• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 8 di 8

Discussione: un caso .....strano

  1. #1

    un caso .....strano

    ho bisogno di sapere il vs parere.sono molto confuso.
    la mia compagna (47) per dimenticarmi ha instaurato un rapporto di amicizia con un altro uomo durato circa un mese-
    il motivo? riuscire a dimenticare il ns. rapporto decennale .
    disposta a questa sua iniziativa si e' ritrovata dopo 5 incontri ad avere una intimita' molto particolare(rapp.orale) con questo nuovo conoscente.
    a mia insaputa di quanto fatto e' ritornata da me mentendomi per paura di perdermi.
    saputo il tutto dopo 3 mesi non riesco a capire e accettare perche' e' accaduto..
    cosa puo' essere scattato in lei per non rifiutarsi da questa forma cosi' intima???

  2. #2
    Partecipante Affezionato L'avatar di saraebax
    Data registrazione
    12-05-2006
    Residenza
    roma
    Messaggi
    108

    Riferimento: un caso .....strano

    Devo dirti che.... ho capito molto poco!!
    Parli della tua compagna che ha desiderio di dimenticare il vostro rapporto decennale... la vostra storia si è chiusa?
    Dici che "a mia insaputa di quanto fatto e' ritornata da me mentendomi per paura di perdermi" e non capisco se in quel momento tu eri a conoscenza di quanto accaduta tra lei e l'altro.
    Mi sembra di capire che la richiesta che rivolgi è di essere aiutato a comprendere i motivi che hanno spinto la tua compagna ad avere un rapporto orale con un altro uomo.
    Senza conoscere la storia tutta mi è difficile inviarti anche un piccolo parere.
    Rimango particolarmente colpita dal tuo stupore e mi domando (e ti domando) come mai a tuo parere lei doveva "rifiutarsi da questa forma cosi' intima???"
    Un saluto

    Sara Eba Di Vaio - Psicologa e Sessuologa
    Ordine Psicologi Lazio n° 9767

  3. #3

    Riferimento: un caso .....strano

    salve. rispondo alla tua.
    avevamo deciso entrambi di chiudere la ns. storia, perche' non c'era in tempi brevi un futuro tra di noi. non riusciva piu' a sostenere dopo tanti anni il ns. rapporto.
    lei prossima alla separazione, io separato in casa attendevo la maggiore eta' del mio primogenito-
    pur amandoci alla ...follia CREDIMI lei si e' imposta (vista la sofferenza di vedermi in una fase non ancora definita ) (separazione) di dimenticarmi per non soffrire.
    sperava che un taglio netto alla ns. storia potesse aiutarla. io non dovevo piu' esserci-
    dopo pochi giorni dalla ns. decisione di non vederci piu' ha raccolto l' opportunita' di frequentare una nuova persona, sperando che questa sua predisposizione le servisse per dimenticarmi e che comunque potesse nascere qualcosa ..(amore,amicizia,simpatia, chissa' anche se sapeva che dimenticare ME e il ns. rapporto sarebbe stato difficile anzi quasi impossibile.
    mi diceva con rabbia e per rabbia ..la vita continua sono disposta a qualsiasi storia anche di M....DA. devo avere una realta' nuova che mi permetta di dimenticarti inoltre... tu hai la tua compagna ..io sono predisposta ...non si sa' mai.
    con questa nuova conoscenza lei si è predisposta di perseguire un rapporto senza progetti veri .lui viveva una situazione drammatica (la moglie lo aveva tradito ripetutamente e lui piangeva sul futuro dei suoi 2 figli molto piccoli e parlava della sua separazione) lei parlava di ME e di noi del ns. infinito e vero amore ..ma io non ero pronto effettivamente a prendere rapide decisioni e pertanto era li' dimostrando anche a lui la sua sofferenza e un sentimento importante ma non finalizzato.
    pertanto nei loro 5 incontri in un MESE si aiutavano a vicenda per sostenersi moralmente.
    IO dopo la ns. ultima decisione non sapevo piu' niente di lei e delle sue cose.solo qualche sporadica telefonata forse 2/3.

    dopo un mese dalla ns. decisione lei e' tornata da me dicendomi che la volonta' non bastava a dimenticare un vero sentimento la rabbia e' annullata il desiderio di averti con me e' piu' forte ...mi sono vista dentro e ho deciso di continuare il ns. rapporto TU SEI LA MIA VITA .dovevamo entrambi .....attendere una mia conclusiva decisione prossima.
    ci siamo catapultati letteralmente a un ns. effettivo benessere e la ricerca di una piu' piena serenita'.
    io ho fatto dei passi piu' importanti circa la mia separazione .mi sono dichiarato con mia moglie e dopo questa scelta il ns. rapporto e' diventato piu' importante perche' si viveva una sensazione piu' certa del ns. futuro .
    la ns. storia si arricchiva sempre di piu' fino a quando ...le ho chiesto del suo periodo di distacco...della sua predisposizione della sua volonta' e altro.
    lei cercava sempre di driblare questo argomento come per evitare di dirmi qualcosa.
    comunque lei si limitava a dirmi che non c'era stato NIENTE.
    solo dialoghi. lui parlava e piangeva del suo drammatico periodo lei di noi-
    iniziavo a dedurre e a pensare....alla sua disponibitita' rabbia volonta' possibile che non c'e' altro???lei impavida .....niente assolutamente niente.
    ci siamo visti 1 sola volta altre in gruppo.
    dopo 3 mesi dalla ns. ripresa e' emerso dopo le mie insistenti richieste di quel suo periodo anche grazie a telefonate da lei ricevute in mia presenza dal suo amico:
    si sono visti 5 volte in un mese.
    nei loro incontri effettivamente si parlava dei loro personali problemi ma ..senza motivo o interesse o ...altro entrambi vivevano pero' momenti di intimita' baci abbracci -
    negli ultimi 2 incontri sempre in auto l'intimita' e' stata piu' importante -
    lui gli ha manipolato i genitali per poi prenderla per il capo e chiedendole un rapp.orale che lei ha eseguito.
    dopo questa vicenda lei non si e' fatta piu' vedere da lui.
    SONO STATA UNA PAZZA MI HA RIFERITO DOPO AVER SAPUTO TUTTO.....
    speravo potesse nascere qualcosa.... volevo aiutarlo..... non sapevo cosa fare..... avevo paura......mi ero messa io in quella situzione e dovevo uscirne .......
    nei primi incontri ero sorpresa di essere disponibile perche' speravo potesse nascere qualcosa.....comunque c'ero.

    vorrei chiederti al di la' delle personali decisioni e scelte sessuali-
    una donna come puo' gestire mentalmente questa situazione?accettarla gestirla attuarla concluderla??? se sa' e sente di amare un'altro.

    che visione della sessualita' ha se sa' e sente di amare qualcuno e inoltre pur sperando che potesse nascere qualcosa con qualcuno ma avere la certezza che non potra' mai essere cosi' -


    VORREI... essere aiutato a comprendere i motivi che hanno spinto la mia compagna ad avere un rapporto orale con un altro uomo.
    da quella sua forzata confessione il ns. rapporto e' cambiato penosamente. un saluto

  4. #4
    Partecipante Affezionato L'avatar di saraebax
    Data registrazione
    12-05-2006
    Residenza
    roma
    Messaggi
    108

    Riferimento: un caso .....strano

    Per prima cosa desidero ringraziarti per aver aggiunto particolari al racconto della tua storia.
    Ci hai fornito una cornice importante al'interno della quale leggere la tua situazione di coppia.
    Nel 2007 ho pubblicato un libro sul tema delle relazioni affettive tra persone che, per vari motivi non necessariamente affettivi, hanno in parallelo aperte altre situazioni di coppia.
    Abbiamo definito tali relazioni "non-relazioni" per sottolineare la particolarità della condizione. Ciò che ho potuto osservare è che all'interno di tali non-relazioni è assai facile ritrovare espressione di sentimenti diversi, ambivalenti spesso in opposizione: si va dal bisogno di vicinanza al desiderio di distacco, dall'amore all'odio e al disprezzo.
    Ora, rispetto alla tua compagna tu appari profondamente scosso e stupito per il suo comportamento
    .

    al di la' delle personali decisioni e scelte sessuali-
    una donna come puo' gestire mentalmente questa situazione?accettarla gestirla attuarla concluderla??? se sa' e sente di amare un'altro.

    che visione della sessualita' ha se sa' e sente di amare qualcuno e inoltre pur sperando che potesse nascere qualcosa con qualcuno ma avere la certezza che non potra' mai essere cosi' -


    La domanda che mi faccio da quando ho letto il tuo scritto è ... perchè e cosa ti stupisci tanto?
    Il fatto che lei abbia avuto un rapporto orale con un altro uomo ti sembra lontano dall'immagine che hai di lei? Dal suo abituale modo di vivere la sessualità?
    Molti motivi che ovviamente non conosco possono averla spinta...
    il desiderio sessuale, il bisogno di trasgredire, il bisogno di mettere in atto un comportamento che simbolicamente la allontani da te, il desiderio di farti del male, di farsi male ...
    potrei dilungarmi ancora.
    Credo sia molto importante per te e per voi fare chiarezza. Indipentemente dall'atto in sè, probabilmente avete delle cose da comunicarvi e da comprendere.
    Le non-relazioni si caratterizzano in primis per la NON SCELTA e questo alla lunga è molto pesante e doloroso per tutti.
    Chiediti cosa vuoi e cosa ti ferisce.
    Da parte mia un grande augurio
    a presto
    Sara Eba Di Vaio - Psicologa e Sessuologa
    Ordine Psicologi Lazio n° 9767

  5. #5

    Riferimento: un caso .....strano

    PER SARAEBAX
    anch'io per prima cosa devo ringraziarti per avermi letto e risposto.
    grazie e ancora grazie dei tuoi interventi. sento di potermi aprire con te
    rispondo alla tua domanda:
    .. .. ... perchè e cosa ti stupisci tanto?
    1° IL SAPERE DELLA SUA SESSUALITA' PASSATA
    mi spiego.
    quando lei viveva con il marito per circa(25anni) viveva una sessualita' penosa.
    lei si e' sposata giovannissima causa gravidanza con un uomo che non ha mai amato.
    i loro rapporti sin dall'inizio si basavano espressamente sulle esigenze del coniuge.
    lei non lo ha mai desiderato ed accettato. esigente invasivo testardo e autoritario-
    lo scenario era penoso perche' lei doveva sottomettersi al marito in qualsiasi momento della giornata dei suoi modi e forme.
    rifiutandosi viveva ripercussioni e violenze psicologiche e fisiche non solo lei ma anche i suoi 2 figli. (privazioni di divertimento, uscite, regali, anche esigenze personali per lei)
    quindi ...per il quieto....vivere lei accettava e si annientava in quella VITA.
    se andiamo poi su un particolare enfatizzato della ns. discussione (rapp.orale)
    lei lo viveva quasi come un obbligo.doveva soddisfare il coniuge anche in orari e situazioni incresciose (mentre cucinava...prima che lui andasse al lavoro...in una improvvisa assenza dei figli...etc etc.)
    pertanto questa esclusiva pratica non solo non le dava piacere personale ma la penalizzava anche psicologicamente. lo faceva perche' lo doveva fare ..altrimenti liti musi lunghi e come prima detto PRIVAZIONI ANCHE PRIMARIE.
    non avendo pero' alternative di confronto e scelte da poter prendere sono comunque passiti tanti anni. pensava ..la famiglia ..... i figli diventano grandi ...una moglie vive questa situazione per raggion di causa.
    FAMIGLIA MONOREDDITO
    non vado in altri particolare della sua sessalita' vissuta in quegli anni ma potrai immaginare i contenuti alquanto disagevoli.
    2° IL NS. RAPPORTO
    quando ci siamo conosciuti sin dall'inizio ci siamo piaciuti.
    il ns. rapporto e' nato e si e' sviluppato su un desiderio di vivere un sentimento vero.
    ci siamo subito accorti di star bene insieme anche senza gestire nessuna materialita'-
    con il tempo giusto e le giuste opportune decisioni (entrambi sposati) questo ns. sentimento si e' sviluppato(circa 1 mese) in un desiderio piu' importante-
    Ci siamo allora desiderati.
    io avevo intuito la sua situazione con il marito-
    vivendo con lei una desiderata sessualita' e' stato per noi una conoscenza UNICA.
    lei era sorpresa di come vivessimo la ns. intimita' ..fatta di dolcezze intese piacere e desiderio.
    nel corso degli anni abbiamo raggiunto e provato situazioni talmente importanti che non ci sembrava vero essre fatti l'uno per l'altro.
    Se andiamo sul particolare della ns. discussione(rapp.orale) quì c'e' da rimanere molto sorpresi del suo atteggiamento-
    lo abbiamo fatto dopo 5 mesi dal ns. 1° rapp. sessuale perche' lo abbiamo desiderato-
    Lei aveva scoperto una giusta forma nuova , un giusto modo , perche' non solo desiderato ma enfatizzato e aggiungerei piu' completo. non lo aveva mai fatto completo .
    desiderava portarmi dentro e pertanto per sua scelta questa nuova aggiunta era stata una sensazione indescrivibile. Mi diceva..ma tu ci pensi? ti porto dentro con me cosi' quando non ci sarai il sol pensiero di averti dentro per me e' una gioia-
    anche nei generici rapporti sessuali lei viveva una piena completezza perche' era nata una certezza. quella di desiderarmi ,di vivere una eccitazione materiale e mentale , rendersi conto di dare e avere piacere e di godere di queste situazioni mai e poi mai vissute.
    ti lascio immaginare la ns. complicita' e intesa avuta in tanti anni .le ns. esperienze anche piu estreme cercate desiderate sognate vissute-
    insomma una coppia (per questo argomento) perfetta.
    mi diceva sembriamo nati e fatti l'uno per l'altro.
    mi diceva: oggi se dovessi pensare di abbracciare e baciate e stare con un'altro uomo
    solo quest pensiero mi fa' venire i BRIVIDI

    ALLORE MI HAI CHIESTO :perchè e cosa ti stupisci tanto ?
    dopo tutto questo detto sono STUPITO



    Il fatto che lei abbia avuto un rapporto orale con un altro uomo ti sembra lontano dall'immagine che hai di lei?

    Certo....che mi sembra lontano- qual'e la sua IMMAGINE?? dopo averti scitto questo?

    mi dici:
    Molti motivi che ovviamente non conosco possono averla spinta...
    il desiderio sessuale, ???? non lo so'
    il bisogno di trasgredire ????? sarebbe sparita dalla mia vita
    il bisogno di mettere in atto un comportamento che
    simbolicamente la allontani da te ??? non sarebbe tornata invece LEI E' TORNATA
    il desiderio di farti del male ???? non sarebbe tornata perche' non l'avrei accettata
    di farsi male ... ??? non sarebbe tornata perche' non l'avrei accettata
    potrei dilungarmi ancora ???? ATTENDO
    Credo sia molto importante per te e per voi fare chiarezza. io la cerco CREDIMI
    Indipentemente dall'atto in sè, probabilmente avete delle cose da comunicarvi e da comprendere.
    Le non-relazioni si caratterizzano in primis per la NON SCELTA e questo alla lunga è molto pesante e doloroso per tutti.
    Chiediti cosa vuoi e cosa ti ferisce. Vorrei che non fosse mai successo , mi ferisce immaginare lei che dopo aver conquistato una sua dimensione sessuale con me anzi con noi e' riuscita a non valutare effettivamente quello che stava facendo senza amore e aggiungerei perdere e smarrire tutto quello trovato con me.
    a me sembra che lei avesse vissuto in quell' esperienza una esperienza gia' fatta per 20 anni con il suo ex marito.
    ci siamo baciati in auto (io c'ero ero attiva) poi .....lui mi ha toccato i genitali esplorandomi..(non l'ho impedito) .. poi eccitatosi mi ha manifestato il suo stato lui era meravigliato perche' non aveva eccitazione da tanto ,
    mi ha coinvolto facendomi sentire e osservare questa sua situazione creatasi (mi ha preso per la mano e l'ha indirizzata sui pantaloni .... poi l' ha messo fuori e ha iniziato a masturbarsi ) poi... prendendomi per la testa mi ha indirizzato li' ...non ho avuto esitazioni e lo fatto.
    completo?? ..non ricordo. mi e' piaciuto? non mi ha fatto senso- non mi ha fatto schifo. volevo aiutarlo..mi sembrava malato...speravo che potesse nascere qualcosa...avevo paura....speravo che finisse presto....mi sentivo nella m....da. non ero eccitata... comunque c'ero- volevo dare e cercavo un sigillo pensando a te per dimenticarti....
    sapevo di sbagliare......
    Ora devo darti un ultima sua credo dichiarazione-
    le ho chiesto non era piu' giusto avere un rapporto sessuale completo visto che speravi potesse nascere qualcosa?
    vi siete visti vi siete conosciuti vi siete piaciuti avete analoghe situazioni entrambi liberi e altro- allora perche' ....data la tua esperienza... rapp.orale (ex marito e il ns. rapporto)
    gestire e accettare un rapporto orale senza pensarci??
    mi dice: non si puo andare a letto cosi' come pensi tu.
    il rapp.orale? non pensavo potesse succedere - non ho saputo gestire. ?????gestire???

    a presto CIAO

  6. #6

    Riferimento: un caso .....strano

    PER SARAEBAX

    Nel 2007 ho pubblicato un libro sul tema delle relazioni affettive tra persone che, per vari motivi non necessariamente affettivi, hanno in parallelo aperte altre situazioni di coppia.
    Abbiamo definito tali relazioni "non-relazioni" per sottolineare la particolarità della condizione. Ciò che ho potuto osservare è che all'interno di tali non-relazioni è assai facile ritrovare espressione di sentimenti diversi, ambivalenti spesso in opposizione: si va dal bisogno di vicinanza al desiderio di distacco, dall'amore all'odio e al disprezzo.

    dove posso trovare questa tua pubblicazione del 2007 ??
    come si chiama il libro ?
    saluti

  7. #7
    Partecipante Affezionato L'avatar di saraebax
    Data registrazione
    12-05-2006
    Residenza
    roma
    Messaggi
    108

    Riferimento: un caso .....strano

    Per prima cosa devo scusarmi della mia latitanza di questi giorni ma ora eccomi qui.
    Continui ad aggiungere particolari molto importanti che via via arricchiscono il quadro della tua/vostra situazione.
    Proprio il racconto della storia della tua compagna, il suo vivere la sessualità in famiglia (o pseudo tale) in maniera abbastanza scissa dalla dimensione del piacere può indurre a leggere l'episodio del suo incontro e scambio di intimità con l'ALTRO (altro, altro) in linea con tutto il resto.
    Ovviamente rimani stupito da un simile risvolto perchè sentivi che con te aveva impostato e imparato a vivere una sessualità diversa. Non sottovalutare il fatto che sei ferito e che tutto questo ti crea dolore, ma anche rabbia.
    Ti dai delle spiegazioni e delle risposte:


    Molti motivi che ovviamente non conosco possono averla spinta...
    il desiderio sessuale, ???? non lo so'
    il bisogno di trasgredire ????? sarebbe sparita dalla mia vita
    il bisogno di mettere in atto un comportamento che
    simbolicamente la allontani da te ??? non sarebbe tornata invece LEI E' TORNATA
    il desiderio di farti del male ???? non sarebbe tornata perche' non l'avrei accettata
    di farsi male ... ??? non sarebbe tornata perche' non l'avrei accettata


    Mi piacerebbe che tu provassi a riflettere sul fatto che esistono delle spiegazioni alternative che non vedi e non riconosci. Gran parte del mio lavoro con i pazienti consiste proprio nell'aiutarli a vedere "altro", a rendersi conto che esistono possibilità alternative.
    Nei precedenti post ti ho chiesto di interrogarti su cosa desideri maggiormente.
    Se la tua risposte è collegata a lei prenditi il tempo e l'energie per "lavorare" con lei alla costruzione (o ricostruzione) del vostro rapporto.
    Solo con lei potrai sciolgliere dei nodi collegati a questa storia.
    Se poi senti che questo episodio non solo ha minato la tua relazione ma ti ha profondamenmte colpito e messo in discussione (cosa che sembra emergere prepotentemente dai tuoi scritti) il mio consiglio è di prenderti uno spazio di riflessione con un professionista per aiutarti a fare "ordine".
    Il libro si intitola "Se il tuo LUI è sposato. Istruzioni per l'uso" ed è edito dalla Franco Angeli.
    Grazie della tua attenzione :
    ciao:
    Sara Eba Di Vaio - Psicologa e Sessuologa
    Ordine Psicologi Lazio n° 9767

  8. #8

    Riferimento: un caso .....strano

    x saraebax-
    salve raccolgo con piacere le tue valutazioni e consigli.
    non voglio sembrarti invadente ma ho bisogno di scriverti perche' sento che puoi aiutarmi e consigliarmi per il futuro.
    cerchero' di individuare spiegazioni alternative che...non vedo.
    quando mi interrogo su che cosa desidero maggiormente rifletto del ns. rapporto-
    ho deciso di separarmi per lei ma contestualmente penso:
    dividero' i miei giorni con lei, alimentero' i ns. progetti, l'amero' intensamente vivremo una intesa unilaterale ma, mi soffermo a pensare..
    basta che in un periodo di turbolenza la mia compagna per tante o poche ragioni o varie si trovi e si ritrovi in situazioni penose? ***
    la certezza che comunque ho di lei dei suoi modi , atteggiamenti , sensibilita', intimita',
    riservatezza, sincerita',riflessione, sapersi gestire in momenti NO ..potra' svanire e ritrovarmi io a un punto morto dove vivere una ulteriore delusione per le sue ipotetiche azioni.
    desidererei avere veramente un quadro ben definito della persona che amo e desidero (io ho scelto lei) magari anche dei suoi lati piu' brutti ma sinceri.
    perche' oggi ritengo (spero di sbagliarmi)di non averla veramente conosciuta.
    quando lavoriamo per ricostruire il ns. rapporto non riusciamo a sciogliere i nodi collegati alla ns. storia. lei vive un dispiacere di quanto accaduto ma cerca sempre di non affrontarlo perche' sa' di aver sbagliato tutto e pertanto valuta la scelta di metterci una grossa pietra sopra. giustificandosi di aver fatto una pazzia e basta. non entra invece nello specifico per cercare di schiarire una tensione emotiva che entrambi avvertiamo e viviamo.
    io invece sono impulsivo perche' desideroso di una risoluzione vera-
    preferirei per assurdo sapere che lei abbia avuto un interesse,un piacere,un desiderio per quanto fatto. lei in alternativa ...a non so' sono stata leggera..una pazza..non ho saputo gestire speravo potesse nascere qualcosa avevo paura volevo aiutarlo etc etc
    quando ti scrivo ***mi riferisco a un episodio per me molto importante accaduto dopo 3 mesi dal famoso evento(un caso..strano)-io ero ancora allo scuro di tutto quello fatto-
    saro' breve: il suo amico e' andata a trovarla dopo 3 mesi sul posto di lavoro(bar molto frequentato in citta') per chiederle che fine avesse fatto e per salutarla.
    lei e' rimasta sorpresa di questa sua visita ma contestualmente era (contenta) che ,per quello che era accaduto entrambi , era come se entrambi lo avessero dimenticato,cancellato e/o addirittura che non ci fosse mai successo-
    mi ha informato di questa visita quasi per voler dimostrare la sua sincerita'.
    dopo 3 ore pero', a mia insaputa lei per rafforzare questa sua impressione avuta con lui e per lui ha ritenuto opportuno telefonargli per confermare il suo NON disagio verso questa persona di quanto accaduto. sentendosi sollevata nel suo stato d'animo.
    (lui non l'avrebbe giudicata una ...leggera)
    quando io ho saputo di questa storia (mi ha scambiato per lui al telefono) lei si e' giustificata che non sapendo io nulla di quanto veramente accaduto fino a quel giorno lei non poteva dichiarmi di questa ulteriore sua vicenda ma ,il suo unico scopo nel chiamarlo era esclusivamente di sentirsi meglio sentirsi pulita e dimostrare a lui che anche per lei quanto fatto era stato dimenticato cancellato soppresso.

    sono rimasto esterfatto meravigliato deluso e amareggiato di questa sua nuova vicenda considerando che grazie a questa si e' saputa la totale verita' precedentemente accaduta.
    mi sono chiesto potro' fidarmi di questa persona che gia' di quanto fatto...riesce a pensare a gestire a rappresentare e ad attuare una ulteriore azione del genere anche a mia insaputa solo per voler ...tutelare la sua immaggine di donna (?)verso il suo conoscente . dopo tutto quello già vissuto. e...nel periodo di 3 mesi in cui stavamo ricomponendo il ns. rapporto?
    mi sono chiesto proprio per questa 2 vicenda cosi' calcolata e nascosta Chi e' questa donna? chi sono io per lei? stiamo ricostruendo un rapporto alla deriva e lei riesce a parlare e a sentire lui dopo tutto quello successo?
    non trovo e non vedo motivazioni e necessita' per chi vuole risanare se stessi e un rapporto

    Grazie della tua attenzione

Privacy Policy