• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 25
  1. #1
    Partecipante Figo L'avatar di cuore.83
    Data registrazione
    06-09-2006
    Residenza
    Pugliaaa!
    Messaggi
    771

    A.T. o Gruppo-analitica?

    Ragazzi potreste consigliarmi qualche scuola di psicoterapia in analisi transazionale?o eventualmente in gruppoanalisi? qualche esperienza diretta c'è?
    vi ringrazio
    "Le persone viaggiano per stupirsi delle montagne, dei fiori, delle stelle...e passano accanto a se stesse senza meravigliarsi"


  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di RosadiMaggio
    Data registrazione
    10-02-2006
    Residenza
    Tra le Alpi e gli Appennini
    Messaggi
    11,960

    Riferimento: A.T. o Gruppo-analitica?

    Ciao, una buona scuola in A.T. è l'Auximon, altrimenti c'i sono diversi Centri Eric Berne, in varie citta'. Dovresti andare su un sito principale e vedere se co sono sedi nel posto che ti interessa; un sito dove puoi trovare moklte informazioni, anche sulla Gruppoanalisi, è © PSYCHOMEDIA - Main Home Page.
    Per le esperienze dirette spero che qualcuno, leggendo, si faccia vivo, altrimenti, prova a fare tu un giro su ops, ad es., nel thread "Formazione post-lauream......", vedrai che trovi qualcuno, con un po' di pz e facendo, se puoi un giro sul sito. Ci sono persone in formazione. Cosi' puoi "parlarci".
    Ciao
    Gaia

    Tessera n° 15 Club del Giallo

    Guardiana Radar del Gruppo insieme a Chiocciolina4

  3. #3

    Riferimento: A.T. o Gruppo-analitica?

    Ciao. Sto frequentano una annualita' di AT presso una associazione privata.

    E la seconda annualita' [la prima risale a 2 anni fa]e' mi sembra che cio' che si impara sia adeguato a quanto presentato dai testi piu accreditati, che uso come testi di approfondimento teorico.

    Ho modo di mettere in pratica quanto acquisito, avendo avuto prima una esperienza nella sanita', e poi nel volontariato.
    Attualmente ho esteso l'attivita' attraverso vie inconsuete, come telefono, messenger e in un forum di relazione d'aiuto.

    L'analisi transazionale la si puo' imparare in scuole autoriconosciute, o presso fondazioni e associazioni culturali. Si tratta sopratutto di avere degli insegnanti capaci e con esperienza diretta, sopratutto pratica.

    Cio' a cui si dovrebbe tendere e' una reale capacita' pratica e non l'ennesimo attestao e/o diplomino.

  4. #4
    Postatore Epico L'avatar di RosadiMaggio
    Data registrazione
    10-02-2006
    Residenza
    Tra le Alpi e gli Appennini
    Messaggi
    11,960

    Riferimento: A.T. o Gruppo-analitica?

    Ciao oscarmoreno, ma tu l'hai imparata nell'ambito di altre professionalita' sanitarie, da quel che capisco? Ci sono associazioni private ed anche cliniche in cui è praticata ed insegnata.
    Pero', per gli psicologi che vogliono fare qs tipo di formazione, al fine di diventare psicoterapeuti ai sensi dei nuovi art. definiti dal Miur, è importante che la scuola sia "legalmente riconosciuta".
    Che poi si possa imparare ed anche meglio, pure in contesti diversi, lo credo anch'io, soprattutto se gia' si è inseriti nell'ambito sanitario con altri profili.

    Spero di essere riuscita a spiegarmi, per gli psicologi, è stata fatta una legge apposita per fargli spendere un bel po' di soldi in piu', in molti casi, qd magari darebbe sufficiente un percorso diverso. E, talvolta, piu' pratico ed utile.

    Ciao

    Ps: tu cosa fai, in ambito sanitario?
    Gaia

    Tessera n° 15 Club del Giallo

    Guardiana Radar del Gruppo insieme a Chiocciolina4

  5. #5
    Partecipante Figo L'avatar di cuore.83
    Data registrazione
    06-09-2006
    Residenza
    Pugliaaa!
    Messaggi
    771

    Riferimento: A.T. o Gruppo-analitica?

    sapete se l'A.T. di napoli è buona?
    "Le persone viaggiano per stupirsi delle montagne, dei fiori, delle stelle...e passano accanto a se stesse senza meravigliarsi"


  6. #6

    Riferimento: A.T. o Gruppo-analitica?

    Citazione Originalmente inviato da RosadiMaggio Visualizza messaggio
    Ciao oscarmoreno, ma tu l'hai imparata nell'ambito di altre professionalita' sanitarie, da quel che capisco? Ci sono associazioni private ed anche cliniche in cui è praticata ed insegnata.
    Pero', per gli psicologi che vogliono fare qs tipo di formazione, al fine di diventare psicoterapeuti ai sensi dei nuovi art. definiti dal Miur, è importante che la scuola sia "legalmente riconosciuta".
    Che poi si possa imparare ed anche meglio, pure in contesti diversi, lo credo anch'io, soprattutto se gia' si è inseriti nell'ambito sanitario con altri profili.

    Spero di essere riuscita a spiegarmi, per gli psicologi, è stata fatta una legge apposita per fargli spendere un bel po' di soldi in piu', in molti casi, qd magari darebbe sufficiente un percorso diverso. E, talvolta, piu' pratico ed utile.

    Ciao

    Ps: tu cosa fai, in ambito sanitario?
    Ciao Gaia.
    Mi sono presentato nella sezione apposita, specificando la mia formazione.

    Sicuramente per uno psicologo psicoterapeuta e' importante reperire informazioni di prima mano e di ottima qualita'.

    Non so quali siano le scuole legalmente riconosciute, e da chi, in analisi transazionale.

    A me serviva uno strumento che mi permettesse di accedere in modo pratico al mondo dei pazienti e ai loro bisogni psicologici, che vengono spesso nascosti in contenuti ulteriori della comunicazione.

    Mi interessava anche capire quale era il loro stato dell'io per poter rapportarmi nel modo piu' adeguato.

    Infine cercavo uno strumento per poter dialogare anche su questioni spinose della loro esistenza, che non ho trovato, nella forma a me confacente, nelle lezioni di psicologia, psichiatria, sociologia e gestione delle risorse umane.
    [ ho lavorato con malati di ogni tipo, compresi cronici, psichiatrici, terminali, tossicodipendenti, ecc]

    Una vera teoria della mente, a parte quella psicoanalitica classica, che non conosco professionalmente e che non mi interessa, in quanto poco pratica, l'ho trovata solo nell'analisi transazionale.

    Ma i cultori di questa metodica non sono molti, e spesso mescolano elementi di vari psico-metodi e psico-terapie.

    Novellino- Moiso hanno scritto in Italia sull'argomento. Del primo un testo da poco edito sul couseling. Ma i testi migliori rimangono le pubblicazioni di Berne e il testo chiave di Stewart-joines.

    Ecco il motivo per cui mi sono rivolto qui, sperando che qualcuno abbia delle buone esperienze in proposito, da confrontare e valutare.

    Vorrei solo aggiungere, ma forse sono OT, che il couseling viene nei fatti praticato a vari livelli da tutto il personale socio-sanitario qualificato.

    La bonta dell'intervento e' data poi dalle capacita' del professionista di avere un buon bagaglio formativo, e sopratutto una buona capacita' comunicativa, cioe' pratica.

    Da qui il bisogno di possedere strumenti pratici e flessibili, che male concordano con una ossessiva ricerca della linea di demarcazione fra le professioni.

    Ma sono opinioni.
    Un saluto.

  7. #7
    Partecipante Figo L'avatar di cuore.83
    Data registrazione
    06-09-2006
    Residenza
    Pugliaaa!
    Messaggi
    771

    Riferimento: A.T. o Gruppo-analitica?

    quindi essere un analista transazionale sarebbe un lavoro vanificato?
    "Le persone viaggiano per stupirsi delle montagne, dei fiori, delle stelle...e passano accanto a se stesse senza meravigliarsi"


  8. #8

    Riferimento: A.T. o Gruppo-analitica?

    Citazione Originalmente inviato da cuore.83 Visualizza messaggio
    quindi essere un analista transazionale sarebbe un lavoro vanificato?
    Non capisco il senso della domanda.

    Vanificato da cosa?

    Essere un analista transazionale vuol dire essere un analista, che invece che basare tutta la sua attenzione dulla psicologia del profondo, la basa sul qui e adesso e sul rapporto con gli altri.

    Per fare questo deve necessariamente conoscere anche quali sono stati gli antecedenti che hanno portato il soggetto a strutturarsi secondo uno schema copionale, in una certa posizione esistenziale, utilizzando dei giochi preferiti per mantenerla e delle transazioni che privilegiano uno stato dell'io rispetto agli altri.

    I risultati sono percio' verificabili dal soggetto stesso, in base al suo miglior rapporto con se stesso e con gli altri, e con la risoluzione di situazioni sitematicamente ripetitive che gli rendevano insoddisfacente la vita.

    Da notare che gli elementi portanti dell'analisi transazionale devono essere assimilati anche dal soggetto fruente, che cosi' facendo diventa maestro delle proprie capacita', ed autonomo poi nella gestione delle proprie risorse psichiche.

    Non mi pare poco.

  9. #9
    Partecipante Figo L'avatar di cuore.83
    Data registrazione
    06-09-2006
    Residenza
    Pugliaaa!
    Messaggi
    771

    Riferimento: A.T. o Gruppo-analitica?

    si, infatti. nn avevo ben compreso il precedente post.
    "Le persone viaggiano per stupirsi delle montagne, dei fiori, delle stelle...e passano accanto a se stesse senza meravigliarsi"


  10. #10
    Postatore Epico L'avatar di RosadiMaggio
    Data registrazione
    10-02-2006
    Residenza
    Tra le Alpi e gli Appennini
    Messaggi
    11,960

    Riferimento: A.T. o Gruppo-analitica?

    Citazione Originalmente inviato da oscarmoreno Visualizza messaggio
    Ciao Gaia.
    Mi sono presentato nella sezione apposita, specificando la mia formazione.

    Sicuramente per uno psicologo psicoterapeuta e' importante reperire informazioni di prima mano e di ottima qualita'.

    Non so quali siano le scuole legalmente riconosciute, e da chi, in analisi transazionale.

    A me serviva uno strumento che mi permettesse di accedere in modo pratico al mondo dei pazienti e ai loro bisogni psicologici, che vengono spesso nascosti in contenuti ulteriori della comunicazione.

    Mi interessava anche capire quale era il loro stato dell'io per poter rapportarmi nel modo piu' adeguato.

    Infine cercavo uno strumento per poter dialogare anche su questioni spinose della loro esistenza, che non ho trovato, nella forma a me confacente, nelle lezioni di psicologia, psichiatria, sociologia e gestione delle risorse umane.
    [ ho lavorato con malati di ogni tipo, compresi cronici, psichiatrici, terminali, tossicodipendenti, ecc]

    Una vera teoria della mente, a parte quella psicoanalitica classica, che non conosco professionalmente e che non mi interessa, in quanto poco pratica, l'ho trovata solo nell'analisi transazionale.

    Ma i cultori di questa metodica non sono molti, e spesso mescolano elementi di vari psico-metodi e psico-terapie.

    Novellino- Moiso hanno scritto in Italia sull'argomento. Del primo un testo da poco edito sul couseling. Ma i testi migliori rimangono le pubblicazioni di Berne e il testo chiave di Stewart-joines.

    Ecco il motivo per cui mi sono rivolto qui, sperando che qualcuno abbia delle buone esperienze in proposito, da confrontare e valutare.

    Vorrei solo aggiungere, ma forse sono OT, che il couseling viene nei fatti praticato a vari livelli da tutto il personale socio-sanitario qualificato.

    La bonta dell'intervento e' data poi dalle capacita' del professionista di avere un buon bagaglio formativo, e sopratutto una buona capacita' comunicativa, cioe' pratica.

    Da qui il bisogno di possedere strumenti pratici e flessibili, che male concordano con una ossessiva ricerca della linea di demarcazione fra le professioni.

    Ma sono opinioni.
    Un saluto.
    Grazie, sei stato molto gentile nel rispondermi sulla tua formazione in AT, fondata sui concetti propri a livello psicologico, di Eric Berne e della sua teoria della mente, funzionamento e potenzialita' di sviluppo; oltre alle capacita' che un buon professionista -purtroppo, non sempre ce l'ha, indipendentemente dal settore da cui proviene (qui anchen sta un po' la beffa di alcune scuole private per psicologi, di cui parlavo)- dovrebbe possedere ed armonizzare con le pratica che svolge con i pazienti e fruitori.
    Purtroppo, non ho letto la tua presentazione, per questo ti avevo fatto quella domanda, ma la cosa che si capisce è che che hai a cuore sia le tue conoscenze e capacita' pragmatiche, nello svolgimento del tuo lavoro che di chi ne usufruisce, con una mentalita' elastica che non inficia per niente la conoscenza di base cui fa fai riferimento.
    Tra l'altro, è anche vero che dopo Moiso e Novellino, che l'hanno introdotta in Italia, ormai molto tempo fa, l'AT, ha subito molte "contaminazioni", da parte di altre correnti psicologiche che l'hanno integrata nei propri programmi.
    Ma sono , come dici anche tu, opinioni.
    Spero di essere stata chiara per te; purtroppo, mi sembra tu non abbia ancora incontrato nessuno che abbia risposto alla tua domanda di condivisione di esperienza sull'AT, almeno pubblicamente.

    Un saluto anche a te e buon lavoro.
    Gaia

    Tessera n° 15 Club del Giallo

    Guardiana Radar del Gruppo insieme a Chiocciolina4

  11. #11

    Riferimento: A.T. o Gruppo-analitica?

    ciao.....se hai intenzione di frequentare una scuola analitica di gruppoanalisi, ti consiglio di andare a guardare il sito della S.P.I.G.A. (Società di Psicoanalisi Interpersonale e GruppoAnalisi) e magari di fare un salto alla sede a Roma per vedere di persona. io frequento l'ultimo anno e l'ho trovata molto professionale e formativa per la mia scelta. un saluto

  12. #12

    Riferimento: A.T. o Gruppo-analitica?

    Ribadisco il mio invito a chiunque abbia informazioni, o esperienze sull'analisi transazionale, a farsi vivo, per poter scambiare quanche impressione, esperienza e considerazioni utili.

    In un forum di psicologi ed aspiranti tali reputo impossibile che non sia conosciuta, studiata ed usata.

  13. #13
    Partecipante Figo L'avatar di cuore.83
    Data registrazione
    06-09-2006
    Residenza
    Pugliaaa!
    Messaggi
    771

    Riferimento: A.T. o Gruppo-analitica?

    durante il corso di studi non ho mai sentito parlare di analisi transazionale e tantomeno di berne...mi sono avvicinata allo studio solo in un secondo momento...infatti, dopo un pò di dubbi relativi all'orientamento da seguire, mi sono iscritta ad una scuola di psicoterapia in analisi transazionale a caserta e ne sono entusiasta!
    "Le persone viaggiano per stupirsi delle montagne, dei fiori, delle stelle...e passano accanto a se stesse senza meravigliarsi"


  14. #14

    Riferimento: A.T. o Gruppo-analitica?

    questo e' un altro motivo per cui la gran parte degli attuali professori di ruolo dovrebbero lasciar spazio a gente piu aperta e innovativa, invece che arroccarsi ancora su Freud e Jung, o in astratte discussioni teoriche che lasciano il tempo che trovano.

    Ma e' un parere personale...

  15. #15
    Postatore Epico L'avatar di RosadiMaggio
    Data registrazione
    10-02-2006
    Residenza
    Tra le Alpi e gli Appennini
    Messaggi
    11,960

    Riferimento: A.T. o Gruppo-analitica?

    Non è sbagliato che anche ad altre prospettive, venga dato il loro spazio; da quanto ne so io, ad es., l'Analisi Transazionale, era insegnata solo dove aveva una Docenza il Prof. Pio Scilligo, mentre altrove, magari sotto denominazioni diverse, si facevano anche sei, sette esami (anche di piu'..)di psicologia dinamica.

    Anche l'aspetto sistemic-relazionale, ha poco spazio (scusa l'off topic).

    Volevo chiederti se conosci un'Autrice di nome Mavis Klein, che insegna anche l'Autoanalisi Transazionale e che sull'argomento, ha pubblicato un libro "Autoanalisi Transazionale", dato che è un campo dove le competenze non devono essere esclusive del terapeuta, ma insegnate anche a chi si rivolge all'operatore, per poterle applicare per gradi, su se' stessi.
    Almeno, questo è cio' che conosco io e che mi disse tempo fa un medico-psicologo che praticava la Analisi Transazionale anche con pz gravi.

    Grazie
    Ciao
    Gaia

    Tessera n° 15 Club del Giallo

    Guardiana Radar del Gruppo insieme a Chiocciolina4

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy