• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4
  1. #1
    Matricola
    Data registrazione
    16-01-2008
    Residenza
    tra il centro-nord e la firenze del sud:)
    Messaggi
    26

    Rivolto a tutti coloro che stanno ultimando il ciclo di studi

    Allora la questione è questa:
    mi è giunta voce che!!!!coloro che vorrebbero fare la scuola di psico-terapia sono esorenati dal fare il tirocineo conclusivo post-laurea e di conseguenza l'esame di stato finale????
    Io sono molto titubante a riguardo, perchè questo vorrebbe dire posticipare di quattro anni l'iscrizione all'albo...almeno così credo...
    Ma di tutto ciò ne sò talmente poco che chiedo a tutti voi cosa ne pensate e se sapete darmi delle info utili!!!
    grazie a tutti

  2. #2
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di pimo_eli
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    provincia di Varese
    Messaggi
    1,480

    Riferimento: Rivolto a tutti coloro che stanno ultimando il ciclo di studi

    Citazione Originalmente inviato da masspatt Visualizza messaggio
    Allora la questione è questa:
    mi è giunta voce che!!!!coloro che vorrebbero fare la scuola di psico-terapia sono esorenati dal fare il tirocineo conclusivo post-laurea e di conseguenza l'esame di stato finale????
    Io sono molto titubante a riguardo, perchè questo vorrebbe dire posticipare di quattro anni l'iscrizione all'albo...almeno così credo...
    Ma di tutto ciò ne sò talmente poco che chiedo a tutti voi cosa ne pensate e se sapete darmi delle info utili!!!
    grazie a tutti
    non ho mai sentito una cosa del genere...anche perché le scuole di psicoterapia come requisito per l'ammissione richiedono l'iscrizione all'albo o che tu ti iscriva entro la prima sessione utile.
    Il tirocinio post lauream è condizione indispensabile per fare l'esame di stato e quindi iscriverti all'albo....
    Senza tale iscrizione, inoltre, non puoi fare il tirocinio della pscuola di psicoterapia...

    La scuola di psicoterapia ti esonera solo per quanto riguarda i crediti ECM.

  3. #3

    Riferimento: Rivolto a tutti coloro che stanno ultimando il ciclo di studi

    PSICOLOGIA E LAVORO.
    Vorrei dedicare questo spazio a tutti coloro che tentano disperatamente di inserirsi nel mondo del lavoro esercitando la professione di psicologo, ma che si trovano a gravitare in circuiti lavorativi, istituzionali e non, che sottostimano la psicologia relegandola a ruoli marginali.
    C'è sempre meno spazio per gli psicologi nella sanità, nella giustizia, nella scuola. Svolgere una attività privata diventa quasi impossibile, per la concorrenza e per i costi connessi, mentre lo psicologo tenta di inserirsi da outsider nei settori più disparati.
    Le discipline psicologiche hanno una loro specificità che in Italia non è riconosciuta adeguatamente. L'iter per diventare psicologo è lungo e difficoltoso e prepara professionisti validi che non hanno alcuno sbocco nel mondo del lavoro.
    Perché accade ciò?
    Gli psicologi hanno coscienza del fatto che ormai in Italia sono più di 60 mila unità ?
    E' possibile che le discipline psicologiche non siano mai state adeguatamente sostenute a livello politico e legislativo?
    E' possibile che gli psicologi, esperti di psicologia delle masse e custodi dei segreti della psiche non riescano a raggiungere risultati collettivi per la loro professione ?
    Nella speranza che questo spazio rappresenti uno strumento utile a catalizzare esperienze e contenuti su questo tema, porgo cordiali saluti.
    Se volete dare un contributo a questa causa visitate Professione Psicologo

  4. #4
    psycologa81
    Ospite non registrato

    Riferimento: Rivolto a tutti coloro che stanno ultimando il ciclo di studi

    Ciao a tutti!
    Io personalmente ho scelto di seguire il percorso di psicologia del lavoro,quindi non devo fare la specializzazione ma comunque l'esame di stato.sono neolaureata e sono a milano,quindi la crisi si sente meno rispetto al sud,però si sente,infatti trovo solo offerte di stage.
    Quello che mi preoccupa è:
    Come mai dopo che sosterro' l'esame di stato potro' somministrare test psicologici e ora no?mi spiego meglio, studiare tantissimi manuali teorici della psicologia a tutto tondo non penso mi forniscano gli strumenti per utilizzare i test pricologici in modo corretto,penso sia una formalita' e che bisognerebbe istituire dei metodi piu' concreti e reali,l'esame di stato non dovrebbe essere solo un'introito economico per le universita'o una selezione "naturale"dei laureati, ma dovrebbe essere preceduto da un iter formativo concreto che arricchisca chi lo sostiene,voi cosa ne pensate?
    Mi scuso se sono andata fuori tema,ciao a tutti

Privacy Policy