• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 8 di 8
  1. #1
    Partecipante L'avatar di artepoesia
    Data registrazione
    27-03-2007
    Residenza
    Faenza
    Messaggi
    59

    *Aaa parere spassionato*

    Secondo voi affittando un bilocale a 350euro mensili spese incluse, quanti soldi spende in totale una persona per viverci da sola 5 mesi? Intendo quanti soldi avrà speso complessivamente dopo i 5 mesi non solo per l’affitto ma in totale, per vivere non dico certo fra agi e sfrenatezze ma neanche da far la fame? Ho 27 anni, una laurea e sporadici lavoretti precari che non mi permettono certo di spiccare il volo dal nido. In casa mia non capiscono questa mia necessità di uno spazio privato, ma io davvero ogni giorno di più mi sento soffocare: mi sento repressa, inibita, controllata, priva di privacy, col fiato sul collo in tutto. Loro pensano che sia solo un capriccio e che qui ho tutto e sono anche privilegiata, di certo non possono comunque permettersi di aiutarmi né lo vogliono nel darmi una mano per prendermi un buco in cui stare per conto mio (perlomeno non fintanto trovo un lavorio serio e fisso, ma ammesso anche che riuscissi in un futuro remoto a trovarne uno passerebbero comunque decine d’anni prima di riuscire a mettere da parte qualcosa di decente); attualmente non ho nemmeno una relazione affettiva stabile su cui poter contare e comunque l’idea di dovermi sposare forzatamente col primo che passa solo per passare da un nido all’altro proprio la rifuggo. In famiglia siamo una caterva (oltre a me genitori, sorella, nonni, zia) e comunque sia se facessi presente adesso che voglio andarmene e non ce la faccio più penserebbero di certo che sono una sprovveduta e dopo due giorni sarei di nuovo all’ovile. Perdipiù c’è anche una cattiva comunicazione quindi purtroppo molte cose che provo non ho nemmeno il coraggio di esprimerle. Inoltre sono anche convinti del fatto che non ce la farei di sicuro a gestirmi e mantenermi nel senso che, siccome in casa non ho mai contribuito granché all’amministrazione e alle faccende domestiche ecc, mi credono incapace anche sotto questo punto di vista: so bene che non è questo il problema principale, ma sono convinta che mettendomi d’impegno e facendo un periodo intensivo di pratica potrei sgavagnarmela discretamente in tutto. A vostro parere se dimostro ciò e mi faccio vedere responsabile nelle mie cose potrei almeno far capire loro che sono in grado di cavarmela? È però molto difficile anche perché quando si vive insieme si mangia insieme, le cose si fanno poco singolarmente ecc…Anche volendo, non è che mi sarebbe però semplice gestirmi e provvedere a me individualmente come individuo a parte a sé stante e le dinamiche familiari ormai impostate da anni sono davvero ardue da lasciarsi cambiare. Quindi mi sento anche bloccata, oltre che in generale sminuita e trattata da bambina in tutto e per tutto (ad esempio sento di dovermi sempre giustificare in tutto e rendere conto di ogni minima cosa che faccio). Il fatto è che vedo solo buio e nebbia davanti a me perché non trovo mai una reale via di sbocco, sono ormai da troppo tempo imprigionata in una situazione di stallo che non cambia e non evolve, oltretutto in casa mia non mi sento sulla stessa lunghezza d’onda di nessuno e davvero ne sta andando della mia serenità psicologica. Non chiedo molto, mi basterebbe un eseguissimo monolocale purchessia dove poter stare in pace e vivere con il mio gattino in tranquillità. Faccio presente che da quando c’è quest’ultimo con me devo anche subire pressioni continue e snervanti paternali, stare sull’allerta e sentire il cuore in gola. Lo so che nelle mie condizioni è dura poiché il problema principale sono i soldi e so anche che ci sono ben poche idee su cui rimuginare e fantasticare per riuscire a prendere un pò di respiro, quindi mi rendo conto che questo costituisce forse più che altro uno sfogo e non posso aspettarmi di ricevere chissà quali consigli costruttivi da parte vostra. Però vorrei almeno un parere esterno…Secondo voi è una scemenza abbandonare una specializzazione di studio che sto facendo per buttarmi ancora una volta nei primi lavoretti sottopagati che trovo, ma stavolta facendomi in due a tempo pieno e magari anche notturno, pur di racimolare qualcosa e coronare il mio sogno (o meglio bisogno vitale)? Premetto che non ho alcun legame serio al momento (purtroppo neanche di amicizia poiché tutti i miei coetanei si sono pian piano persi, trasferiti o sposati), a parte il mio amatissimo micio, e la mia anima è strabordante di delusioni e rancori. A vostro parere fare un’esperienza lontano da casa anche solo per 5 mesi potrà aiutarmi a cambiare aria in generale e prendere una boccata d’ossigeno dai miei o servirà solamente a farmi buttare al vento quei pochi guadagni che ho messo da parte finora? Magari la scusante di trovare un lavoro (casualmente) lontano da casa potrebbe essere l’unico appiglio convincente per riscuotere l’approvazione familiare e magari spingerli anche a darmi una mano per il sostentamento, voi che ne dite? Pensate che sto perfino smistando annunci locali senza sosta e guardando addirittura siti di condivisione casa/stanze con studenti (anche se non è proprio questo ciò a cui aspiro e poi a quasi 30 anni penso che sia ridicolo mettermi a fare con 10 anni di ritardo la mantenuta fuori sede…) ma mi deprimo sempre più, perché alla fine temo di star facendo solamente degli illusori castelli in aria senza concludere mai nulla di concreto :-(
    ^:^

  2. #2
    lialy
    Ospite non registrato

    Riferimento: *Aaa parere spassionato*

    qualche mese fa hai iniziato ad aprire 3d che erano concatenati tra loro.
    adesso stai facendo la stessa cosa, questo 3d è similare all'altro aperto.
    se vuoi dei consigli, un supporto dagli altri, dovresti secondo me essere più chiara nei 3d e sopratutto non spezzettare uno stesso problema in differenti rami.

    avresti potuto chiedere nella discussione aperta pochi giorni fa, consigli sul tuo nuovo problema.

  3. #3
    Ghiotto patato ಠ_ಠ L'avatar di Biz
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    Topadilegnopoli
    Messaggi
    23,702

    Riferimento: *Aaa parere spassionato*

    Ciao artepoesia

    leggo nelle tue righe un bisogno di sfogarsi, sicuramente unito ad una parziale richiesta di aiuto.
    Il consiglio che posso darti, per facilitare gli altri con le tue richieste, è di snellire la tua tipologia di scrittura per permettere a tutti di capire subito le tue richieste.
    Insieme a questo, puoi aprire un blog dove scrivere un pò le tue sensazioni senza mischiarle alle richieste di aiuto. In questa maniera si capirà meglio quello che chiedi ed il tuo bisogno di sfogarsi (che almeno io percepisco forte) sarà soddisfatto senza appesantire le tue richieste di supporto
    "Guardatemi, signori...sono un uomo di sessant'anni e ho il corpo di un ragazzino.Ce l'ho in frigo."
    This is a blog
    This is not a link.

  4. #4
    Partecipante L'avatar di artepoesia
    Data registrazione
    27-03-2007
    Residenza
    Faenza
    Messaggi
    59

    Riferimento: *Aaa parere spassionato*

    Grazie Biz, almeno tu a quanto ho capito hai letto e ti sei concentrato sul contenuto del mio post. Grazie per non avermi lucchettato, da ora in poi staro' piu' attenta ad inserire i nuovi post. Lo so che sono troppo prolissa, e' che cerco sempre di spiegarmi in mille modi ed il piu' preciso possibile per farsi' che le altre persone possano capire meglio. Ma purtroppo perlopiu' sono solo snobbata o ricevono commenti che nulla c'entrano col mio messaggio. A volte ricevo e rispondo in privato (anzi molto volentieri) proprio perche' pensavo creasse meno confusione rispondere ad ogni persona singolarmente. Adesso ho capito. Ciao*
    ^:^

  5. #5
    Partecipante L'avatar di artepoesia
    Data registrazione
    27-03-2007
    Residenza
    Faenza
    Messaggi
    59

    Riferimento: *Aaa parere spassionato*

    neanche un aiuto? :-(
    ^:^

  6. #6
    Partecipante Assiduo L'avatar di toska777
    Data registrazione
    20-02-2008
    Residenza
    London
    Messaggi
    169

    Riferimento: *Aaa parere spassionato*

    Ho letto il tuo post, da quel che ho capito, vuoi andare via di casa e il massimo sarebbe che i tuoi ti aiutassero cosi da continuare gli studi, giusto?!
    ora assodato qs, cerca di pensare in termini pratici, i tuoi ti aiutano? no, da quanto ho capito..quale voglia prevale, finire gli studi o vivere da sola in maniera autonoma? dopo che rispond a qs domande puoi decidere in che direzione muoverti..
    forse potresti provare a fare una stagione estiva lontano da casa, cosi puoi staccare un po dai tuoi e fare un po di soldi, magari gia' qs ti aiutera' e ti temprera', e poi potrai decidere che fare..
    in bocca al lupo

  7. #7

    Riferimento: *Aaa parere spassionato*

    La tua vita sembra bloccata dalla paura. Fare tanti ragionmemti può sembrare utile, così, forse pensi che ti preservi dal fare errori. MA puoi prevedere ogni eventualità? Se ,invece, chiarisci definitivamente cosa vuoi, e scegli una direzione verso cui andare e in base a ciò fai un piano, ti sarà più facile saper cosa fare nelle situazioni che si presentano.
    Mi chiedo se vuoi davvero solo cambiare aria o se invece desideri l’indipendenza, come è normale alla tua età! Se è l’idipendenza, non farti prendere dall’aria che si respira in casa. Puoi cambiare il tuo atteggiamento e le tue reazioni, in modo da restare ancora quel tanto che basta per spiccare il volo. Ciò che provi sono reazioni emotive alle situazioni, se non puoi cambiare situzioni, puoi sempre cambiare la tua reazione. Puoi farlo in tanti modi, che puoi trovatre in libri di Pnl, per esempio! Trovi informazioni su questa disciplina anche su internet. Cambiare è possibile! Stare nella propria stanza a pensare e ripensare è farsi castelli in aria, al contrario decidere di cambiare è molto concreto e porta a risultati tangibili nella propria vita, anche realizzare il proprio sogno! Credici, ti meriti di viverlo!
    Mery, coach

  8. #8
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    19-09-2005
    Messaggi
    380

    Riferimento: *Aaa parere spassionato*

    Citazione Originalmente inviato da MeryAstarita Visualizza messaggio
    La tua vita sembra bloccata dalla paura. Fare tanti ragionmemti può sembrare utile, così, forse pensi che ti preservi dal fare errori. MA puoi prevedere ogni eventualità? Se ,invece, chiarisci definitivamente cosa vuoi, e scegli una direzione verso cui andare e in base a ciò fai un piano, ti sarà più facile saper cosa fare nelle situazioni che si presentano.
    Mi chiedo se vuoi davvero solo cambiare aria o se invece desideri l’indipendenza, come è normale alla tua età! Se è l’idipendenza, non farti prendere dall’aria che si respira in casa. Puoi cambiare il tuo atteggiamento e le tue reazioni, in modo da restare ancora quel tanto che basta per spiccare il volo. Ciò che provi sono reazioni emotive alle situazioni, se non puoi cambiare situzioni, puoi sempre cambiare la tua reazione. Puoi farlo in tanti modi, che puoi trovatre in libri di Pnl, per esempio! Trovi informazioni su questa disciplina anche su internet. Cambiare è possibile! Stare nella propria stanza a pensare e ripensare è farsi castelli in aria, al contrario decidere di cambiare è molto concreto e porta a risultati tangibili nella propria vita, anche realizzare il proprio sogno! Credici, ti meriti di viverlo!
    Mery, coach
    IO sfrutterei quanto detto dalla collega sopra in termini di PNL, fermandomi innazitutto (e prendendo il respiro, lo stesso msg è scritto senza prender fiato...) e facendomi le seguenti domande:
    1) Qual è l'obiettivo? E' andarsene di casa...per andare in un'altra casa?
    L'obiettivo è cambiare spazio fisico? O è l'autonomia?
    Se è l'autonomia... nel msg esprimi anche il desiderio di autonomia nel rapporto con i Tuoi: si potrebbe incominciare a concquistarla da lì...i ruoli sembrano gli stessi che si ripetono. Qual è allora la cosa più piccola che puoi fare x spezzare il loop? Qualunque essa sia nel rispetto della dignità e, quindi, integrità degli Altri, sarà positiva. L'autonomia si può conquistare a piccoli passi...senza aspettare il "passo da gigante".
    Sarebbe ugualmente un passo fatto da Te, sotto la Tua responsabilità.
    E, quindi, merito Tuo.

    2) Potresti sfruttare la Motivazione di fuga...OK. Ma potresti anche sfruttare una Motivazione "verso qualcosa"...allora proposta: dai una forma, un colore, un profumo o anche concentrati sulla sensazione interna che proverai quando avrai raggiunto il più piccolo obiettivo realisticamente raggiungibile...ad es. nella Comunicazione con i Tuoi? Cosa sarà diverso da ora? Tu come sarai diversa da ora?

    Usa il pensiero creativo...il pensiero può essere una gabbia, ma può anche aiutarti, come sicuramente avrà fatto fino ad oggi, a risolvere e a realizzare gli obiettivi e raggiungere i risultati anche i più piccoli. E ogni risultato raggiunto è un pezzo di libertà in più.
    Si tratta di valorizzare il pensiero creativo. Si tratta di valorizzarTi.

    In bocca al lupo!
    psi_net

Privacy Policy