• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 6 di 6
  1. #1
    Partecipante Figo L'avatar di Agnesina
    Data registrazione
    10-03-2007
    Residenza
    FANO(pu)
    Messaggi
    848

    CONsIGLIO PER lA MIA INTRODUZIOne,pleaaseee!

    Ciao a tutti,
    volevo chiedere1cosa a chi ha già fatto la tesi o ne sa qualcosa di +....sto finendo la mia tesi triennale e sto per scrivere introduzione e conclusioni. Togliendo le conclusioni ke mi destano qualche dubbio, vorrei sapere: nell'introduzione espongo il lavoro,cosa tratto nei capitoli,la struttura ecc,ma per iniziare ho1dubbio ===> la mia tesi è compialtiva.....quindi tutto lavoro d ricerca,sintesi ecc senza parti sperimentali e nulla,però l'ispirazione diciamo mi è venuta dall'osservazione di 1paio d casi al tirocinio,(solo osservazione e qualke kiarimento con la tutor nulla d +)..lo metto o no nell'introduzione?sara 1domanda stupida,potete dirmi,fa come t pare,ma mi dispiacerebbe non mettelro xk+è la curiosità al'argomento è nata d ali ma dal'altra parte metot in mezzo sta cosa dei casi quando la mia tesi nn affronta casi clinii ma è compilativa. help
    "...Ho sempre cercato fuori di me forza e fiducia, ma esse vengono dall'interno. Sono lì sempre..."[S.Freud]

  2. #2
    Partecipante
    Data registrazione
    19-09-2007
    Messaggi
    45

    Riferimento: CONsIGLIO PER lA MIA INTRODUZIOne,pleaaseee!

    ..ciao!..capisco le tue perplessità..anch'io sto finendo la tesi e introduzione e conclusioni mi creano qualche problema..
    ..secondo me è carino mettere qual'è stata l'ispirazione che ti ha portato a scegliere l'argomento della tesi, chiaramente se lo fai nell'introduzione puoi solo citarlo molto brevemente, altrimenti potresti forse farlo nei ringraziamenti ringraziando quei pazienti o quegli psicologi che ti hanno permesso di fare un'esperienza che poi ti dato l'ispirazione...
    ...in ogni caso in bocca al lupo!..

  3. #3
    Partecipante Figo L'avatar di Agnesina
    Data registrazione
    10-03-2007
    Residenza
    FANO(pu)
    Messaggi
    848

    Riferimento: CONsIGLIO PER lA MIA INTRODUZIOne,pleaaseee!

    ciao!grazie1000 in bocca al lupo anke a te..........buona fine tesi e ke dio c ela mando buona dato ke ogni giorno,x me ,cè nè1 o a livello burocratico o altro!!
    "...Ho sempre cercato fuori di me forza e fiducia, ma esse vengono dall'interno. Sono lì sempre..."[S.Freud]

  4. #4
    Partecipante
    Data registrazione
    19-09-2007
    Messaggi
    45

    Riferimento: CONsIGLIO PER lA MIA INTRODUZIOne,pleaaseee!

    ..crepi!..
    ..guarda, io non ne posso più...non vedo l'ora di portare la tesi a rilegare così non ci penso più...
    Ciao!

  5. #5
    Partecipante Super Figo L'avatar di ikaro78
    Data registrazione
    06-07-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,975

    Riferimento: CONsIGLIO PER lA MIA INTRODUZIOne,pleaaseee!

    Ciao a tutti,
    volevo chiedere1cosa a chi ha già fatto la tesi o ne sa qualcosa di +....sto finendo la mia tesi triennale e sto per scrivere introduzione e conclusioni. Togliendo le conclusioni ke mi destano qualche dubbio, vorrei sapere: nell'introduzione espongo il lavoro,cosa tratto nei capitoli,la struttura ecc,ma per iniziare ho1dubbio ===> la mia tesi è compialtiva.....quindi tutto lavoro d ricerca,sintesi ecc senza parti sperimentali e nulla,però l'ispirazione diciamo mi è venuta dall'osservazione di 1paio d casi al tirocinio,(solo osservazione e qualke kiarimento con la tutor nulla d +)..lo metto o no nell'introduzione?sara 1domanda stupida,potete dirmi,fa come t pare,ma mi dispiacerebbe non mettelro xk+è la curiosità al'argomento è nata d ali ma dal'altra parte metot in mezzo sta cosa dei casi quando la mia tesi nn affronta casi clinii ma è compilativa. help
    Ma cert ke puoi metterla nel intro, x' nn dovresti? Xò t preg fai qlk sforzo in + qnd scrivi sul forum, nn è 1 sms e nn c sn limiti d bit!

  6. #6
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724

    Riferimento: CONsIGLIO PER lA MIA INTRODUZIOne,pleaaseee!

    Mettilo pure... io ti incollo la mia se ti servisse qualche spunto. E'brevissima e nessuno ha avuto niente da ridire

    Col presente elaborato mi sono proposta di ricercare quali siano le funzioni legate alla percezione musicale che vengono alterate nei soggetti affetti da schizofrenia. L’interesse per questo argomento è maturato nel contesto della mia esperienza di tirocinio, svolto presso il Conservatorio di Musica “G.Rossini” di Pesaro.
    Ho affrontato i seguenti argomenti:
    - criteri diagnostici della schizofrenia, secondo il DSM-IV-TR (inoltre: sottotipi della schizofrenia; manifestazioni e disturbi associati; reperti di laboratorio associati; caratteristiche collegate a cultura, età e genere; decorso; diagnosi differenziale);
    - approccio fenomenologico alla schizofrenia: i “sintomi di primo rango” di Schneider;
    - musica e schizofrenia: aspetti neuromorfologici;
    - la dispercezione musicale nella psicosi schizofrenica.
    La ricerca bibliografica è stata effettuata consultando vari testi specialistici, con particolare attenzione all’articolo “L’esperienza musicale nella psicosi schizofrenica” (2006) di Papa D. e Bersani G. (Dipartimento di Scienze Psichiatriche e Medicina Psicologica dell’Università di Roma “La Sapienza”), pubblicato sul Giornale Italiano di Psicopatologia.
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

Privacy Policy