• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3
  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di fabypsy22
    Data registrazione
    25-06-2008
    Residenza
    Potenza
    Messaggi
    144

    una borsa pesantissima piena di libri

    Ciao ragazzi,
    so che non è possibile dare un'interpretazione esaustiva di un sogno, sicuramente mancheranno info utili, ma se qualcuno mi desse qualche input sui cui riflettere sarei contenta.
    Ho sognato quindi di essere ad una conferenza "sul fare teatro", cosa di cui mi interessavo saltuariamente durante il liceo. A tale conferenza c'erano mie vecchie compagne di scuola, che non mi erano molto simpatiche, nonchè la mia ex prof di italiano, una persona altrettanto poco piacevole per me, piuttosto acida, che stimolava la competizione in classe in maniera molto marcata.
    Dopo aver assistito a questa conferenza, esco fuori per tornare a casa e mi rendo conto di avere una borsa pesante come un macigno, piena di libri di psicologia, tra cui il libro di neuroscienze (il bear per chi lo conosce), diversi vocabolari e tantissimi altri libri. Era talmente piena che non riuscivo a tirare fuori nulla dalla borsa che non ricordavo di aver riempito così.
    Inoltre, non riuscivo a camminare con questo peso, facevo una fatica immensa, in alcuni tratti trascinavo la borsa per terra. Insomma era davvero difficile muovermi. Il sogno termina con il mio arrivo alla fermata del bus e la mia salita su di esso, dove prendo posto esausta e con l'affanno, dopo un ultimo energico sforzo.
    Grazie a tutti quelli che mi risponderanno.
    Ultima modifica di fabypsy22 : 21-09-2008 alle ore 23.57.16

  2. #2
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: una borsa pesantissima piena di libri

    Citazione Originalmente inviato da fabypsy22 Visualizza messaggio
    Ciao ragazzi,
    so che non è possibile dare un'interpretazione esaustiva di un sogno, sicuramente mancheranno info utili, ma se qualcuno mi desse qualche input sui cui riflettere sarei contenta.
    Ho sognato quindi di essere ad una conferenza "sul fare teatro", cosa di cui mi interessavo saltuariamente durante il liceo. A tale conferenza c'erano mie vecchie compagne di scuola, che non mi erano molto simpatiche, nonchè la mia ex prof di italiano, una persona altrettanto poco piacevole per me, piuttosto acida, che stimolava la competizione in classe in maniera molto marcata.
    Dopo aver assistito a questa conferenza, esco fuori per tornare a casa e mi rendo conto di avere una borsa pesante come un macigno, piena di libri di psicologia, tra cui il libro di neuroscienze (il bear per chi lo conosce), diversi vocabolari e tantissimi altri libri. Era talmente piena che non riuscivo a tirare fuori nulla dalla borsa che non ricordavo di aver riempito così.
    Inoltre, non riuscivo a camminare con questo peso, facevo una fatica immensa, in alcuni tratti trascinavo la borsa per terra. Insomma era davvero difficile muovermi. Il sogno termina con il mio arrivo alla fermata del bus e la mia salita su di esso, dove prendo posto esausta e con l'affanno, dopo un ultimo energico sforzo.
    Grazie a tutti quelli che mi risponderanno.
    La "borsa", simbolicamente, può avere a che fare sia con il nascondere i propri valori agli altri, sia con l'insieme di strategie, conoscenze, strumenti che ci portiamo dietro, cioè il "bagaglio" che ci serve nella vita di tutti i giorni.

    L'impressione che il sogno dà è che la percezione che hai, in questo momento, del tuo bagaglio è che contiene troppe cose che non servono, che ti appesantiscono solo il procedere e che, alla fine, ti rendono esausta.
    I due ambiti che sembrano risentire di più di questa situazione sono, da una parte, la tua possibilità di esprimerti creativamente (teatro) e, dall'altra, la tua capacità di darti mete e intraprendere percorsi condivisi con altre persone (sei esausta nel bus, che rappresenta la possibilità di procedere verso una meta comune, in maniera collettiva).

    Una possibile interpretazione alternativa potrebbe essere quella che il sogno ti vuole comunicare che tieni ben chiusi i tuoi valori (sentimenti, emozioni...) dentro di te (borsa) e tendi ad esprimerti all'esterno assumendo dei ruoli (come gli attori di teatro, che recitano una parte). E questo non ti va bene, perché appesantisce i tuoi rapporti e, alla fine, ti rende insoddisfatta.

    Vedi tu se una di queste due chiavi di lettura possono rispondere ai tuoi bisogni di comprensione.
    Ultima modifica di Hermes Ankh : 23-09-2008 alle ore 00.40.39


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di vitanostra
    Data registrazione
    07-09-2007
    Residenza
    dal mondo
    Messaggi
    123

    Riferimento: una borsa pesantissima piena di libri

    Citazione Originalmente inviato da fabypsy22 Visualizza messaggio
    Ciao ragazzi,
    so che non è possibile dare un'interpretazione esaustiva di un sogno, sicuramente mancheranno info utili, ma se qualcuno mi desse qualche input sui cui riflettere sarei contenta.
    Ho sognato quindi di essere ad una conferenza "sul fare teatro", cosa di cui mi interessavo saltuariamente durante il liceo. A tale conferenza c'erano mie vecchie compagne di scuola, che non mi erano molto simpatiche, nonchè la mia ex prof di italiano, una persona altrettanto poco piacevole per me, piuttosto acida, che stimolava la competizione in classe in maniera molto marcata.
    Dopo aver assistito a questa conferenza, esco fuori per tornare a casa e mi rendo conto di avere una borsa pesante come un macigno, piena di libri di psicologia, tra cui il libro di neuroscienze (il bear per chi lo conosce), diversi vocabolari e tantissimi altri libri. Era talmente piena che non riuscivo a tirare fuori nulla dalla borsa che non ricordavo di aver riempito così.
    Inoltre, non riuscivo a camminare con questo peso, facevo una fatica immensa, in alcuni tratti trascinavo la borsa per terra. Insomma era davvero difficile muovermi. Il sogno termina con il mio arrivo alla fermata del bus e la mia salita su di esso, dove prendo posto esausta e con l'affanno, dopo un ultimo energico sforzo.
    Grazie a tutti quelli che mi risponderanno.
    "ed è un piacere infinito portare queste mi valige pesanti"
    questa è l'arcobaleno, canzone che cantò Adriano Celentano.
    pare, che una medium sia stata contattata dal Lucio Battisti per comunicarle questo testo dedicato a Mogol

    L'arcobaleno

    Io son partito poi così d'improvviso
    Che non ho avuto il tempo di salutare
    L'istante è breve, ancora più breve
    Se c'è una luce che trafigge il tuo cuore.
    L'arcobaleno è il mio messaggio d'amore
    Può darsi un giorno ti riesca a toccare
    Con i colori si può cancellare
    Il più avvilente e desolante squallore.
    Son diventato, sai, tramonto di sera
    E parlo come le foglie d'aprile
    E vibro dentro ad ogni voce sincera
    E con gli uccelli vivo il canto sottile
    E il mio discorso più bello e più denso
    Esprime con il silenzio il suo senso.
    Io quante cose non avevo capito
    Che sono chiare come stelle cadenti
    E devo dirti che è un piacere infinito
    Portare queste mie valige pesanti.
    Mi manchi tanto amico caro, davvero
    E tante cose son rimaste da dire
    Ascolta sempre e solo musica vera
    E cerca sempre, se puoi, di capire.

    Dall'album "Io non so parlar d'amore" di Adriano Celentano (1999)
    ci vediamo in giro

Privacy Policy