• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 33
  1. #1
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281

    Cento modi per rovinare l'Italia. Questo è il primo.

    Perché, naturalmente, per essere buoni biologi e capaci ricercatori, il luogo di nascita conta più della capacità di utilizzare i neuroni.

    Chiedo l'annessione alla Repubblica Centrafricana. Mi sa che lì sono più avanti di noi.

    Da: La Repubblica. di oggi, non di duemila anni fa

    Concorsi pubblici "padani"
    favoriti i residenti al Nord
    BISOGNA svolgere le prove per un concorso di biologo in una amministrazione sanitaria pubblica di Torino. I candidati sono cinque: uno è nato proprio a fianco della Mole, il secondo è di Pavia, il terzo di Campobasso, il quarto di Palermo e il quinto di Vibo Valentia. Hanno la stessa età e presentano lo stesso titolo di studio: la laurea in biologia. Chi si sceglie? Il torinese, naturalmente. Nel solco dell'idea che la Padania sia dei padani, la Lega ha appena fatto in tempo a suggellare con un emendamento a una legge delega al governo in materia di lavoro il criterio della territorialità. Si preferisce - a parità di titoli - il torinese se il posto di lavoro è a Torino e il palermitano se il concorso è bandito a Palermo.

    Bene. Forse male in verità, giacché l'offerta di lavoro, più consistente al nord, allarga invece di restringere il fossato che divide le due Italie. Un torinese o un milanese, un bolzanino o un triestino con una laurea e un centodieci e lode avranno molte più chance di un loro pari grado di Messina o di Napoli, di Bari o di Cagliari.

    Ma è il federalismo, bellezza. E bisogna farci i conti.

    I conti si potrebbero fare se i numeri fossero pari per tutti. Perché, e adesso lo vedremo, prendere un dieci in una scuola di Vibo Valentia equivale a uno striminzito sei in un'altra di Torino. Checché ne dica la Gelmini, i numeri sono una variabile dipendente dalla latitudine e - soprattutto - dalla lingua.

    I deputati leghisti (onorevoli Caparini, Fedriga, Munerato, Bonino) hanno voluto rafforzare il criterio della territorialità e in una breve, forse annoiata seduta della commissione Lavoro, riunita il 1 ottobre scorso in sede referente, hanno chiesto e ottenuto l'approvazione di un sub-emendamento (il 37.2) che si aggiunge a quello nel quale si statuisce che "costituisce titolo preferenziale la residenza nelle regioni per i posti ivi banditi". E' infatti stata approvata la seguente norma: "I bandi stabiliscono che nella formazione delle graduatorie non si tenga conto del punteggio del titolo di studio". Proprio così: un asinello e un cervellone pari sono. Fa premio l'anagrafe, il certificato di residenza.

    E dunque, ritorniamo al nostro ipotetico bando di concorso per biologo a Torino: sono in cinque a concorrere. Dei cinque, mettiamo, quattro hanno conseguito una laurea col massimo dei voti e anche la lode. Uno solo, purtroppo, ha arrancato negli studi e si è liberato male dell'università: minimo dei voti. I primi quattro però non sono piemontesi. Il quinto invece sì. A chi andrà il lavoro? Ma naturale! All'asinello piemontese: conosce il dialetto, è nato proprio sotto la Mole, ha diritto, per vicinanza con l'ufficio, a quel posto.

    Questa modifica, che rivoluziona in due righe il concetto di meritocrazia e sbanca in dieci minuti tutto il lavoro (grembiule, sette in condotta, rigore) che il ministro Gelmini sta profondendo per riabilitare dalle fondamenta la flaccida e mediocre scuola italiana, è stata approvata sotto l'occhio vigile e partecipe del sottosegretario al Welfare Pasquale Viespoli, beneventano, dunque libero da ogni condizionamento geografico e soprattutto lontano da qualunque amicizia leghista.

    Il merito conta ma non troppo. Sopravanzato, nella breve, distratta riformulazione dei valori su cui l'Italia è fondata, dalla carta d'identità. Vuoi lavorare? Dimmi dove sei nato.


    (14 ottobre 2008)
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  2. #2
    Partecipante Super Figo L'avatar di Antopsi
    Data registrazione
    26-06-2003
    Residenza
    Ribera (AG)
    Messaggi
    1,711

    Riferimento: Cento modi per rovinare l'Italia. Questo è il primo.

    Vuoi lavorare? Dimmi dove sei nato.
    A Palermo. Andrò a cercare lavoro a Tunisi. Non è poi così lontano e i tunisini sono gente ospitale.
    Non ho più nemmeno la forza di incazzarmi. Stanno vincendo loro. Non riusciamo più neppure a incazzarci.... ma che fine ha fatto l'uccello padulo?
    http://s2.bitefight.it/c.php?uid=49195

    Is not dead what it can eaternal live, but in strange eaons even death may die...

    Io ne ho viste cose che vuoi umani non potreste immaginarvi. Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione... e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser... e tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia. E' tempo di morire.

    Scegliete la vita, scegliete un lavoro, scegliete una carriera, scegliete la famiglia, scegliete un maxitelevisore del cavolo, scegliete lavatrice, macchina, lettore cd e apriscatole elettrici. Scegliete la buona salute, il colesterolo basso e la polizza vita; scegliete mutuo a interessi fissi, scegliete una prima casa, scegliete gli amici. Scegliete una moda casual e le valigie in tinta, scegliete un salotto di tre pezzi a rate e ricopritelo con una stoffa del cavolo, scegliete il fai-da-te e il chiedetevi chi siete la domenica mattina. Scegliete di sedervi sul divano a spappolarvi il cervello e lo spirito con i quiz, mentre vi ingozzate di schifezze da mangiare. Alla fine scegliete di marcire, di tirare le cuoia in uno squallido ospizio, ridotti a motivo di imbarazzo di stronzetti viziati ed egoisti che avete figliato per rimpiazzarvi. Scegliete il futuro, scegliete la vita. Ma perché dovrei fare una cosa cosí? Io ho scelto di non scegliere la vita. Ho scelto qualcos'altro. Le ragioni? Non ci sono ragioni. Chi ha bisogno di ragioni quando ha l'eroina?

    Il mio blog... Venitemi a trovare.

    Avanguardista del F.E.R.U. e Governatore della provincia di Palermo.
    I GATTI DOMINERANNO IL MONDO!

  3. #3
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281

    Riferimento: Cento modi per rovinare l'Italia. Questo è il primo.

    Citazione Originalmente inviato da Antopsi Visualizza messaggio
    .... ma che fine ha fatto l'uccello padulo?

    Vola, come sempre all'altezza del c..o. Il problema è che è il NOSTRO, di c..o.

    Buona vita

    P.S.: vengo con te a Tunisi, fanno un ottimo cous-cous.

    Guglielmo
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  4. #4
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di ziogargamella
    Data registrazione
    07-11-2007
    Residenza
    milano
    Messaggi
    1,390

    Riferimento: Cento modi per rovinare l'Italia. Questo è il primo.

    a parità di requisiti mi sembra sacrosanto privilegiare un autoctono, finalmente un pò di criterio.
    Arrivederci a tunisi, magari in agosto ci vedremo li in vacanza!

  5. #5
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281

    Riferimento: Cento modi per rovinare l'Italia. Questo è il primo.

    Citazione Originalmente inviato da ziogargamella Visualizza messaggio
    a parità di requisiti mi sembra sacrosanto privilegiare un autoctono, finalmente un pò di criterio.
    Arrivederci a tunisi, magari in agosto ci vedremo li in vacanza!
    Nel qual caso, a Tunisi, ti useremo come asino.

    Buon viaggio

    Guglielmo

    Il "come asino" non è un insulto. E' la logica conseguenza del fatto che non sai leggere. L'articolo riferisce di un emendamento della Lega Nord in cui si eliminano esattamente i "pari requisiti" che invochi nel tuo messaggio. Un po' meno di provocazione e un po' più di intelligenza sarebbero d'aiuto a questo paese.

    E pensare che un tempo la Lega era contro la corruzione. Naturalmente, con questo tipo di federalismo, mi immagino chi diventerà primario in Sicilia.

    Pessima vita

    Guglielmo
    Ultima modifica di willy61 : 14-10-2008 alle ore 22.18.08 Motivo: aggiunte e correzioni
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  6. #6
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281

    Riferimento: Cento modi per rovinare l'Italia. Questo è il primo.

    E questo è il secondo...

    Da La Repubblica, di oggi, non di duemila anni fa...

    SCUOLA & GIOVANI Dopo un acceso dibattito, via libera al testo passato con una diversa
    denominazione: "classi di inserimento". Fassino: "Regressione culturale"
    Classi ponte per alunni stranieri
    Sì della Camera a mozione Lega


    Maria Stella Gelmini
    ROMA - Classi "d'inserimento" per bambini extracomunitari. La Camera ha approvato la mozione della Lega Nord in materia di accesso degli studenti stranieri alla scuola dell'obbligo. Il testo, approvato dopo un infiammato dibattito, è passato con una diversa denominazione: non più "classi ponte", così come originariamente indicato nella mozione presentata dal leghista Roberto Cota, ma la nuova denominazione che parla, appunto di "classi di inserimento". E' stato il vice capogruppo vicario del Pdl alla Camera, Italo Bocchino, a proporre di cambiare il nome all'oggetto per "rendere più evidente l'obiettivo della proposta, ossia l'integrazione degli studenti". Per Piero Fassino si tratta invece di "una regressione
    culturale prima ancora che politica", "e non solo produce un principio di discriminazione ma, e questa è la cosa più grave, discrimina tra i bambini e i più piccoli, che è la cosa più abbietta".

    Il testo della maggioranza è passato con 256 sì, 246 no e un astenuto. Bocciate le mozioni dell'opposizione. Il testo approvato a Montecitorio impegna il governo a "rivedere il sistema di accesso degli studenti stranieri alla scuola di ogni ordine e grado, favorendo il loro ingresso, previo superamento di test e specifiche prove di valutazione". "Favorendo", dunque, e non più "autorizzando" come si leggeva nel testo originario: una modifica sostanziale che sottolinea il valore non selettivo della norma. A chi non supera i suddetti test vengono messe a disposizione le "classi ponte che consentano agli studenti stranieri di frequentare corsi di apprendimento della lingua italiana, propedeutiche all'ingresso degli studenti stranieri nelle classi permanenti".

    La mozione impegna inoltre il governo "a non consentire in ogni caso ingressi nelle classi ordinarie oltre il 31 dicembre di ciascun anno, al fine di un razionale ed agevole inserimento degli studenti stranieri nelle nostre scuole". Infine, si prevede "una distribuzione degli studenti stranieri proporzionata al numero complessivo degli alunni per classe, per favorirne la piena integrazione e scongiurare il rischio della formazione di classi di soli alunni stranieri", oltre che "nelle classi ponte, l'attuazione di percorsi monodisciplinari e interdisciplinari, attraverso l'elaborazione di un curriculum formativo essenziale, che tenga conto di progetti interculturali, oltre che dell'educazione alla legalità e alla cittadinanza".
    (15 ottobre 2008)
    Io sono abbastanza vecchietto da averle viste le classi differenziali dove, quando io avevo 8 anni, ci mettevano i down e i disabili in genere. Stavano in una soffitta e avevano un'entrata differente da quella degli altri. Pensavo di non rivedere più quei giorni
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  7. #7
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di ziogargamella
    Data registrazione
    07-11-2007
    Residenza
    milano
    Messaggi
    1,390

    Riferimento: Cento modi per rovinare l'Italia. Questo è il primo.

    Citazione Originalmente inviato da willy61 Visualizza messaggio
    E questo è il secondo...

    Da La Repubblica, di oggi, non di duemila anni fa...



    Io sono abbastanza vecchietto da averle viste le classi differenziali dove, quando io avevo 8 anni, ci mettevano i down e i disabili in genere. Stavano in una soffitta e avevano un'entrata differente da quella degli altri. Pensavo di non rivedere più quei giorni
    io non l'ho letto in questi termini, mi sembra un provvedimento che vada a favore degli extracomunitari che potranno avere degli strumenti in più per una integrazione vera.

    In quanto all'articolo precedente sulla territorialità si dice chiaramente che la preferenza verso un candidato locale va a parità di titoli con l'alloctono.

  8. #8
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281

    Riferimento: Cento modi per rovinare l'Italia. Questo è il primo.

    Citazione Originalmente inviato da ziogargamella Visualizza messaggio
    io non l'ho letto in questi termini, mi sembra un provvedimento che vada a favore degli extracomunitari che potranno avere degli strumenti in più per una integrazione vera.

    In quanto all'articolo precedente sulla territorialità si dice chiaramente che la preferenza verso un candidato locale va a parità di titoli con l'alloctono.

    Potrebbe essere anche così, nelle intenzioni. Ma la strada dell'inferno è lastricata di buone intenzioni. L'esperienza e le statistiche mi dicono che, quando si divide, non si integra. Quando si integra, non si divide.

    Quanto all'articolo precedente, confermo che non sai leggere (o non vuoi). Riporto:
    "I bandi stabiliscono che nella formazione delle graduatorie non si tenga conto del punteggio del titolo di studio". Proprio così: un asinello e un cervellone pari sono. Fa premio l'anagrafe, il certificato di residenza.
    Dato che non si tiene conto del punteggio del titolo di studio, l'unico criterio di valutazione rimane il luogo di residenza. Dove sarebbe la parità di titoli?

    Buona vita

    Guglielmo
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  9. #9
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di ziogargamella
    Data registrazione
    07-11-2007
    Residenza
    milano
    Messaggi
    1,390

    Riferimento: Cento modi per rovinare l'Italia. Questo è il primo.

    Ad ogni modo, se fosse come sostieni tu, sarebbe veramente una cosa bella e inaspettata. Favorire la gente del posto dovrebbe essere sempre un must.

  10. #10
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281

    Riferimento: Cento modi per rovinare l'Italia. Questo è il primo.

    Citazione Originalmente inviato da ziogargamella Visualizza messaggio
    Ad ogni modo, se fosse come sostieni tu, sarebbe veramente una cosa bella e inaspettata. Favorire la gente del posto dovrebbe essere sempre un must.

    E, di grazia, potresti definire meglio il termine "del posto"?
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  11. #11
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Brisa
    Data registrazione
    23-03-2004
    Messaggi
    528

    Riferimento: Cento modi per rovinare l'Italia. Questo è il primo.

    Ma che bella idea!!! e vaaai!!
    Se ci pensate questo risolverà un sacco di problemi, perchè fino ad oggi, nel pubblico c'erano dipendenti eccellenti e dipendenti un po' più "scadenti", e il povero cittadino ammalato era costretto a vagare per la penisola in cerca dello specialista migliore; mille domande tormentavano il nostro povero cittadino: "Dove vado?", "Chi è il più bravo?", "Chi saprà risolvere il mio problema?"... tutto ciò comportava una notevole perdita di tempo e un grosso dispendio economico.
    Ma adesso questi problemi non ci saranno più!! Perchè il cittadino potrà affidersi allo specialista di zona, certo del fatto che è incompetente tanto quanto i suoi colleghi del resto d'Italia! Finalmente tutti gli italiani avranno diritto ad un trattamento uniforme
    Questa ragazzi miei si chiama DEMOCRAZIA

    Quasi dimenticavo... i vari berlusconi, bossi ecc.. ecc.. ecc.. continueranno a farsi operara nelgi USA o in Svizzera, ma lo fanno solo perchè non vogliono togliere il posto agli italiani, si sa che le liste d'attesa sono molto lunghe e quindi se iniziassero a farsi operare anche loro negli ospedali pubblici italiani, non ci sarebbe più posto per i poveri cittadini.
    é molto generoso da parte loro

    Citazione Originalmente inviato da ziogargamella Visualizza messaggio
    a parità di requisiti mi sembra sacrosanto privilegiare un autoctono, finalmente un pò di criterio.
    Arrivederci a tunisi, magari in agosto ci vedremo li in vacanza!
    Non vorrei mai contraddirti, ma forse attribuiamo un significato diverso all'espressione "a parità di criterio", perchè secondo me significa qualcosa tipo: stessa preparazione, stesso voto di laurea, stesso risultato alle prove selettive... però considerando che questo geniale provvedimento prevede che non venga più considerato il voto di laurea, mi chiedo cosa voglia dire per te "a parità di requisiti" mmm... forse tu intendi : stessa taglia di reggiseno, stesso colore di capelli, stessa altezza? effetivamente nelle selezioni si dovrebbe tener conto di questi requisiti, ve lo immaginate un chirurgo con i capelli ROSSI?? Mio Dio che ORRORE!! si sa il verde cozza con il rosso!!

    Un ultima cosa: non ho potuto resistere (si sa che la curiosità e donna): sbirciano tra i tuoi messaggi ho notato che sei intervenuto nella discussione della facoltà di Palermo, ma non posso fare a meno di notare che dichiari di risiedere a Milano, ora mi chiedo, che cosa ci fa un palermitano a Milano? o un milanese a Palermo?

    Non mi dirai mica che hai intenzione di studiare e/o lavorare in una regione diversa da quella in cui sei nato??

  12. #12
    Partecipante Super Figo L'avatar di Antopsi
    Data registrazione
    26-06-2003
    Residenza
    Ribera (AG)
    Messaggi
    1,711

    Riferimento: Cento modi per rovinare l'Italia. Questo è il primo.

    Citazione Originalmente inviato da ziogargamella Visualizza messaggio
    Ad ogni modo, se fosse come sostieni tu, sarebbe veramente una cosa bella e inaspettata. Favorire la gente del posto dovrebbe essere sempre un must.
    un... must...? Un must? Ha ragione Willy: quale posto? il comune? la provincia, la regione? Il nord? Il sud? Le isole? Quale posto? Che c***o è il posto? Che significa? Dove vivi? E' quello il posto che conta? Dove vivi? O dove sei nato? O dove ti sei innamorato o laureato? Io una volta credevo di vivere in Italia, ora non ci sto capendo più niente!
    Il "must" dovrebbe essere solo ed esclusivamente la Costituzione!
    PRINCIPI FONDAMENTALI

    PRINCIPI FONDAMENTALI

    Art. 1.

    L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

    La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

    Art. 2.

    La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

    Art. 3.

    Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

    È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

    Art. 4.

    La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.

    Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.
    Dove hanno scritto i padri costituenti che il diritto al lavoro è subordinato al favorire la gente del posto?
    http://s2.bitefight.it/c.php?uid=49195

    Is not dead what it can eaternal live, but in strange eaons even death may die...

    Io ne ho viste cose che vuoi umani non potreste immaginarvi. Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione... e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser... e tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia. E' tempo di morire.

    Scegliete la vita, scegliete un lavoro, scegliete una carriera, scegliete la famiglia, scegliete un maxitelevisore del cavolo, scegliete lavatrice, macchina, lettore cd e apriscatole elettrici. Scegliete la buona salute, il colesterolo basso e la polizza vita; scegliete mutuo a interessi fissi, scegliete una prima casa, scegliete gli amici. Scegliete una moda casual e le valigie in tinta, scegliete un salotto di tre pezzi a rate e ricopritelo con una stoffa del cavolo, scegliete il fai-da-te e il chiedetevi chi siete la domenica mattina. Scegliete di sedervi sul divano a spappolarvi il cervello e lo spirito con i quiz, mentre vi ingozzate di schifezze da mangiare. Alla fine scegliete di marcire, di tirare le cuoia in uno squallido ospizio, ridotti a motivo di imbarazzo di stronzetti viziati ed egoisti che avete figliato per rimpiazzarvi. Scegliete il futuro, scegliete la vita. Ma perché dovrei fare una cosa cosí? Io ho scelto di non scegliere la vita. Ho scelto qualcos'altro. Le ragioni? Non ci sono ragioni. Chi ha bisogno di ragioni quando ha l'eroina?

    Il mio blog... Venitemi a trovare.

    Avanguardista del F.E.R.U. e Governatore della provincia di Palermo.
    I GATTI DOMINERANNO IL MONDO!

  13. #13
    Partecipante Assiduo L'avatar di toska777
    Data registrazione
    20-02-2008
    Residenza
    London
    Messaggi
    169

    Riferimento: Cento modi per rovinare l'Italia. Questo è il primo.

    non ho parole...
    piu' passa il tempo e' piu' mi rendo conto che in Italia nn ci tornero' piu'..
    poi sono pure del sud qiundi...

  14. #14
    Partecipante Esperto L'avatar di nuryel78
    Data registrazione
    31-10-2007
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    271

    Riferimento: Cento modi per rovinare l'Italia. Questo è il primo.

    Come Antopsi ha giustamente notato la Costituzione (che per me era già vecchia quando l'hanno scritta e una spolverata ci sarebbe benino) parla di "Cittadini". Io la interpreto come "cittadini italiani", cioè chi materialmente ha la cittadinanza italiana, ma sottolineo che di queste cose ci capisco poco quindi ci sta che tiri uno sfondone. Quindi, Antopsi, tutto quello che hai scritto combacia perfettamente con quanto scritto sopra, se letto alla luce di "cittadini italiani".
    Per quanto riguarda le classi differenziali non sono catastrofista, per una volta: purchè questa trovata sia realmente un passaggio temporaneo, un'opportunità che viene offerta al bambino per imparare la lingua e per integrarsi gradualmente nel nostro paese.

    Willy, davvero non riesco a capire di cosa ti stupisci: ammenochè il tuo, come penso, sia non un moto di sorpresa ma di indignazione. Domandina da quinta elementare: ti risulta che, da Carlo Alberto a questa parte, sia mai stato premiato il merito a dispetto di altre caratteristiche? Perchè io sono disposta a scommettere: se mi dimostrate che anche solo per un'unica volta è stata premiata la meritocrazia, giuro che pago da bere a tutto il forum.
    "...l'effetto farfalla: l'idea cioè che una farfalla, sbattendo le ali oggi a Pechino, possa incidere sulle perturbazioni atmosferiche del mese prossimo a New York." Gleik- teoria del caos

    " To see a world in a grain of sand and a heaven in wild flower - hold infinity in the palm of your hand, and eternity in an hour." William Blake

  15. #15
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di ziogargamella
    Data registrazione
    07-11-2007
    Residenza
    milano
    Messaggi
    1,390

    Riferimento: Cento modi per rovinare l'Italia. Questo è il primo.

    bè magari un domani si cambierà anche la costituzione antopsi, chissà! sarebbe anche ora e tempo.

    Del posto cosa significa?
    Significa prima Comune, Provincia, poi Regione. Semplice.
    Sulla base di quali criteri?
    Terza generazione, seconda generazione, prima generazione
    Banale!

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy