• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 6 di 6
  1. #1

    Donna selvaggia donna un controsenso affascinante sei..

    da circa 5 mesi ho una relazione con una ragazza, non italiana (est).
    dedico gran parte del mio tempo a lei.. e penso di amarla davvero.
    il problema più grande nasce dalla sua difficoltà di relazionarsi con me.
    su di lei posso dirvi che fin dalla nascita le è mancato il padre (del quale non vuole nemmeno saperne..) che è in Italia da pochi anni con sua mamma e il suo sogno (università) per ora è irrealizzabile per diversi motivi..
    la situazione lavorativa è disastrosa.. giorno dopo giorno inevitabilmente finisce con il chiudersi in se stessa e a perdere fiducia in quello che dovrebbe essere un futuro migliore..
    seguo ogni suo cambiamento cercando di adattarmi il meglio possibile alle situazioni che vengono a verificarsi giorno dopo giorno, inutile parlarvi di crisi di nervi, instabilità emotiva, rabbia.. per una situazione che non riesce a sbloccarsi e per la quale non si trova soluzione..
    a differenza sua ho potuto continuare gli studi, vivo una situazione economica più che dignitosa e di sicuro il mio futuro non è costellato di problematiche come le sue..
    per 20 anni è stata abituata alla disillusione, ha avuto relazioni instabili a causa del suo carattere.. per certi versi è intrattabile.. si può definirla testarda, orgolgiosa, "sicura".. una ragazza che dimostrerebbe 10 anni di più per il suo pragmatismo..
    sto cercando in tutti i modi di andare oltre le barriere che ha creato intorno a se (penso da anni) a causa di paure.. o mancanze di vario genere..
    il nostro rapporta sotto molti aspetti è splendido.. riesco a capirla in un modo che stupisce anche lei.. fortunatamente sono simpatico.. riesco a sdrammatizzare le situazioni più difficili.. ci capiamo su molte cose..
    ma ogni volta che faccio riferimento ad esperienze passate, provo a chiederle di lei.. non per quello che ha fatto durante la giornata ma sul perchè ad esempio in una storia riesce in certi momenti ad essere così distaccata ..fredda.. o sul perchè certi suoi modi sono così bruschi o le sue scelte così radicali.. sul perchè faccia così fatica a capire i propri sentimenti..
    si finisce con il litigare.. lei si chiude ancora di più in se stessa e la comunicazione diventa a senso unico.. io finisco per essere lo psicologo che teorizza su ogni sua parola o gesto..
    chiedo a voi di spiegarmi se ad esempio la mancanza del padre possa avere effetti così forti nelle sue relazioni sentimentali.. da cosa possa crearsi un insicurezza di fondo enorme ed una mancanza di senso di "responsabilità" che la portano a posticipare e rinviare sempre la scelta di azioni decisive per se stessa..
    su come può una ragazza intendere una vita di coppia se riesce ad essere tutto ed il contrario di tutto da un momento all'altro senza preavviso e senza apparente motivo...
    come riuscire a "curare" una persona destabilizzata.. e che sembra non abbia paura di perdere niente.. perchè non ha niente da perdere..
    so che mi ama.. non credo come io riesco ad amare lei.. ma per le esperienze che ha vissuto è tanto..
    ah.. cercando a proposito della sindrome da abbandono e informandomi riguardo le sue manifestazioni ha capito che non ne soffre.. piuttosto sono io a manifestare tali comportamenti.. ciò è dovuto sicuramente al divorzio dei miei genitori.. nell'ambito della sfera affettiva mi sono reso conto di avere qualche problema.. la paura di perderla è davvero grande e benchè mi rassicuri io continuo a credere che finirà per odiare anche me..
    a differenza mia lei sembra essere molto più forte e sicura sotto questo punto di vista..
    scusate l'italiano sconnesso ma scrivendo veloce e buttando giù d'impulso è un pò un casino..
    ringrazio fin da ora chi avrà la pazienza di leggere e rispondermi..

  2. #2
    lialy
    Ospite non registrato

    Riferimento: Donna selvaggia donna un controsenso affascinante sei..

    chiedi di curarla, sai benissimo che qui non si possono fare consulti, ma provo a risponderti come donna complessa quale sono.

    parto da queste frasi tue

    su come può una ragazza intendere una vita di coppia se riesce ad essere tutto ed il contrario di tutto da un momento all'altro senza preavviso e senza apparente motivo...
    come riuscire a "curare" una persona destabilizzata.. e che sembra non abbia paura di perdere niente.. perchè non ha niente da perdere..



    non credo che sia la mancanza del padre, ma un accumulo di esperienze che l'hanno fatta diventare così, tu non devi curarla, non devi vedere in lei una paziente, una persona su cui sperimentare le tue conosceze, ma devi entrare nei suoi vissuti pian piano, cercare di capire che il non voler parlare di certe esperienze forse è il modo che ha scelto per cercare di dimenticare, forse è ancora presto, e col tempo si aprirà a te.
    non pensare che i tuoi studi possano darti le soluzioni, perchè non credo tu possa riuscirci...è la tua donna e devi pensare a lei come tale.

    è vero ci sono persone instabili, che fanno tutto ed il contrario di tutto, che amano in un modo ed anche nel modo opposto, è difficile vivere con queste persone, visto che non sono prevedibili e possono portarti in cielo con un dito e farti crollare nel dolore più assurdo dopo pochi attimi.

    non chiederti come fare a curarla, diventa più forte x non farti scalfire dalle sue ambivalenze, la cosa che posso dirti è quella di cercare in tutti i modi, meno con le parole e + coi gesti, dovresti farle capire che tu non andrai via, che nonostante tutte le cose spregevoli che lei potrà fare x metterti alla prova, tu, starai accanto a lei, continuerai ad esserle accanto, sostenendola, difendendola dalle tante sue paure.

    riguardo alla tua paura di perderla, impara secondo me a viverti lei, giorno per giorno, non vivendo con il terrore che lei un giorno possa andarsene...


    spero nel mio piccolo di esserti stata utile...

  3. #3

    Riferimento: Donna selvaggia donna un controsenso affascinante sei..

    Citazione Originalmente inviato da lialy Visualizza messaggio
    chiedi di curarla, sai benissimo che qui non si possono fare consulti, ma provo a risponderti come donna complessa quale sono.

    parto da queste frasi tue






    non credo che sia la mancanza del padre, ma un accumulo di esperienze che l'hanno fatta diventare così, tu non devi curarla, non devi vedere in lei una paziente, una persona su cui sperimentare le tue conosceze, ma devi entrare nei suoi vissuti pian piano, cercare di capire che il non voler parlare di certe esperienze forse è il modo che ha scelto per cercare di dimenticare, forse è ancora presto, e col tempo si aprirà a te.
    non pensare che i tuoi studi possano darti le soluzioni, perchè non credo tu possa riuscirci...è la tua donna e devi pensare a lei come tale.

    è vero ci sono persone instabili, che fanno tutto ed il contrario di tutto, che amano in un modo ed anche nel modo opposto, è difficile vivere con queste persone, visto che non sono prevedibili e possono portarti in cielo con un dito e farti crollare nel dolore più assurdo dopo pochi attimi.

    non chiederti come fare a curarla, diventa più forte x non farti scalfire dalle sue ambivalenze, la cosa che posso dirti è quella di cercare in tutti i modi, meno con le parole e + coi gesti, dovresti farle capire che tu non andrai via, che nonostante tutte le cose spregevoli che lei potrà fare x metterti alla prova, tu, starai accanto a lei, continuerai ad esserle accanto, sostenendola, difendendola dalle tante sue paure.

    riguardo alla tua paura di perderla, impara secondo me a viverti lei, giorno per giorno, non vivendo con il terrore che lei un giorno possa andarsene...


    spero nel mio piccolo di esserti stata utile...
    certo.. non cerco consulti, e la parola "curare" l'ho messa a proposito tra virgolette.. è sbagliata.. probabilmente il termine da utlizzare era aiutare..
    ma qui un semplice aiuto non basta.
    credimi non la tratto come fosse una paziente, non cerco nemmeno di applicare teorie o formule su di lei.. sarebbe spregievole.. non sono così!
    il fatto di studiare psicologia però più che aiutarla mi aiuta a comprendere meglio certi suoi comportamenti..
    viverla giorno per giorno come dici tu è sacrosanto ma saprai quanto me che quanto tieni ad una persona più di quanto tu tenga a te stesso..
    (la conosco da più di un anno e credimi per lei ho fatto tutto e più di tutto) non dico che pretendi ma che dovrebbe venirle naturale quell'aprirsi, quel senso conforto e fiducia che io le ho dimostrato da sempre.
    di piccoli passi ne ho fatti molti ma nessuno mi ha portato dove vorrei arrivare..
    mi rendo conto perfettamente che è troppo presto visto il poco tempo passato ma a preoccuparmi è l'atteggiamento.. quello che mi fa pensare che la situazione difficilmente cambierà in futuro.
    .. e spero tanto di sbagliarmi credimi..
    ti ringrazio per la risposta

  4. #4
    lialy
    Ospite non registrato

    Riferimento: Donna selvaggia donna un controsenso affascinante sei..

    non puoi saperlo, certe persone sclafite nell'animo mettono alla prova gli altri, non tanto per far rimanere l'altro accanto a sè, ma x far sì che l'altro se ne vada, così facendo possono continuare a dirsi che il loro destino è quello, che tutte le persone che si avvicinano a loro se ne andranno, che non bisogna fidarsi e darsi totalmente a qualcuno..meglio darsi a piccole dosi, xchè quando l'altro andrà via, loro non si scompenseranno come in passato, soffriranno meno...

    tutto questo giro di parole per dirti che è verissimo è difficile stare accanto a persone come lei, come me, io non posso parlarti di lei, ma solo di me...
    ogni volta che il mio moroso "sopravvive" ad un mio attacco, acquista un pezzo di muro, un pezzo di barriera...

    un anno è veramente poco...ti auguro di riuscire a stemperare le sue paure...

  5. #5

    Riferimento: Donna selvaggia donna un controsenso affascinante sei..

    Citazione Originalmente inviato da lialy Visualizza messaggio
    non puoi saperlo, certe persone sclafite nell'animo mettono alla prova gli altri
    se le dico che non fa altro che mettermi alla prova giorno dopo giorno dice che non è vero.. che vorrebbe ma non ci riesce.. vedi.. tu probabilmete hai un idea più chiara di come sei.. lei se risponde così probabilmente no..
    e.. altra cosa.. questo modo di essere (parlo per me naturalmente) mi mette in seria difficoltà perchè va a ledere continuamente le mie sicurezze, la mia autostima.
    quello che dici tu sarebbe una cosa tipo "ciò che non uccide fortifica" ma c'è davvero bisogno di fare così male, quasi al punto di umiliare l'altro per "fidarsi"?!
    come se si volesse far provare il proprio disagio ed il proprio sconforto..
    io ci vedo tanto egoismo.. quasi cattiveria in certi momenti il tutto (nella nostra relazione) glielo giustifico per il fatto che non è affatto un buon periodo da ormai molto tempo.
    è difficile non darsi delle colpe se tutto fino ad un attimo prima è splendido e un attimo dopo per una parola o uno sguardo viene sconvolto.
    mi rendo conto benissimo che bisogna essere molto forti per stare accanto a persone del genere.. e che bisogna approfittare di ogni attimo di spensieratezza perchè può svanire da un momento all'altro ma credimi..
    a 21 anni vorrei tanto parlare di sane CAZZATE... e tu capisci cosa intendo... piuttosto che affrontare un muro pieno di se e che sotto sotto si crede superiore alla "massa"..
    io appartengo a questa "massa" per lei evidentemente..
    siccome in molte cose abbiamo lo stesso modo di pensare può dirmi che non è vero fino alla nausea ma il problema è sempre quello.. non proverò mai le sofferenze e i sacrifici che ha provato lei.. e questo fa si che in molti momenti mi tratti con "distacco" quasi fossi un bambino..
    probabilmente un bambino se ne sarebbe fregato di lei però.. avrebbe preferito una situazione mooooolto ma mooooolto più semplice..
    mi chiedo molte volte se sono all'altezza.. mi rispondo che ce la sto mettendo tutta ma non sempre riesco.. che da quando conosco lei mi sono trovato davanti a problemi fino a ieri visti solo da lontano..
    sono continuamente in ansia perchè davvero non ho la possibilità di capire cosa sta succedendo e cosa fare perchè non si verifichi più la medesima situazione.. tutto ciò che vorrei è passare quelli che dovrebbero essere i migliori anni.. ma tengo duro..
    farle presente la situazione significa farla sentire in colpa per via del fatto che costituisce un "ostacolo" per me e per i miei studi.. e sono libero di lasciarla in qualsiasi momento.. perchè anche se starà male supererà.. come ha superato tutto in passato.. mi stupisce e allo stesso tempo mi spaventa la capacità che ha di staccarsi letteralmente da tutto e tutti senza mostrare il minino rimorso o dolore.. mi fa pensare che per lei io sia "uno dei tanti" che la sopporta.. vorrei tanto farla ricredere..

  6. #6
    lialy
    Ospite non registrato

    Riferimento: Donna selvaggia donna un controsenso affascinante sei..

    io non ho + 20 anni da un pezzo e ti assicuro che in certi momenti quell'atteggiamento che tu chiami cattivo, mi rispunta, e capita che io possa ferire chi mi sta accanto...

    la sua vita non è mai stata facile e non puoi pensare che tu in soli 5 mesi riesca a far guarire quello che una vita si è cementato esperienza dopo esperienza...

    ok hai 21 anni e vorresti vivere la tua storia in modo spensierato e gaio, logico naturale...
    non posso dirti come fare, non ci sono ricette miracolose nei rapporti a due, dalle tempo, tu rimani accanto a lei( xchè ti va, xchè le vuoi bene, xchè te la senti...) e cerca di prenderti i lati belli, quelli ti daranno forza per i momenti brutti....ma valuta che 5 mesi non sono nulla...ed il vostro cammino è solo all'inizio.

Privacy Policy