• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 44
  1. #1
    Postatore OGM L'avatar di chiocciolina4
    Data registrazione
    12-04-2005
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    4,820

    Spendibilità degli attestati di psicologia giuridica

    Ciao a tutti,
    spero non ci sia un thread simile, non l'ho trovato.
    Volevo cheidere a qualcuno che lavora nel campo della psicologia giuridica, ad esempio perizie per il tribunale o altro, se i titoli acquisiti con master o corsi di formazione sono effettivamente spendibili. Mi spiego in parole povere: in molte professioni i giudici tendono a convocare i periti che conoscono, quindi chi non ha "conoscenze" per cosi dire non viene chiamato mai, per cui fare un master professionalizzante è quasi inutile perchè non riesci a lavorare. Anche per gli psicologi è così? Qualcuno di voi è iscritto ed è stato chiamato?

    Mi piacerebbe fare un master o un corso di un anno nel frattempo che mi abilito, ma temo che possa essere solo una spesa in soldi e fatica, che non abbia un riscontro dopo. Grazie

    Un vero amico ti pugnala sempre di fronte. (O. Wilde)

    Perchè per un uomo la psicoanalisi dura meno? Non c'è bisogno di regredire all'infanzia.

    Non sono cattiva, è che mi disegnano così...! -->

    Membro del Club del Giallo e addetta all'ufficio promozione e marketing - Tessera n° 2
    (Guardiana radar del gruppo insieme a RosaDiMaggio )

    Vieni a trovarci al social group!

  2. #2
    Postatore OGM L'avatar di chiocciolina4
    Data registrazione
    12-04-2005
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    4,820

    Riferimento: Spendibilità degli attestati di psicologia giuridica

    nessuno mi sa dare una mano a capirci qualcosa di più?

    Un vero amico ti pugnala sempre di fronte. (O. Wilde)

    Perchè per un uomo la psicoanalisi dura meno? Non c'è bisogno di regredire all'infanzia.

    Non sono cattiva, è che mi disegnano così...! -->

    Membro del Club del Giallo e addetta all'ufficio promozione e marketing - Tessera n° 2
    (Guardiana radar del gruppo insieme a RosaDiMaggio )

    Vieni a trovarci al social group!

  3. #3

    Riferimento: Spendibilità degli attestati di psicologia giuridica

    Citazione Originalmente inviato da chiocciolina4 Visualizza messaggio
    Ciao a tutti,
    spero non ci sia un thread simile, non l'ho trovato.
    Volevo cheidere a qualcuno che lavora nel campo della psicologia giuridica, ad esempio perizie per il tribunale o altro, se i titoli acquisiti con master o corsi di formazione sono effettivamente spendibili. Mi spiego in parole povere: in molte professioni i giudici tendono a convocare i periti che conoscono, quindi chi non ha "conoscenze" per cosi dire non viene chiamato mai, per cui fare un master professionalizzante è quasi inutile perchè non riesci a lavorare. Anche per gli psicologi è così? Qualcuno di voi è iscritto ed è stato chiamato?

    Mi piacerebbe fare un master o un corso di un anno nel frattempo che mi abilito, ma temo che possa essere solo una spesa in soldi e fatica, che non abbia un riscontro dopo. Grazie
    Ciao,
    direi che in Italia quella di non lavorare per troppo clientelismo è il problema forse principale in tutti i lavori. Non so quanto sia difficile essere chiamati come CTU, perchè questo dipende dalle regioni. A Roma, ad esempio, ci sono quasi più consulenti che avvocati e anche per questo è molto difficile. So, però, che per essere iscritti all'albo dei CTU i titoli sono molto importanti (anche troppo, secondo me, quando vengono preferiti all'esperienza). E poi, comunque penso che non sia un buon criterio di scelta formarsi in un dato ambito solo se il titolo è spendibile. Mi domanderei forse di più, allora, se è il caso di buttarsi in questa professione, visto che è satura (o così sembra). Se la risposta è sì, allora vedrei la formazione come una possibilità di crescita professionale per poter essere concorrenziali in un mercato difficile (non solo perchè clientelare, ma anche e soprattutto perchè noi psicologi siamo davvero TROPPI!).
    E poi non si lavora solo come CTU, ma anche, e soprattutto, come CTP. E qui non è il giudice a chiamarti, ma devi essere tu a crearti una buona rete di contatti. In questo caso la formazione, secondo me, non ti serve per il titolo in sè, ma per le conoscenze che ti permette di mettere in campo. Cioè non conta il pezzo di carta, ma quello che hai realmente imparato, perchè gli avvocati, nemmeno sanno distinguere un titolo dall'altro, visto che non è il loro campo, ma capiscono al volo se ci capisci.
    Penso, alla fine, che la tua domanda ne apra un'altra? Quanta formazione viene offerta perchè c'è tanta richiesta, con la consapevolezza che in quel settore le possibilità di lavoro in Italia sono pari a zero. Mi riferisco, in particolare, a criminologia...e so che questa è un affermazione impopolare in questo forum. Ma questo è un altro thread!
    un saluto,
    Carmen
    Carmen Pernicola
    Psicologa, CTP in cause civili e minorili, esperta nella valutazione del danno biologico psichico e dei danni non patrimoniali e nella tutela dei minori in cause di separazione e divorzio, psicologa oncologica, Consulente ACT (Acceptantion and Committment Therapy).
    Iscritta all'Ordine degli Psicologi del Lazio, n. 10410
    carmen.pernicola@fastwebnet.it

  4. #4
    Postatore OGM L'avatar di chiocciolina4
    Data registrazione
    12-04-2005
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    4,820

    Riferimento: Spendibilità degli attestati di psicologia giuridica

    Grazie sei stata gentilissima. Non è che mi voglio formare in una cosa solo se è spendibile, però cerco di farmi un'idea, visto che credo che le perizie possano affiancarsi ad altri tipi di lavori.

    Un vero amico ti pugnala sempre di fronte. (O. Wilde)

    Perchè per un uomo la psicoanalisi dura meno? Non c'è bisogno di regredire all'infanzia.

    Non sono cattiva, è che mi disegnano così...! -->

    Membro del Club del Giallo e addetta all'ufficio promozione e marketing - Tessera n° 2
    (Guardiana radar del gruppo insieme a RosaDiMaggio )

    Vieni a trovarci al social group!

  5. #5
    Partecipante L'avatar di Clairdelune
    Data registrazione
    14-02-2007
    Messaggi
    32

    Riferimento: Spendibilità degli attestati di psicologia giuridica

    Ciao chiocciolina4, forse posso aiutarti io in questo.
    La prossima settimana concluderò proprio un corso di psicologia giuridica.

    Per fare il CTU ti servono alcuni requisiti, che richiedono i tribunali e che variano da regione a regione. Nella regione Marche, ad esempio, per iscriverti all'albo dei CTU hai bisogno di almeno 3 anni di iscrizione all'albo e almeno di un corso specifico in psicologia giuridica.(ma non lo richiedono tutti, come ti dicevo)
    Circa il discorso del clientelismo, sono abbastanza daccordo con Karmen. Il giudice infatti può nominare qualsivoglia CTU lui ritenga opportuno, e di solito lo fa su conoscenza diretta delle capacità professionali di quella persona.
    Dunque, se mai si sarà CTU, sarà molto più in la con gli anni.

    Si deve perentoriamente iniziare dalle CTP, ossia le perizie di parte che si fanno con gli avvocati e che riguardano una parte, appunto, chiamata in causa da una CTU. questo ti permette di farti conoscere da giudici e altri avvocati.
    Anche qui il clientelismo va parecchio, soprattutto perchè devi conoscere avvocati, oppure uno psicologo che fa già CTP e al quale affincarti per entrare nel giro.

    Iniziare da soli da zero, comunque, è possibile, ma rappresenta comunque un rischio.
    Soprattutto è importante considerare che è un ambito nel quale le competenze sono FONDAMENTALI, perchè ci si sta relazionando con la legge e con il diritto, e bisogna quindi essere si psicologi, ma nel rispetto delle norme entro le quali certe cose puoi farle o meno (ad esempio se sei un ctp in una CTU di affido, non puoi assolutamente vedere contatti con i minori oggetto delle ctu, ne puoi somministrare test o fare colloqui, puoi solo avere contatti con la tua parte - ossia il padre o la madre-), e bisogna studiare tanto ed essere molto prepararti, anche perchè le CTP sono diverse a seconda del tema (una ctp sul danno è diversa da una sulla separazione o da una sull'abuso...).
    Se si deve cominciare si deve farlo dall'ambito civile e possibilmente appoggiarsi a qualcuno che perizie già le fa e ti mostra il lavoro praticamente.

    Circa il discorso del "il settore è saturo" io direi che TUTTI i settori sono ormai saturi, e per emergere bisogna sgomitare, ma bisogna anche avere delle competenze. questo settore, a mio avviso, è uno saturo come altri, anzi forse meno visto che molti psicologi alla valutazione preferiscono la terapia.

    Infine, a me il corso è piaciuto davvero molto, è un settore in cui mi piacerebbe lavorare, ma non avendo agganci, sono un pò in aria. spero di trovare un appoggio per prosegire...

    Se hai bisogno di altre informazioni chiedi pure, oppure contattami!

    ciao
    Michela

  6. #6

    Riferimento: Spendibilità degli attestati di psicologia giuridica

    Citazione Originalmente inviato da chiocciolina4 Visualizza messaggio
    nessuno mi sa dare una mano a capirci qualcosa di più?
    ciao chiocciolina. Per esperienza posso dirti che non ti sbagli affatto! Io sono formata in psicologia giuridica, ora mi iscriverò al master in psicodiagnosi, ma se non segui i passi di uno psicologo già conosciuto sulle liste dei consulenti è difficile inserirsi nel mondo giuridico. L'unico consiglio che posso darti è fare da assistente a qualcuno per iniziare, un professionista che ha la fiducia del giudice di un tribunale. Da li magari fai comparire il tuo nome come psicodiagnosta della consulenza e forse prima o poi qualcuno ti chiamerà! In bocca al lupo!

  7. #7
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    03-04-2007
    Residenza
    dolianova
    Messaggi
    91

    Riferimento: Spendibilità degli attestati di psicologia giuridica

    Concordo in pieno con Mikela.
    Clientelismo o meno se non frequentate corsi o master come pretendete di diventare esperti della materia??Secondo me è molto difficile...se non avete esperienza come vi presentate?Non potete certo dire di essere autodidatti.Anche perchè i periti affermati continuano a formarsi e a seguire corsi e master.Quindi mettersi in testa di formarsi è la prima cosa,anche perchè ci sono nozioni belle pesanti di diritto....

  8. #8
    Partecipante Assiduo L'avatar di paolinazero
    Data registrazione
    21-01-2006
    Messaggi
    165

    Riferimento: Spendibilità degli attestati di psicologia giuridica

    qualcuno di voi sta frequentando il corso in psicologia giuridica presso il centro elios e mi sa dire com'è?

  9. #9
    Neofita
    Data registrazione
    02-10-2006
    Residenza
    bari
    Messaggi
    7

    Riferimento: Spendibilità degli attestati di psicologia giuridica

    Ciao, Qualcuno potrebbe indicarmi dei testi sui test da utilizzare nelle perizie? GRAZIE!

  10. #10
    Partecipante Assiduo L'avatar di paolinazero
    Data registrazione
    21-01-2006
    Messaggi
    165

    Riferimento: Spendibilità degli attestati di psicologia giuridica

    qualcuno di voi può dirmi qualche cosa in merito al master in psicologia del cenpis?? grazie mille

  11. #11
    irina_000
    Ospite non registrato

    Riferimento: Spendibilità degli attestati di psicologia giuridica

    ciao,io mi iscriverò a breve all'albo dei CTU del tribunale,però non ho frequentato alcun corso/master perchè mi hanno detto che tanto non serve,ho preso dei libri abbastanza buoni sulla matera e li studierò per conto mio...secondo me poi ognuno conduce la consuleza a modo proprio...cmq vorrei dire a tutti che non c'enta niente il settore se è saturo o meno,si viene chiamati solo se si conosce il giudice o l'avvocato..io conosco il giudice che mi chiamerà per questo mi iscrivo e fidatevi che mi ha confermato che è così..se non avete conoscenze non perdete tempo perchè tanto non vi chiameranno mai...

  12. #12
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    03-04-2007
    Residenza
    dolianova
    Messaggi
    91

    Riferimento: Spendibilità degli attestati di psicologia giuridica

    Citazione Originalmente inviato da irina_000 Visualizza messaggio
    ciao,io mi iscriverò a breve all'albo dei CTU del tribunale,però non ho frequentato alcun corso/master perchè mi hanno detto che tanto non serve,ho preso dei libri abbastanza buoni sulla matera e li studierò per conto mio...secondo me poi ognuno conduce la consuleza a modo proprio...cmq vorrei dire a tutti che non c'enta niente il settore se è saturo o meno,si viene chiamati solo se si conosce il giudice o l'avvocato..io conosco il giudice che mi chiamerà per questo mi iscrivo e fidatevi che mi ha confermato che è così..se non avete conoscenze non perdete tempo perchè tanto non vi chiameranno mai...
    E' una vergogna il tuo post..spero che la controparte di sbrani e metta in luce la tua incompetenza.Te lo auguro proprio con il cuore.Vos' magari tu resti a casa e viene convocato un perito preparato e competente,non un autodidatta che si legge un libro e va avanti x conoscenze.

  13. #13

    Riferimento: Spendibilità degli attestati di psicologia giuridica

    Citazione Originalmente inviato da irina_000 Visualizza messaggio
    ciao,io mi iscriverò a breve all'albo dei CTU del tribunale,però non ho frequentato alcun corso/master perchè mi hanno detto che tanto non serve,ho preso dei libri abbastanza buoni sulla matera e li studierò per conto mio...secondo me poi ognuno conduce la consuleza a modo proprio...cmq vorrei dire a tutti che non c'enta niente il settore se è saturo o meno,si viene chiamati solo se si conosce il giudice o l'avvocato..io conosco il giudice che mi chiamerà per questo mi iscrivo e fidatevi che mi ha confermato che è così..se non avete conoscenze non perdete tempo perchè tanto non vi chiameranno mai...
    Ciao.
    In genere per l'iscrizione all'albo dei CTU viene richiesta una formazione altamente specialistica. Quindi mi sembra difficile che tu riesca a entrare nell'albo senza avere una formazione di base, anche se forse in alcune regioni questo criterio non è così discriminante come lo è ad esempio nel Lazio.
    In genere non sono un'assoluta fan della formazione in aula a tutti i costi. Credo molto nell'autoformazione, anche se sono convinta che richieda rare doti particolari di disciplina e di metodo, se è fatta con serietà, impegno costante e confronto continuo con colleghi più esperti.
    Dire che i corsi non servano è altra cosa. E dire che leggere due o tre libri sostiuisce una bella formazione è secondo me piuttosto lontano dalla realtà.
    Non condivido l'idea che se non si hanno conoscenze è inutile perdere tempo. Distinguerei tra rete di conoscenze professionali e clientelismo.
    Se un collega ti invia o ti segnala perchè ha visto il tuo lavoro e ti reputa in gamba è una raccomandazione?
    Certo si tratta di far vedere che sei capace e in gamba. E allora forse un pò di formazione adeguata per fare un buon lavoro può tornare utile.
    Carmen
    Carmen Pernicola
    Psicologa, CTP in cause civili e minorili, esperta nella valutazione del danno biologico psichico e dei danni non patrimoniali e nella tutela dei minori in cause di separazione e divorzio, psicologa oncologica, Consulente ACT (Acceptantion and Committment Therapy).
    Iscritta all'Ordine degli Psicologi del Lazio, n. 10410
    carmen.pernicola@fastwebnet.it

  14. #14
    Neofita
    Data registrazione
    18-05-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    14

    Riferimento: Spendibilità degli attestati di psicologia giuridica

    Le considerazioni di Irina non formano parte del mio modo di intendere la professione, ed anzi debbo dire che mi preoccupano anche un pò. Credere di potersi dedicare ad un settore così delicato come quello della psicologia giuridica senza una adeguata formazione anche teorica non è pensabile a mio modo di vedere. Senza dubbio avere nel proprio bagaglio di contatti una buona rete di professionisti che a vario titolo operano in questo settore aiuta, ma senza una seria ed approfondita preparazione e senza un iniziale periodo di "affiancamento" ad un collega esperto non si va da nessuna parte, si può anche ottenere un incarico ma sicuramente ci si brucia per sempre, basta nulla per far comprendere a professionisti esperti con i quali si viene inevitabilmente in contatto durante ad esempio una ctu per far capire che non si sa come muoverci, oltretutto causando dei grossi danni ai nostri clienti che spesso purtroppo riguardano ad esempio coppie e coinvolgono anche dei minori.
    Quindi a mio parere è indispensabile: una seria formazione in psicologia giuridica, un periodo di pratica affiancando un professionista esperto e, sarebbe opportuna, anche se non indispensabile, una formazione in psicodiagnostica che, in questo ambito, è importantissima, sia a volte come strumento di indagine diretta che per poter osservare criticamente - in caso di ctp -eventuali batterie somministrate dal ctu o da psicodiagnosta di sua fiducia ai nostri clienti ed eventualmente, ove ne sussistano le condizioni, opporre le nostre note critiche.
    Ultima cosa, alla prima consulenza gestita in proprio non sottovalutarei l'opportunità di una supervisione.

    Un saluto a tutti e buon lavoro
    _______________
    Loretta Cavazzini
    Psicologa Clinica
    Staff di Psicologia Legale

  15. #15
    irina_000
    Ospite non registrato

    Riferimento: Spendibilità degli attestati di psicologia giuridica

    per quanto riguarda la formazione io non ho detto che non è buona o critico chi la fa semplicemente alla fine conta la pratica come in tutte le cose,certo se dalle mie parti esce un corso o master non molto costoso lo frequento ci mancherebbe.per il resto quello che ho detto è vero e lo sanno tutti, è un settore che funziona per conoscenze,una persona che si iscrive alle liste dei CTU così dal nulla non viene chiamato quasi mai o cmq non viene chiamato tanto quanto uno che conosce il giudice o il cancelliere...Alessianike non devi prendertela con me ma con il sistema che funziona così...ciao

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy