• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4
  1. #1
    Ospite non registrato

    Calcio: Dramma Camerun, muore Foe

    Il centrocampista ha perso conoscenza durante la semifinale di Confederations Cup. I medici ipotizzano un aneurisma. Blatter: "La finale si gioca".


    LIONE, 26 giugno 2003 - Dramma alla Confederations Cup: il ventottenne Marc Vivien Foe, centrocampista del Camerun, è morto durante la semifinale contro la Colombia (vinta dai Leoni d'Africa per 1-0 grazie al gol di Ndiefi al 9' del primo tempo). Foe si è sentito male in campo al 72' e inutili sono stati i soccorsi. Il giocatore non ha mai ripreso conoscenza. La notizia del decesso è stata data dalla Fifa al termine della gara.

    Il centrocampista del Camerun è uscito in barella, in stato di incoscienza, dopo essersi improvvisamente accasciato lontano dall'azione di gioco, e senza aver subito alcun intervento. Il giocatore è crollato a terra svenuto, con il corpo rigido, le mascelle serrate e gli occhi rovesciati. Immediatamente compagni di squadra e avversari hanno richiamato l'attenzione dello staff medico, che è subito intervenuto, riuscendo ad aprirgli la bocca per impedire che la lingua, rovesciata all'indietro, lo soffocasse. Il giocatore è poi stato trasportato nell'infermeria dello stadio e messo in rianimazione cardiaca per 45 minuti. Il gioco è ripreso dopo un'interruzione di 6'.

    Solo l'autopsia consentirà di individuare le cause che hanno portato al decesso del camerunense. "Foe - ha spiegato il dottor Alfred Muller, medico della Fifa - è stato trasportato al presidio medico dello stadio dove è stato sottoposto a tentativo di rianimazione cardiaca per 45 minuti. Purtroppo non è stato sufficiente, il giocatore è deceduto. È un giorno triste per il calcio. È ancora troppo presto per individuare le cause esatte del decesso, sarà necessario procedere a un'autopsia". Secondo il medico della nazionale colombiana, Hector Fabio Cruz, il primo a soccorrere Foe, si tratterebbe comunque di aneurisma. "Quando sono arrivato Foe respirava ancora - racconta -. È tornato anche cosciente per qualche istante prima di svenire di nuovo. Non penso che sia morto per negligenza: ha avuto l'assistenza necessaria".

    Foe aveva giocato in Francia, a Lens e proprio a Lione. La sua ultima squadra era stata il Manchester City. Con il Camerun Foe aveva partecipato ai Mondiali '94 e 2002 e aveva vinto due volte la coppa d'Africa per nazioni. Venerdì alle 10.40 la Federcalcio del Camerun ha annunciato che giocherà comunque la finale di domenica (Parigi, ore 21) contro la Francia. Notizia poi confermata da Joseph Blatter, presidente della Fifa.


    Beh, secondo me avrebbero almeno potuto rinviare la partita...

    Da http://www.gazzetta.it/statics/scalc....69400096.html
    Immagini allegate Immagini allegate

  2. #2
    Ospite non registrato
    Il calcio è inutile che faccia finta di apparire umano quando è diventato solo un business senza anima né cuore.
    Che lo spettacolo continui...a meno che non siano i compagni di squadra a chiederlo, ma pare che siano intenzionati a giocare ugualmente. E forse è giusto così.

  3. #3
    Toni
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da Parods
    Il calcio è inutile che faccia finta di apparire umano quando è diventato solo un business senza anima né cuore.
    Che lo spettacolo continui...a meno che non siano i compagni di squadra a chiederlo, ma pare che siano intenzionati a giocare ugualmente. E forse è giusto così.
    Il calcio non è + solo x divertimento ma solo ESCLUSIVAMENTE x business.
    Non mi meraglio se Foe era pompato (dopato).

    E' inutile quindi dare penalità a chi si toglie la maglietta o a chi esulta con troppa violenza quando esistono ben altri problemi.

  4. #4
    Ospite non registrato
    Era dopato?

Privacy Policy