• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 13 di 13
  1. #1

    Orientamento universitario:dubbi e chiarimenti.

    Mercoledì siamo stati alla Fiera del Mediterraneo a Palermo a visitare gli stand delle varie università italiane. Voi sapete che io ho la mia idea,è la mia idea è fare psicologia,quindi già abbastanza decisa mi sono buttata tra gli stand per avere informazioni mirate solo a questa facoltà. Tuttavia vorrei chiarimenti e risposte a dubbi non ancora risolti e credo che nessuno meglio di voi possa darmele.

    1.Per inziare,sto sfogliando il "manuale" di Parma. Ma guardando su Internet nel sito dell'università risulta che vi è un solo corso di laurea "Scienze del comportamento e delle relazioni interpersonali e sociali", corso che però nel sito risulta essere ad "ACCESSO LIBERO". Ora mi chiedo la facoltà di psicologia a Parma è davvero a numero aperto? (in quanto dovrei trovarne una di facoltà che sia a numero aperto,nel caso non dovessi entrare in quelle a numero chiuso).

    2.Come secondo dubbio,vorrei chiedervi: ho visto in varie guide dello studente che ci sono corsi di laurea triennale in psicologia dello sviluppo,delle relazioni interpersonali ecc...,ma anche la laurea magistrale (che se non ho capito male è quella di 5 anni) in psicologia clinica. Qual è la differenza tra la laurea magistrale in psicologia clinica e la laurea triennale in psicologia dello sviluppo ecc...?io pensavo che comunque psicologia clinica fosse una delle tante specializzazioni della durata di 2 anni,così come mi hanno detto che è a Palermo.

    3. Sempre per quanto riguarda Parma, (non so se è anche in altre città) risulta che la specializzazione è divisa in 4 curricula. Che vuol dire? che sono 4 specializzazioni diverse tra le quali potrò decidere?

    4. Ho sentito dire che la facoltà di psicologia di Padova è la migliore. E' davvero così? Io vorrei restare a Palermo (se riesco a passare il test) anche se mi è stato detto che quest'anno i corsi di laurea sono 2,ma che l'anno prossimo ce ne sarà uno solo. E comunque la specializzazione è solo di 2 tipi: psicologia clinica e psicologia dello sviluppo. Io finendo la triennale potrei fare la specializzazione anche altrove?

    5. I test di psicologia sono in giorni diversi nelle varie città o tutti lo stesso giorno come per Medicina ad esempio? (se è così ho poche possiblità)

    6. Oltre a quella di Parma (se ho capito bene dal sito) quale facoltà di Psicologia in italia è a numero aperto? sempre delle statali,naturalmente non delle private.

    7. Che mi dite della facoltà ad urbino? mi ha colpito molto.

    mi farebbe piacere che rispondeste in molti,soprattutto alla 2 domanda...grazie mille!!!!

  2. #2
    Partecipante Assiduo L'avatar di Joestar89
    Data registrazione
    06-10-2008
    Messaggi
    152

    Riferimento: Orientamento universitario:dubbi e chiarimenti.

    pure io sono siciliano, ma studio a roma psicologia da quest'anno per la precisione sviluppo.

    comunque tutto...

    1. a parma ci studia una mia amica, finora è a numero aperto. non so se l'anno prossimo ci sarà un test o no, comunque fino ad ora è a numero aperto.

    2. guarda..non ho ben capito ehehe io posso dirti come funziona in linea di massima..

    allora tu l'anno prossimo affronterai il primo anno della laurea triennale. finendo la triennale se non vuoi rimanere disoccupata (visto che i compiti che potresti fare con la laurea triennale in psicologia sono pochissimi e comunque non saresti mai appagata ed è quasi impossibile trovare lavoro solo con la triennale) dovrai iscriverti ad un corso magistrale che è l'equivalente della specializzazione del vecchio ordinamento (quello dell'anno scorso per intenderci.) dalla durata in linea di massima di 2 anni. quindi 3+2.

    poi decidi tu se continuare con la scuola di specializzazione per psicoterapia dalla durata di 4 anni oppure dottorati di ricerca...bo guarda..non sono ancora troppo informato..sono solo al primo anno eheh!

    3. i curricula ti permettono sempre e comunque di essere laureata in una triennale in psicologia. quindi scegliere psicologia del lavoro non implica una specialistica per forza in lavoro, ma puoi andare anche in clinica, nessuno te lo vieta. comunque si, vuol dire che ci sono 4 corsi, scegli quello che sembra essere più adatto a te.

    4. non sono informato su quale sia la facoltà migliore. però sono sicuro al 100% che puoi fare una triennale dove vuoi ed una specialistica dove vuoi. forse ci saranno esami da recuperare ma sinceramente non ti so di dire più di tanto..

    5. che io sappia, no. o per lo meno due anni fa a roma e a palermo erano lo stesso giorno ma è un caso se non sbaglio.

    6. forse enna...ma ti conviene tentare di fare il test ehehe..comunque in giro nel forum ci dovrebbe essere un topic con una serie di facoltà a numero aperto.

    7.bo..chiedi direttamente nella sezione.


    guarda..io ti posso dire una cosa, il test non è impossibile e difficilissimo come quello di medicina , è fattibile. ti dico che io ho "studiato" due giorni prima e basta, ma non c'è comunque nulla da fare. sono arrivato 86esimo in classifica generale e se non sbaglio 13esimo in quella del mio corso di laurea. basta sapere un po' di matematica ed essere veloce a fare calcoli, saper leggere e capire testi un po' più complicati e avere capacità logiche discrete.. a mio avviso è abbastanza semplice il test..e non è che io sia una cima

    comunque in bocca al lupo

  3. #3

    Riferimento: Orientamento universitario:dubbi e chiarimenti.

    Citazione Originalmente inviato da Joestar89 Visualizza messaggio
    decidi tu se continuare con la scuola di specializzazione per psicoterapia dalla durata di 4 anni oppure dottorati di ricerca...bo guarda..non sono ancora troppo informato..sono solo al primo anno eheh!
    cioè praticamente significa che io faccio il 3+2,cioè la triennale e 2 anni di specializzazione e poi devo farne altri 4? e questi altri 4 cosa sono?scusate....

    cmq grazie mille joe x le tue risposte!

  4. #4
    Partecipante Assiduo L'avatar di Joestar89
    Data registrazione
    06-10-2008
    Messaggi
    152

    Riferimento: Orientamento universitario:dubbi e chiarimenti.

    Citazione Originalmente inviato da alessia29 Visualizza messaggio
    cioè praticamente significa che io faccio il 3+2,cioè la triennale e 2 anni di specializzazione e poi devo farne altri 4? e questi altri 4 cosa sono?scusate....

    cmq grazie mille joe x le tue risposte!

    si sono 9 anni in tutto..

    SE NON SBAGLIO si dovrebbe chiamare "scuola di specializzazione" che dura 4 anni per la psicoterapia. ma comunque per questo ti conviene chiedere in altre sezioni, non ti so dire con certezza ma sono sicuro che dura 4 anni.

  5. #5

    Riferimento: Orientamento universitario:dubbi e chiarimenti.

    e quindi solo con il 3+2 non si conclude niente?pensavo bastassero i 2 anni di specialistica per avere una formazione completa....

  6. #6
    Partecipante Super Figo L'avatar di CaptiveSoul
    Data registrazione
    28-02-2006
    Residenza
    Siena - Padova
    Messaggi
    1,646

    Riferimento: Orientamento universitario:dubbi e chiarimenti.

    Con il 3+2 (tre anni di triennale e due di magistrale, adesso si chiama così..) sei dottore in psicologia, per essere psicologo e poter lavorare come tale devi fare un anno di tirocinio e al termine di questo l'esame di stato che abilita alla professione. A questo punto sei psicologo.
    Se vuoi fare lo psicoterapeuta devi invece fare altri 4 o 5 anni di scuola di specializzazione..

    Spero di avervi chiarito qualche dubbio!
    "Ogni volta che una cellula nervosa muore abbiamo un neurone in meno per pensare."
    (M. Bear, B. Connors, M. Paradiso, "Neuroscienze, Esplorando il cervello", trad. it. a cura di C. Casco e L. Petrosini)




  7. #7
    Partecipante Assiduo L'avatar di Joestar89
    Data registrazione
    06-10-2008
    Messaggi
    152

    Riferimento: Orientamento universitario:dubbi e chiarimenti.

    Citazione Originalmente inviato da CaptiveSoul Visualizza messaggio
    Con il 3+2 (tre anni di triennale e due di magistrale, adesso si chiama così..) sei dottore in psicologia, per essere psicologo e poter lavorare come tale devi fare un anno di tirocinio e al termine di questo l'esame di stato che abilita alla professione. A questo punto sei psicologo.
    Se vuoi fare lo psicoterapeuta devi invece fare altri 4 o 5 anni di scuola di specializzazione..

    Spero di avervi chiarito qualche dubbio!
    ma la scuola di specializzazione non si fa dopo il tirocinio, vero?

  8. #8
    Partecipante Super Figo L'avatar di CaptiveSoul
    Data registrazione
    28-02-2006
    Residenza
    Siena - Padova
    Messaggi
    1,646

    Riferimento: Orientamento universitario:dubbi e chiarimenti.

    Citazione Originalmente inviato da Joestar89 Visualizza messaggio
    ma la scuola di specializzazione non si fa dopo il tirocinio, vero?
    Dopo l'esame di stato, quindi si dopo l'anno di tirocinio
    "Ogni volta che una cellula nervosa muore abbiamo un neurone in meno per pensare."
    (M. Bear, B. Connors, M. Paradiso, "Neuroscienze, Esplorando il cervello", trad. it. a cura di C. Casco e L. Petrosini)




  9. #9
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    30-11-2008
    Messaggi
    62

    Riferimento: Orientamento universitario:dubbi e chiarimenti.

    Aò joestar...fai psicologia e non sai ste cose??? sto scherzando ovviamente...cmq come ho detto già in un altro post, e per rispondere a una delle domande qui sopra, vi ricordo che la migliore in Italia è Cesena e non Padova...mi dovrebbero pagare per tutta la pubblicità che faccio!!

  10. #10
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140

    Riferimento: Orientamento universitario:dubbi e chiarimenti.

    in che senso è l'università "migliore 'd'Italia"?
    Ultima modifica di ste203xx : 29-03-2009 alle ore 10.25.57

  11. #11
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    30-11-2008
    Messaggi
    62

    Riferimento: Orientamento universitario:dubbi e chiarimenti.

    Vuol dire che nella classifica delle università di psicologia in Italia, mi sembra della Repubblica....ma ditemi se sbaglio!!...è già più di qualche anno che Cesena è al primo posto...cioè non lo dico io!!!

  12. #12
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140

    Riferimento: Orientamento universitario:dubbi e chiarimenti.

    Sno andata a curiosare
    Senza nulla togliere a cesena, però questa classifica è redatta su criteri un pochino ambigui e discutibili, come ha rilevato anche il preside di Giurisprudenza di Bologna, che si aspettava un piazzamento migliore e non è d'accordo nel mettere al primo posto Catanzaro e Teramo come università che hanno il migliore "indice di attrazione" (Repubblica.it/La grande guida all'universit ). Gli amici di teramo e catanzaro penso si arrabbieranno non poco per la parole del preside di Giurisprudenza. Su Psicologia, non compaiono sul podio neanche Roma e Padova, perché hanno usato come criterio anche il rapporto studenti-docenti, quindi in tutte le facoltà se la sono cavata meglio le università piccole, penalizzando i grandi atenei

    Sempre per la classifica di Psicologia, ce ne sono altre riportate proprio da Repubblica ( Repubblica.it/La grande guida all'universit ): quella stilata dai presidi prevede 1° Padova- 2° Roma - 3°Trieste e Bologna a pari merito; quella stilata dagli Ordini professionali prevede 1° Padova - 2° Roma - 3° Bologna e Milano a pari merito. La più votata nel sondaggio tra i lettori invece è Padova. Insomma ci sono tante classifiche in giro, ognuna redatta secondo criteri diversi e non sempre oggettivi, un po' come succedeva per le bandiere blu/bianche/verdi ecc per le spiagge

    poi per carità, w cesena olé!! Ci ha sfornato Sirri, a cui tutti i liberi professionisti sono grati per le sue efficacissime dispense su come avviare uno studio!!! Ma anche w la Sapienza, perdona il campanilismo, ognuno "tifa" per la sua

    Sono tutte migliori le università, alla fine la qualità della preparazione dipende dall'impegno dello studente e non dalla posizione dell'ateneo nelle più svariate classifiche
    Ultima modifica di ste203xx : 30-04-2009 alle ore 19.21.40

  13. #13
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    30-11-2008
    Messaggi
    62

    Riferimento: Orientamento universitario:dubbi e chiarimenti.

    Ah adesso capisco perchè te la prendi tanto...cmq potrei anche darti ragione per certi aspetti per altri no però...nel senso che la classifica di repubblica è quella che sinceramente si tiene in considerazione,infatti quando quelli di padova erano primi lo dicevano sulla base di essa...adesso invece saltano fuori nuove classifiche ovviamente in cui siamo tutte parimerito!! Io mi sono permessa di risponderti perchè le ho frequentate tutte e due e quindi FORSE posso permettermi di giudicare nel mio piccolo...però è ovvio che ognuno ha la sua opinione...dire però che sono dei criteri "ambigui" non mi sembra molto corretto ecco...ah un'altra cosa...secondo me se vai a parlare con alcuni studenti di Firenze che si sono trasferiti a Cesena(ma comunque di qualsiasi università) non credo siano della tua stessa opinione sul fatto che tutte le università sono migiori e dipende dall'impegno dello studente!! Come non credo ritengano un criterio ambiguo e discutibile la relazione studenti-docenti...ma va beh...
    Ultima modifica di diamante22 : 02-04-2009 alle ore 11.11.32

Privacy Policy