• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4

Discussione: Difficoltà a studiare

  1. #1

    Difficoltà a studiare

    Salve a tutti,
    sono Monica ,ho 32 anni e sono iscritta a psicologia clinica vecchio ordinamento alla Sapienza.
    Vi scrivo perchè spero in un vostro aiuto,anche se mi sembra un po' strano farlo.
    Mi mancano 8 esami per terminare gli studi ma non riesco a concentrarmi per finire finalmente il mio percorso universitario.In questi lunghi anni da studentessa fuori sede, non sono mai stata molto costante con gli esami,un po' per il lavoro,un po' perchè mi riesce proprio difficile mettermi sui libri.
    Eppure quando mi metto a studiare riesco ad ottenere anche ottimi risultati,ma ormai diventa sempre più difficile.
    L'anno scorso ho deciso che dovevo finalmente finire tutti gli esami,quindi ho lasciato il lavoro e ho iniziato a studiare....ma anche questa volta ho dato pochi esami e in un tempo lunghissimo.
    Io so che voglio diventare una psicologa,so che voglio finire l'università e cominciare il percorso del tirocinio ecc... ma ogni volta che prendo i libri,nonostante tutto il tempo che ho a disposizione, mi ritrovo a guardare il soffitto, a gironzolare su internet e aguardare la Tv. Tutto questo mi fa star male, perchè non c'è un momento solo nella mia vita in cui io non pensi allo studio e a quello che dovrei fare e non ho fatto.Persino in palestra, la sera (ho scelto di andarci tardi la sera per non togliere tempo allo studio) penso che invece di stare lì potrei starmene sui libri e studiare. ma perchè non ci riesco? Perchè mi risulta così difficile? Mi mancano 8 esami ( in relatà sarebbero 7 se a settembre non avessi rifiutato un 20) ho 32 anni e non riesco a sbloccare questa situazione!!
    Vorrei mettere lo stesso autocontrollo che sto mettendo nella dieta,anche nello studio ma rimando sempre e questo mi sta logorando....potete darmi qualche consiglio?
    Vi ringrazio molto per l'attenzione,buona serata a tutti!

  2. #2
    Partecipante L'avatar di Ivanillich
    Data registrazione
    11-11-2005
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    50

    Riferimento: Difficoltà a studiare

    Cara Monica,
    il blocco sugli esami, specie della natura particolarmente pervicace quale tu descrivi, rimanda spesso a "nodi" problematici più ampi e che riguardano il progetto esistenziale più generale di una persona. L'attenzione e la concentrazione, come ben sai studiando psicologia, non sono aspetti separati dalla sfera emotiva ed affettiva.

    Potremmo scomodare le solite considerazioni sui conflitti, sulle motivazioni, sulle aspettative, sulle scelte personali, etc., e sicuramente troveremmo molti spunti di riflessione utili alla comprensione di questo tuo blocco.

    Potremmo viceversa affrontare la questione (ignorando il piano dinamico) su un piano molto pratico impegnandoci per una migliore organizzazione del tempo, del metodo di studio, della programmazione lavorativa, etc.

    Ma ho idea, per esperienza, che se tu riesci ad affrontare i nodi che sono sottesi a questo blocco, in una prospettiva più articolata ed organica, tenendo insieme tutti i piani implicati in questa tua difficoltà, questo blocco potrebbe sciogliersi.

    La scommessa è riconoscere la natura di questi nodi e farsi aiutare ad affrontarli e scioglierli.

    Molto utila a tal proposito potrebbe essere chiedere un aiuto mirato a partire da questa tua difficoltà a un collega

    Un caro saluto
    Ultima modifica di Ivanillich : 18-12-2008 alle ore 12.52.28
    Luigi D'Elia Psicologo Psicoterapeuta Gruppoanalista
    Iscrizione Ordine Psicologi Lazio n° 5254 del 11/03/1994

  3. #3
    Matricola
    Data registrazione
    03-05-2007
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    25

    Riferimento: Difficoltà a studiare

    Salve, sono Francesco Montefinese

    certamente come per ogni nostrocomportamento e attività le sfere affettive e cognitive dovrebbere essere necessariamente inegrate nella finalità dell'azione.

    Leggendo quanto Lei scrive ho vissuto e mi sono immaginato una sorta di disturbo e di agitazione che la distoglie ovviamente dal compito della preparazione degli esami.

    Anche l'aspetto esistenziale è importante come lei stessa citava nel suo scritto e non è da sottovalutare anche le condizioni esterne che spesso potrebbero indeblire la motivazione interna della persona.

    sicuramente un lavoro di counselling psicologico mirato e per obiettivi sembrerebbe molto utile in questa tua situazione....no sottovalutarla.

    Se vuole puo' utilizzare la mia personale mail di lavoro per rispndermi se nella sua risposta ci sono elementi personali che non vuole raccontare nel forum..

    Un caro saluto

    Francesco Montefinese
    dr.Francesco Montefinese
    Psicologo,Psicoterapeuta, Giudice Onorario Trib. Minorenni di Roma,Counsellor, Arte-terapeuta, Ippoterapeuta
    www.naturaemente.net

  4. #4

    Riferimento: Difficoltà a studiare

    Vi ringrazio tantissimo per le vostre risposte. Il consiglio di rivolgermi ad un esperto è sicuramente utile purtroppo però sono già stata in un consultorio nella mia città e non mi sono trovata bene. Di andare da un esperto a pagamento invece non se ne parla proprio...non me lo posso permettere.
    Se l'invito è ancora valido però "approfitterei" della sua disponibilità dott.re Montefinese e le scriverei una mail.
    Grazie ancora ad entrambi e buon lavoro!!!

Privacy Policy