• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 24

Discussione: Codipendenza Border

  1. #1
    Nicknano
    Ospite non registrato

    Codipendenza Border

    Io sono stato un perfetto cod, insicuro, in cerca di una storia in cui sentirmi amato, con poca autostima..... però, mi chiedo come è possibile che siano così bravi? dico ad individuare la "preda".

    E come si può uscire dalla codipendenza?
    E poi, la sindrome borderline può essere contagiosa? Credo che in un certo senso lo sia, perché il codipendente si sforza così tanto di entrare nella testa del border da identificare i suoi pensieri con i propri.

    Ho cercato per mesi di capire, apprendere, parare i colpi, prevenirli, calarmi nella testa della mia ex per aiutarla e aiutarmi. Ho fallito, perché quello di un borderline è un mondo complicatissimo, fatto di pulsioni e contropulsioni improvvise, incoerenti, disaggregate, e alla fine della fiera nemmeno lui, il border, sa davvero cosa vuole. Oppure lo sa ma non riesce a comportarsi nella maniera più logica per ottenerlo. Perché – banalizzando – non c'è con la testa! 
Il fatto è che un border è un adulto che ragiona come un quattordicenne.

    Lessi in qualche vecchio post le parole di una psicologa affermare che emozionalmente 
sono fermi al pre-edipico, ai 3 anni di età. Personalità drammatiche per l'appunto.

    Io passo la mano, ragazzi. La mia ex troverà forse qualcun altro a cui regalare tre mesi meravigliosi e poi altri 3 mesi d'inferno. Mi spiace per questo qualcun altro, ma – come dicevano i latini – mors tua vita mea.
    Capire è fondamentale per comprendere e quindi conoscere. E conoscere è fondamentale per ri-conoscere alcuni tratti della nostra psiche.
    Ma io sono stufo di capire. Sono stufo di "giustificare" il suo farmi del male perché è una borderline! 
Non è cattiva, poverina, è malata. Va capita. 
Ma perché è malata? Cerchiamo di capire... 
Ha avuto un'infanzia difficile, forse minata da una violenza sessuale (forse, perché si tratta di un episodio che ha in gran parte rimosso, perciò non è detto che non l'abbia ingigantito con la fantasia). Comunque, che sia un trauma lo si può capire. 
La sua famiglia non l'ha capita. Allora almeno io, che la amo da morire, devo capirla. 
Sto male, mi massacra ogni giorno, ingiustamente, ma io posso farcela a capire, e a guarirla... 
Macché! La verità è che a prescindere dalle circostanze che l'hanno portata a diventare ciò che è, a prescindere dai meccanismi psicologici che le hanno "imballato" la mente, a prescindere dagli sforzi che sta facendo per guarire, mi sta rovinando la vita. Mi sta ammalando... 

    Paradossalmente, il borderline è terrorizzato dall'idea dell'abbandono, ma con il suo comportamento provoca proprio ciò che più teme: induce chi lo ama ad abbandonarlo.

    ...perchè prima ti sollevano come una piuma e poi ti scaraventano a terra con la più inaudita violenza....

  2. #2
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Lucio Regazzo
    Data registrazione
    16-08-2008
    Messaggi
    644

    Riferimento: Codipendenza Border

    Lavoro da molti anni con quelli che tu chiami Border, ci lavoro con alterne fortune e grandi difficoltà.
    Vorrei dirti un paio di cose:
    1- ho conosciuto fidanzati, genitori, familiari di queste persone sfortunate. Tutti li ho visti devastati. Ho conosciuto psicoterapeuti, poco esperti, in crisi professionale.

    2- non credo alla codipendenza, credo che si possa cadere nel gioco della manipolazione.

    Ognuno decide per la propria vita e quale partner scegliere, ma - é l'esperienza che me l'ho fa dire- vivere con un "Border" é veramente un terno al lotto, un gioco con il futuro, sempre messo in pericolo, anche su progettazioni a breve termine.

    Volevo ringraziarti per la tua domanda, perché illumia sulla tragedie umane, e spero che qualche altro tii risponda.

    Ciao. Lucio
    Lucio Demetrio Regazzo

  3. #3
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    23-02-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    82

    Riferimento: Codipendenza Border

    Io sono stato codipendente da un amico borderline. La dipendenza si spiegava in questo modo: stare con lui mi sembrava quasi come stare in compagnia di un altro me stesso, in pratica mi diceva sempre le cose che desideravo sentirmi dire, e poi era simpatico, brillante, aperto, dolce, affettuoso, pieno di premure (a parole). Il risultato è stato che in breve tempo ho smesso di provare interesse per il resto del genere umano, e tutti gli altri miei amici mi sono sembrati introversi, aridi e noiosi.

    Per quanto riguarda il modo con cui è entrato nella mia vita, probabilmente aveva capito perfettamente che ero una persona un po' sola, e poi era un momento in cui avevo veramente il morale a terra. Lui mi dava l'impressione di essere qualcuno che s'interessava alla mia persona, alla mia vita, ai miei interessi, eccetera. Insoma, sono caduto in una trappola.

    Aggiungo che sono una persona considerata (non so se a torto o a ragione) come la gentilezza in persona, quindi lo assecondavo in tutto e per tutto, abbozzando davanti alle sue innumerevoli sgarberie.
    Ultima modifica di dogana_vecchia : 11-10-2008 alle ore 20.52.07

  4. #4
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Lucio Regazzo
    Data registrazione
    16-08-2008
    Messaggi
    644

    Riferimento: Codipendenza Border

    Citazione Originalmente inviato da dogana_vecchia Visualizza messaggio
    Io sono stato codipendente da un amico borderline. La dipendenza si spiegava in questo modo: stare con lui mi sembrava quasi come stare in compagnia di un altro me stesso, in pratica mi diceva sempre le cose che desideravo sentirmi dire, e poi era simpatico, brillante, aperto, dolce, affettuoso, pieno di premure (a parole). Il risultato è stato che in breve tempo ho smesso di provare interesse per il resto del genere umano, e tutti gli altri miei amici mi sono sembrati introversi, aridi e noiosi.

    Per quanto riguarda il modo con cui è entrato nella mia vita, probabilmente aveva capito perfettamente che ero una persona un po' sola, e poi era un momento in cui avevo veramente il morale a terra. Lui mi dava l'impressione di essere qualcuno che s'interessava alla mia persona, alla mia vita, ai miei interessi, eccetera. Insoma, sono caduto in una trappola.

    Aggiungo che sono una persona considerata (non so se a torto o a ragione) come la gentilezza in persona, quindi lo assecondavo in tutto e per tutto, abbozzando davanti alle sue innumerevoli sgarberie.
    Quella che chiami codipendenza, i fracesi la definivano follia a due (un po' eccessivo, certo).
    Il nucleo del discorso é che ll soggetto portatore di una sindrome borderline tende a deificare degli oggetti (persone) allo scopo di ottenerne l'attenzione e l'amore; poi con le stesse modalitò le può eliminare.
    No credo che amici o familiari possano aiutare un border (scusami l'espressioen); possono solo stare attenti a non confondere la propria identità con la loro.
    A tua disposizione per ogni ulteriore charimento. Ciao.
    Ultima modifica di Lucio Regazzo : 11-10-2008 alle ore 23.49.35
    Lucio Demetrio Regazzo

  5. #5
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    23-02-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    82

    Riferimento: Codipendenza Border

    Ti ringrazio per la disponibilità, sei molto gentile.

    Guarda, io ho fatto qualcosa di tremendo. Quando ho avuto la certezza di aver avuto a che fare per quindici anni con un border (anche se si è trattato di una frequentazione intermittente, a causa delle sue "fughe"), l'ho voluto incontrare e gli ho comunicato pacatamente il mio punto di vista, e poi gli ho consigliato di rivolgersi a uno psichiatra. Gli ho anche detto che il suo matrimonio è destinato ad andare a pezzi (la moglie lo ha sposato poco tempo dopo averlo conosciuto, e probabilmente lui è ancora nella fase della "sirena").

    Siccome lo conosco, non mi stupirebbe se finisse per darmi retta. Anni fa avevo insistito perché si facesse fare le analisi per la tiroide (ha l'esoftalmo), e lui le ha fatte tutte.

  6. #6
    Partecipante Figo L'avatar di bella primavera
    Data registrazione
    17-01-2007
    Residenza
    roma
    Messaggi
    768

    Riferimento: Codipendenza Border

    che dire ho vissuto anche io mesi d'inferno e mesi stupendi, queste persone ti sanno legare molo a loro.

  7. #7
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    23-02-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    82

    Riferimento: Codipendenza Border

    Dopo quanto tempo che vi frequentavate o convivevate ha gettato la maschera?
    Ultima modifica di dogana_vecchia : 12-10-2008 alle ore 12.36.44

  8. #8
    Partecipante Figo L'avatar di bella primavera
    Data registrazione
    17-01-2007
    Residenza
    roma
    Messaggi
    768

    Riferimento: Codipendenza Border

    io dopo 15 giorni mi ero accorto di certe cose anche se da persone a lei vicine ero stato avvertito subito, dopo circa 3 mesi lei ha sputato molti rospi passati...si è smascherarata.

  9. #9
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    23-02-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    82

    Riferimento: Codipendenza Border

    Be', almeno la cosa è stata rapida, ci sono border che lasciano cadere la maschera dopo uno o due anni (di solito avviene quando si rendono conto che il codipendente è ormai ben saldo nelle loro mani).

    Quanto agli avvertimenti, è un po' come quando si nuota tranquilli al largo in un mare agitato, e s'intravedono in lontananza i bagnini che agitano le braccia. A quel punto, ci si domanda: "Cosa vogliono quelli lì? Ma chi li conosce?", e si continua imperterriti a nuotare fra i marosi, venendo così attirati da un gorgo fatale.

    Alla moglie del mio amico border ho spedito questo SMS: "Tuo marito soffre di disturbo borderline di personalità con tratti istrionici". Sicuramente lei ci avrà riso sopra, o penserà che sono un diffamatore, ma quando, prima o poi, si renderà conto dello sbaglio che ha fatto, le tornèrà in mente il mio monito.
    Ultima modifica di dogana_vecchia : 12-10-2008 alle ore 15.26.02

  10. #10
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Lucio Regazzo
    Data registrazione
    16-08-2008
    Messaggi
    644

    Riferimento: Codipendenza Border

    Citazione Originalmente inviato da dogana_vecchia Visualizza messaggio
    Be', almeno la cosa è stata rapida, ci sono border che lasciano cadere la maschera dopo uno o due anni (di solito avviene quando si rendono conto che il codipendente è ormai ben saldo nelle loro mani).

    Quanto agli avvertimenti, è un po' come quando si nuota tranquilli al largo in un mare agitato, e s'intravedono in lontananza i bagnini che agitano le braccia. A quel punto, ci si domanda: "Cosa vogliono quelli lì? Ma chi li conosce?", e si continua imperterriti a nuotare fra i marosi, venendo così attirati da un gorgo fatale.

    Alla moglie del mio amico border ho spedito questo SMS: "Tuo marito soffre di disturbo borderline di personalità con tratti istrionici". Sicuramente lei ci avrà riso sopra, o penserà che sono un diffamatore, ma quando, prima o poi, si renderà conto dello sbaglio che ha fatto, le tornèrà in mente il mio monito.
    Forse la moglie qualche domanda se la porrà. Ma guarda che hai inviato una diagnosi, non un parere; spero tu non sia iscritto all'Ordine.
    Ciao
    Lucio Demetrio Regazzo

  11. #11
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    23-02-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    82

    Riferimento: Codipendenza Border

    No, e non sono nemmeno laureato in psicologia. Sono solo una persona che si è documentata, anche confrontandosi con altri codipendenti, con degli specialisti e perfino con un border, e ha formulato un'ipotesi.

    La moglie è poco più grande di lui (quindi ha almeno una quarantina d'anni) e lavora nel campo dello spettacolo, quindi non è una pivellina. L''impressione che mi ha dato, è che cercasse sorpattutto un marito per poi avere un figlio, dubito quindi che le provocherebbe un trauma allontanarsene.

    Il tono categorico e perentorio del mio SMS dovrebbe farle capire che non sono uno che improvvisa o che vuole screditare suo marito. Ad esempio, so benissimo che lui la tradisce con prostitute, e ho anche le prove, ma non sto certo a a raccontarglielo.

  12. #12
    Postatore Compulsivo L'avatar di ghiretto
    Data registrazione
    15-11-2004
    Residenza
    nell'orbita di Anarres
    Messaggi
    3,359

    Riferimento: Codipendenza Border

    Lo chiedo sinceramente: "Ma questa discussione che senso ha?"
    " E se scruti a lungo un abisso, anche l’abisso scruterà dentro di te" Nietzsche


    dai un'occhiata a questo sito www.altrapsicologia.it

    per usufruire del servizio contattare la scrivente per pattuire il compenso

  13. #13
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Lucio Regazzo
    Data registrazione
    16-08-2008
    Messaggi
    644

    Riferimento: Codipendenza Border

    Citazione Originalmente inviato da ghiretto Visualizza messaggio
    Lo chiedo sinceramente: "Ma questa discussione che senso ha?"

    Forse per chi l'ha iniziata e continua a porre domande.
    Perché scoraggiare chi chiede un aiuto, anche se poco tecnico e forse, per professionisti, superficiale?
    Ciao
    Ultima modifica di Lucio Regazzo : 12-10-2008 alle ore 18.55.16
    Lucio Demetrio Regazzo

  14. #14
    Postatore Compulsivo L'avatar di ghiretto
    Data registrazione
    15-11-2004
    Residenza
    nell'orbita di Anarres
    Messaggi
    3,359

    Riferimento: Codipendenza Border

    Citazione Originalmente inviato da Lucio Regazzo Visualizza messaggio
    Forse per chi l'ha iniziata e continua a porre domande.
    Piuttosto, il tuo intervento ha una qualche senso diverso dal publicizzare un sito?
    A me è sembrato, ma posso di certo errare, che la discussione fosse un gossip semi-diagnostico su un preciso soggetto, niente affatto una discussione teorica in cui porre domande ha senso nella ricerca di risposte plausibili o quanto meno giustificabili da una qualsivoglia teoria.

    Non è obbligatorio aprire il sito della mia firma, così come non lo è sapere chi fa cosa dove e con quale numero d'iscrizione, tanto per parificare.

    Pat
    " E se scruti a lungo un abisso, anche l’abisso scruterà dentro di te" Nietzsche


    dai un'occhiata a questo sito www.altrapsicologia.it

    per usufruire del servizio contattare la scrivente per pattuire il compenso

  15. #15
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Lucio Regazzo
    Data registrazione
    16-08-2008
    Messaggi
    644

    Riferimento: Codipendenza Border

    Citazione Originalmente inviato da ghiretto Visualizza messaggio
    A me è sembrato, ma posso di certo errare, che la discussione fosse un gossip semi-diagnostico su un preciso soggetto, niente affatto una discussione teorica in cui porre domande ha senso nella ricerca di risposte plausibili o quanto meno giustificabili da una qualsivoglia teoria.

    Non è obbligatorio aprire il sito della mia firma, così come non lo è sapere chi fa cosa dove e con quale numero d'iscrizione, tanto per parificare.

    Pat
    Avevo modificato il testo, perché polemico.
    Tu hai ripreso quello non modificato, mi spiace che qualcuno possa fare queste cose; l'ho modificato, quindi é a questo che devi fare riferimento.
    In quanto al numero di iscrizione, é obbligatorio In "Salute e benesssere" dove scrivo.

    Che mi consigli, di toglierlo e metterlo? che fatica......cosa dici. E a parte questo, ritengo che un utente possa sapere se é un professionista a rispondere o un utente.

    Sono d'accordo che non c'é niente di teroico, solo domande, forse un po' ingenuo; allora che fare? ignorarle.

    Senza polemica
    Ultima modifica di Lucio Regazzo : 12-10-2008 alle ore 19.25.18 Motivo: errori nella struttura della frase
    Lucio Demetrio Regazzo

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy