• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 8 di 8
  1. #1
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    11-01-2007
    Residenza
    livorno beach
    Messaggi
    251

    test non validato in italia

    salve a tutti!perdonate l'ignoranza..ho trovato la versione tradotta di un test americano..ma che cosa comporta in una tesi di ricerca sperimentale utilizzarlo se non esiste la validazione italiana?che non posso fare lo scoring?che devo inventarmelo io???grazie mille per le risposte che mi toglieranno qualche dubbio!!!

  2. #2
    Partecipante Figo L'avatar di marchitiello
    Data registrazione
    05-05-2006
    Residenza
    Milano (ma sono fuggito da Foggia)
    Messaggi
    986

    Riferimento: test non validato in italia

    Guarda, per la mia tesi io sto utilizzando un test non pubblicato in Italia. E' un questionario standardizzato negli Stati Uniti, ma non qui; per cui, ho dovuto tradurlo dall'inglese...
    Peccato che alla mia relatirce non interessasse molto il discorso della back-translation, per cui in sede di laurea mi contesteranno la traduzione (che, se vuoi arbitrariamente, ho fatto io...)
    Per cui, non fare il mio stesso errore; chiedi al tuo relatore di mettersi in contatto con dei madrelingua (possibilmente, docenti universitari anch'essi) per la retro-traduzione...
    Non è un lavoro molto lungo e sicuramente ti darà maggiori garanzie di quelle che ho io...
    Per quanto riguarda lo scoring, devi fare attenzione agli item in cui c'è una risposta giusta da segnare o (soprattutto) agli item da rigirare, ossia da codificare al contrario per l'analisi dei dati. Al massimo scrivi all'autore e chiedi che te lo mandi, a volte come nel mio caso, ti và bene...
    Per il resto, non ci sono particolari "controindicazioni"...
    In bocca al lupo!!!!!!!!!
    Ultima modifica di marchitiello : 20-10-2008 alle ore 04.31.46
    La psicologia è quella cosa con la quale o senza la quale si vive tale e quale!

  3. #3
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    11-01-2007
    Residenza
    livorno beach
    Messaggi
    251

    Riferimento: test non validato in italia

    gentilissimo per la risposta!!!ti dirò..l'autore che ne ha fatto un'adattamento in italiano mi ha accordato il permesso di utilizzare la sua traduzione..quindi quello magari per me è un problema in meno.
    Però ha appunto sottolineato che non esiste una validazione qua da noi e data la mia inesperienza non so bene cosa comporti. Immagino che dovrei decidere io che punteggi attribuire agli items ecc ecc..oppure dovrei recuperare il manuale in inglese e basarmi su quello anche se non esistono norme di riferimento sul campione italiano?prometto che poi(forse)non chiederò più niente!

  4. #4
    Matricola
    Data registrazione
    06-10-2008
    Messaggi
    28

    Riferimento: test non validato in italia

    Citazione Originalmente inviato da chiaretta1984 Visualizza messaggio
    gentilissimo per la risposta!!!ti dirò..l'autore che ne ha fatto un'adattamento in italiano mi ha accordato il permesso di utilizzare la sua traduzione..quindi quello magari per me è un problema in meno.
    Però ha appunto sottolineato che non esiste una validazione qua da noi e data la mia inesperienza non so bene cosa comporti. Immagino che dovrei decidere io che punteggi attribuire agli items ecc ecc..oppure dovrei recuperare il manuale in inglese e basarmi su quello anche se non esistono norme di riferimento sul campione italiano?prometto che poi(forse)non chiederò più niente!
    devo riguardare alcune cose, però ti suggerirei i forma schematica questo procedimento:

    se hai a che fare con una scala d'atteggiamento, dopo aver studiato
    potresti, secondo me, dopo il processo di traduzione e back-translation analizzare gli item, scalarli seguendo il modello originale. poi sottoporrei la scala a un campione di studenti della facoltà in cui studi. almeno 200-300 e poi analizzare i risultati e validarli, magari usando qualche programma che contempli i modelli di Rasch o con procedimenti fattoriali.

    poi scrivi un articolo, lo mandi a una rivista scientifica e mandi una copia della versione italiana della scala all'autore americano che ha curato la versione originale.

  5. #5
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    11-01-2007
    Residenza
    livorno beach
    Messaggi
    251

    Riferimento: test non validato in italia

    Citazione Originalmente inviato da charcot78 Visualizza messaggio
    devo riguardare alcune cose, però ti suggerirei i forma schematica questo procedimento:

    se hai a che fare con una scala d'atteggiamento, dopo aver studiato
    potresti, secondo me, dopo il processo di traduzione e back-translation analizzare gli item, scalarli seguendo il modello originale. poi sottoporrei la scala a un campione di studenti della facoltà in cui studi. almeno 200-300 e poi analizzare i risultati e validarli, magari usando qualche programma che contempli i modelli di Rasch o con procedimenti fattoriali.

    poi scrivi un articolo, lo mandi a una rivista scientifica e mandi una copia della versione italiana della scala all'autore americano che ha curato la versione originale.
    ciao charcot78!ringrazio anche te per la risposta però la mia non è una tesi in metodologia ed è già abbastanza complicata senza validazione italiana..il questionario in questione dovrei applicarlo su un campione ospedaliero quindi non vedo l'utilità di farmi la validazione..tanto meno la validazione interessa al mio relatore..veramente, sarebbe lavoro inutile e al di là degli scopi della ricerca..mi chiedevo soltanto come procedere per lo scoring..

  6. #6
    Matricola
    Data registrazione
    06-10-2008
    Messaggi
    28

    Riferimento: test non validato in italia

    Citazione Originalmente inviato da chiaretta1984 Visualizza messaggio
    ciao charcot78!ringrazio anche te per la risposta però la mia non è una tesi in metodologia ed è già abbastanza complicata senza validazione italiana..il questionario in questione dovrei applicarlo su un campione ospedaliero quindi non vedo l'utilità di farmi la validazione..tanto meno la validazione interessa al mio relatore..veramente, sarebbe lavoro inutile e al di là degli scopi della ricerca..mi chiedevo soltanto come procedere per lo scoring..

    ok! allora segui semplicemente le indicazioni dell'autore della versione originale.

  7. #7
    Partecipante Figo L'avatar di marchitiello
    Data registrazione
    05-05-2006
    Residenza
    Milano (ma sono fuggito da Foggia)
    Messaggi
    986

    Riferimento: test non validato in italia

    Infatti la procedura descritta prima è esattamente quella che seguo anche io, ma io faccio la tesi in psicometria...
    E' un lavoro piuttosto lungo e soprattutto noiosissimo, per cui nel caso della tua tesi lo sconsiglierei. Oltretutto, essendo un test specifico per l'ambito ospedaliero, non si otterrebbero mai grandi campioni, e le analisi statistiche richiedono anche un'attenzione particolare...
    Quindi, al posto tuo, io la metterei come un'indagine-pilota che costituisce anche un contributo per la validazione italiana dell'X questionario, o roba del genere...
    Così facendo, ti pari il culo in caso di contestazioni dalla commissione tesi e fai meno lavoro....
    IN BOCCA AL LUPO....
    Facci sapere...
    La psicologia è quella cosa con la quale o senza la quale si vive tale e quale!

  8. #8
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    11-01-2007
    Residenza
    livorno beach
    Messaggi
    251

    Riferimento: test non validato in italia

    si infatti la mia idea sarebbe questa..già mi faccio un mazzo enorme per recuperare il campione..si, via se riesco a recuperare il manuale del test vi tengo aggiornati..per ora mi hanno detto che anche se non è validato non è un grande problema..mah..

Privacy Policy