• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 6 di 6
  1. #1
    trusttrust
    Ospite non registrato

    informazioni stato d'animo

    provaprovaprova

  2. #2
    trusttrust
    Ospite non registrato

    Riferimento: informazioni stato d'animo

    Buongiorno, scusate per il messaggio di prova, ho fatto invio per sbaglio.
    E' laprima volta che scrivo sul forum, sono alla ricerca di informazioni che possano chiarire il periodo di incertezza che sto vivendo e forse farmi capire la strada giusta per risolverlo.
    Ho 34 anni, sono sposato e da qualche mese è arrivato un bel bimbo, voluto, nato dopo una gravidanza tranquilla e senza intoppi, ora, tranne qualche levataccia notturna, la situazione familiare è buona. Ho un lavoro autonomo e sono abastanza impegnato nel volontariato sociale.
    Da qualche tempo sto vivendo uno stato d'anio turbato, la chiamo ansia ma non so se veramente di quasto di tratta, nella mia testa vivo spesso situazioni legate al mio lavoro passato, immaginando di avere a che fare con contestazioni su lavori mal eseguiti, in altre occasioni, più frequenti in alcuni periodi, rivivo fatti legati alla mia adolescenza, in particolare le prime scoperte sessuali, masturbazione ecc.
    Rivivo le situazioni in continuazione, immagino le persone coinvolte e mi sento in qualche maniera giudicato negativamente, mi sembra di stare davanti ad una giuria e di condividere le colpe che mi vengono attribuite.
    In alcuni momenti, sempre più rari, riesco a razionalizare i fatti (che in alcuni casi non so nemmeno se accaduti realmente come li ricordo) e li minimizzo per quello che sono.
    Ne ho parlato con mia moglie, riesco a spiegarle quello che penso in continuazione nella mia testa, lei capisce e minimizza, la cosa mi tira su per un periodo ma poi ricado ancora più in basso.
    Ho cercato di dare una spiegazione alla cosa, legando il mio stato d'animo alla responsabilità acquisita nel diventare padre ma la cosa non mi convince.
    Qualcuno ha un idea di cosa stia frullando nella mia testa?
    Grazie

    Trusttrust

  3. #3
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281

    Riferimento: informazioni stato d'animo

    Non ho un'idea di cosa ti stia accadendo. Solo qualche sensazione, sentimenti che mi suscita il tuo scritto. Prendili così, non come indicazioni o consigli.
    Mi viene in mente, leggendoti, che sei da poco diventato padre, e che, curiosamente, le tue fantasie sembrano riguardare più il passato che il futuro. Una cosa abbastanza inusuale.
    Potrebbero essere possibili molte letture, molte spiegazioni. Potrebbe essere che tu stia spostando su avvenimenti del passato l'ansia legittima che provi per le responsabilità nuove cui ti trovi di fronte. Il timore di non essere all'altezza (le critiche relative a lavori mal eseguiti), il timore delle novità (le prime esperienze sessuali), la paura di non farcela.
    Diventare padre non è cosa da poco. Curiosamente, vi sono molti programmi destinati ad aiutare le donne a diventare madri, ma pochissimi si occupano di aiutare gli uomini a diventare padri. Che vuol dire entrare nella storia. Nella storia lineare delle generazioni. Fare la propria parte. E non è semplice.
    Ti saluto, e spero di esserti stato, in qualche modo, utile.

    Buona vita

    Guglielmo
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  4. #4
    trusttrust
    Ospite non registrato

    Riferimento: informazioni stato d'animo

    Grazie Willy, il solo fatto di condividere la cosa con qualcuno mi solleva
    momentaneamente.
    Qual'è la figura professionale più indicata per valutare il mio problema? Non ho molto chiaro il mondo della psicologia.
    Grazie ancora.

    Trusttrust

  5. #5
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281

    Riferimento: informazioni stato d'animo

    Potresti consultare uno psicologo (non necessariamente uno psicoterapeuta) e vedere assieme con lui quali possono essere i motivi che ti provocano questi pensieri che senti come "estranei" al tuo solito modo di fare. A volte non è necessario impegnarsi in percorsi lunghi e costosi, e questi "sintomi" che riferisci potrebbero essere semplicemente una forma di disagio nell'adattarti ad una situazione nuova.

    Se, nel corso delle sedute dovessero emergere problemi più "seri", sarà lui stesso a poterti indirizzare verso uno psicoterapeuta.

    Per iniziare, fossi in te, mi rivolgerei al Consultorio Familiare a te più vicino. Anche perché è la strada meno costosa (paghi solo il ticket) e non richiede prescrizione da parte del medico di famiglia.

    Fatti sentire e buona vita

    Guglielmo
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  6. #6
    trusttrust
    Ospite non registrato

    Riferimento: informazioni stato d'animo

    Ciao e scusa se non ho risposto prima, grazie per l'interessamento e per i consigli, proverò a fare come dici.

    TrustTrust

Privacy Policy