• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 8 di 8
  1. #1

    Vertigini "strane": c'è qualcuno che mi può dare un parere?

    ciao a tutti...ho 30 anni, sono una psicologa ma non esercito da un bel pò per fare la mamma.

    ho un grosso problema che mai e poi mai mi sarei sognata di passare e mi vergogno un pò dato che ho studiato psicologia.

    mi farebbe piacere sapere se qualcuno ha passato un periodo simile al mio, almeno per capire di che cosa sto "soffrendo" perchè io non ci sto capendo più nulla.

    dunque, l'anno scorso ho passato un periodo di studio molto intenso, circa un anno, ma sono riuscita cmq a conciliare bene famiglia e lavoro. Arrivata a luglio ero molto stanca, tanto desiderosa di rimettermi un pò in forma (avevo preso circa 10 chili in più facendo vita più sedentaria del solito) ma mi sentivo serena per aver raggiunto i miei obiettivi tanto desiderati.

    sono partita per le ferie ed ho passato un mese bellissimo, senza pensare più a nulla...sono però calata di peso 6 chili in due mesi, semplicemente facendo tante nuotate e camminate, limitando dolci e pane ma variando molto l'alimentazione (non sono mai stata una propensa per le diete).
    Tutto è andato bene fino al 10 agosto...di ritorno da una camminata serena ho cominciato ad avvertire forti capogiri, senso di mancamento, di svenimento, continuavo a camminare ma sbandavo...
    Appena arrivata a casa, mi sono distesa a letto e la cosa è finita lì.
    L'indomani altre nuotate, altra ginnastica in acqua, altre camminate ma stavo bene. Dopo circa una settimana ho avuto un altro episodio, al termine di una nuotata e poi un altro ancora due-tre giorni dopo.

    Morale della favola, dagli ultimi di agosto fino ad oggi, via via questi episodi si sono intensificati fino ad essere negli ultimi venti giorni praticamente costanti ogni volta che cammino anche solo per attraversare la strada.
    Nel frattempo infatti sono tornata nella mia città, conduco la mia vita come sempre, non ci sono state grosse difficoltà o eventi traumatici/spiacevoli...eppure appena faccio due passi comincio a sbandare, a non tenere la strada, ad avere il solito senso di mancamento.
    Questa cosa succede sia a casa se vado da una stanza a un'altra ripetutamente e fuori, ma non è che mi sento ansiosa o agitata, mi sento solo un pò spossata e anche un pò infastidita perchè vorrei fare le cose che usualmente faccio ma non riesco a causa di questi capogiri. Cmq continuo a fare in qualche modo le cose che devo fare: andare a fare la spesa, fare piccoli lavori...solo che sto male perchè sono sensazioni fisiche molto brutte.
    La notte dormo tranquillamente, psicologicamente mi sento calma.

    La cosa strana è che anzichè avere la pressione bassa come quando stavo bene, la pressione sbalza verso valori medio-alti (la minima ieri era a 100).
    Il cardiologo mi ha detto che il cuore è ok e che l'aumento di pressione non è dovuto a problemi di ipertensione...dopodomani farò un esame vestibolare per vedere se può trattarsi di labirintite e a metà ottobre per vedere se dipende dalla mia cervicale. Le analisi del sangue sono perfette.

    C'è solo un dubbio che mi ha spinto stasera a scrivere del mio problema ad ops. Ieri e stamattina i miei sintomi erano attenuati, tanto che mi sono sentita più sollevata perchè pensavo di stare per guarire e che sarebbe andata sempre meglio.
    A metà pomeriggio ho però avuto una notizia che mi ha fatto soffire e non poco, una cosa che non mi aspettavo e che mi ha molto delusa e STRANAMENTE quando sono uscita a cena con un'amica i sintomi di sbandamento/vertigine erano davvero molto forti, come i primi giorni...
    Forse è stato un caso, forse sarei stata male lo stesso anche senza brutta notizia...eppure qualcosa mi spinge a chiedermi: NON MI SARò BECCATA UN ESAURIMENTO PSICO-FISICO?
    A questo punto scusate, visto che sto male, malissimo, vorrei sapere se c'è qualche psicologo o qualcuno che ha passato un periodo simile al mio e che si sente di dare un suo giudizio. Forse mi aiuterebbe ed io spero che qualcuno risponda.

    Grazie
    Alessia

  2. #2
    Partecipante Figo L'avatar di Veronik@87
    Data registrazione
    17-08-2007
    Messaggi
    969
    Blog Entries
    2

    Riferimento: Vertigini "strane": c'è qualcuno che mi può dare un parere?

    non sono una psicologa quindi non sono in grado di darti dei consigli adeguati ma mi viene da chiederti:ne hai parlato con il tuo medico di questo problema?
    per lo meno escludiamo una base organica

  3. #3
    !Faralas!
    Ospite non registrato

    Riferimento: Vertigini "strane": c'è qualcuno che mi può dare un parere?

    secondo me soffri di labirintite... ma non sono un medico per cui fai una visita x bene.. e ti daranno diagnosi migliori

  4. #4
    Ghiotto patato ಠ_ಠ L'avatar di Biz
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    Topadilegnopoli
    Messaggi
    23,702

    Riferimento: Vertigini "strane": c'è qualcuno che mi può dare un parere?

    Sposto nel forum di consulenza
    "Guardatemi, signori...sono un uomo di sessant'anni e ho il corpo di un ragazzino.Ce l'ho in frigo."
    This is a blog
    This is not a link.

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di toska777
    Data registrazione
    20-02-2008
    Residenza
    London
    Messaggi
    169

    Riferimento: Vertigini "strane": c'è qualcuno che mi può dare un parere?

    premetto che sono laureata e nn abilitata...spero di aver capito bene il regolamento e di non scrivere cose che ne vadano contro...
    Fossi in te cercherei di stare tranquilla ed aspettare i riscontri medici, poi considera che tante volte gli eventi frustranti e la stanchezza indeboliscono ancor di piu', andando a colpire quei cosidetti organi bersaglio(ossia parti del corpo gia malate o che tendono ad esserlo piu' di altre)...Io per esempio soffro di una patologia di base organica e ogni volta che mi stresso o stanco avverto sempre dei problemi e puntualmente spaventandomi vado a fare tutti i controlli di routine, ma magicamente in quei casi nn si evidenzia mai nulla, eppure io sto veramente male in quei momenti. Penso e mi anche stato confermato da tutti i medici(specialisti della mia patologia e anche psichiatri e psicologia)che la paura di star male crei quella cosidetta base psicologica aggiunta alla patologia. Poi e vero che chi studia o a studiato psicologia(nella maggior parte dei casi) tende a ricondurre tutto a livello psicologico.
    Spero di essere stata chiara e ti auguro di guarire presto.

  6. #6
    Matricola L'avatar di arthemisia
    Data registrazione
    10-09-2008
    Residenza
    in giro per lavoro
    Messaggi
    28

    Riferimento: Vertigini "strane": c'è qualcuno che mi può dare un parere?

    ciao little_alessia
    dato che stai già procedendo negli accertamenti clinici rispetto a questo non devi far altri che attendere le risposte. Per quanto riguarda le tue paure per le implicazioni psicologiche di un eventuale stress mi chiedo come mai sei così spaventata dall'eventualità ovvero è comprensibile che tu te ne possa preoccupare ma mi è sembrato di cogliere (forse solo una mia interpretazione) una associazione tra la laurea e la possibile patologia. Non è che la laurea in psicologia immunizza dallo stress, dal panico o da quant'altro altrimenti beh io avrei fatto anzi medicina...
    Comunque fino a quando non hai le risposte delle indagini cliniche pazienta se è tutto negativo non ti resta che chiedere un consulto da un collega.
    Un appunto la tua pressione minima mi sembra altina soprattutto dopo un periodo di regime alimentare corretto e camminate e nuotate (elementi primari per regolare la pressione) quindi fai qualche accertamento in più su quell'area.
    A presto


    Dott.ssa Roberta Menchini
    PSICOLOGA
    Ordine della Toscana n. 2797

  7. #7
    Partecipante L'avatar di Ivanillich
    Data registrazione
    11-11-2005
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    50

    Riferimento: Vertigini "strane": c'è qualcuno che mi può dare un parere?

    Cara Alessia,
    è evidente come stati psicologici e sintomi fisici siano nel tuo racconto sovrapposti. Le analisi cliniche-mediche possono aiutarti a capire meglio dove cominciano gli uni e finiscono gli altri, oppure dove non è possibile districarli.
    Questo rapporto ed interdipendenza a volte è qualcosa di non facilmente risolvibile, anche perché estremamente personale.
    Se però a te è venuto il dubbio di un eccesso di stress, sicuramente sia che si tratti di sintomi fisici, sia che si tratti di sintomi psicogeni, il campanello d'allarme è suonato forte e chiaro.
    A te ora comprendere meglio (con l'aiuto di medici e forse anche qualche collega) di cosa di tratta.
    Ciao
    Luigi D'Elia Psicologo Psicoterapeuta Gruppoanalista
    Iscrizione Ordine Psicologi Lazio n° 5254 del 11/03/1994

  8. #8
    Monicabil
    Ospite non registrato

    Riferimento: Vertigini "strane": c'è qualcuno che mi può dare un parere?

    Ciao Alessia,
    come indicato dai colleghi in questo momento è necessario fare degli accertamenti medici e aspettare con pazienza i risultati. nello stesso tempo è importante non trascurare l'aspetto psicologico (dal momento che tu stessa hai fatto dei collegamenti tra stati di sofferenza psicologica e sintomi) prendendosene cura!
    in che modo? attraverso un percorso di counseling psicologico o percorso di gruppo, secondo la modalità che senti più vicina.
    tuttavia, visto che sei mammma giovane ti invito a visitare il sito Benessere Psicologico a Roma
    magari potresti iniziare con dei laboratori esperienziali
    A presto!

Privacy Policy