• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 5 di 5
  1. #1
    Matricola
    Data registrazione
    17-01-2006
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    21

    consiglio per fatturazione

    Cari tutti,
    con l'associazione per cui lavoro ho concordato il passaggio della modalità di pagamento da cocopro a partita iva. Presso questa associazione io percepivo un fisso mensile suddiviso così: una parte derivata da progetti finanziati dalla regione lombardia (per lo più legge 23/99 e 22/93) e una parte a carico diretto dell'associazione. Ora, guardando il tariffario mi sono reso conto che alcune delle prestazioni erogate da me, possono essere fatte rientrare in prestazioni esenti -iva (es. mediazione famigliare, revisione dei p.e.i, supervisione di gruppo). A questo punto mi chiedo: da gennaio cosa conviene fare? Continuare a fatturare un generico "coordinamento associazione" e fare tutto iva incluso, oppure scindere il totale in due fatture, una per il coordinamento (iva inc.) e una per le prestazione esenti iva? Eventualmente, visto che l'associazione non pagherebbe l'iva, è lecito da parte mia chiedere di più?
    Sul 2% enpap ci siamo già accordati, quindi nessun problema.
    Ah, dimenticavo, da gennaio seguirò, sempre presso di loro uno sportello come mediatore famigliare e, spero avvierò finalmente lo studio privato...
    Spero che la spiegazione sia chiara e che qualcuno riesca a darmi qualche dritta!
    GRazie mille,

    Simone

  2. #2
    Neofita L'avatar di MATERANA
    Data registrazione
    16-09-2006
    Residenza
    matera
    Messaggi
    8

    Riferimento: consiglio per fatturazione

    Beato te................................................ .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................

  3. #3
    Matricola
    Data registrazione
    17-01-2006
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    21

    Riferimento: consiglio per fatturazione

    Naaaa, sembra effettivamente più di quel che non sia in realtà! Il lavoro è bello, ma le cifre sono sempre esigue...Per fare un mensile decente bisogna sempre ricorrere a qualcosa d'altro...da gennaio spero di integrare con lo studio :-)

    Aspetto suggerimenti!

    S

  4. #4
    Partecipante Super Figo L'avatar di ikaro78
    Data registrazione
    06-07-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,975

    Riferimento: consiglio per fatturazione

    Sono nella tua stessa situazione e non so che fare, fino al 31.12 sono a progetto con un profilo di coordinatore/responsabile d'area, ma a gennaio ho apero la partita iva -avviando uno studio privato- e dal 2009 vorrei passare tutto sotto partita iva. Il fatto è che di queste cose non ci capisco molto. Come psicologo posso fatturare "attività di coordinamento progetto XY?" o roba del genere? e poi ho la vaga sensazione di smenarci economicamente...

  5. #5
    Matricola
    Data registrazione
    17-01-2006
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    21

    Riferimento: consiglio per fatturazione

    Sì, da quello che ho capito puoi tranquillamente fatturare come coordinatore, basta che ti paghino anche il 2% enpap...Per quel che concerne il peso fiscale, dipende dal contratto, ma con co.co.pro dovrebbe essere al 23%, mentre con la partita iva al 20%...per il resto poi, dipende dal regime fiscale che scegli! Io farò quello agevolato (dura tre anni) e le tasse dovrebbero essere il 10% del netto (al netto delle detrazioni varie, formazione, libri, benzina, utenze per lo studio etc).

    Però proprio non so se mi convenga fare la parte esente iva...la parte ivata invece devo farla per forza,dovendo rendicontare poi i progetti a fine anno..

    Mah...

Privacy Policy