• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4
  1. #1
    fabiospicap
    Ospite non registrato

    calcola il tuo peso indicativo

    peso forma? peso ideale? tutte cose utili, ma il peso di una persona ha a che fare anche con la sua storia, con l'immagine che ha di sé e degli altri.

    ecco un modo facile per calcolare questo indice.
    sono 4 domandine.
    divertitevi a rivolgerle a voi stessi, o a qualcuno a cui pensiate possa servire.

    il calcolo del Peso Indicativo è dato dal Totale : 4.

    Quando lo avete ottenuto confrontatelo con quello... che dice la bilancia,e
    fatemi sapere!!!



    CALCOLO DEL PESO INDICATIVO


    Quale è stato il peso minimo che ha mantenuto per più di un anno dopo i 21 anni?

    _______



    Qual è il peso massimo al livello del quale si è sentito/a fisicamente in forma?

    _______


    Qual è il peso massimo al livello del quale si è piaciuto/a?

    _______



    Qual è il peso di una persona che le piace (stesso sesso) e che è leggermente più magra di lei?


    ______




    a presto!!

    fabiospicap

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di RosadiMaggio
    Data registrazione
    10-02-2006
    Residenza
    Tra le Alpi e gli Appennini
    Messaggi
    11,960

    Riferimento: calcola il tuo peso indicativo

    Buonasera, chiedo scusa, ma vorrei un chiarimento su come calcolare il totale in rapporto all'indice indicato: 4. Se noi sommando i pesi indicati, ottenessimo dei totali che superano i 200 kg e, a volte, si approssima ai 300 o 400 kg, pur non essendo i singoli pesi particolarmente elevati, in rapporto a sesso ed eta', altezza, attivita', o addirittura, di persone che si riferiscono ai loro "pesi forma" nei singoli periodi e quelli in cui si sono piaciuti di piu'e piu' omeno corrispondenti o con piccole differenze, come ci dovremmo regolare?
    La dfferenza, potrebbe farla la risposta alla domanda 4? Se invece non è cosi'? Voglio dire, se attualmente una persona di 30 anni, pesa ipoteticamente 70 kg, a 21, il peso minimo mantenuto dopo i 21 anni è 64 kg, quello massimo a cui si è piaciuta di piu', circa 76 kg e quello della persona piu' magra di lei o lui , pesa 58 kg, il Totale delle 4 risposte, è se non sbaglio, 258 kg. (se è sbagliato scusate ma l'ho fatto a mente:mumble) Ora, ora che ci penso qs è una domanda fatta proprio bene, mi sa, per far capire ragionando, qualcosa di importante; potrebbe orientarci a riflettere su quei singoli periodi raccontati brevemente o ricordati, per stabilire delle correlazioni con l'alimentazione di allora, di ora, del ns stato di benessere e del modello "ideale", di noi stessi e circa gli altri? Oltre che sulla distribuzione del peso nelle varie parti del corpo?
    A me, qs domanda semplice, mi suona come piu' complessa ed ho la sensazione che molte bilance, attualmente si rifiutino di rispondere al confronto o sull'esito dello stesso.....

    Eventualmente, in che termini, oltre alla sommatoria delle 4 risposte, dovremmo utilizzare l'indice 4?

    Grazie, ciao
    Gaia

    Tessera n° 15 Club del Giallo

    Guardiana Radar del Gruppo insieme a Chiocciolina4

  3. #3
    fabiospicap
    Ospite non registrato

    Riferimento: calcola il tuo peso indicativo

    Buonasera Gaia,
    cerco di rispondere ai tuoi dubbi, anche se qui siamo in un campo(i numeri) in cui sono proprio penoso

    il totale delle risposte da un numero, mettiamo il 258. questo numero va diviso per 4 e dà (santa calcolatrice!): 64,5. Quindi il nostro 30enne avrebbe un peso indicativo, o peso ragionevole, di 64,5 kg.

    questo calcolo è molto utile per le persone che vogliono perdere peso, può costituire un obiettivo, una meta. la differenza tra il peso indicativo e l'output dei programmi dei nutrizionisti è che il primo è più umano, parla della storia della persona e delle proprie aspettative, e di come è fatta una persona che gli piace.
    Ti assicuro che non c'è molto scarto tra il peso indicativo e quello delle tabelle del peso ideale. Quando si verifica un grande scarto, spesso c'è un problema nel modo in cui la persona vede sé stessa o l'obiettivo di perdere peso (ex una signora di 50 anni di 85 kg, peso indicativo 74 che ti chiede di tornare a 61 "come prima di sposarsi".)

    La tua perspicacia ti ha fatto cogliere un aspetto importante: la domanda 4.
    Ti dico per esperienza clinica che è quella che mette più in crisi i clienti. Chi è una persona che mi piace?e quanto pesa?e come faccio a chiederglielo?
    Il bello nell'affrontare la domanda 4 è che i clienti scoprono spesso che questa persona che piace loro a volte pesa pochissimo meno, oppure molto di più del peso che hanno prefisso per loro stessi! (ex:la signora di prima scopre che la conoscente che le piace pesa 77 kg, ben lontano da quei 61!!!).E questo ci dice che possiamo essere molto più severi ed esigenti verso noi stessi che verso un perfetto sconosciuto. Cosa stranota per gli psic, ma quanti dietisti possono tenerne conto??

    Spero di averti risposto e di non essere stato troppo prolisso: il peso indicativo è uno degli strumenti più usati nel mio lavoro e ne parlerei per ore
    Se hai altre domande su questo argomento, non hai che da chiedere!

    Grazie ancora dei tuoi interventi e del tuo "occhio attento"

    a presto

    Fabiospicap


    ps: Risponderò a breve anche all'altro post!

  4. #4
    Postatore Epico L'avatar di RosadiMaggio
    Data registrazione
    10-02-2006
    Residenza
    Tra le Alpi e gli Appennini
    Messaggi
    11,960

    Riferimento: calcola il tuo peso indicativo

    Citazione Originalmente inviato da fabiospicap Visualizza messaggio
    Buonasera Gaia,
    cerco di rispondere ai tuoi dubbi, anche se qui siamo in un campo(i numeri) in cui sono proprio penoso

    il totale delle risposte da un numero, mettiamo il 258. questo numero va diviso per 4 e dà (santa calcolatrice!): 64,5. Quindi il nostro 30enne avrebbe un peso indicativo, o peso ragionevole, di 64,5 kg.

    questo calcolo è molto utile per le persone che vogliono perdere peso, può costituire un obiettivo, una meta. la differenza tra il peso indicativo e l'output dei programmi dei nutrizionisti è che il primo è più umano, parla della storia della persona e delle proprie aspettative, e di come è fatta una persona che gli piace.
    Ti assicuro che non c'è molto scarto tra il peso indicativo e quello delle tabelle del peso ideale. Quando si verifica un grande scarto, spesso c'è un problema nel modo in cui la persona vede sé stessa o l'obiettivo di perdere peso (ex una signora di 50 anni di 85 kg, peso indicativo 74 che ti chiede di tornare a 61 "come prima di sposarsi".)

    La tua perspicacia ti ha fatto cogliere un aspetto importante: la domanda 4.
    Ti dico per esperienza clinica che è quella che mette più in crisi i clienti. Chi è una persona che mi piace?e quanto pesa?e come faccio a chiederglielo?
    Il bello nell'affrontare la domanda 4 è che i clienti scoprono spesso che questa persona che piace loro a volte pesa pochissimo meno, oppure molto di più del peso che hanno prefisso per loro stessi! (ex:la signora di prima scopre che la conoscente che le piace pesa 77 kg, ben lontano da quei 61!!!).E questo ci dice che possiamo essere molto più severi ed esigenti verso noi stessi che verso un perfetto sconosciuto. Cosa stranota per gli psic, ma quanti dietisti possono tenerne conto??

    Spero di averti risposto e di non essere stato troppo prolisso: il peso indicativo è uno degli strumenti più usati nel mio lavoro e ne parlerei per ore
    Se hai altre domande su questo argomento, non hai che da chiedere!

    Grazie ancora dei tuoi interventi e del tuo "occhio attento"

    a presto

    Fabiospicap


    ps: Risponderò a breve anche all'altro post!

    Ciao, grazie mille della risposta.
    Una ulteriore domanda in realta' ce l'avrei e riguarda il punto n°4, quello in cui si fa riferimento ad un modello "ideale" relativamente ad un'altra persona che ci piace e a cui vorremmo assomigliare. Prendendo come esempio quello che hai fatto tu, della signora di 50 anni che ne pesa 85 e vorrebbe tornare, come Obiettivo prefissato, a 61 kg come prima di sposarsi in base al "suo interno modello personale" e vorrebbe assomigliare ad una persona che le piace molto fisicamente come "modello ideale" da raggiungere in termini di conquista personale di una meta aspirata ed ammirata", che alla resa dei conti, pesa 77 kg, volevo chiedere: non entriamo qui nel tema delle problematiche della stima di sè, in qs caso basata su una serie di errori cognitivi-percettivi, con relative conseguenze emotive e comportamentali? E' in qs punto, che molti dietisti potrebbero, come fai notare tu, agire solo in base alla richiesta peso sz considerare il resto, non lavorando ad es., in tandem con psicologi esperti degli stessi problemi? E, per riprendere il tema degli errori cognitivi relativamente sia alla valutazione che rispetto al valore attribuito al proprio peso e magari, recupero o conquista di certe forme corporee come base per alcuni, di problemi di bassa autostima sia rispetto al tema centrale della Relazione Sè/Altro, (che introdurebbe ancora altri problemi...secondo me) in cui l'altro si idealizza come termine di confronto irrealistico, innescando a volte, un circuito ricorsivo che bisognerebbe invece spiegare ed interrompere, se tende vs strade poco "felici", e cercare di aiutare la persona, a capire i problemi emotivi sottesi, prima ancora di iniziare una dieta? O, mentre viene fatta? Affinchè essa non si trasformi, soprattutto poi, (anche se sarebbe meglio in generale, credo, in qs termini) qd questo gran fattore peso eccessivo non c'è, in un problema centrale della voita della persona e che potrebbe innescare altre condotte e meccanismi continui della ricerca della dieta migliore o ideale? per non affrontare il problema reale che vi è sotto o che si esprime attraverso qs comportamenti e giudizi severi su di sè.
    Potrebbe essere qs una parte del problema implicito nella domanda n°4?

    E sembrava, a prima vista, una domanda semplice; per me, è in ogni caso, piena di contenuti e significati emotivi sottesi per le persone che potrebbero emergere dal loro "ideale", appunto; mi piacerebbe sapere da te la tua opinione su alcune delle riflessioni che mi ha suscitato.
    Ciao
    Ultima modifica di RosadiMaggio : 09-01-2009 alle ore 13.05.47
    Gaia

    Tessera n° 15 Club del Giallo

    Guardiana Radar del Gruppo insieme a Chiocciolina4

Privacy Policy