• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3
  1. #1

    Amore per la psichiatria

    ...ho un problema, ma non so dove postarlo...scusate se è il psoto sbagliato.
    Dunque....sono una paziente con problemi psichici da anni.
    Avrei voluto studiare medicina quindi psichiatria, ma al tempo mi fu vietato.
    A tutt'oggi ho questo rimpianto. Ma vengo al punto.
    Leggo libri a riguardo e ciò mi crea uno stato d'ansia e depressione, misto gioia, perchè mi rendo conto che andando avanti con la lettura, di cose che non so ce ne sono veramente tante. Allora mi documento, amplio le conoscenze ma sapere che tutto ciò rimarrà sempre dentro di me con la consapevolezza che non posso confrontarmi e chiarire i dubbi che mi si creano mi fa male.
    Pensavo di limitarmi a leggere storie e romanzi di psicologia e affini ( per accontentarmi), ma poi mi viene sempre quella voglia di leggere qualcosa di più serio.
    Come placare quella voglia di sapere pur sapendo che non avrò mai sbocco?

  2. #2
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    21-12-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    118

    Riferimento: Amore per la psichiatria

    Veronik@, hai ragione, ci sono tante cose che non sappiamo. Questo però vale non solo per te, ma anche per gli psicologi e gli psichiatri. Non crucciarti oltre il ragionevole, se avessi studiato medicina e psichiatria ne sapresti un po' di più, ma non sapresti comunque TUTTO. Anche se potessi leggere e assimilare tutti i libri scritti in questo mondo su tutti i possibili campi del sapere non sapresti TUTTO, per il semplice fatto che il sapere umano è limitato. Imparando cose nuove, impari a porti nuove domande e ti accorgi che un vero limite non c'è, a parte quello del buon senso, del senso comune, che è sempre bene tenere presente.
    Non so in cosa consistono i tuoi problemi psichici, parli di ansia e depressione, non è questo il luogo per entrare nel merito del problema specifico. Fossi in te però non cercherei la conoscenza della psicologia soltanto nei libri. Osserva gli altri e poniti in ascolto. Osserva le interazioni degli altri tra loro e le reazioni degli altri alle tue azioni e viceversa. Ascolta chi ha voglia di parlare. Scoprirai la tua individualità, quello che è proprio soltanto a te, e quello che invece hai in comune con gli altri. Forse ti sarà più utile che cercare affannosamente nei libri uno specchio per vederti o un mezzo per capire te stessa. Auguri!

  3. #3

    Riferimento: Amore per la psichiatria

    Ciao e grazie per la risposta.
    Il mio problema principale non sorge tanto dal fatto di non sapere (che alla fine con tanta pazienza studiando da autodidatta e perchè no, osservando la gente e ascoltandola come dici tu, posso un pochino ampliare le conoscenze in materia) ma dalla situazione di stagno in cui sicuramente andrò a finire. Cerco di spiegarmi.
    Spesso vado dal mio psichiatra e lì vedo specializzandi che studiano, osservano, imparano, si scambiano opinioni, ecc...idem vale per il mio psichiatra che partecipa a riunioni, aggiornamenti, ecc...e....penso poi a me, inutile paziente che per motivi personali studia ciò che non potrà mai utilizzare per gli altri, soprattutto non crescerà mai perchè sola.
    La mia depressione, ora arginata da farmaci e psicoterapie, accompagna disturbi di personalità (in particolare ho la sindrome dissociativa), incrementati, col crescere, da una non vita.

Privacy Policy