• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 23
  1. #1
    Postatore Epico L'avatar di doctor2009
    Data registrazione
    13-11-2008
    Residenza
    Provincia di Roma
    Messaggi
    6,395

    Giallo club N° 4: La risata.

    Il Signor Andrews è un investigatore privato. Anzi: è il titolare della migliore agenzia investigativa di Londra.
    E' un grigio pomeriggio di un giorno qualunque. In Agenzia c'è poco movimento e Mr. Andrews è seduto sulla sua poltrona, immerso nella lettura del Times.
    Dall'altro lato della stanza, seduto alla sua scrivania, chino su delle pratiche, c'è Charles, un giovane praticante appena assunto dall'Agenzia.
    Andrews alza un attimo gli occhi dal suo giornale e, come immerso nei suoi pensieri, esclama: "Ho capito, finalmente!"
    Charles tossicchia e chiede educatamente: "Pardon, Sir?....".
    Andrews lo guarda come se si accorgesse solo ora della sua presenza.
    Aggrottando la fronte, lo squadra attentamente... Si, Charles è un bravo ragazzo, volenteroso, intelligente, desideroso di apprendere... Potrebbe essergli utile ascoltare la storia che gli è tornata alla mente...
    "Ho appena risolto un caso. Per l'esattezza quello che è stato il più clamoroso fallimento nella storia della nostra Agenzia: ma ho capito tutto solo adesso, a distanza di quasi un anno dal momento in cui ho ufficialmente dovuto ammettere di non essere in grado di risolverlo"
    L'attenzione di Charles è alle stelle: ma aspetta educatamente che il suo Capo riprenda la narrazione.
    Il Signor Andrews non si fa attendere.
    "E' passato un anno e mezzo dal momento in cui il Sig. Collins venne in questo ufficio per la prima volta. Mr. Collins era un uomo ricco, estremamente ricco. Di cosa si occupasse nessuno lo sa: certamente traffici poco puliti, ma Scotland Yard non è mai riuscita a dimostrare nulla sul suo conto."
    "Ma non erano i suoi traffici il punto saliente della personalità del sig. Collins"
    "Il sig, Collins era, anzitutto, un collezionista. Collezionare oggetti era la sua passione: oggetti di valore di tutti i tipi, quadri, monete antiche, francobolli, opere d'arte, gioielli... Oggetti acquisiti spesso con l'imbroglio, il raggiro, la truffa"
    "Il sig. Collins aveva un socio, il sig. Robinson. Questi, però, lo era solo sulla carta: di fatto Collins lo trattava come l'ultimo dei suoi dipendenti"
    "Robinson era l'esatto contrario di Collins: tanto spregiudicato, crudele e privo di scrupoli era Collins, quanto onesto e corretto era Robinson. Collins lo usava come uomo di facciata: il suo sguardo onesto e pulito ispirava fiducia alle "vittime" predestinate di Collins, rendendole più indifese di fronte alle sue macchinazioni"
    "Data la sua innata fiducia nel prossimo, solo dopo molti anni di lavoro Robinson si era reso conto degli sporchi traffici in cui era stato coinvolto. Ebbero un violento litigio, in seguito al quale Collins non ci mise molto ad estrometterlo dalla Società e a cacciarlo sui due piedi"
    "Collins venne da me due giorni dopo il diverbio. Era sconvolto. Mi raccontò che la sera prima, mentre, come al solito, si era trattenuto in ufficio dopo che tutti gli altri erano andati via, era stato messo in allarme da un rumore proveniente dalla stanza di Robinson."
    "Vi si era precipitato e vi aveva trovato Robinson in persona. Stava richiudendo una grossa borsa di pelle nera. Gli aveva chiesto, ovviamente, cosa fosse venuto a fare lì. Robinson, indicando la sua ex-scrivania, gli aveva risposto che era venuto a restituire delle carte e le chiavi dell'ufficio. Quindi, ripresosi la sua borsa, con un sorriso sulle labbra, gli aveva detto che non lo avrebbe rivisto più"
    "Collins a quel punto del suo racconto non riuscì più a contenere la sua rabbia. <Mi ha derubato, quella canaglia, l'ho capito troppo tardi!>, mi disse. Io, ovviamente, gli chiesi cosa gli avesse rubato. <Non lo so, maledizione, non lo so!>, mi rispose. <E come fa ad essere sicuro che le abbia rubato qualcosa> gli chiesi io"
    "Collins a quel punto, mi rispose che lo sapeva per via della risata.... Frastornato, gli chiesi a quale risata si riferisse. <Il sorriso di quel maledetto mentre andava via - mi rispose - Lo conosco bene: è la stessa risata che faccio io quando capisco di aver sopraffatto il mio avversario!>"
    "Dissi al sig. Collins che mi stava dando troppo pochi elementi per poter aprire una qualunque indagine: come mi sarebbe stato possibile investigare su un furto di cui non conoscevo la natura e di cui, a ben vedere, non avevo alcuna prova che fosse stato realmente commesso?"
    "Collins non volle intendere ragioni: lui era SICURO che il furto ci fosse stato. Dovevo accettare il suo incarico, mi avrebbe pagato 100.000 sterline come onorario, più tutte le spese. E avrebbe pagato qualunque fosse stato l'esito della mia indagine"
    "Accettai: era un'offerta impossibile da rifiutare"
    "Andai a visitare la casa di Collins: la sua immensa residenza era piena di oggetti preziosi di ogni tipo al punto da farla rassomigliare ad un padiglione della National Gallery"
    "Escludendo gli oggetti voluminosi, tutto il resto avrebbe potuto essere facilmente asportato in una capace borsa di cuoio: tele arrotolate, monete antiche, francobolli, reperti archeologici, gioielli. Sarebbe stato necessario esaminare ogni oggetto uno ad uno, classificarlo, analizzarlo. sarebbero occorsi dei mesi e numeroso personale specializzato.
    Inoltre la sua attività avrebbe dovuto praticamente arrestarsi per permettere questo capillare controllo.
    Collins mi ribadì che non avrebbe badato a spese: a muoverlo non era tanto il desiderio di ritrovare ciò che era convinto gli fosse stato rubato, ma la rabbia per essere stato imbrogliato proprio lui e proprio da Robinson, un uomo che disprezzava con tutto se stesso"
    "Ovviamente provvidi a mettere immediatamente sotto sorveglianza costante, 24 ore su 24, il sig. Robinson. Ma nulla di nuovo venne da quella parte: Robinson viveva tranquillo una vita da pacifico pensionato. Sembrava sereno, soddisfatto"
    "Dopo sei mesi non avevo scoperto niente e dovetti arrendermi all'evidenza: dovevo dichiarare il mio fallimento"
    "Mi reacai dal sig. Collins: era irriconoscibile. Pallido, dimagrito, sembrava l'ombra dell'uomo borioso e pieno di se che era venuto per la prima volta nel mio ufficio"
    "Le indagini gli erano già costate una fortuna. Ciò nonostante mantenne fede al suo impegno e mi pagò l'onorario che mi aveva promesso"
    Da allora non l'ho più visto. Ma oggi, finalmente, posso dire di aver risolto il caso: ho capito qual è stato l'oggetto del furto e come esso è stato eseguito!"

    A voi

    P.S. questa storia è un po' diversa dalle altre: mi è costata molta fatica elaborarla e ci ho potuto mettere poco tempo per scriverla... Perdonatemi se la prosa non è da Premi Pulitzer : se il racconto non fluisce molto bene o se, addirittura, troverete degli errori di grammatica o di forma, ma sono stanchissimo per aver passato due giorni di inferno al lavoro e di più non ho saputo fare...
    Buon divertimento!
    -



    PRESIDENTE DEL CLUB DEL GIALLO!

  2. #2
    Partecipante Super Figo L'avatar di MarinaPsicologa
    Data registrazione
    16-05-2008
    Residenza
    Vicenza
    Messaggi
    1,839

    Riferimento: Giallo club N° 4: La risata.

    ciò che è stato rubato è qulcosa di materiale?è soprattutto ha molto valore?
    Marina



    Membro del Club del Giallo ---- Tessera n°4----Segretaria addetta ai rapporti tra la Presidenza e i soci!!!

  3. #3
    Postatore OGM L'avatar di chiocciolina4
    Data registrazione
    12-04-2005
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    4,820

    Riferimento: Giallo club N° 4: La risata.

    non è che per caso Robinson ha fatto di proposito la risata tipica di Collins per fargli credere di averlo imbrogliato, anche se in realtà non aveva sottratto nulla dalla stanza? In questo modo gli avrebbe rubato la sua superbia, cosa che lo riduce ad una larva umana. Troppo filosofico, eh?

    Un vero amico ti pugnala sempre di fronte. (O. Wilde)

    Perchè per un uomo la psicoanalisi dura meno? Non c'è bisogno di regredire all'infanzia.

    Non sono cattiva, è che mi disegnano così...! -->

    Membro del Club del Giallo e addetta all'ufficio promozione e marketing - Tessera n° 2
    (Guardiana radar del gruppo insieme a RosaDiMaggio )

    Vieni a trovarci al social group!

  4. #4

    Riferimento: Giallo club N° 4: La risata.

    Secondo me gli ha rubato i proventi delle vittime potenziali che non ha potuto raggirare durante le indagini.
    Non è un oggetto materiale perchè altrimenti Robinson non avrebbe potuto dirsi ancora onesto e sarebbe sceso al livello di Collins e a quel punto in virtù di quale superiorità morale punirlo.
    In più Collins non può neanche denunciare Robinson senza mettersi nei guai

  5. #5
    Riccioli di Cioccolato L'avatar di nadirinha
    Data registrazione
    12-09-2008
    Residenza
    qui e ora
    Messaggi
    12,412
    Blog Entries
    22

    Riferimento: Giallo club N° 4: La risata.

    Citazione Originalmente inviato da chiocciolina4 Visualizza messaggio
    non è che per caso Robinson ha fatto di proposito la risata tipica di Collins per fargli credere di averlo imbrogliato, anche se in realtà non aveva sottratto nulla dalla stanza? In questo modo gli avrebbe rubato la sua superbia, cosa che lo riduce ad una larva umana. Troppo filosofico, eh?
    Anche secondo me è andata così...Robinson ha voluto mettere un tarlo nella testa di Collins in modo da farlo vivere con il dubbio di cosa gli avesse rubato e con la rabbia di essere stato inbrogliato che poi lo ha logorato pian piano...
    Però probabilmente c'è qualcosa di più...

  6. #6
    Partecipante Leggendario L'avatar di Sibu-chan
    Data registrazione
    22-10-2008
    Residenza
    Quartu Sant'Elena
    Messaggi
    2,428

    Riferimento: Giallo club N° 4: La risata.

    Robinson ha privato Collins della sua collaborazione, e in quanto uomo di facciata, ha fatto in modo che Collins non avesse più un prezioso collaboratore che concludesse i suoi affari. Perciò dal momento del suo allontanamento in poi, Collins è stato privato di qualsiasi oggetto collezionabile che avrebbe potuto ottenere solo con l'aiuto di Robinson
    Floating, falling, sweet intoxication
    Touch me, trust me, savour each sensation
    let the dream begin
    let your darker side give in
    to the power of the music that I write
    The power of the music of the night


    Queen of Movies del mese di Gennaio 2009

  7. #7
    Postatore Epico L'avatar di doctor2009
    Data registrazione
    13-11-2008
    Residenza
    Provincia di Roma
    Messaggi
    6,395

    Riferimento: Giallo club N° 4: La risata.

    Citazione Originalmente inviato da nadir81@ Visualizza messaggio
    Anche secondo me è andata così...Robinson ha voluto mettere un tarlo nella testa di Collins in modo da farlo vivere con il dubbio di cosa gli avesse rubato e con la rabbia di essere stato inbrogliato che poi lo ha logorato pian piano...
    Però probabilmente c'è qualcosa di più...
    Allora: riconosco subito di non essere stato all'altezza delle vostre aspettative, questa volta...
    No, non avete scoperto proprio tutto, il furto c'è stato: non una cosa materiale, ma, appunto, la serenità, la forza vitale di quell'uomo potente che è stata prosciugata dal semplice tarlo dell'onta subita e mai provata.
    E non avete capito come abbia fatto Andrews a capire tutto a distanza di un anno: è stato il giornale che stava leggendo ad illuminarlo, un trafiletto con la notizia che Collins si era suicidato, naturale epilogo della pazzia a cui il "furto" di Robinson lo aveva condotto.
    Vi mancavano piccoli particolari dunque: ma tanto piccoli che non aveva alcun senso continuare il gioco visto che il "piatto forte" era subito stato scoperto.
    Questi giochi non sono facili da elaborare, ma le regole che li sovraintendono sono invece semplicissime: chi accetta di giocare deve arrivare alla "verità" piano piano, tassello dopo tassello. Per cui devono essere più facilmente identificabili i particolari secondari, mentre il marchingegno principale deve restare il più a lungo possibile nascosto.
    Questa volta, invece, è successo il contrario e il piatto forte è stato subito scoperto, perchè troppo facile da individuare, evidentemente.
    Per colpa mia, naturalmente, che non avevo saputo costruire un intreccio adeguatamente congegnato come le altre volte...
    Avevo dei dubbi prima di far "uscire" questa puntata del "giallo club"... la storia che mi era venuta in mente non mi sembrava adatta... Per di più, causa grossa mole di lavoro, non avevo avuto sufficiente tempo per mettere a punto la storia.
    Mi sono fatto prendere, però, la mano dagli amici del forum che mi hanno richiesto più volte, in mp, una nuova puntata e ho accettato di accontentarli, anche se non avrei dovuto.
    Ho cercato di elaborare un intreccio più complicato del solito per sopperire alla carenza di materia prima: come quei ( cattivi ) cuochi che cercano di coprire il sapore di un pesce non freschissimo usando una montagna di salsine e salsette.
    L'effetto è stato disastroso, me ne sono accorto solo oggi.
    Anche la caratterizzazione dei personaggi è stata pessima: avrei voluto far risaltare il profilo psicologico di Robinson, l'uomo tranquillo, buono e onesto che, però, è in grado, se spinto dalle circostanze, di elaborare una sottilissima ma feroce vendetta... Tutto è rimasto però sfocato, poco interessante e rilevante.
    Probabilmente vi ho deluso, ho deluso la mia piccola combriccola di appassionati di quiz gialli...
    Mi dispiace, mi dispiace proprio...
    L'unica cosa che posso fare, è promettervi che il giallo club n° 5, quando uscirà, sarà sicuramente all'altezza dei migliori predecessori: altrimenti non uscirà, non ho alcuna intenzione di ripetere questo fiasco...
    Nella speranza che, comunque, se e quando dovesse uscire troverà ancora lettori affezionati...
    -



    PRESIDENTE DEL CLUB DEL GIALLO!

  8. #8
    Riccioli di Cioccolato L'avatar di nadirinha
    Data registrazione
    12-09-2008
    Residenza
    qui e ora
    Messaggi
    12,412
    Blog Entries
    22

    Riferimento: Giallo club N° 4: La risata.

    Doct forse non avevi messo in conto la perspicacia e l'intelligenza di noi gialliste incallite...

  9. #9
    Postatore Epico L'avatar di doctor2009
    Data registrazione
    13-11-2008
    Residenza
    Provincia di Roma
    Messaggi
    6,395

    Riferimento: Giallo club N° 4: La risata.

    Citazione Originalmente inviato da nadir81@ Visualizza messaggio
    Doct forse non avevi messo in conto la perspicacia e l'intelligenza di noi gialliste incallite...
    Questo è sicuramente vero..., non vi voglio togliere i vostri meriti, tutt'altro... E poi è merito anche mio che vi ho allenate, no?
    Però è indubbio che la trama era "debole", troppo facile e quasi scontata la vicenda...
    Insomma non sono soddisfatto della riuscita...
    Farò meglio la prossima volta ( e questa volta mi prenderò tutto il tempo necessario... ).
    -



    PRESIDENTE DEL CLUB DEL GIALLO!

  10. #10
    Riccioli di Cioccolato L'avatar di nadirinha
    Data registrazione
    12-09-2008
    Residenza
    qui e ora
    Messaggi
    12,412
    Blog Entries
    22

    Riferimento: Giallo club N° 4: La risata.

    ok! aspetteremo fiduciosi il prossimo...

  11. #11
    Postatore OGM L'avatar di chiocciolina4
    Data registrazione
    12-04-2005
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    4,820

    Riferimento: Giallo club N° 4: La risata.

    Caspita ci ho azzeccato! Doctor, forse è anche perchè siamo psicologhe...

    Un vero amico ti pugnala sempre di fronte. (O. Wilde)

    Perchè per un uomo la psicoanalisi dura meno? Non c'è bisogno di regredire all'infanzia.

    Non sono cattiva, è che mi disegnano così...! -->

    Membro del Club del Giallo e addetta all'ufficio promozione e marketing - Tessera n° 2
    (Guardiana radar del gruppo insieme a RosaDiMaggio )

    Vieni a trovarci al social group!

  12. #12
    Postatore Epico L'avatar di doctor2009
    Data registrazione
    13-11-2008
    Residenza
    Provincia di Roma
    Messaggi
    6,395

    Riferimento: Giallo club N° 4: La risata.

    Citazione Originalmente inviato da chiocciolina4 Visualizza messaggio
    Caspita ci ho azzeccato! Doctor, forse è anche perchè siamo psicologhe...
    Bravissima anche a te, hai ragione pensavo di averti inclusa nel mio quotaggio, invece eri rimasta fuori anche se sei stata la prima ad indovinare...
    Comunque sei d'accordo anche tu che questa volta ho fatto un mezzo fiasco?...
    -



    PRESIDENTE DEL CLUB DEL GIALLO!

  13. #13
    Partecipante Leggendario L'avatar di Sibu-chan
    Data registrazione
    22-10-2008
    Residenza
    Quartu Sant'Elena
    Messaggi
    2,428

    Riferimento: Giallo club N° 4: La risata.

    Citazione Originalmente inviato da doctor2009 Visualizza messaggio
    Bravissima anche a te, hai ragione pensavo di averti inclusa nel mio quotaggio, invece eri rimasta fuori anche se sei stata la prima ad indovinare...
    Comunque sei d'accordo anche tu che questa volta ho fatto un mezzo fiasco?...
    Questa volta hai puntato troppo sulla psicologia, tralasciando particolari materiali, che solitamente sono più difficili da individuare. probabilmente è stata questa la debolezza di fondo...
    La prossima volta troverai una storia con cui farci impazzire, lo so
    Floating, falling, sweet intoxication
    Touch me, trust me, savour each sensation
    let the dream begin
    let your darker side give in
    to the power of the music that I write
    The power of the music of the night


    Queen of Movies del mese di Gennaio 2009

  14. #14
    Postatore Epico L'avatar di michael sniper
    Data registrazione
    08-05-2008
    Residenza
    Selargius
    Messaggi
    8,608

    Riferimento: Giallo club N° 4: La risata.

    Caro Arthur Conan Doyle sinceramente ho trovato quest'episodio più sottile dei precedenti... e forse con una finezza maggiore... ti sei però scontrato con un'onda di psicologi che non avrebbero puntato che in quella direzione
    Attendiamo cum impazienza nuovi episodi ma senza forzature, perchè vogliamo un prodotto sano e genuino
    (Sembra una pubblicità, messa su questo piano )
    Se qualcuno/a conosce donne in gravidanza, dal sesto mese compreso in poi, della provincia di Cagliari, è gentilmente pregato/a e invitato/a a contattarmi tramite messaggio privato. Grazie mille a tutti

  15. #15
    Postatore Epico L'avatar di doctor2009
    Data registrazione
    13-11-2008
    Residenza
    Provincia di Roma
    Messaggi
    6,395

    Riferimento: Giallo club N° 4: La risata.

    Citazione Originalmente inviato da michael sniper Visualizza messaggio
    Caro Arthur Conan Doyle sinceramente ho trovato quest'episodio più sottile dei precedenti... e forse con una finezza maggiore... ti sei però scontrato con un'onda di psicologi che non avrebbero puntato che in quella direzione
    Attendiamo cum impazienza nuovi episodi ma senza forzature, perchè vogliamo un prodotto sano e genuino
    (Sembra una pubblicità, messa su questo piano )
    Hai ragione, forse quello è stato l'errore...
    Si la prossima la voglio ragionare bene...
    -



    PRESIDENTE DEL CLUB DEL GIALLO!

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy