• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4

Discussione: Esperienze personali

  1. #1
    Ciao.08...
    Ospite non registrato

    Esperienze personali

    Siete mai stai da uno/a psicologo/a? Perchè? Quali giovamenti ne avete tratto?
    Ultima modifica di Ciao.08... : 03-09-2008 alle ore 11.58.11

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di peste1987
    Data registrazione
    09-02-2008
    Residenza
    Tra le stelle e la strada (Milano City)
    Messaggi
    3,373
    Blog Entries
    216

    Riferimento: Esperienze personali

    Ho capito di più me stessa.
    Ora vediamo se riesco a modificarmi...ho seri dubbi, però non si sa mai..
    Io creo sogni, voi li uccidete

    -----------------------

  3. #3
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    12-11-2006
    Residenza
    Latina
    Messaggi
    151

    Riferimento: Esperienze personali

    Citazione Originalmente inviato da Ciao.08... Visualizza messaggio
    Siete mai stai da uno/a psicologo/a? Perchè? Quali giovamenti ne avete tratto?
    i giovamenti sono molti, in special modo se ti affidi e collabori con il /la tuo/ tua psicologo/a di fiducia.

  4. #4
    Banned
    Data registrazione
    21-03-2008
    Residenza
    Salerno
    Messaggi
    1,546

    Riferimento: Esperienze personali

    Io mi sono rivolto a qualcuno perché credevo potesse rendere più semplice la risoluzione di certi miei problemi.
    Purtroppo la cosa girava a vuoto e così ho lasciato perdere, se una persona non mi sa dire qualcosa di meglio e che sia realmente più efficace rispetto a quello che riesco a mettere insieme da solo nel prendere questa o quella decisione, a me sinceramente non serve.
    Forse le psicoterapie servono per chi sta molto male ma sono inefficaci nei confronti di certi disagi esistenziali delle persone che sono più o meno simili a me.
    I problemi per me o si risolvono o non si risolvono, io non ho bisogno di qualcuno che mi dica che anche se non si risolvono va tutto bene, per me non va bene e continua a non adare bene, ma questo tipo di "cure" non voglio riceverle affatto.
    Insomma certi problemi che vengono posti sono aggirati con questo o quel sistema modificando la natura dei problemi stessi. In fin dei conti anche se non volessi morire qualcuno potrebbe ricordarmi che è comunque sempre la mia mente a genereare il desiderio di restar vivo, basta modificare la struttura di quest'ultima (se fosse possibile) e spostare l'interesse ed il desiderio per il restar vivi su qualcos'altro ed il gioco è fatto.
    Però poi il problema posto all'inizio che fine ha fatto?
    Questa non vuole essere una critica generale è soltanto il mio punto di vista personale: l'utilità di qualcosa è sempre legata a certi scopi che abbiamo in mente. Quel che volevo ottenere io era diverso da quello che mi voleva far ottenere la mia psicoterapeuta, c'era un disaccordo di fondo e la cosa poi è diventata frustrante per entrambi, io per lei "non volevo guarire" mentre lei per me "non rispondeva in modo adeguato alle mie richieste di aiuto".

Privacy Policy