• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 19
  1. #1
    Matta
    Ospite non registrato

    lavoro in casa famiglia

    Ciao a tutti! da lunedì inizierò a lavorare come psicologa in una casa famiglia. e' la mia prima esperienza sono terrorizzata perchè non mi hanno spiegato assolutamente niente. HO captato che dovrò scrivere periodiche relazioni sulle bambine di cui mi occupo...ma che tipo di relazioni? ci sono dei libri su cui capire cosa e come lo devo fare? che punti dovrò toccare?
    sono nel panico ma ho tanta voglia di fare bene quello che sto per iniziare! avete consigli?
    grazie mille!!!!!!!!!!!!1

  2. #2
    Partecipante Esperto L'avatar di mandi
    Data registrazione
    10-11-2004
    Residenza
    oristano
    Messaggi
    303

    Riferimento: lavoro in casa famiglia

    ciao volevo sapere se per lavorare in una casa famiglia bisogna aver dato anche l'esame di stato o basta avere la laurea specialistica

  3. #3
    Matta
    Ospite non registrato

    Riferimento: lavoro in casa famiglia

    se devi lavorare come psicologa serve l'esame di stato altrimenti per lavorare come operatrice non serve nemmeno la laurea!

  4. #4
    Partecipante Affezionato L'avatar di bluandblu
    Data registrazione
    28-11-2007
    Messaggi
    102

    Riferimento: lavoro in casa famiglia

    Citazione Originalmente inviato da Matta Visualizza messaggio
    Ciao a tutti! da lunedì inizierò a lavorare come psicologa in una casa famiglia. e' la mia prima esperienza sono terrorizzata perchè non mi hanno spiegato assolutamente niente. HO captato che dovrò scrivere periodiche relazioni sulle bambine di cui mi occupo...ma che tipo di relazioni? ci sono dei libri su cui capire cosa e come lo devo fare? che punti dovrò toccare?
    sono nel panico ma ho tanta voglia di fare bene quello che sto per iniziare! avete consigli?
    grazie mille!!!!!!!!!!!!1
    Ciao prova a guardare qui, c'è proprio una relazione scritta su un caso.
    Relazione psicologica relativa a Viola (1° parte) | Il Caso di Viola

    In bocca al lupo
    B&B

  5. #5
    Matta
    Ospite non registrato

    Riferimento: lavoro in casa famiglia

    grazieeeeee!

  6. #6
    Postatore Compulsivo L'avatar di kiaretta1979
    Data registrazione
    25-02-2007
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    3,532

    Riferimento: lavoro in casa famiglia

    anche io lavoro in una casafamiglia, ti consiglio di osservare molto e in ogni caso per scrivere relazioni puoi prendere spunto quelle fatte magari prima di te, per poi modellare le nuove
    Chiara

  7. #7
    Partecipante Assiduo L'avatar di joconda77
    Data registrazione
    17-05-2008
    Messaggi
    163

    Riferimento: lavoro in casa famiglia

    Credo che la paura di questo impiego sia normale, ma ti invito a cercare, prima di tutto, di stare tranquilla perchè ogni luogo di lavoro è diverso, così come le persone che lo abitano (colleghi e pazienti) quindi non esistono degli standard. All'inizio spendi tutto il tempo che hai per conoscere colleghi e pazienti, modo di lavorare e così via. Già da lì ti verranno molti spunti ed idee. Poi, di fronte a dubbi e perplessità ti consiglio di andare in supervisione da qualche psicologo di tua fiducia. E' il modo migliore per confrontarsi e lavorare al meglio.
    In bocca al lupo!!
    Ultima modifica di joconda77 : 18-10-2008 alle ore 19.04.11

  8. #8
    Partecipante Assiduo L'avatar di skioppy
    Data registrazione
    22-10-2004
    Residenza
    Assisi
    Messaggi
    123

    Riferimento: lavoro in casa famiglia

    Citazione Originalmente inviato da Matta Visualizza messaggio
    Ciao a tutti! da lunedì inizierò a lavorare come psicologa in una casa famiglia. e' la mia prima esperienza sono terrorizzata perchè non mi hanno spiegato assolutamente niente. HO captato che dovrò scrivere periodiche relazioni sulle bambine di cui mi occupo...ma che tipo di relazioni? ci sono dei libri su cui capire cosa e come lo devo fare? che punti dovrò toccare?
    sono nel panico ma ho tanta voglia di fare bene quello che sto per iniziare! avete consigli?
    grazie mille!!!!!!!!!!!!1
    Anche io , forse tra poco inzierò a lavorare come psicologa in una comunità per minori....ma già lavoro qui da due anni come educatrice...ed è proprio questo che mi frena un po' nel rispondere subito sì alla proposta che mi è stata fatta (dovrei seguire i ragazzi un po' più grandi che fanno l'esperienza di semi-autonomia nei gruppi-appartamento). Anche io come te ho paura da morire però il consiglio che ti posso dare è quello di osservare il più possibile le bambine, magari poi avvaliti anche delle osservazioni delle educatrici della struttura, sono molto importanti anche perchè loro ci si relazionano quotidanamente e spesso notano tante cose che ad un occhio non allenato sembrano irrilevanti! Poi sicuramente ti troverai a fare dei progetti individuali e questo materiale raccolto ti sarà sicuramente utile! Altro non so dirti perchè anche per me sarà un esperienza nuova....magari poi ci possiamo anche scambiare LE ESPERIENZE ! In bocca al lupo!!!!!
    Martina

  9. #9

    Riferimento: lavoro in casa famiglia

    altri di voi hanno suggerimenti utili per la stesura del pei e di una relazione su minori in struttura residenziale? grazie
    Fede

  10. #10
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    10-01-2008
    Messaggi
    106

    Riferimento: lavoro in casa famiglia

    ciao a tutti mi piacerebbe tanto lavorare in una casa famiglia, ma x il momento ho solo la laurea triennale quindi devo aspettare la specialistica non ho nessuna possibilità di lavorare con la triennale?

  11. #11
    Partecipante Leggendario L'avatar di sara1985
    Data registrazione
    09-09-2008
    Residenza
    Rimini
    Messaggi
    2,009

    Riferimento: lavoro in casa famiglia

    Citazione Originalmente inviato da skioppy Visualizza messaggio
    Anche io , forse tra poco inzierò a lavorare come psicologa in una comunità per minori....ma già lavoro qui da due anni come educatrice...ed è proprio questo che mi frena un po' nel rispondere subito sì alla proposta che mi è stata fatta (dovrei seguire i ragazzi un po' più grandi che fanno l'esperienza di semi-autonomia nei gruppi-appartamento). Anche io come te ho paura da morire però il consiglio che ti posso dare è quello di osservare il più possibile le bambine, magari poi avvaliti anche delle osservazioni delle educatrici della struttura, sono molto importanti anche perchè loro ci si relazionano quotidanamente e spesso notano tante cose che ad un occhio non allenato sembrano irrilevanti! Poi sicuramente ti troverai a fare dei progetti individuali e questo materiale raccolto ti sarà sicuramente utile! Altro non so dirti perchè anche per me sarà un esperienza nuova....magari poi ci possiamo anche scambiare LE ESPERIENZE ! In bocca al lupo!!!!!


    Scusa,ma per avere questo impiego come hai fatto???Ti 6 presentata alla casa-famiglia o ti hanno inviata??Com'è il lavoro????La domanda è rivolta anche a te,matta....
    Dovreste aver già iniziato...come sta andando??
    Beh,in bocca al lupo a tutte e due!!!!!
    " Bambini senza amore finiranno con l'essere adulti pieni di odio..." Renè Spitz

  12. #12
    Partecipante Assiduo L'avatar di skioppy
    Data registrazione
    22-10-2004
    Residenza
    Assisi
    Messaggi
    123

    Riferimento: lavoro in casa famiglia

    Citazione Originalmente inviato da sara1985 Visualizza messaggio

    Scusa,ma per avere questo impiego come hai fatto???Ti 6 presentata alla casa-famiglia o ti hanno inviata??Com'è il lavoro????La domanda è rivolta anche a te,matta....
    Dovreste aver già iniziato...come sta andando??
    Beh,in bocca al lupo a tutte e due!!!!!
    Il tutto è andato così: un paio di anni fa, mentre stavo preparando la tesi di laurea, ho inviato dei curriculum, tra i quali alla struttura nella quale lavoro. Sono entrata come educatrice, mi hanno assunto sebbene non fossi ancora laureata (mi mancavano 2 mesi alla discussione della tesi), mi sono salvata perchè avevo fatto il servizio civile altrimenti, qui in umbria se non hai la laurea non puoi svolgere questo lavoro (o in alternativa avere un anno almeno di esperienza in strutture simili). Dopo la laurea ho chiesto alla struttura di svolgere il tirocinio lì (per non complicarmi e dover incastrare gli orari di lavoro con quelli di un'altra struttura)....alla fine dell'eds mi hanno fatto la fatidica risposta....però ancora non ho iniziato, sono in attesa di un colloquio con la resp della struttura per avere chiarimenti! Il consiglio che ti posso dare è di non avere la puzza sotto il naso circa il lavoro di educatore....la gavetta va fatta ed è necessaria (per me è un'esperienza utilissima, meglio delle tante chiacchiere fatte all'università)....poi vedrai che qualcosa migliorerà, basta avere pazienza e buona volontà! In bocca al lupo.....Non so di dove sei, ma se ti interessa lavorare come educatore, dove sto io fanno spesso delle selezioni (il rischio burn-out è alto quindi c'è molto turn over)!

    Per chi chiedeva se si può lavorare in comunità o case-fam con la triennale la risposta è sì, lì da me ce ne sono molte!
    Martina

  13. #13
    Partecipante Leggendario L'avatar di sara1985
    Data registrazione
    09-09-2008
    Residenza
    Rimini
    Messaggi
    2,009

    Riferimento: lavoro in casa famiglia

    Citazione Originalmente inviato da skioppy Visualizza messaggio
    Il tutto è andato così: un paio di anni fa, mentre stavo preparando la tesi di laurea, ho inviato dei curriculum, tra i quali alla struttura nella quale lavoro. Sono entrata come educatrice, mi hanno assunto sebbene non fossi ancora laureata (mi mancavano 2 mesi alla discussione della tesi), mi sono salvata perchè avevo fatto il servizio civile altrimenti, qui in umbria se non hai la laurea non puoi svolgere questo lavoro (o in alternativa avere un anno almeno di esperienza in strutture simili). Dopo la laurea ho chiesto alla struttura di svolgere il tirocinio lì (per non complicarmi e dover incastrare gli orari di lavoro con quelli di un'altra struttura)....alla fine dell'eds mi hanno fatto la fatidica risposta....però ancora non ho iniziato, sono in attesa di un colloquio con la resp della struttura per avere chiarimenti! Il consiglio che ti posso dare è di non avere la puzza sotto il naso circa il lavoro di educatore....la gavetta va fatta ed è necessaria (per me è un'esperienza utilissima, meglio delle tante chiacchiere fatte all'università)....poi vedrai che qualcosa migliorerà, basta avere pazienza e buona volontà! In bocca al lupo.....Non so di dove sei, ma se ti interessa lavorare come educatore, dove sto io fanno spesso delle selezioni (il rischio burn-out è alto quindi c'è molto turn over)!

    Per chi chiedeva se si può lavorare in comunità o case-fam con la triennale la risposta è sì, lì da me ce ne sono molte!


    GRAZIE mille...6 stata molto gentile!!!il lavoro di educatre proprio non lo disprezzo,anzi....non mi dispiacerebbe lavorare come tale,penso ti dia molte gratificazioni,poi si fa sempre in tempo a cambiare...tant'è vero che inizierò il volontariato e spero di entrare in quell'ambito lì!!!
    Ti ringrazio per il consiglio,ma da santarcangelo faccio fatica a venir fin lì....
    Beh,in bocca al lupo!!!
    " Bambini senza amore finiranno con l'essere adulti pieni di odio..." Renè Spitz

  14. #14
    Matricola
    Data registrazione
    19-04-2007
    Messaggi
    20

    Riferimento: lavoro in casa famiglia

    ciao anche io ho iniziato da poco a lavorare in due casa famiglia per minori (di cui una è una di semiautonomia) e vorrei sapere, se voi potete aiutarmi, se esiste una legge che regola i nostri compiti in merito... perchè mi hanno detto che dovrebbe esserci ma non riesco a trovarla... e sinceramente siccome sanno della mia "ignoranza" possono sfruttarmi facendomi fare delle cose di non mia competenza...

    grazie

  15. #15
    Partecipante
    Data registrazione
    05-02-2007
    Residenza
    provincia di TV
    Messaggi
    52

    Riferimento: lavoro in casa famiglia

    Salve a tutti/e,
    vorrei un chiarimento da quanti/e ne sanno più di me...
    Ultimamente mi sono informato per lavorare nelle cosiddette comunità alloggio/ comunità per minori/ case famiglia (ognuno le chiama come vuole e penso che cambi anche da regione a regione). Bè, finora ho capito che in Veneto una certa legge regionale del 2000 prevede per gli educatori la laurea in scienze della formazione e non altre, escludendo esplicitamente chi ha una laurea in psicologia. Questa notizia mi ha francamente turbato.
    Vi chiedo: ne sapete qualcosa? sapete confermare o disconfermare questo dato? In particolare: c'è qualcuno che sa come funziona in Friuli?
    Tante grazie... ah, e scusate il tono da 'paranoia'...

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy