• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 10
  1. #1
    Nico

    un saluto a tutti voi

    siamo una quarantina di persone iscritte a questo gruppo, ma neppure un
    messaggio... probabilmente molti si sono pure scordati di essere iscritti
    :o)

    beh... io in prima persona mi scuso in quanto da moderatore ed animatore non
    ho proprio fatto il mio dovere a causa di alcuni impegni imprevisti ;-P

    Proverò a cogliere due piccioni con una fava... da una parte lanciando uno
    stimolo di discussione e, dall'altra chiedendo un piccolo aiuto...

    La scorsa settimana sono entrato in un team di progetto i cui obiettivi sono
    quelli di sviluppare un sito web, tipo Casinò on line, e di promuoverne la
    presenza su web. Da bravo psicologo mi occuperò degli aspetti di web
    usability del sito web e della strategia di web communication e di e-mail
    mktg.

    Su questi argomenti sono sufficientemente ferrato, mentre sto un pò a secco
    per ciò che riguarda tutto il discorso sulle dipendenze da web e, più nello
    specifico, gli aspetti connessi al gioco d'azzardo on line.

    Mi chiedevo se qualcuno di voi si interessa a tali tematiche e/o comunque ha
    qualche riferimento web in cui reperire informazioni. Sarebbero preziose per
    poter meglio impostare la strategia di comunicazione...

    Voi ci avete mai giocato? Avete vissuto in prima persona questa esperienza?
    Personalmente non ho mai giocato soldi nel on line, ne off line...

    Speriamo che si riesca un pò ad animare questo gruppo di discussione perchè
    là fuori cominciano a chiamarci, quindi dovremo essere pronti a rispondere
    con efficacia e competenza... da parte mia cercherò di essere più presente


    Vi auguro una buona pasqua a tutti quanti, un slauto,
    nicola

    OPs | Psicologia per passione

  2. #2
    ale

    hmmm... di gioco d'azzardo non ne so nulla,

    ma approfitto di questa mail di Nicola che ci richiama in vita per porvi
    un'altra questione: sto studiando i diversi tipi di "presenza"
    (online/offline) e le regole sociali che definiscono la presenza delle
    persone negli ambienti mediati.

    Sono alla ricerca di siti interessanti, di strumenti di comunicazione in
    cui questi aspetti sono rilevanti, di esempi in cui la segnalazione
    dell'essere virtualmente presente presenta aspetti peculiari.

    Qualcuno ha qualcosa da segnalarmi?

    grazie e auguri
    Ale

    OPs | Psicologia per passione

  3. #3
    giulio

    ...potrei consigliarvi il sito dell'inernation journal of communication
    http://www.acusg.org oppure http://www.december.com
    Sto facendo una tesi sulla CMC e in particolare sulla tendenza a modificare
    la propria identità on line, gender switching e atteggiamento menzoniero.
    Sono ancora in fase recupero materiale, qualcuno di voi sa consigliarmi
    qualcosa? Grazie

    Giulio

    OPs | Psicologia per passione

  4. #4
    barbara

    Ciao,
    un po' di tempo fa (1998-1999) mi sono laureata con una ricerca
    sperimentale su un argomento simile al tuo.
    Io volevo trattare i fenomeni psicosociali (ps. dei gruppi) nelle
    comunicazioni reali via rete, per questioni contingenti ho usato
    come 'gruppi' i due generi sessuali.

    Quindi ho del materiale sull'argomento (forse un po datato per te) e
    abbastanza know how maturato sul campo.

    Se ti serve

    ciao

    Barbara

    OPs | Psicologia per passione

  5. #5
    Daniela

    ehi ciao!
    sono contenta che si sia "risvegliato" questo gruppo da cui mi aspetto di avere/dare stimoli ed idee interessanti!

    comincio male perchè sto scrivendo dal lavoro e quindi saranno righe un' affrettate... voglio approfittare però dell'occasione per farvi almeno gli auguri di buona pasqua!

    un velocissimo riassunto su di me: sono laureanda in architettura (già da mo'...) e da qualche anno lavoro nel campo dei sistemi informativi; mi sono occupata prima di hw ed ora di sw (molto vaga, lo so, eventualmente approfondiremo...) ed attualmente sto approfondendo la tematica della web usability. Per ora sono poco più che una neofita, tuttavia ho avuto la possibilità di svolgere alcune docenze mirate sull'argomento, all'interno di moduli di Comunicazione Visiva e Grafica e Comunicazione in Internet

    un saluto
    ed a presto
    daniela

    OPs | Psicologia per passione

  6. #6
    matteo

    right.. visto che è tornato in vita il gruppo, visto che stamane mi sto
    rompendo con l'ASP...

    Mi presento (forse ri-presento: non ricordo) pure io...

    -Matteo Cantamesse
    -ex-laureando, da un mese dottore, in psicologia... precisamente psicologia
    delle comunicazioni sociali, con una tesi sulle modalità di formazione della
    fiducia nelle interazioni in rete....
    -web-producer... mi occupo cioè di sviluppare progetti web e di seguirne
    l'evolversi, sia dal punto di vista delle risorse che delle soluzioni
    tecniche...
    -tirocinante presso il laboratorio licent, dell'unicatt di milano...
    -mi occupo da un paio d'anni di usabilità, per artefatti informatici sia on
    che off line, con particolare attenzione ai temi di web-usability e
    web-interaction...

    That's all, credo.

    Per quel che riguarda le tematiche da cui è partito questo thread:
    -hai provato a fare una ricerca su trust on-line ? Forse senza arrivare alla
    web-credibility, credo che la scelta di giocare, di quanto giocare e presso
    quale casinò sia legata anche ad elementi quali l'affidabilità percepita,
    piuttosto che la trasparenza nella gestione....

    OPs | Psicologia per passione

  7. #7
    michela

    ehi ciao!
    Ciao Daniela,
    benvenuta.
    Io sono laureata in psicologia e anch'io, a breve, potrei avere
    l'opportunità di realizzare delle docenze su moduli del tipo che hai
    citato tu, vorrei chiederti se puoi indicarmi del materiale
    (bibliografia etc...) su cui studiare e prepararmi.
    Grazie e auguri a tutto il gruppo di buona Pasaqua!!!

    Michela

    sono contenta che si sia "risvegliato" questo gruppo da cui mi aspetto d
    i avere/dare stimoli ed idee interessanti!

    OPs | Psicologia per passione

  8. #8
    Partecipante L'avatar di luigia80
    Data registrazione
    09-01-2010
    Messaggi
    48

    Riferimento: dipendenze da gioco d’azzardo

    Ciao...ho letto solo ora i vostri messaggi....
    Non so se qualcuno leggerà più questi post....cmq vi dico la mia....
    Io purtroppo di giochi d'azzardo ne so qualcosa.
    Non ero io la diretta interessata,ma il mio ex....
    Una storia assurda,delicata,finita in malo modo.
    Purtroppo si finisce in un tunnel...e si perdono di vista tutti i valori...compreso il rispetto,la lealtà e l'amore....
    Se vogliamo approfondire..... :-)

  9. #9
    Partecipante L'avatar di milemila
    Data registrazione
    18-04-2006
    Messaggi
    41

    Riferimento: dipendenze da gioco d’azzardo

    Salve,
    mi chiamo Milena, e sono una Psicologa che sta conducendo una ricerca sul Gioco d'Azzardo Patologico presso il Dipartimento di Psicologia dell'Università di Bologna. Questa ricerca sarà argomento della mia tesi di Specializzazione in Psicologia della Salute.
    Vi contatto in merito alla possibilità da parte vostra di cliccare sul link che vi allego e compilare un questionario della durata di circa 15 minuti, utile per me al fine di raccogliere il maggior numero di dati possibili per la mia ricerca. Tale questionario è del tutto anonimo.
    Vi ringrazio anticipatamente per la collaborazione, per informazioni maggiori è possibile contattarmi al seguente indirizzo e-mail:
    milemila@alice.it

    Grazie per l'attenzione.

    http://www.ricercagioco.altervista.o...=34596&lang=it

  10. #10
    Neofita L'avatar di reno1978
    Data registrazione
    07-07-2007
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    12

    Riferimento: dipendenze da gioco d’azzardo

    Ciao Milena, probabilmente sono in ritardo per esserti utile ma visto che l'argomento è molto interessante e che da tempo mi occupo del Gioco D'azzardo sia per questioni di lavoro che di interesse personale ci provo. Ti linko un sito interessante dove puoi avere notizie sull'argomento GAMBLING e se ti interessa un saggio che si è occupato dell'argomento sviluppando una ricerca in diverse sale SNAI di roma http://www.studiotide.it il libro è "il giocatore in carriera" lo trovi su IBS.

    Oggi sappiamo che la liberalizzazzione delle concessioni nel settore gaming da parte dello stato, ha di fatti allargato a molti le possibilità di avvicinare questo mondo che fino a qualche tempo fa era prerogativa di pochi settori specifici e dei suoi frequentatori (Vedi SNAI e sale di scommesse ippiche e sportive, Lottomatica, Sisal e poco altro). Oggi con le Slotmachine nei bar, VLT nelle sale (Videolottery, nuova tipologia di Slot che sta entrando in commercio proprio in questi giorni) Poker Room online, il problema andrebbe ridiscusso. Mi piacerebbe quindi aprire una discussione che si occupi del problema "trattamento/sostegno dei giocatori patologici, fuori dai SerT".
    Ultimamente ho notato che diversi Ser.T in diverse regioni stanno creando un servizio di mutuoaiuto simile a quello dei 12 passi degli alcolisti anonimi. Non sono convinto che una forma di dipendenza endogena (il DSM IV non ce ne voglia...) come quella del GAP sia trattabile nei Servizi Per i Tossicodipendenti, anche se non posso che apprezzarne il fatto che sia un servizio gratuito. Il problema secondo me nasce dal fatto che un giocatore che riconosce il problema di certo difficilmente si vede alla stregua di un tossicodipendente, e se anche fosse, questo non gioca certo a suo favore in termini identificativi, con tutti i problemi di etichettamento di "malattia" che ne possono conseguire in termini di ineluttabilità dell'atto.

    Ciao

Privacy Policy