• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3
  1. #1
    fabrighiglie
    Ospite non registrato

    Concorsi e test psicoattitudinali

    Non so se sono nella sezione giusta -e in tal caso prego i mod di spostare la mia discussione-, perchè so che l'argomento del quale sto per parlare non ha nulla a che vedere con il lavorare come psicologo, però ho bisogno di alcune delucidazioni, magari da chi svolge come professione lo psicologo del lavoro o il selezionatore del personale per le aziende.
    Un ragazzo che conosco m'ha segnalato un concorso per un lavoro che mi potrebbe garbare -link-, e per il quale sono in possesso dei requisiti richiesti.
    Il bando parla di 2 fasi di preselezione, di cui la prima è basata su test psicoattitudinali, finalizzati a valutare le abilità del candidato in termini di capacità attentive e di ragionamento spaziale, per i quali è attribuito un punto in caso di risposta corretta, 0 punti in caso di risposta omessa e 0,33 punti in meno per ogni risposta errata. Superata questa fase, i primi 200 classificati passeranno a quella successiva, concentrata su colloqui di gruppo e individuali finalizzati a valutare conoscenze e abilità, nonché ad approfondire gli aspetti di motivazione per un’adeguata copertura del ruolo
    professionale.
    Premesso che i concorsi, ma soprattutto gli psicologi del lavoro e in generale tutti coloro i quali hanno l'obiettivo di cercare il minimo difetto per scartarti, m'han sempre fatto paura, come mi posso comportare?

  2. #2
    Partecipante Esperto L'avatar di alias1983
    Data registrazione
    01-02-2008
    Residenza
    grosseto
    Messaggi
    248

    Riferimento: Concorsi e test psicoattitudinali

    Ciao sinceramente non mi vengono in mente test attitudinali che valutino
    capacità attentive e di ragionamento spaziale, per i quali invece mi vengono in mente alcune aree della WAIS-R, test di livello.
    per quanto riguada il tutto invece, mi sento di dirti di stare tranquilla e rilassata, i selezionatori non sono cani e lo scopo dell'uso dei test e del colloquio individuale e di gruppo è quello di ottenere maggiori info possibili su come sei e come ti relazioni con altri. poi valuteranno la tua congruenza con il profilo del candidato ideale, ma cmq sii te stessa è la cosa migliore!
    ps. si che concorso si tratta?

    e che la forza sia con voi!........:

  3. #3
    fabrighiglie
    Ospite non registrato

    Riferimento: Concorsi e test psicoattitudinali

    premesso che sono un omo, si tratta di un concorso per entrare all'ataf -azienda che gestisce il trasporto urbano nell'area fiorentina-. Purtroppo i posti sono pochi, ed è proprio questo che mi preoccupa, in quanto i selezionatori cercheranno in tutti i modi di segare quanta più gente possibile, e non potrebbero fare altrimenti.
    Più che altro mi preoccupa il giudizio degli psicologi, in quanto ho brutte esperienze e so che spesso c'è chi si fa i peggio film

Privacy Policy