto, qualcosa questo che può far riflettere, non lo nego). A me lei è piaciuta subito d'aspetto, da quello che ho potuto vedere, mi ha colpito veramente tanto, l'avessi incontrata così dal vivo probabilmente sarebbe stato quello che si suol dire un colpo di fulmine. E non solo, mi ha colpito tanto la sua estrema sensibilit�à, la sua tenerezza e il suo bisogno di coccole, la sua timidezza, praticamente quello che non sono mai riuscito a trovare in nessuna ragazza fino ad ora, e che la rende unica, speciale, irripetibile, e di cui io sento tanto di aver bisogno...E lei dall'inizio come ho detto si è sempre interessata a contattarmi, a parlarmi, a dirmi come ero dolce e speciale anche x lei, abbiamo litigato molte volte e molte volte abbiamo fatto pace e ci siamo detti di volerci bene e di nn lasciarci mai. Abbiamo parlato anche al telefono, qualche volta, forse con esiti iniziali negativi, perchè lei non si apriva le prime volte.
    I problemi iniziano quando mi accorgo di essere preso totalmente dal rapporto che si è instaurato, di essere già cotto a puntino: nn potevo più stare senza vederla, ho iniziato subito a sentirne una profonda esigenza, che nn lasciava scampo; lei invece prendeva tempo, diceva che non era sicura di vedermi ancora, proprio perchè mi vedeva così preso. Una volta in preda al panico le ho anche detto addio, ma sono presto tornato da lei, a risentirci e tutto quanto.
    E’ comunque arrivata l'occasione per vederci, poco dopo, ad Agosto, durante il suo soggiorno di vacanza in un'altra città a me più "vicina". Mi ha detto che stavolta era curiosa di vedermi, e io chiaramente mi ci sono fiondato, pur tra i mille tentennamenti e dubbi: io sono un insicuro, e la sua insicurezza infantile di certo nn mi aveva giovato lungo tutto il periodo in cui ci eravamo conosciuti. Ci incontriamo finalmente. Lei è timidissima, praticamente ci siamo visti subito il primo giorno ma abbiamo parlato pochissimo, mentre io mi innamoravo sempre di più perchè toccavo con mano quanto fosse veramente come la immaginavo, così bella e speciale. Lanciava dei piccoli sguardi poi abbassava subito gli occhi, uff insomma pensavo mi avesse potuto deludere, dimostrare di essere totalmente diversa e nn piacermi, e invece niente, incantato anche dal vivo. Poi la sera ci rivediamo, e questa volta neppure parliamo (eravamo tra amici miei e amiche sue), con lei che mi lancia ancora sguardi. Iniziamo a bere, poi alla fine usciamo dal locale io e lei, e per un motivo o l'altro ci ritroviamo in spiaggia. E iniziamo a darci baci (non sulla bocca), ci abbracciamo, siamo avvinghiati, spinti ovviamente da quel rapporto intimo che cmq si era creato col tempo: un epilogo di serata che nn mi aspettavo, affettuoso, se pur ancora senza parole, contornato anche dalle lacrime, difficile da spiegare. E abbracciati la riaccompagno anche, uniti. Il giorno dopo ci risentiamo, e io naturalmente, vista quell'intimit�à che si era creata dal nulla la sera stessa, la invito ad uscire insieme: insomma sì da soli, anche per conoscerci meglio in fondo (che è la cosa che mi aspettavo principalmente possiamo anche dire, o almeno quella)! Lei alla fine mi incontra, ci abbracciamo un po', ma vedo che è strana: è pensierosa, e io parto con mille domande, per smuoverla, per farla parlare, per capire che cosa ha; le dico ancora di provare a fare un'uscita seria, per parlarci, conoscerci, condividere a pelle quello che per tanto tempo ci siamo detti tramite un pc (niente di schiettamente amoroso va bene, ma c'è sempre stato un certo feeling, che lei ha sempre ammesso). Alla fine le esce di bocca che nn mi vuole...dice che se lo sente, che nn può esserci niente di quello che voglio io, piangendo. Naturalmente, io sono crollato a quel punto: non capivo allora che cosa avesse significato quell'approccio la sera prima, proprio non lo capivo, e lei neanche lo sapeva, diceva non lo so. Le ho detto che dovevamo chiudere, istintivamente, ancora una volta.
    Ci ho provato a nn sentirla per un po', ma alla fine ho riceduto di nuovo, da vero debole, e l'ho ricontattata su msn. Lei è stata contentissima, dicendo che nn mi aveva ricontattato per il fatto che io avevo chiuso definitivamente, avevo deciso così, a lei nn andava bene (ed era offesa per l'ultima volta in cui ci siamo sentiti, al telefono, in cui mi sono lasciato scappare frasi tipo "non è servito a niente msn allora") ma nn poteva farci nulla... A questo punto cosa succede. Ho scoperto, rincominciando a parlarle, che lei nella sua citt�à usciva da tempo con un ragazzo, che le piace (in realt�à lo sapevo anche da prima, ma aveva sempre detto che era un amico!). E parlando del più e del meno, e ritornando al nostro incontro, vengo a sapere (forzando io il discorso, perchè volevo capire che cosa non fosse andato facendola ripensare lucidamente) che nn sono il suo tipo: mi dice sei carino, ma non è scattato qualcosa. Quindi alla fine cerco di mettermi l'anima un po' in pace, anche se la continuo a sentire, lei mi contatta costantemente, mi manda sms, e per me non è facile. A gli inizi di ottobre poi si mette con questo ragazzo: lei follemente innamorata, e questo dopo pochissimo addirittura la lascia, verso la fine di novembre! Lei ci sta malissimo (tutt'ora suppongo ci pensi, anche se mi aveva confidato di sentirsi meglio e di iniziare a capire molte cose sbagliate di quel rapporto), e continua a dire intanto che non mi vede come un possibile ragazzo , anche per il fatto della distanza insomma, e che non sa se potrebbe succedere qualcosa (!), perchè dice che c'è molta compatibilit�à mentale, che mi vuole un bene assurdo, e che il fatto fisico lo ha sempre superato in un ragazzo (mi ha detto anche che quando ci siamo visti in realt�à quello che la teneva a freno era il fatto che stava con la testa irrimediabilmente da un'altra parte, e che se risuccedesse quel nostro incontro senza quei paletti che aveva non sa se mi direbbe di no!!). Quello che però io continuo a vedere in quei momenti è che rimangono chiacchiere, perchè cmq sembra che stringi stringi, e per quanto possa volermi bene e dire che le manco (tutto detto spontaneamente, dice che è un rapporto speciale il nostro, e questo certo lo sento anche io), nn voglia poi approfondire il rapporto, cosa che mi insoddisfa ancora di più.
    Agli inizi di dicembre, mi chiede di vederci in vista del suo compleanno, e quando io gli ho ribadito il fatto che lei mi piace e che io provo una determinata cosa (sentimento che ho sempre confermato a lei, le ho sempre detto che non mi sento amico), chiedendole dunque di essere cosciente di ciò che avrei sentito quando l'avrei rivista, si è tirata dopo un po' indietro dicendo che forse ha fatto una cazzata a dirmelo, pensando che possa illudermi ancora, ed è meglio di no. Preso dall'angoscia, decido nuovamente di chiudere, non la sento per una settimana. Dentro di me capisco che non c'è più nulla da fare, che è troppo travagliata ed incerta la cosa tra noi due, che lei sembra stia bene così come stanno le cose mentre io voglio sempre di più, ogni volta; però sento di non resistere a non sentirla, ad averla persa per sempre. Non ce la faccio, e la ricontatto. Lei riaccetta sempre di sentirmi, perchè dice che non vuole mai perdermi, mi vuole troppo bene per decidere che è meglio che non la senta. Per il compleanno le regalo un mazzo di rose rosse, con un biglietto essenziale ma appassionato. Lei si emoziona al telefono, è il più bel regalo che ha ricevuto, e me lo ripete nei giorni a seguire.
    I giorni del mese natalizio passano, e sotto le festività, parlando ancora del nostro rapporto, stavolta afferma che è sicura che non possa succedere niente tra di noi: prima che ci incontrassimo, chattando e parlando al telefono, non aveva questa sicurezza. Insomma, il fatto della sicurezza 99% inizia un po' ad ammazzarmi, così mi sento di essere più distaccato, non mi va di risponderle sempre, penso a fare altro. Lei invece mi cerca, non sopporta il fatto che non ci parliamo, che le cose siano così sospese. Se non che le dico che il capodanno con buone probabilità lo passo a Roma: lei era ancora indecisa sul da farsi, e sembra prendere la palla al balzo, parla con le sue amiche e le convince a raggiungere me e la mia compagnia. Nonostante tutto quello che avevo passato per lei, sono contento di vederla, e così anche lei. Ci incontriamo, facciamo conoscenza tutti quanti, quando mi vede mi abbraccia forte. Per tutta la sera e la notte stiamo insieme, divertendoci e ridendo del più e del meno. Lei non si stacca da me per tutte le 12 ore trascorse nella capitale assieme; io, sapendo che non prova quello che provo, cerco di starle abbastanza distante, cioè tendo a stare più a scherzare con i miei amici, ma lei arriva sempre a prendermi, a farsi accarezzare, e accarezza anche me. Siamo sempre abbracciati, ci teniamo per mano; tutti ma dico tutti mi dicono "ma state insieme sì?". Entrati in un locale ci mettiamo comodi a sedere e ci scambiamo effusioni, baci sulla guancia, ci accarezziamo le mani! Arrivo persino a leccarle il viso, non chiedetemi come dove quando. A fine notte la accompagno sino al treno, triste. Cmq, non ci scappa il bacio in bocca, mai...
    Ci risentiamo su msn nei giorni seguenti, sembriamo effettivamente entrambi contenti di quella sera, mi dice di aver passato il primo bel capodanno della sua vita, con me. Siccome sono un ansioso del cazzo, innamorato, inizio subito a voler tirare conclusioni su questo nostro incontro, anche perchè lei ora che è sola sarebbe potuta andare nella località di villeggiatura dove ci siamo incontrati la prima volta, perchè lì c'è uno che le piace. Dice che dovrei essere contento se ha scelto me invece che andare da questo (che dice, sì, le piace ma non le interessa in fondo), xchè mi vuole bene e si è sempre sentita di venire da me, non ha mai avuto dubbi in merito. Nella forzatura del mio discorso poi, dice che non le è venuto di baciarmi in bocca, si pensa ancora che non cambierebbe granchè, dice che mi è stata avvinghiata perchè fa così con le persone a cui tiene, perchè è affettuosa, e che gli altri possono facilmente fraintendere (se...).
    A questo punto arriva il mio sbottamento di palle (concedetemelo). Il 7 gennaio, quando lei si accorge che non la sto calcolando più, le dico che è meglio se mi lascia stare per un po' di tempo, perchè tanto è così, io non la vedo come un'amica e mi piace, mentre lei non si sa, dice che mi vuole bene, quando è con me si avvinghia poi dice che non ci può essere niente. Mi dice che ci sta male se non mi sente, che le manco da morire, che vorrebbe che vivessi dietro casa sua...però alla fine mi dice ok proviamoci, se lo vuoi, in lacrime.
    Ora è una settimana che non la sento, e sono convinto di non ricontattarla per non so quanto, anche se la penso ogni singolo momento della giornata, e ci sto male per non averla qui con me. Sento che per come sono le cose adesso non c'è più niente da fare, ho tanto voglia di sentirla, ma so che dopo un po', lei assillandomi, io non reggerei più e vorrei qualcosa di più, sempre. E questo lei lo sa. Ieri mi ha contattato una sua amica per chiedermi come sto, probabilmente, credo, per iniziativa di lei.
    Ora sono qui, che cerco di studiare per gli esami a breve, che cerco di guardare oltre, di non pensare a lei, anche se l'aver scritto questo post effettivamente dimostra ancora il contrario.

    Pareri? Vi ringrazio.

  2. #2
    tipete
    Ospite non registrato

    Riferimento: Amore a distanza non corrisposto, che fare?...

    uhm..inanzitutto benvenuto..il mio parere avendo letto la tua storia e conoscendo bene quella sensazione di chi ti dice"ti vedo solo come un amica" ect ti consiglierei di lasciar stare..perche sei troppo preso per vivere una solo amicizia..magari piu in la se ne potra parlare,e lei forse è o troppo immatura o troppo egoista per prendere di petto la situazione e dirti cosi ti faccio solo del male..in bocca al lupo per tutto

  3. #3
    Partecipante Figo L'avatar di Veronik@87
    Data registrazione
    17-08-2007
    Messaggi
    969
    Blog Entries
    2

    Riferimento: Amore a distanza non corrisposto, che fare?...

    mi dispisce che ci stai cosi male sinceramente da lei non credo potrai avere quello che cerchi...lei ti ha chiesto di stare insieme solo perchè tu non volevi sentirla per un pò? mi sembra assurdo...non sono queste le motivazioni che portano due persone a stare insieme...è come se ti usasse per colmare la sua solitudine(sentimantale)dal momento che non è fidanzata... come se fossi la sua ruota di scorta!non so darti altri consigli oltre quello,peraltro banale,di cercare di non pensarci e che è stato meglio cosi...mi dispiace di non poter essere d'aiuto

  4. #4
    Postatore Epico L'avatar di QuInCyyyyyy...
    Data registrazione
    13-03-2007
    Residenza
    sempre altrove,con la testa
    Messaggi
    5,944
    Blog Entries
    2

    Riferimento: Amore a distanza non corrisposto, che fare?...

    benvenuto su ops!
    dunque,io credo che la decisione di allontanarti da lei sia la cosa migliore,ed era ora che tu lo facessi,dato il resoconto che hai fatto.
    la ragazza di cui parli a me pare molto insicura,confusa e forse immatura:va bene tenere a qualcuno ma è fuori discussione-almeno secondo me-che certe cose si fanno solo con persone cui tieni in modo particolare..non puoi avere atteggiamenti affettuosi al limite,reagire in quel modo nei confronti di una persona che ti ama ma che tu dici di non corrispondere.queste cose con un amico non si fanno,e non è giusto che tu paghi coi sentimenti perchè lei non sa dove sbattere la testa.



    HuNgEr Of LiFe!



  5. #5
    Postatore Compulsivo L'avatar di Tania1979
    Data registrazione
    19-01-2007
    Residenza
    Sicilia
    Messaggi
    3,032

    Riferimento: Amore a distanza non corrisposto, che fare?...

    è difficile dare un consiglio ,magari è insicura non sa che fare ..Secondo me fai bene a non farti sentire ,vedrai che succederà,magari le manchi veramente boh

  6. #6
    Postatore OGM L'avatar di !!!Psiche!!!
    Data registrazione
    06-06-2008
    Residenza
    Massa
    Messaggi
    4,289

    Riferimento: Amore a distanza non corrisposto, che fare?...

    Benvenuto OrganicShadow!!!
    Ho letto la tua storia tutta d'un fiato...
    Prima di tutto credo che, contrariamente a quanto tu hai scritto, il fatto che tu abbia scritto questo post, dimostra la tua voglia di "guardare oltre", di cercare un aiuto per uscire da questa situazione. E questo è già un passo avanti.

    Eviterò di dirti come mi comporterei io nella tua situazione, perchè non tutti siamo uguali e il fatto che tu voglia continuare a sentirla o no è una decisione che puoi prendere solo tu. L'unica cosa che mi sentirei di dirti, se la risentirai, è il cercare la motivazione del suo comportamento: se avete un rapporto così profondo, sicuramente non farà molte resistenze, ma non chiederlielo per soddisfare la tua voglia di metterti con lei, prova a chiederlielo pensando al suo bene, al fatto che la persona che ami ha un problema che deve superare per se stessa.
    Dal tuo racconto, sembra abbia una grossa paura delle distanze: quando 6 lì con lei, diventi "il suo mondo", quando non ci 6, devi sempre essere "disponibile a ogni suo capriccio", ma rimani solo un amico. Spero il problema sia questo e non come hai scritto tu, che lei si comporta così con tutti (come ti ha detto).
    Tienici aggiornati...
    Ultima modifica di !!!Psiche!!! : 15-01-2009 alle ore 21.26.37

  7. #7
    Postatore Epico L'avatar di euphoria
    Data registrazione
    26-11-2006
    Residenza
    in una vita nuova
    Messaggi
    10,110
    Blog Entries
    8

    Riferimento: Amore a distanza non corrisposto, che fare?...

    ciao
    Ho letto d'un fiato tutta la storia , cosi alla stessa stregua ho letto i pareri altrui.
    Tutti - mi pare di capire - sulla stessa linea dell'egoismo , dell'immaturità ,dell'incertezza e dell'ambiguità.
    A tratti penso anche io che possa essere immaturità ed egoismo , ma riflettendoci e andando ancora piu a fondo alla questione , mi sorge un dubbio bello grosso , che fossi in te e in altri , non sottovaluterei:la paura di amare.Non so , sinceramente , quanti si soffermino a pensare all'eventualità che stare insieme alla persona , con tutti i buoni propositi e presupposti , ci sia sempe un qualcosa che stronca sul nascere quello che potrebbe essere un rapporto di qualità differente rispetto a quello che la suddetta ragazza può darti.Io le concederei il beneficio del dubbio , e credo che tu , nonostante oramai ne sia esasperato , riusciresti ancora una volta , a mettere a sua disposizione la tua pazienza.
    Per motivi di tempo , non posso snocciolare i vari punti da te annoverati.
    Quello che mi sento di dire è che non sempre non si vuole l'altro , a volte è qualcosa di piu grande che ti blocca.
    Non conoscendo entrambi non mi sento di dirti:"dimenticala" , "pensa ad altro"...
    Libera d'esser libera di poter essere... [ return ]




    La vita del puntuale è un inferno di solitudini immeritate.

    la certezza è il lusso di chi non è coinvolto

  8. #8

    Riferimento: Amore a distanza non corrisposto, che fare?...

    Il fatto vedete è che lei è SICURA, me lo ha sempre ribadito, di quello che prova per me, e cioè non amore, infatuazione, innamoramento, chiamatelo come volete: mi ha sempre detto in continuazione fino alla sfinimento che mi vuole tanto bene e che sono importante, e non è scattato quel qualcosa (che diamine dovrà essere sto qualcosa poi, quando due persone si sentono da mesi e sono legate, e ogni giorno si conoscono sempre più, io proprio non lo so).
    Quando siamo stati assieme a capodanno, tutta la notte, in seguito mi dice che le ho fatto una impressione migliore rispetto alla prima volta che ci siamo visti (vorrei anche ben vedere, lei non si era aperta per nulla lì, travagliata come era per altro, anche se poi sì mi si è avvinghiata anche in quella prima occasione, ma vabè...), però non è bastato. Immaginate a questo "non è bastato" come mi sono potuto sentire, dopo mesi che le corro dietro e soffro per lei come un matto. A quel punto ho deciso di darci un taglio, di non parlarci più, che dovevo fare...pur standoci di un male cane tutt'ora dopo una settimana.
    Euphoria e Psiche, quello che avete scritto certamente non è da escludere del tutto, cioè il fatto che lei abbia paura di amare, che sia bloccata dalla distanza, o anche che a parole dice una cosa, cioè che fa così con chi è affettuosa (il che però è anche possibile non lo so, vista la sua carenza spropositata di affetto che le ho sempre colto, e che mi ha anche confidato) ma nei fatti poi quando si è ritrovata con me ha avuto un atteggiamento che può significare ben altro che una semplice amicizia...Però cosa resta da fare a questo punto? a cosa, a che atteggiamento devo credere? cosa devo aspettare, in un rapporto dove non c'è un minimo di certezza, dove ogni volta che tiro fuori l'argomento amore mi ripresenta quello suo, SICUREZZA, e ogni volta mi sento dire da lei come può cambiare qualcosa stando così distanti o sparendo e ricomparendo io. Mentre intanto mi lacero dentro xchè ho bisogno disperato del suo amore? Io vorrei sempre tener desto il beneficio del dubbio, aspetterei una vita intera per lei, sono stato tanto pazzo addirittura da dirglielo...però purtroppo io così non ce la faccio, e tutti bene o male mi hanno consigliato di lasciar perdere, dovunque sia andato a chiedere...
    Per cui ora cerco di stare per conto mio, non cercandola e avendole detto di non cercarmi, per il mio bene (perchè lei mi contatta in continuazione!). Perchè poi certo mi può cercare, e io le posso certamente chiedere il motivo del perchè lo fa sapendo quello che provo, ma riceverei le stesse risposte: vedi "ti voglio bene", "mi manchi", "sei importante", ecc. ecc., e non altro. Quindi suppongo che nulla è destinato a mutare, a meno che non succeda qualcosa nel suo animo che cambi il suo modo di vedere me, o forse la sua convinzione, artefatta o sincera che sia nel profondo, che si è installata dentro, di potermi vedere solo in questo modo. Ora sono confuso, e già è tanto restarle così lontano, ogni giorno è una piccola conquista, e con il cuore così disastrato non è proprio facile. Speriamo bene
    Ultima modifica di OrganicShadow : 15-01-2009 alle ore 22.31.27

  9. #9
    Postatore Epico L'avatar di doctor2009
    Data registrazione
    13-11-2008
    Residenza
    Provincia di Roma
    Messaggi
    6,395

    Riferimento: Amore a distanza non corrisposto, che fare?...

    Scusate, ma la mia opinione è un po' diversa da quella che qualcun altro ha espresso: sinceramente credo sia si importante capire le motivazioni che stanno dietro il comportamento ambiguo e, per certi versi sconcertante di questa ragazza, ma sono dell'opinione che ancora più importante sia quello che credo sia un tuo diritto, ovverosia il diritto di cercare di essere, per quanto umanamente possibile, felice: accanto ad una donna che "ti faccia star bene" ( è per questo che ci si mette insieme, no?.... Mica ce l'ha ordinato il medico... ).
    Perdonami la brutalità, ma l'unica cosa che mi sentirei di escludere è che con questa ragazza tu posso riuscire ( quanto meno facilmente riuscire... ) ad essere felice...
    Bene ( o male... ) che ti vada, riusciresti ( forse.. ) ad iniziare un rapporto, per forza di cose a distanza, travagliatissimo e fonte di continui scombussolamenti...
    Già la lontananza rappresenta un problema, un grosso problema, anche per coppie affiatatissime che hanno avuto la possibilità di sperimentarsi PRIMA della lontananza, in un rapporto "vero": figuriamoci per due che, come voi, verreste da una storia quanto mento contorta e poco lineare.
    Scusa la franchezza, ma secondo me la cosa migliore che tu potresti fare sarebbe voltare pagina, porre questa esperienza tra i ricordi belli e brutti e andare avanti...
    Il mio, ovviamente, è un discorso razionale: ma siccome, per definizione, l'amore non è un sentimento razionale, probabilmente in questa storia continuerai a restarci invischiato a lungo...
    -



    PRESIDENTE DEL CLUB DEL GIALLO!

  10. #10
    Partecipante Esperto L'avatar di lunavenere
    Data registrazione
    01-12-2006
    Messaggi
    271

    Riferimento: Amore a distanza non corrisposto, che fare?...

    Io per esperienza personale, dal momento che vivo una storia a distanza, ti dico che il modo migliore che lei avrebbe per fare chiarezza con se stessa e capire se ti vede solo come unamico o qualcosa in più è quello di frequentarti. Secondo me lei prova quello che provi tu percè non riesce a starti lontana ma è insicura, infantile e confusa. Proponile di vedervi ogni tanto, di stare insieme e divertirvi, dalle tempo di capire, non commettere l'errore ogni volta che qualcosa è andato bene (tipo Capodanno) di tirare le somme della situazione, non chiederle niente, non parlate di cosa siete l'uno per l'altra, vi volete bene? Credo sia già una cosa bellissima, lascia crescere questa cosa, vivi nella realtà senza rimpianti e vedrai che andrà bene. Ti faccio tanti auguri, facci sapere, ciao!
    "Non siamo mai così privi di difese, come nel momento in cui amiamo"




  11. #11

    Riferimento: Amore a distanza non corrisposto, che fare?...

    Citazione Originalmente inviato da lunavenere Visualizza messaggio
    Io per esperienza personale, dal momento che vivo una storia a distanza, ti dico che il modo migliore che lei avrebbe per fare chiarezza con se stessa e capire se ti vede solo come unamico o qualcosa in più è quello di frequentarti. Secondo me lei prova quello che provi tu percè non riesce a starti lontana ma è insicura, infantile e confusa. Proponile di vedervi ogni tanto, di stare insieme e divertirvi, dalle tempo di capire, non commettere l'errore ogni volta che qualcosa è andato bene (tipo Capodanno) di tirare le somme della situazione, non chiederle niente, non parlate di cosa siete l'uno per l'altra, vi volete bene? Credo sia già una cosa bellissima, lascia crescere questa cosa, vivi nella realtà senza rimpianti e vedrai che andrà bene. Ti faccio tanti auguri, facci sapere, ciao!
    Non credo sia più facilmente contemplabile ciò che hai proposto. E lei non prova quello che provo io perchè, non ti dico che staremmo sicuramente insieme, però la situazione sarebbe ben diversa, e forse non avrei neanche avuto il bisogno di confrontarmi qui con voi, col cuore distrutto in mano... Oramai le somme le ho tirate troppe volte, e la situazione si è troppo solidificata in questo senso (lei mi piace, io non le piaccio, con sicurezza). Tra l'altro ritengo mi avrebbe già cercato se non potesse realmente stare senza sentirmi, mentre invece sembra, fino ad ora, che stia rispettando la mia volontà, quindi...
    Grazie cmq

  12. #12
    Partecipante Esperto L'avatar di lunavenere
    Data registrazione
    01-12-2006
    Messaggi
    271

    Riferimento: Amore a distanza non corrisposto, che fare?...

    Citazione Originalmente inviato da OrganicShadow Visualizza messaggio
    Non credo sia più facilmente contemplabile ciò che hai proposto. E lei non prova quello che provo io perchè, non ti dico che staremmo sicuramente insieme, però la situazione sarebbe ben diversa, e forse non avrei neanche avuto il bisogno di confrontarmi qui con voi, col cuore distrutto in mano... Oramai le somme le ho tirate troppe volte, e la situazione si è troppo solidificata in questo senso (lei mi piace, io non le piaccio, con sicurezza). Tra l'altro ritengo mi avrebbe già cercato se non potesse realmente stare senza sentirmi, mentre invece sembra, fino ad ora, che stia rispettando la mia volontà, quindi...
    Grazie cmq
    Forse però non ti ha ancora cercato perchè appunto vuole rispettare la tua scelta e magari spera che tu torni come hai fatto già altre volte. Secondo me lei tiene a te ma è confusa e spaventata da tante cose tra cui la distanza sicuramente. Ciao!
    "Non siamo mai così privi di difese, come nel momento in cui amiamo"




  13. #13
    Postatore Epico L'avatar di doctor2009
    Data registrazione
    13-11-2008
    Residenza
    Provincia di Roma
    Messaggi
    6,395

    Riferimento: Amore a distanza non corrisposto, che fare?...

    Citazione Originalmente inviato da lunavenere Visualizza messaggio
    Forse però non ti ha ancora cercato perchè appunto vuole rispettare la tua scelta e magari spera che tu torni come hai fatto già altre volte. Secondo me lei tiene a te ma è confusa e spaventata da tante cose tra cui la distanza sicuramente. Ciao!
    Perdonami, ma non mi trovi d'accordo.
    Come dice anche OrganicShadow, se lei ci avesse tenuto a lui se ne sarebbe infischiata della sua scelta e NON l'avrebbe rispettata.
    Rimango dell'avviso che ho espresso nel mio precedente post.
    -



    PRESIDENTE DEL CLUB DEL GIALLO!

  14. #14
    Partecipante Esperto L'avatar di lunavenere
    Data registrazione
    01-12-2006
    Messaggi
    271

    Riferimento: Amore a distanza non corrisposto, che fare?...

    Io comunque non capisco perchè questa ragazza fa tanto la preziosa, chi si crede di essere? Non si bacia un ragazzo per poi dirgli che fisicamente non le piace. Io ti consiglio di prenderti questo periodo per stare da solo, continua come stai facendo la tua vita e non rimpiangere tanto una ragazza come lei. Ti auguro di trovare una persona che ti apprezzi davvero e che non ti faccia soffrire. Ciao!
    "Non siamo mai così privi di difese, come nel momento in cui amiamo"




  15. #15
    Partecipante Esperto L'avatar di susanna1
    Data registrazione
    20-12-2003
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    349

    Riferimento: Amore a distanza non corrisposto, che fare?...

    Per come la vedo io questa ragazza ha solo un senso di vuoto dentro, cerca affetto e comprensione da te, sei la sua "abitudine", scusami la poca delicatezza, ma appena le piacerà qualcuno non avrà più bisogno di te.
    Avevo un'amica che si comportava cosi con mio cugino, beh ti dico che sono passati ben 14 anni... si è fidanzata più volte, (mai con mio cugino) una volta era quasi all'altare ed ha mollato il fidanzato. Ma prima di mollare quello attuale deve avere la certezza che ci sarà subito un altro. La sua è una grossa paura della solitudine, per questo fa la confusa. Se ho risposto a questo post è appunto perchè mi ha tanto ricordato la mia amica, mio cugino mi ricorda te... non far passare anche tu 14 anni! Perchè non si è messa con mio cugino? Perchè diceva che lo vedeva come un amico, poi in altre versioni diceva che non se la sentiva di affrontare un rapporto troppo serio, poi altre mille versioni con l'unico denominatore del "ti voglio troppo bene".
    Anch'io ho conosciuto una persona ed è andata avanti per mesi su msn, ma la seconda volta che l'ho visto ho capito che ero innamorata, lui l'ha capito la prima volta, insomma se uno ti piace non lo puoi percepire la prima volta (magari per l'imbarazzo o altro) ma cavolo la seconda si!
    Guagliò, nun a penzà!

    Sabrina


    12/12/2007

    Giudichiamo gli altri, per come consideriamo noi stessi.

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy