• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 10
  1. #1
    apprentice
    Ospite non registrato

    la mia ragazza ha ucciso il diavolo!

    ciao a tutti, sono nuovo di quì e anche la mia formazione è fresca e pochissima;
    ma l'importante è la passione no? di quella ce ne in quantintà, arriviamo al punto comunque:

    premessa: il padre della mia ragazza si è suicidato quando lei era piccina chiundendosi in box con la macchina accesa, pochi giorni fa, forse una settimana, abbiamo parlato un pò del più e del meno e di suo padre; non solo anche dei suoi sentimenti non troppo "carini" verso sua madre. In ultimo di un qualcosa che sente dentro (come un'altra se stessa) di cattivo sofferente e arrabbiato.

    bene, ecco il sogno:
    siamo al mare, e ovviamente c'è una grossa mareggiata,enorme, siamo io lei e un po di nostri coetanei; lei ha paura ma non scappa si lascia prendere dal mare come noi altri (quì c'è un po di confusione su annegamenti tipo io dovrei essere annegato ma dopo ci sono ancora come altre persone).
    salto spazio temporale ci troviamo in una stanza inseguiti dal diavolo e qui ci uccide tutti tranne lei che riesce a scappare fuori dalla stanza, esce e si trova sugli ultimi piani del palazzo dove abitava nel periodo del suicidio; sempre inseguita si cala giù per le scale ma dall' esterno aggrappandosi al corrimano (le scale di quel palazzo sono al difuori dell' edificio) tutto questo agilmente senza fatica, si definisce molto agile.
    Arriva fin giù nei box sempre scappando, corre fino alla rampa di uscita e (non sò cosa fa prima) vede suo nonno in bici mentre urla chiedendo aiuto mentre il diavolo la fa cadere a terra; poi pensa no non devo urlare perchè senò il nonno viene ad aiutarmi e muore anche lui. Comunque lui la sente accorre in aiuto e scompare (ma lei mi dice non muore), lei scappa fuori nel frattempo e quando arriva all'inizio del viale di casa trova una cassetta degli attrezzi aperta con dento un teschio e di fianco una testa di carne (ha precisato più volte la pelle come se la testa fosse fatta solo di pelle senza interno una maschera diciamo).
    Carina la cosa che il diavolo assomiglia molto all'enigmista (non le faccio più vedere quei film) pelle chiara, anzi chiarissima occhi appena azzurri, lei per ucciderlo gli spappola (anzi lei dice gli sfracassa) gli occhi e quando ci riesce sente di aver fatto qualcosa di buono come se avesse liberato il padre; per di più ci sono dei biglietti che lo riguardano nella cassetta (lui prima di morire ha lasciato dei biglietti). Ci sono anche le sue chiavi di casa, di lei, che si sono sporcate del "liquido" che è uscito dalla testa, il teschio invece non la nemmeno toccato stava solo li; non è nemmeno troppo messa a fuoco.
    Poi pensa che è meglio buttare via le chiavi di casa perche, sporche del liquido uscito dagli ochhi, potevano continuare a far vivere il diavolo.

    fine non ho chiesto se a questo punto si è svegliata o no.

    spero ci diaciate qualcosa, io un'idea me la sono fatta ma ho la sensazione che ci siano talmente tante cose che...

  2. #2
    consulente_
    Ospite non registrato

    Riferimento: la mia ragazza ha ucciso il diavolo!

    Da parte mia non sono certo "messo meglio" di te però ci sono dei punti che mi hanno colpito:

    Anzitutto il fatto che lei si trovava sempre da sola nei momenti importanti, come se ogni cosa venisse spazzata "dal male" e alla fine lo deve affrontare da sola, solo lei.
    Non è un caso che il diavolo abbia la figura dell'enigmista secondo me, perchè il tema del suicidio, anche sapendo a posteriori cosa lo ha portato a un tale gesto...è sempre un "???" enorme...
    L'idea degli occhi credo sia dovuta al senso di "qualcuno che ti tiene sott'occhio" una sensazione di angoscia permanente da eliminare, da esorcizzare, da non far lasciare residui.
    Credo che inconsciamente, cercare di continuare a vivere senza questo "demonio dentro" sia senza dubbio la cosa migliore per lei, e forse la cosa migliore che pensa vorrebbe suo padre, dopo un gesto che ha ferito enormemente anche lei.
    Non sò che ne pensi.

  3. #3
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: la mia ragazza ha ucciso il diavolo!

    Anch'io ti propongo solo sensazioni, più che chiavi interpretative.

    Il sogno sembra iniziare con il mare in burrasca (mareggiata). Ciò permette subito di collegare la tematica del sogno al mondo emozionale (mare) e all'emotività espressa con irruenza (mareggiata come difficile contenimento dell'emotività).

    Il diavolo, nella simbologia, ha quasi sempre a che fare con la dipendenza (simboleggia tutto ciò che ci "lega"), da una parte, e, dall'altra, ha a che fare con ciò che "divide" (che si mette in mezzo fra...).

    Il sogno rappresenta drammaticamente la lotta con il proprio "demone" interno. Un demone che sembra accattivante, che si nutre di sensibilità (occhi azzurri) e, quindi, può esercitare anche un certo fascino (quando non irrompono in maniera furiosa, le emozioni sono un'esperienza gratificante).

    Il sogno sembra anche dire che la problematica emozionale (drammatizzata nella lotta con il diavolo) tocca solo la parte esteriore della personalità e dei pensieri (la testa fatta solo di pelle) e non la struttura essenziale (il teschio, che rimane intatto, non toccato dagli eventi).

    Lo sfogo emozionale (lo sfracassare gli occhi al diavolo) sembra avere come effetto il riemergere degli aspetti "razionali" (libera il padre interno).

    Ma questa soluzione, sembra dire il sogno, non risolve il problema. E' una chiave (cioè una soluzione) che corre il rischio di far ritornare dalla porta il "diavolo" che è stato allontanato dalla finestra.

    Morale della storia, o, meglio, del sogno: il "diavolo" non va ucciso, ma, forse, compreso, capito e reintegrato.


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  4. #4
    apprentice
    Ospite non registrato

    Riferimento: la mia ragazza ha ucciso il diavolo!

    ciao,
    rispondendo a consulente:
    mi hai fatto pensare ad una cosa che non mi piace troppo parlando degli occhi che la scrutano e la fanno snetire controllata, forse sbagliata perchè potrebbero essere i miei!!!
    purtroppo ne abbiamo anche parlato, io per mia natura, purtroppo scruto le persone che mi stanno vicino e a volte proprio le studio; cosi facendo mi ha detto che l' ho fatta sentire sbagliata a volte. Spero che non vogli fracassare anche i miei di occhi!!
    Sul fatto che non vuole vivere con il "demonio" dentro sicuramente sono d'accordo perchè è proprio venuta fuori parlando come cosa, cioè che si è resa conto di essere "cattiva" a volte. Anche molto cattiva ed è vero ogni tanto si comporta in modo anche da lei inaspettato e poi ci sta male. Secondo me questo è dovuto alla grande quantità di sentimenti repressi che rimuginano e evolvono e cercano la strada per la superfice.
    Riguardo al fracassare gli occhi avevo pensato ad una spiegazione differente: a volte suo papà era piuttosto violento e cattivo e secondo me da bambia è rimasta impressionata dalla sofferenza che ha visto negli occhi del padre, (lo penso perchè è una cosa che è successa anche a me) ancora di più col passare del tempo quando, magari inconsciamente, si è resa conto di avere anche lei dentro tanta sofferenza e rabbia; poi copiamo i genitori anche nel male quindi ho pensato che potesse aver assimilato come inevitabile l'avere dentro quel dolore.

    rispondendo a Hermes Ankh,
    premessa: credo ke il rimanere sola e "uccidere" tutti i coentanei unita alla doppia discesa infondo al mare e giù per le scale simboleggi la discesa dentro di se fino alla radice del suo io, tutti i fronzoli svaniscono rimane solo il nocciolo del suo essere psicico o dell'anima anche perchè no; i coetanei li ho associati al suo essere costruito per le relazioni con gli altri le varie versioni di se stessa che è chiamamta ad interpretare per convivere nella società che vengono abbandonate.
    cosi lei si trova faccia a faccia con la parte che ha sempre negato ma che è parte di lei prima pensavo sconfitta ora penso liberata, ha sfracassato il guscio dove l'aveva chiusa ed ora è pronta a confrontarsi con essa; come dici tu è una parte emozionale anche accativante capace di muovere grandi energie non per forza negative se accettate e non rimosse.
    il teschio l'avevo associato alla morte anche per la locazione degli eventi che sicuramente, secondo me, richiama all'idea della morte, che non so se è rifiutata ancora (consiamente è cosi ne abbiamo parlato anche sta sera) o se perchè inconsiamente (li per forza lo deve sapere) che si tratta di una cosa normale no da temere, che fa parte della vita stessa.
    non mi piace che ancora una volta mi riconosco nel diavolo tutti e due siamo dipendenti in qualche modo l'uno dall' altra e non vorrei che, visto che ultimamente sta cosa è emersa più che in passato, si senta "oppressa" dalla mia dipendenza che tra laltro crea dei problemi nel rapporto con la madre che non vorrebbe stesse con me così tanto.
    aiuto sono confuso e mi sono bevuto anche dell' ottimo blange
    non da solo con lei! e mi sento un po fuso, devo elaborare un pò!!
    vorrei chiedervi che ne pensate della figura del nonno..mannaggia sono geloso, è lunico che non è morto e che l'ha aiutata. voglio essere io il suo eroe!
    a presto e grazie mille

  5. #5
    consulente_
    Ospite non registrato

    Riferimento: la mia ragazza ha ucciso il diavolo!

    La gelosia porta solo a strappare i cuori: lascia stare quella brutta bestia, il suo posto, per rimanere intema, è l'inferno, non il cuore degli uomini o delle donne, fidati

    Il fatto che possa vedere in te un "diavolo" potrebbe essere anche dovuto al fatto che sei la sua figura maschile di riferimento.
    Il che è una "eredità" dovuta al suicidio del padre: il che significa che nel bene e nel"male" potrebbe avere "trasmesso" alcune reazioni anche a te.
    O al genere maschile in generale.
    La figura del nonno benevolo, se è come ho detto, sarebbe un conforto: indica un rapporto con delle basi ancora positive con il genere maschile.
    Essendo suo ragazzo poi, è più normale che vedrai da molto vicino il suo modo di rapportarsi,(anche nel "bene" ci si augura )

  6. #6
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: la mia ragazza ha ucciso il diavolo!

    Anche per me, il "nonno" rappresenta la matrice maschile, in una maniera più affidabile del padre che si è ucciso (mentre il nonno, che corre in aiuto della nipote, anche se sparisce, non è morto).

    Il "diavolo" è colui, invece, che divide. Divide l'emozione presente dall'esperienza passata, rendendo difficile rielaborare e integrare ciò che di tragico è accaduto. Forse per questo, uccidendo il diavolo, si ha la sensazione di "liberare" il padre... anche se la soluzione di "uccidere" non risolve la questione perché è una eliminazione e non un'integrazione.

    Per quanto riguarda la tua gelosia, invece, per me... si tratta di un'altra storia.


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  7. #7
    apprentice
    Ospite non registrato

    Riferimento: la mia ragazza ha ucciso il diavolo!

    ciao ragazzi,
    secondo voi ci può essre qualcosa di plausibile nella mia interpretazione?
    mi farebbe molto piacere sapere che ne pensate, la mia formazione è piuttosto limitata ma ciò provato!
    vorrei spaere se è meglio che mi dedichi ad altro!!

  8. #8
    consulente_
    Ospite non registrato

    Riferimento: la mia ragazza ha ucciso il diavolo!

    Valutare da una singola analisi di un sogno la propria predisposizione per la psicologia, sopratutto alle basi, è davvero come chiedere la predizione della borsa valori, a piazza affari!
    Io stò iniziando il secondo anno, quindi figurati un pò che razza di "preparazione" posso avere, della triennale, mica della specialistica
    Impegnati, impegnati e impegnati: è la stessa cosa che dico a me stesso
    Per il resto ti ho risposto sopra

  9. #9
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: la mia ragazza ha ucciso il diavolo!

    Citazione Originalmente inviato da apprentice Visualizza messaggio
    ciao ragazzi,
    secondo voi ci può essre qualcosa di plausibile nella mia interpretazione?
    mi farebbe molto piacere sapere che ne pensate, la mia formazione è piuttosto limitata ma ciò provato!
    vorrei spaere se è meglio che mi dedichi ad altro!!
    Ragionare sulla tua "interpretazione" vorrebbe dire addentrarsi in argomentazioni troppo specifiche e personali, che riguardano, fra l'altro, oltre te, una terza persona (la tua ragazza), in un contesto, quello del forum , non adatto all'interpretazione (che, se si va troppo sullo specifico e sul personale, non è neppure consentita, per regolamento).

    Finché si rimane su ragionamenti generali riguardanti il significato simbolico di simboli, ed eventualmente le risonanze che suscitano in altri, personalmente, interagisco (ed anche volentieri).
    Quando la richiesta è di addentrasi in una interpretazione specifica, riguardante casi e relazioni personali, non posso fare altro che fermarmi e rispondere che questo non è il contesto adatto per farlo.


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  10. #10
    Partecipante Assiduo L'avatar di vitanostra
    Data registrazione
    07-09-2007
    Residenza
    dal mondo
    Messaggi
    123

    Riferimento: la mia ragazza ha ucciso il diavolo!

    la perdita di un padre è sempre dura da digerire.
    anche l'essere sempre sorvegliati ci fa intuire la non fiducia della persona che ci osserva in maniera dettagliata, facendo così non ci si guadagna la fiducia della persona amata.
    ci vediamo in giro

Privacy Policy