• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3

Discussione: Quali possibilita?

  1. #1

    Quali possibilita?

    salve a tutti sono luca ho 27 anni e da tre settimane sono "finalmente" o "purtroppo" laureato in psicologia; laureato nella specialistica a bologna in cognitiva applicata dopo aver fatto la triennale a parma;

    Quello che ora "devo" fare è il tirocinio post-laurea che molto probabilmente condurrò in neurologia nell'ospedale della mia città sui pazienti con il morbo di Parkinson, avendo appunto fatto una tesi sulla questa malattia e la conseguente disregolazione dopaminergica;

    Quello che ora mi chiedo (e me lo chiedo già adesso, prima di finire il tirocinio post-laurea, con una certa tristezza dato il futuro non roseo che si prospetta) è quali sono le possibili opzioni che posso intraprendere una volta finito il tirocinio e passato (speriamo!) l'esame di stato (necessario per tutto, intendo per fare qualunque cosa...giusto?):


    - psicoterapia?
    - scuola di specializzazione? (ma non è la stessa cosa di una psicoterapia?)
    - master?
    - aprire uno studio privato?
    - lavorare in ambito pubblico (questa l'ho inserita come possibilità ma so che è impossibile!!!!!)

    INSOMMA VORREI SE FOSSE POSSIBILE CHE QUALCUNO RISPONDA AI MIEI DUBBI E MAGARI RIUSCISSE A SPIEGARMI BENE COSA POSSO FARE (spero di essermi spieato correttamente);

    vi ringrazio luca

  2. #2
    Partecipante
    Data registrazione
    01-01-2008
    Messaggi
    34

    Riferimento: Quali possibilita?

    ciao,
    prima di tutto complimenti per la laurea , io non ho ancora finito il mio ciclo di studi ma mi permetto di risponderti lo stesso..
    allora, questa mi sembra una domanda da un milione di dollari!!!
    infatti è ben difficile stabilire il tipo di lavoro che puoi andare a fare... o meglio è ben difficile qua in italia.
    in ordine di elenco che tu hai dato:
    - fare psicoterapia non puoi, perchè è necessario dopo la laurea e l'esame di stato frequentare una scuola di psicoterapia quadriennale e riconosciuta.
    - la scuola di specializzazione è o quella di psicoterapia o altro, cioè ci sono anche altre scuole tipo sessuologia, neuropsicologia... però mi pare abbiano durata e costi simili a quelle di psicoterapia.
    - il master è a costo più limitato e dovrebbe essere un ulteriore approfondimento in un campo d'applicazione specifico.
    - per lavorare in ambito pubblico è necessario fare concorsi, quindi non è facile entrarci, soprattutto se ti manca come dire un aiuto!
    come vedi sono strade tutte diverse, nessuna porta alla certezza o meglio a una situazione dove poi potresti stare più tranquillo... ascolta io ora non so se tu hai disponibilità economiche immense , tuoi progetti personali particolari o altro.. però io inizierei a vedere un master...
    inizierei appunto, perchè tanto dovrai stare in ballo un pò prima di trovare un qualcosa di fisso credo...

  3. #3

    Riferimento: Quali possibilita?

    PSICOLOGIA E LAVORO.
    Vorrei dedicare questo spazio a tutti coloro che tentano disperatamente di inserirsi nel mondo del lavoro esercitando la professione di psicologo, ma che si trovano a gravitare in circuiti lavorativi, istituzionali e non, che sottostimano la psicologia relegandola a ruoli marginali.
    C'è sempre meno spazio per gli psicologi nella sanità, nella giustizia, nella scuola. Svolgere una attività privata diventa quasi impossibile, per la concorrenza e per i costi connessi, mentre lo psicologo tenta di inserirsi da outsider nei settori più disparati.
    Le discipline psicologiche hanno una loro specificità che in Italia non è riconosciuta adeguatamente. L'iter per diventare psicologo è lungo e difficoltoso e prepara professionisti validi che non hanno alcuno sbocco nel mondo del lavoro.
    Perché accade ciò?
    Gli psicologi hanno coscienza del fatto che ormai in Italia sono più di 60 mila unità ?
    E' possibile che le discipline psicologiche non siano mai state adeguatamente sostenute a livello politico e legislativo?
    E' possibile che gli psicologi, esperti di psicologia delle masse e custodi dei segreti della psiche non riescano a raggiungere risultati collettivi per la loro professione ?
    Nella speranza che questo spazio rappresenti uno strumento utile a catalizzare esperienze e contenuti su questo tema, porgo cordiali saluti.
    Se volete dare un contributo a questa causa visitate Professione Psicologo

Privacy Policy