• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 13 di 13
  1. #1
    Partecipante Esperto L'avatar di <Babilove87>
    Data registrazione
    04-08-2008
    Residenza
    A Siena,presto a Firenze
    Messaggi
    388

    Info sulla modalità scritta d'esame :primo anno.

    Ciao ragazzi,
    ascoltate.Ho un pò il timore che possa succedere una cosa che io non vorrei mai neanche per tutto l'oro del mondo...Sto seguendo i primi due corsi (psico generale e dello sviluppo)del primo semestre del primo anno...Generale sarà tenuto in modalità scritta e orale(entrambe le fasi obbligatorie per la convalida)mentre dello sviluppo sarà esclusivamente scritta.Seguendo le lezioni conosco le slides ,i miei appunti ,i ragguagli della docente etc etc,solo,stasera ho avuto modo di avere il primo approccio con i libri.Devo dire che le cose che a lezione sono riassunte in una pagina sul manuale dilagano in 1000.La cosa che mi terrorizza pero'non è la quantità.E'in se e per se lo scritto.Piu'in particolare,le frasi a completamento.Ditemi :avete mai visto una modalità di domanda impostata così?Dovere studiare tre manuali di 400 pagine ciascuno per due esami per poi completare delle frasi la vedo veramente tragica...Spero di avere rassicurazioni da qualcuno di voi :-)..Qualche anima pia!Preferirei che tutte le domande fossero aperte !
    Altra domanda:visto che i quesiti saranno alcuni a crocetta alcuni chiusi,i compiti saranno corretti direttamente dall'insegnante e non dalle macchine vero?GRAZIE IN ANTICIPO,BUONANOTTE !
    Babi
    Quant è bella giovinezza che si fugge tuttavia...Chi vuol esser lieto sia...Del doman non v è certezza...

  2. #2
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Riferimento: Info sulla modalità scritta d'esame :primo anno.

    Pwer quantro riguarda generale mi pare sia solo orale... Per sviluppo.. non so..la Toselli fa lo scritto a crocette e a domande aperte.. (non di completamento che io ricordi) la tani non so...
    Cmq qualche esame c'e' con domande di completamento.. ma non sono tanti... piu' che altro o sono orali, o a domande aperte o in buona parte a crocette... Ah ovviamente scordati che il docente corregga il tuo compito... ci sono i lettori ottici e gli assistenti che correggono i compiti... molto spesso il docente il compito non lo guarda neppure....
    Una volta ad un ragazzo che gli chiese come era andato il suo compito un docente rispose :"sie che ne so io... li corregge il lettore mica io"
    Cmq ricordati sempre che il 90 per cento dell'esame e spesso anche il 100 per cento e' costituito dai manuali... Spesso i docenti arricchiscono magari la lezione.. o dicono cose in piu'... o altre volte si limitano a leggere degli slide... ma l'esame e' sempre basato solo ed esclusivamente sui testi... Segui, prendi pure appunti ... ti servira' sicuramente per sentire cose piu' volte... ma non tanto perche' dicano chissa' cosa a lezione...alla fine l'importante sono solo i manuali...

  3. #3
    Partecipante Esperto L'avatar di <Babilove87>
    Data registrazione
    04-08-2008
    Residenza
    A Siena,presto a Firenze
    Messaggi
    388

    Riferimento: Info sulla modalità scritta d'esame :primo anno.

    Citazione Originalmente inviato da Duccio Visualizza messaggio
    Pwer quantro riguarda generale mi pare sia solo orale... Per sviluppo.. non so..la Toselli fa lo scritto a crocette e a domande aperte.. (non di completamento che io ricordi) la tani non so...
    Cmq qualche esame c'e' con domande di completamento.. ma non sono tanti... piu' che altro o sono orali, o a domande aperte o in buona parte a crocette... Ah ovviamente scordati che il docente corregga il tuo compito... ci sono i lettori ottici e gli assistenti che correggono i compiti... molto spesso il docente il compito non lo guarda neppure....
    Una volta ad un ragazzo che gli chiese come era andato il suo compito un docente rispose :"sie che ne so io... li corregge il lettore mica io"
    Cmq ricordati sempre che il 90 per cento dell'esame e spesso anche il 100 per cento e' costituito dai manuali... Spesso i docenti arricchiscono magari la lezione.. o dicono cose in piu'... o altre volte si limitano a leggere degli slide... ma l'esame e' sempre basato solo ed esclusivamente sui testi... Segui, prendi pure appunti ... ti servira' sicuramente per sentire cose piu' volte... ma non tanto perche' dicano chissa' cosa a lezione...alla fine l'importante sono solo i manuali...
    Speriamo che il lettore ottico non vada in tilt proprio quando si troverà il mio per le mani :-) ehm,per i piedi,ehm per ...gli artigli di metallo Mi piace quando inizio a fare humor sulla modalità d'esame,mi faccio tanto ridere..E'ottimo sapere rallegrare se stessi no?
    Quant è bella giovinezza che si fugge tuttavia...Chi vuol esser lieto sia...Del doman non v è certezza...

  4. #4
    fabrighiglie
    Ospite non registrato

    Riferimento: Info sulla modalità scritta d'esame :primo anno.

    Non esiste un metodo standard di valutazione di una prova scritta: la Toselli, per esempio, valuta le domande aperte con 0, 2,5 o 5 punti, senza punteggi intermedi, e non penalizza per le risposte errate nelle crocette; altri prof, invece, inseriscono la penalità in caso d'errore, leggono le risposte aperte, valutano il tipo d'errore e non solo il numero o s'affidano esclusivamente al lettore ottico.
    Inoltre, a mio avviso, non basta studiare per bene i manuali e/o seguire le lezioni, ma bisogna adottare una serie di strategie.
    Per saperne di più, ti linko una discussione interessante.
    Per quanto riguarda le domande a completamento, io le trovai solo a sociale con la Carpi Lapi e devo dire che, a mio modesto parere, richiedono una conoscenza parecchio mnemonica dei vari argomenti.

  5. #5
    Postatore OGM L'avatar di !!!Psiche!!!
    Data registrazione
    06-06-2008
    Residenza
    Massa
    Messaggi
    4,289

    Riferimento: Info sulla modalità scritta d'esame :primo anno.

    Babi, ti accorgerai, come ha detto fabri, che le domande a completamento son più "cattive " (per non dire altro) delle altre... Poi ci dirai...
    Comunque, secondo me, visto che 6 così "combattiva" (non in senso negativo, ci mancherebbe!), potresti andare a parlare direttamente col professore e chiedergli il perchè della sua scelta esponendogli le tue idee. Almeno prova! (anche perchè qui su OPs, non risolvi nulla)

  6. #6
    fabrighiglie
    Ospite non registrato

    Riferimento: Info sulla modalità scritta d'esame :primo anno.

    Nella nostra facoltà, e in generale in tutti gli altri corsi di laurea in cui c'è centinaia di iscritti, di solito lo studente è soltanto un numero di matricola come tanti altri....è brutto dirlo, ma è così.

  7. #7
    Partecipante Esperto L'avatar di <Babilove87>
    Data registrazione
    04-08-2008
    Residenza
    A Siena,presto a Firenze
    Messaggi
    388

    Riferimento: Info sulla modalità scritta d'esame :primo anno.

    Citazione Originalmente inviato da !!!Psiche!!! Visualizza messaggio
    Babi, ti accorgerai, come ha detto fabri, che le domande a completamento son più "cattive " (per non dire altro) delle altre... Poi ci dirai...
    Comunque, secondo me, visto che 6 così "combattiva" (non in senso negativo, ci mancherebbe!), potresti andare a parlare direttamente col professore e chiedergli il perchè della sua scelta esponendogli le tue idee. Almeno prova! (anche perchè qui su OPs, non risolvi nulla)
    Si si,lo so.Lo penso anche io.Sono le più difficili in assoluto.Scrivevo questo thread appositamente..E'la modalità di quesito che mi ha creato problemi sin dalle scuole elementari,ho una sorta di blocco nei confronti del completamento,non so neanche io perchè oltretutto mi riesce anche difficile.Rassicurante è il fatto che ne capitino una o due una tantum ! ! ! Per altro,no,le mie due professoresse del momento non credo siano intenzionate.....se succederà,pazienza....Vedremo di comportarci di conseguenza..Grazie per il combattiva,spero mi rimanga un pò di carica per il futuro e che la torretta non prosciughi tutte le risorse !
    Quant è bella giovinezza che si fugge tuttavia...Chi vuol esser lieto sia...Del doman non v è certezza...

  8. #8
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    29-11-2005
    Messaggi
    386

    Riferimento: Info sulla modalità scritta d'esame :primo anno.

    Bah, vabè, io credo sia una cosa che capita una volta tanto, tra l'altro di solito si tratta di parole veramente "chiave" che devi sapere, mica di dettagli...tipo "il tizio x ha fatto la teoria ... ?" comunque non preoccuparti, non sarà un problema perchè ce n'è davvero poche a psicologia.

    Invece volevo dissentire da quello che dice Duccio sui manuali; cioè è vero che spesso sono la parte fondamentale ma a volte non lo sono affatto, possono essere tranquillamente trascurati, o fatti sui riassunti, o devono necessariamente essere integrati con altre cose (varie )

    La cosa migliore per sapere queste cose è informarsi su questo forum riguardo ai singoli esami chiedendo a chi li ha già fatti.
    Ultima modifica di amnesiac : 13-10-2008 alle ore 18.05.10

  9. #9
    fabrighiglie
    Ospite non registrato

    Riferimento: Info sulla modalità scritta d'esame :primo anno.

    emnesiac: ti quoto in tutto e per tutto! E aggiungo: evitate di puntare eccessivamente su riassunti e appunti e sugli argomenti detti o non detti a lezione: in questo caso, troverete tutto sui manuali. In altri casi, invece, tanti argomenti vanno studiati in maniera individuale.

  10. #10
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Riferimento: Info sulla modalità scritta d'esame :primo anno.

    Ma amnesiac... devo anche io dissentire da quanto affermi... nel senso..che in tutti gli esami che ho fatto non c'e' stato un solo esame che si basasse neanche in minima parte su cose dette a lezione... Nel 99 per cento le cose chieste all'esame sono contenute nei libri... Un esame che secondo me e' stato importante seguire proprio perche' le lezioni diceva tutt'altra cosa praticamente rispetto ai manuali e' stata statistica, altro esame e' stato biologia generale dove ti dava dei manuali enormi di biologia e cmq dovevi studiarti le cose che diceva il docente a lezione.. e andarle a ricercare sul libro e sugli appunti...
    Per il resto un altro esame che a lezione non trattava cose dei libri e' stato il Majer , psicologia delle organizzazioni, dove lui diceva che al corso volutamente spiegava cose non presenti sui manuali...ma che all'esame chiedeva esclusivamente i libri...
    Altro esame il Marocci..psicologia del lavoro.. parlava di tutt'altro..musica, vasco rossi (suo allievo all'universita'), cose del quotidiano ecc ecc... che avevano cmq degli appigli con alcuni argomenti d'esame... e poi all'esame chiedeva solo i libri...
    Devo ancora trovarlo un esame che non si basi totalmente o quasi sui manuali...
    Voi invece che esami avete trovato per cui venivano richieste in gran parte le spiegazioni di argomenti non presenti sui libri?
    Per quanto riguarda i riassunti io non sono mai riuscito a studiarci (su quelli degli altri) anche se fatti bene... Alla fine il riassunto e' una elaborazione che viene fatta da qualcuno che utilizza un metodo proprio... e quindi quando va a rileggere il riassunto non sa solo quello..ma il riassunto e' una sorta di scrematura... per me e' utile solo il giorno prima magari per dare un'occhiata a tutto l'insieme...
    Cmq ad ogni modo proprio perche' non c'e' la frequenza obbligatoria i docenti non dovrebbero permettersi di basare l'esame su cose dette a lezione non presenti sui libri... Lo studio dei libri deve essere sufficiente per prendere il massimo dei voti... Poi chi frequenta puo' e deve essere valorizzato ma non certo penalizzato chi non vuole o puo' frequentare..

  11. #11
    fabrighiglie
    Ospite non registrato

    Riferimento: Info sulla modalità scritta d'esame :primo anno.

    A me, come detto a più riprese, seguire corsi è servito soltanto a non capire un accidente della materia e a non aver voglia di studiare...ragion per cui, per questo e soprattutto perchè ho anche altre cose da fare, ho scelto lo studio individuale.
    Secondo me, però, è giusto dire che lo studio dei libri dovrebbe essere sufficiente per prendere il massimo dei voti, ma non sempre è così: a me è capitato spesso di conseguire voti non troppo alti a esami in cui avevo studiato per bene tutto il libro, ma non sapevo icche m'avrebbe chiesto, e voti alti a esami in cui m'ero concentrato più sulle eventuali domande che sul testo in sè.
    Per quanto riguarda la frequenza, purtroppo io ho l'impressione che alcuni prof, soprattutto di clinica, abbiano un po' troppo spesso l'abitudine di discriminare tra frequentanti e non frequentanti e ciò gli è consentito senza che nessuno dica nulla...

  12. #12
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    29-11-2005
    Messaggi
    386

    Riferimento: Info sulla modalità scritta d'esame :primo anno.

    io invece ne ho trovati molti per cui i libri non erano fondamentali, come ad esempio fisiologica (Del viva) fatto solo su dispense, Petrucci, Marasco, biologia, genetica (solo dispense), ridolfi fatto solo su riassunti, stefanile molto su riassunti, Caudek solo dispense, handicap solo dispense, quelli che dicono di studiare certe cose poi ne chiedono solo alcune (es. Guarnieri) per dire solo quelli che mi ricordo su due piedi.

    E' fondamentale non partire a testa bassa a fare tutto quello che c'è scritto sulla guida, perchè può essere inutile o anche non bastare, mentre è importante vedere un pò cosa dice il prof, chiedere in giro, ecc...
    Ultima modifica di amnesiac : 14-10-2008 alle ore 14.21.46

  13. #13
    fabrighiglie
    Ospite non registrato

    Riferimento: Info sulla modalità scritta d'esame :primo anno.

    Vabbè, io credo che per "libri" s'intendesse più che altro lo studio individuale...

Privacy Policy