• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4
  1. #1
    Partecipante Affezionato L'avatar di Morgana88
    Data registrazione
    04-02-2008
    Residenza
    in un boomerang di terra tra la Francia e la patria del sommo poeta
    Messaggi
    104

    help!!! ho due sogni da capire e il dizionario non è esauriente!

    Ciao a tutti!!! Da sempre faccio sempre lo stesso sogno (questo è il primo da decifrare!) che ricorre ogni 15 o 20 giorni..(a volte anche meno...). E' un sogno che facevo spesso anche da bambina.. Si svolge all'incirca così: sono nella spiaggia davanti a casa mia..(riconosco la chiesetta sullo sfondo e la palme), a un certo punto il mare si ritira a tal punto che vedo le stelle marine e le alge alla luce del sole.. però mi viene in mente che è una situazione di pericolo..quando il mare si ritira di solito vuol dire che sta per arrivare un onda anomala se non addirittura uno tsunami... di questo ne avevo consapevolezza anche da piccola..forse perchè vivendo in una città di mare mi è sempre stato detto..va bè... andiamo avanti se no mi dilungo troppo... Vedo un bambino piccolo che è ancora rimasto al largo in acqua e mi butto per aiutarlo, solo che lui riesce ad uscire ma io rimango dentro con l'onda megagigante e minacciosa alle spalle. Non mi faccio prendere dal panico, m'immergo totalmente e sento la corrente fortissima che mi trascina verso il basso... Quando riesco a riemergere non mi trovo più nel mare davantia casa ma in mezzo all'oceano con delle onde mozzafiato. Il bello è che nuoto tranquilla..come se ne facessi parte di tutta quella distesa salata e leggermente burrascosa.. Sento il mio corpo che non ha più una consistenza..è come se fossi diventata io stessa acqua.. vi giuro che è tutto molto reale, l'odore pungente del salino, il freddo, la percezione del movimento ondulatorio..le sensazioni sono vivide.. Infatti poi mi sveglio con una sensazione strana..quasi di malinconia...quasi come dire "peccato che mi sono svegliata!"..Non so se rendo l'idea..
    Ok. Questo era il primo sogno che volevo raccontarvi..ora se avete ancora un pò di pazienza.. (so di essere prolissa....) vi dico l'altro che ho fatto pochi giorni fa...
    Mi trovo in una specie di chiesa o di museo dal soffitto azzurrissimo...quell'azzuro fantastico che si vede solo in montagna ad alta quota o in mezzo ala mare! All'interno di questo edificio, che all'apparenza sembrava deserto, sbuca il ragazzo con il quale ho una relazione da maggio..solo che premetto che ultimamente ci sentiamo poco data la distanza (io sto sul confine francese e lui a Bologna..). Quando lo vedo lui mi bacia sulla guancia (tra l'altro un bacio molto dolce..)e mi dice di seguirlo..però non si esprime a parole ma con i gesti, come il linguaggio dei sordomuti per intenderci... Io lo seguo dentro questo palazzo ma poi lo perdo vista. Lì mi prende lo sconforto..l'angoscia..e il soffitto non lo vedo più azzurro ma viola intenso.. Successivamente mi appare davanti un ragazzino (15 o 16 anni) vestito con un saio marrone che mi dice in spagnolo (si rivolge a me proprio in spagnolo non so perchè..) che il mio ragazzo è andato all'esterno passando dalla navata laterale.. allora lo ringrazio e gli do una pietrolina azzura in mano, una conchiglia bianca e un rametto di gelsomino(anche qui non so perchè...! ) ed esco per cercarlo. All'uscita lo rivedo e mi accorgo che mi sta aspettando, come se lo sapesse, e mi guarda molto intensamente..ma molto molto intensamente... In quel momento provo emozioni fortissime...(amore?? forse..) poi mi sveglio. E' un sogno ricco di significati..almeno credo... mi affido a voi...!!! e vi ringrazio infinitamente in anticipo per le risposte..! un bacio grande!!!! !Hola!
    F.
    "SEI UNA DONNA.
    LA TUA FORZA RISIEDE NEL CAMBIAMENTO,
    PERCHE' IL RITMO DEL CAMBIAMENTO
    E' IL RITMO DELL'UNIVERSO" (M.Gray)

  2. #2
    Partecipante Assiduo L'avatar di vitanostra
    Data registrazione
    07-09-2007
    Residenza
    dal mondo
    Messaggi
    123

    Riferimento: help!!! ho due sogni da capire e il dizionario non è esauriente!

    Citazione Originalmente inviato da Morgana88 Visualizza messaggio
    Ciao a tutti!!! Da sempre faccio sempre lo stesso sogno (questo è il primo da decifrare!) che ricorre ogni 15 o 20 giorni..(a volte anche meno...). E' un sogno che facevo spesso anche da bambina.. Si svolge all'incirca così: sono nella spiaggia davanti a casa mia..(riconosco la chiesetta sullo sfondo e la palme), a un certo punto il mare si ritira a tal punto che vedo le stelle marine e le alge alla luce del sole.. però mi viene in mente che è una situazione di pericolo..quando il mare si ritira di solito vuol dire che sta per arrivare un onda anomala se non addirittura uno tsunami... di questo ne avevo consapevolezza anche da piccola..forse perchè vivendo in una città di mare mi è sempre stato detto..va bè... andiamo avanti se no mi dilungo troppo... Vedo un bambino piccolo che è ancora rimasto al largo in acqua e mi butto per aiutarlo, solo che lui riesce ad uscire ma io rimango dentro con l'onda megagigante e minacciosa alle spalle. Non mi faccio prendere dal panico, m'immergo totalmente e sento la corrente fortissima che mi trascina verso il basso... Quando riesco a riemergere non mi trovo più nel mare davantia casa ma in mezzo all'oceano con delle onde mozzafiato. Il bello è che nuoto tranquilla..come se ne facessi parte di tutta quella distesa salata e leggermente burrascosa.. Sento il mio corpo che non ha più una consistenza..è come se fossi diventata io stessa acqua.. vi giuro che è tutto molto reale, l'odore pungente del salino, il freddo, la percezione del movimento ondulatorio..le sensazioni sono vivide.. Infatti poi mi sveglio con una sensazione strana..quasi di malinconia...quasi come dire "peccato che mi sono svegliata!"..Non so se rendo l'idea..
    Ok. Questo era il primo sogno che volevo raccontarvi..ora se avete ancora un pò di pazienza.. (so di essere prolissa....) vi dico l'altro che ho fatto pochi giorni fa...
    Mi trovo in una specie di chiesa o di museo dal soffitto azzurrissimo...quell'azzuro fantastico che si vede solo in montagna ad alta quota o in mezzo ala mare! All'interno di questo edificio, che all'apparenza sembrava deserto, sbuca il ragazzo con il quale ho una relazione da maggio..solo che premetto che ultimamente ci sentiamo poco data la distanza (io sto sul confine francese e lui a Bologna..). Quando lo vedo lui mi bacia sulla guancia (tra l'altro un bacio molto dolce..)e mi dice di seguirlo..però non si esprime a parole ma con i gesti, come il linguaggio dei sordomuti per intenderci... Io lo seguo dentro questo palazzo ma poi lo perdo vista. Lì mi prende lo sconforto..l'angoscia..e il soffitto non lo vedo più azzurro ma viola intenso.. Successivamente mi appare davanti un ragazzino (15 o 16 anni) vestito con un saio marrone che mi dice in spagnolo (si rivolge a me proprio in spagnolo non so perchè..) che il mio ragazzo è andato all'esterno passando dalla navata laterale.. allora lo ringrazio e gli do una pietrolina azzura in mano, una conchiglia bianca e un rametto di gelsomino(anche qui non so perchè...! ) ed esco per cercarlo. All'uscita lo rivedo e mi accorgo che mi sta aspettando, come se lo sapesse, e mi guarda molto intensamente..ma molto molto intensamente... In quel momento provo emozioni fortissime...(amore?? forse..) poi mi sveglio. E' un sogno ricco di significati..almeno credo... mi affido a voi...!!! e vi ringrazio infinitamente in anticipo per le risposte..! un bacio grande!!!! !Hola!
    F.
    qui l'equilibrio tra il tuo lato maschile e femminile è in avvedete conflitto, quello femminile non riesce ad accettare la razionalità di quello maschile,e infatti non riescono ad avere un'intimità
    Quello femminile è troppo femminili e assorbe il meglio dalla leggerezza di ciò che percepisce e sente il maschile troppo pesante per sentirselo suo.
    Secondo me dovresti accettare di analizzare un po tutti e due i lati che ti appartengono.
    l'equilibrio è una cosa importante da raggiungere e molto tempo ci vuole per raggiungere , ma quando c’è tanta differenza, ce lo fanno notare.
    ci vediamo in giro

  3. #3
    Partecipante Affezionato L'avatar di Morgana88
    Data registrazione
    04-02-2008
    Residenza
    in un boomerang di terra tra la Francia e la patria del sommo poeta
    Messaggi
    104

    Riferimento: help!!! ho due sogni da capire e il dizionario non è esauriente!

    wow...! ci rifletterò...! grazie..
    "SEI UNA DONNA.
    LA TUA FORZA RISIEDE NEL CAMBIAMENTO,
    PERCHE' IL RITMO DEL CAMBIAMENTO
    E' IL RITMO DELL'UNIVERSO" (M.Gray)

  4. #4
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: help!!! ho due sogni da capire e il dizionario non è esauriente!

    Citazione Originalmente inviato da Morgana88 Visualizza messaggio
    Ciao a tutti!!! Da sempre faccio sempre lo stesso sogno (questo è il primo da decifrare!) che ricorre ogni 15 o 20 giorni..(a volte anche meno...). E' un sogno che facevo spesso anche da bambina.. Si svolge all'incirca così: sono nella spiaggia davanti a casa mia..(riconosco la chiesetta sullo sfondo e la palme), a un certo punto il mare si ritira a tal punto che vedo le stelle marine e le alge alla luce del sole.. però mi viene in mente che è una situazione di pericolo..quando il mare si ritira di solito vuol dire che sta per arrivare un onda anomala se non addirittura uno tsunami... di questo ne avevo consapevolezza anche da piccola..forse perchè vivendo in una città di mare mi è sempre stato detto..va bè... andiamo avanti se no mi dilungo troppo... Vedo un bambino piccolo che è ancora rimasto al largo in acqua e mi butto per aiutarlo, solo che lui riesce ad uscire ma io rimango dentro con l'onda megagigante e minacciosa alle spalle. Non mi faccio prendere dal panico, m'immergo totalmente e sento la corrente fortissima che mi trascina verso il basso... Quando riesco a riemergere non mi trovo più nel mare davantia casa ma in mezzo all'oceano con delle onde mozzafiato. Il bello è che nuoto tranquilla..come se ne facessi parte di tutta quella distesa salata e leggermente burrascosa.. Sento il mio corpo che non ha più una consistenza..è come se fossi diventata io stessa acqua.. vi giuro che è tutto molto reale, l'odore pungente del salino, il freddo, la percezione del movimento ondulatorio..le sensazioni sono vivide.. Infatti poi mi sveglio con una sensazione strana..quasi di malinconia...quasi come dire "peccato che mi sono svegliata!"..Non so se rendo l'idea..
    Ok. Questo era il primo sogno che volevo raccontarvi..ora se avete ancora un pò di pazienza.. (so di essere prolissa....) vi dico l'altro che ho fatto pochi giorni fa...
    Mi trovo in una specie di chiesa o di museo dal soffitto azzurrissimo...quell'azzuro fantastico che si vede solo in montagna ad alta quota o in mezzo ala mare! All'interno di questo edificio, che all'apparenza sembrava deserto, sbuca il ragazzo con il quale ho una relazione da maggio..solo che premetto che ultimamente ci sentiamo poco data la distanza (io sto sul confine francese e lui a Bologna..). Quando lo vedo lui mi bacia sulla guancia (tra l'altro un bacio molto dolce..)e mi dice di seguirlo..però non si esprime a parole ma con i gesti, come il linguaggio dei sordomuti per intenderci... Io lo seguo dentro questo palazzo ma poi lo perdo vista. Lì mi prende lo sconforto..l'angoscia..e il soffitto non lo vedo più azzurro ma viola intenso.. Successivamente mi appare davanti un ragazzino (15 o 16 anni) vestito con un saio marrone che mi dice in spagnolo (si rivolge a me proprio in spagnolo non so perchè..) che il mio ragazzo è andato all'esterno passando dalla navata laterale.. allora lo ringrazio e gli do una pietrolina azzura in mano, una conchiglia bianca e un rametto di gelsomino(anche qui non so perchè...! ) ed esco per cercarlo. All'uscita lo rivedo e mi accorgo che mi sta aspettando, come se lo sapesse, e mi guarda molto intensamente..ma molto molto intensamente... In quel momento provo emozioni fortissime...(amore?? forse..) poi mi sveglio. E' un sogno ricco di significati..almeno credo... mi affido a voi...!!! e vi ringrazio infinitamente in anticipo per le risposte..! un bacio grande!!!! !Hola!
    F.
    Ciao, Morgana, i tuoi sogni sono complessi e ricchi a livello di significati, quindi, anche intriganti per chi è appassionato, come me, di simbologia.
    Provo a rimandarti le impressioni e considerazioni che mi hanno suscitato, senza alcuna pretesa interpretativa. Tu, meglio di chiunque altro, puoi capire se i significati rilevati possono essere pertinenti.


    Parto dal secondo.

    Sei in una specie di chiesa, che associ a un museo, con il soffitto di un azzurro fantastico.

    La chiesa, simbolicamente, indica spiritualità e, a volte, anche interiorità; il museo ha a che fare con la conservazione di tracce del passato (è, quindi, il luogo in cui si può incontrare il proprio passato); l'azzurro è il colore della sensibilità psichica (che permette anche di comprendere i significati delle cose e delle situazioni).

    Nella chiesa incontri il tuo lui. L'incontro è collocato nella chiesa, forse, proprio perché, in considerazione della lontananza, il vostro rapporto si configura con una forte caratterizzazione "spirituale" e, comunque, di interiorità (non persiste un rapporto lontano senza una comunione profonda).
    Il rapporto fra voi sembra tenero e delicato (il bacio sulla guancia).
    Poi lo perdi di vista.
    L'azzurro, che indica la sensibilità psichica e, quindi, la capacità anche di rimanere in sintonia a livello spirituale, anche nella distanza fisica, si trasforma in viola intenso, mentre tu sei presa dallo sconforto.


    Il viola è il colore dell'urgenza espressiva e, quindi, anche delle trasformazioni profonde.
    In cosa consiste la trasformazione che, in qualche modo ti fa paura, perché, se realizzata, forse, ti potrebbe separare (potrebbe portarti a decidere di separarti?) dal tuo lui? Cosa urge per essere espresso? Forse, tu solo conosci la possibile risposta.

    Il sogno (la chiesa si trasforma in museo? Luogo di esperienze e possibilità del passato, forse non sviluppate?) ti presenta un ragazzino adolescente (una possibilità di sviluppo di aspetti "maschili" della tua personalità che hai tralasciato? O una nuova possibilità, non ancora completamente sviluppata, che urge?) che ti parla in spagnolo (bisognerebbe approfondire il significato della lingua, ipotesi in cui, in questa sede, non mi avventuro) e ti indica la strada per ricongiungerti con il tuo lui.
    Forse, vuol dire che certi aspetti "maschili" della tua personalità (che vengono ben custoditi all'interno di te – saio – e non appaiono all'esterno), che, forse urgono per essere riconosciuti, hanno, in qualche modo, a che fare con la capacità di trarre gioia dalla vita (colore marrone).
    Quando questi aspetti vengono integrati, costituiscono una fonte di energia e serenità che ti permette di vivere, in maniera più tranquilla, anche il rapporto con il tuo lui: il ragazzo dal saio marrone, in questo senso, rappresenta l'istanza “maschile” che, dentro di te, ti autorizza ad intraprendere la strada del rapporto con il tuo lui.
    Ho parlato di integrazione. Come si deduce?
    Tu, al ragazzo, dai una pietrolina azzurra (che rappresenta una tua ricchezza interiore: la capacità di esprimersi, spiritualmente, attraverso la sensibilità psichica); una conchiglia bianca (riconosci di avere dentro te e difendi e proteggi – conchiglia - qualcosa di prezioso) e un rametto di gelsomino (capacità di esprimere - rametto - la propria serenità - gelsomino -).
    E' come se tu dicessi a te stessa: riconosco che queste esigenze espressive che avverto nel mio intimo sono una ricchezza interiore (pietrolina azzurra), che va custodita e protetta (conchiglia), perché può essere la base della mia serenità interiore verso la figura maschile (ramo di gelsomino).
    Rasserenta e reintegrati gli aspetti del tuo mondo interiore che, forse, ti turbano, puoi assaporare lo sguardo intenso del tuo lui e viverlo come un gesto d'amore.


    Il primo sogno, essendo un sogno ricorrente che facevi anche da bambina, può costituire lo sfondo su cui comprendere anche alcuni riferimenti del secondo, soprattutto la chiesa-museo e il ragazzo con il saio marrone.


    Sei sulla spiaggia, che riconosci dalla chiesetta e dalle palme.
    La spiaggia indica che la tua realtà materiale ha bisogno di forza vitale e di emotività (il mare; la spiaggia è imbevuta, si nutre simbolicamente dell'energia del mare). Questo significato sembrerebbe confermato dalle palme (che indicano una crescita che ha bisogno di molta energia e calma) e dalla chiesetta (luogo, per eccellenza, di condensazione di energie superiori, oltre che luogo di calma e di serenità).


    Ma il mare si ritrae e le stelle marine e le alghe vengono esposte alla luce diretta del sole.
    La forza vitale ed emozionale sembra assente (bloccata?), così, prive della linfa emozionale e dell'energia vitale le capacità brillanti della sensibilità emotiva (la stella marina) e la possibilità stessa di crescita emozionale e vitale (l'alga marina, che ha bisogno, per vivere, dell'acqua) vengono esposte a condizioni esterne che ne rendono difficoltosa la crescita.
    Soprattutto, è il bambino interno (rappresentante di una possibilità di rapporto razionale ed equilibrato con la realtà esterna ?) ad esser in pericolo.
    La carenza di emotività (esterna? o interna?) può, repentinamente, trasformarsi in scoppi di emotività incontrollata, che possono spaventare (l'onda anomala...).
    Ma il sogno ti dice anche che tu affronti questa situazione di squilibrio potenziale e trovi un tuo equilibrio emozionale, identificando te stessa con l'energia e la forza emozionale dell'elemento acqua, cioè lasciandoti andare ed accettando la forza trasformatrice dell'energia vitale.


    Questo è lo sfondo, forse, entro cui puoi ritornare (partendo dal silenzio e dal raccoglimento spirituale della chiesa) nel tuo “museo” interno e riconciliarti con il ragazzo dal “saio marrone” che, così, può divenire forza vitale di un tuo nuovo equilibrio emozionale e affettivo relazionale.


    Vedi tu fino se qualcosa di queste risonanze può ritornarti utile.


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

Privacy Policy