• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 6 di 6
  1. #1
    Partecipante
    Data registrazione
    30-07-2008
    Messaggi
    55

    studenti lavoratori e laboratori

    ciao ragazzi, mi rivolgo agli studenti lavoratori!
    io sono una matricola ma ho buttato l'occhio sui laboratori del prossimo anno....
    volevo fare un sondaggio partendo da questa considerazione: gli orari e i giorni dei laboratori primo semestre del II anno si tengono tutti, tranne uno, durante la settimana!! per noi che lavoriamo, considerato che sono obbligatori, ciò rappresenta, scusate il linguaggio, un bel casino!!!

    Possibile che non possano aumentare il numero dei laboratori che si tengono al sabato??? magari riservarli agli studenti lavoratori...

    Se dovessi riscontrare che quello che ho sollevato è un pensiero di molti (aspetto le vostre e-mail) potremmo bombardare di messaggi il coordinatore del corso di laurea per sensibilizzarlo al problema...

    che ne dite????

    Donatella

  2. #2
    jolielavie
    Ospite non registrato

    Riferimento: studenti lavoratori e laboratori

    Ciao Donatella, anch'io sono una matricola studente lavoratore. Non frequentando avrò anch'io lo stesso problema. Direi di aspettare e vedere un attimo cosa succede.. Nel frattempo noi non frequentanti potremmo organizzarci per aiutarci.. magari scambiandoci i contatti.. ciao e in bocca al lupo!

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di *Fabrizia*
    Data registrazione
    10-01-2008
    Residenza
    Mantova e un pò a Parma
    Messaggi
    228

    Riferimento: studenti lavoratori e laboratori

    allora... ricordo ancora al primo anno, la prima lezione che avevo frequentato.....
    in quell'occasione i docenti avevano sottolineato quanto l'università di psicologia sia una facoltà sconsigliata ai lavoratori, per via dei laboratori e delle 250 ore di tirocinio, OBBLIGATORI!
    quindi purtroppo secondo me non risolverete molto, ma potete provare comunque, l'importante è che siate una minoranza consistente!
    Fabrizia

    « La follia è una condizione umana. In noi la follia esiste ed è presente come lo è la ragione. Il problema è che la società, per dirsi civile, dovrebbe accettare tanto la ragione quanto la follia, invece incarica una scienza, la psichiatria, di tradurre la follia in malattia allo scopo di eliminarla. Il manicomio ha qui la sua ragion d'essere » (Franco Basaglia)

  4. #4
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    14-07-2008
    Messaggi
    139

    Riferimento: studenti lavoratori e laboratori

    il problema è, oltre ai giorni infrasettimanali, anke gli orari, impossibili da sostenere xchi lavora anke part time!al mattino abbiamo lezione, poi al pomeriggio cè laboratorio (generalmente dalle 14 alle 19)...quindi la vedo dura xchi lavora

  5. #5
    Sally1986
    Ospite non registrato

    Riferimento: studenti lavoratori e laboratori

    ciao a tutti... anche io mi sono appena iscritta al primo anno e anche io lavoro a tempo pieno (sabato compreso!!)! Ma non ho ancora capito bene una cosa: in cosa consistono alla fine questi laboratori?? Inoltre, le date dei tirocini possono essere scelte da noi studenti?

  6. #6
    Partecipante Assiduo L'avatar di *Fabrizia*
    Data registrazione
    10-01-2008
    Residenza
    Mantova e un pò a Parma
    Messaggi
    228

    Riferimento: studenti lavoratori e laboratori

    allora, per i tirocini dovreste già conoscere quali sono i vincoli per iniziare.. vero?

    una volta che potete farli, scegliete voi quando iniziare e quante ore frequentare al giorno, dove ecc... sono liberi e ve li gestite come volete.

    i laboratori invece SONO A FREQUENZA OBBLIGATORIA. il massimo di ore da poter saltare su 15 sono 2. in caso le assenze siano maggiori è necessario fare una breve tesina... ma non so altro. comunque non c'è mai nessuno proff che fa 5 ore piene, in genere di finisce un ora o mezz'ora prima...
    Fabrizia

    « La follia è una condizione umana. In noi la follia esiste ed è presente come lo è la ragione. Il problema è che la società, per dirsi civile, dovrebbe accettare tanto la ragione quanto la follia, invece incarica una scienza, la psichiatria, di tradurre la follia in malattia allo scopo di eliminarla. Il manicomio ha qui la sua ragion d'essere » (Franco Basaglia)

Privacy Policy