• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 9 di 9

Discussione: Sogno di volare, ma...

  1. #1
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Sogno di volare, ma...

    Mi è stato chiesto come mai, pur interpretando simbolicamente i sogni di altri, non ho mai presentato, finora, un mio sogno.
    Il fatto è che, di solito, non ricordo i sogni che faccio. I pochi che ricordo tendo ad interpretarli subito, così, in genere, non ho la motivazione per presentarli nel forum.


    C'è, però, un sogno, fatto tanto tempo fa, che, sebbene l'abbia interpretato e reinterpretato in diverse fasi della mia esistenza, presenta ancora, per me, degli aspetti sfuggenti.
    Si tratta di un sogno che è stato determinante nel mio percorso spirituale.
    E, siccome ha a che fare anche con il simbolismo del volare, mi permette di mantenere fede ad una promessa fatta a “democrito” in un altro 3d.


    Il sogno inizia con un paesaggio marino. Il mare diventa sempre più agitato e in burrasca. Il cielo è cupo, con grosse nubi di colore scuro.
    Solo in lontananza si intravede, fra le nubi, un po' di chiarore.


    Io sono un gabbiano. Sono io, nelle forme di un gabbiano. Sono sempre più agitato per la situazione di cupo e di tempesta che mi circonda.
    Decido di volare verso l'unico sprazzo di luce, lontano, fra le nubi.


    Man mano che mi avvicino, sento in me una trasformazione. Non sono più un gabbiano; mi ritrovo ad essere un'aquila.
    Mi fermo un momento e guardo l'orizzonte sconfinato e tutto cupo. Mi colpisce, in particolare, un lupo solitario che sta correndo, forse alla ricerca di un riparo. Poi, continuo il mio volo verso la luce.


    Raggiunta la zona di chiarore fra le nubi, sento in me una nuova trasformazione.
    Mi trasformo in una specie di essere di luce, alato. Ma sono sicuro di essere io, sebbene la forma sia di luce rarefatta.


    Entrato nel corridoio di luce fra le nubi (sembrava proprio un corridoio stretto e lungo), cominciai a sentire una musica sconosciuta, ma quasi “magica”.
    Poi, voci che sembravano parlare, con toni soavi.
    Poi, infine, uscii fuori dal corridoio e fui abbagliato da una luce accecante.
    La musica, intanto, si era fatta più forte. Proveniva da tutte le direzioni.
    Le voci si manifestarono come voci provenienti da esseri di luce, che mi venivano incontro.
    Fecero circolo intorno a me. Io potevo comunicare con loro senza parlare.
    Mi trasmisero un'infinità di conoscenze in brevissimo tempo, rispondendo anche a molti dei quesiti che allora mi ponevo. Alcune cose (dopo che mi sono svegliato) le ho anche trascritte, di altre conservo solo un vago ricordo.


    Poi, ho continuato a volare, immerso in una beatitudine immensa, in quel paese di luce.


    Pian piano, ho cominciato ad intravedere delle forme analoghe a quelle del nostro mondo, ma dai contorni più sfumati, soprattutto montagne, dalle vette altissime, e boschi.


    Una radura mi ha subito attratto.
    Sono sceso, volando, e, all'improvviso, ho visto, in mezzo alla radura, una specie di bara.


    Mi sono avvicinato. Nella bara, aperta, c'era uno scheletro.
    Ad un certo momento, lo scheletro si è messo a sedere, di scatto, ha allungato le mani e ha preso le mie.
    Ho sentito un brivido freddo, fortissimo, percorrere tutta la colonna vertebrale.
    Nel medesimo tempo, lo scheletro assumeva i tratti di un mio amico che era morto di tumore anni prima.
    I suoi occhi di un azzurro intenso incrociarono i miei, mentre le sue mani fredde stringevano le mie.
    Mi comunicavano pace.


    Mi sogno svegliato di soprassalto.


    Appena sveglio ho sentito il bisogno di scrivere.




    Qualcuno vuole provare ad interpretare?
    Ultima modifica di Hermes Ankh : 03-08-2008 alle ore 11.27.24


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  2. #2
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    23-01-2008
    Residenza
    roma!!!!!!!!!!!
    Messaggi
    116

    Riferimento: Sogno di volare, ma...

    Complicatino da interpretare ..

  3. #3
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: Sogno di volare, ma...

    Citazione Originalmente inviato da psychoasia Visualizza messaggio
    Complicatino da interpretare ..
    Se, comunque, ti può interessare l'interpretazione simbolica che dò io della prima parte del sogno, puoi trovarla in questo post: http://www.opsonline.it/forum/psicol...ml#post1648605


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  4. #4
    consulente_
    Ospite non registrato

    Riferimento: Sogno di volare, ma...

    PEr quel che può valere il mio parere, credo che sia stato un viaggio vero e proprio il tuo, da anima ad anima...sino al tuo amico.
    hai attraversato il tuo profondo, prima volando come gli uccelli di mare...poi come uccello di cielo, sino ad elevarti al di sopra delle forme terrestrti.
    E' li hai visto nuovi mondi, nuove terre, ed è li che hai trovato che ciò che è morto in una fase, è vivo nell'altra.
    Hai ritrovato il tuo amico, che oltre il "velo" della morte stà bene e in salute e ti vuole bene
    Non è da tutti un sogno cosi, hai fatto un bel percorso.

  5. #5
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: Sogno di volare, ma...

    Citazione Originalmente inviato da consulente_ Visualizza messaggio
    PEr quel che può valere il mio parere, credo che sia stato un viaggio vero e proprio il tuo, da anima ad anima...sino al tuo amico.
    hai attraversato il tuo profondo, prima volando come gli uccelli di mare...poi come uccello di cielo, sino ad elevarti al di sopra delle forme terrestrti.
    E' li hai visto nuovi mondi, nuove terre, ed è li che hai trovato che ciò che è morto in una fase, è vivo nell'altra.
    Hai ritrovato il tuo amico, che oltre il "velo" della morte stà bene e in salute e ti vuole bene
    Non è da tutti un sogno cosi, hai fatto un bel percorso.
    Il tuo feedback, consulente, è sempre gradito!
    Quello che, poi, hai scritto, forse, si avvicina molto alla realtà.
    Ho fatto il sogno diverso tempo fa (frequentavo ancora le scuole superiori) e non avevo la minima idea di cosa fosse un "viaggio della mente" (o un viaggio dell'anima?).
    Il sogno, come hai rilevato, mi indica, forse, la strada per effettuare un viaggio nella dimensione astrale e oltre (oppure è già esso un viaggio nella dimensione astrale e in quella spirituale?): dapprima si penetra nella dimensione psichica dell'astrale (il gabbiano, che sorvola un mare agitato, raffigurante le emozioni più terrene), poi, nella dimensione del mentale (l'aquila, con una certa presa di distanza dal vissuto emozionale) ed, infine, ci si eleva alla dimensione spirituale (oltre i piani dell'astrale e del mentale) in cui può avvenire, come dici, l'incontro di anime (indipendentemente dal tempo).
    Mi piace, come interpretazione. E, soprattutto, mi piace pensare che questo possa essere avvenuto nell'esperienza onirica, prima che nell'esperienza "reale"...
    Ultima modifica di Hermes Ankh : 31-08-2008 alle ore 00.36.45


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  6. #6
    Postatore Epico L'avatar di Morgana-z
    Data registrazione
    27-01-2008
    Residenza
    nella terra in cui lo scirocco scompiglia i capelli e arruffa i pensieri
    Messaggi
    7,777
    Blog Entries
    128

    Riferimento: Sogno di volare, ma...

    Caro Hermes,
    le molteplici trasformazioni che ho letto mi hanno subito fatto ripensare al fatto che tu abbia vissuto, in quel "viaggio dell'anima", una sorta di Viaggio all'iniziazione, con animali guida in cui tu ti trasformavi, assumendone caratteristiche e potenzialità.
    Il gabbiano è un uccello che vive a contatto con il mare, vicino al mare. Durante le tempeste, in prossimità del loro scatenarsi, eccolo librarsi in volo e stagliarsi bianco contro il grigio cupo delle nubi. In quel momento tu stavi cercando o desideravi prendere le distanze da un vissuto doloroso in cui avresti potuto rimanere invischiato.
    Mentre ti dirigi verso quello spazio di luce che sembra non essere minimamente intaccato dal grigio della situazione precedente tu stesso cambi, e diventi un'aquila, simbolo di potere, dominio e forza. Un animale totemico estremamente importante.
    Da lontano osservi un lupo "solitario", altro animale totemico, ma non sei tu. Tu sei di più. sei altro.
    La successiva trasformazione in essere di luce e il raggiungimento di quella "regione" in cui entri a contatto con altri esseri di luce con cui comunichi e che ti istruiscono è forse l'immagine di un desiderio ancestrale: conoscere i segreti del mondo, aver rivelate le risposte alle nostre domande. Ma ciò ti è possibile, nel sogno, dopo che sei divenuto simile a coloro che ti istruiscono.
    La somiglianza di quella "regione" al nostro mondo agisce da calmante ad una tua ansia probabilmente nascosta sulla natura di quel luogo.
    Mi fa riflettere l'incontro con quel tuo amico ormai defunto.
    Egli ti comunica serenità, eppure tu lo vedi ancora nelle sembianze umane di scheletro dentro la bara. Egli non è ancora essere di luce...ma forse queste sembianze ti servono a poter sentire quel tuo amico ancora vicino a te, qualcuno che sia ancora a metà tra questa dimensione e un'altra.
    MI sembra che il tuo sogno sia un mix di viaggio astrale, iniziazione tribale e visione profetica....
    Quando la tempesta sarà finita, probabilmente non saprai neanche tu come hai fatto ad attraversarla e a uscirne vivo. Anzi, non sarai neanche sicuro se sia finita per davvero. Ma su un punto non c'è dubbio. Ed è che tu, uscito da quel vento, non sarai lo stesso che vi era entrato.
    (Haruki Murakami)

  7. #7
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: Sogno di volare, ma...

    Citazione Originalmente inviato da Morgana-z Visualizza messaggio
    Caro Hermes,
    le molteplici trasformazioni che ho letto mi hanno subito fatto ripensare al fatto che tu abbia vissuto, in quel "viaggio dell'anima", una sorta di Viaggio all'iniziazione, con animali guida in cui tu ti trasformavi, assumendone caratteristiche e potenzialità.
    Il gabbiano è un uccello che vive a contatto con il mare, vicino al mare. Durante le tempeste, in prossimità del loro scatenarsi, eccolo librarsi in volo e stagliarsi bianco contro il grigio cupo delle nubi. In quel momento tu stavi cercando o desideravi prendere le distanze da un vissuto doloroso in cui avresti potuto rimanere invischiato.
    Mentre ti dirigi verso quello spazio di luce che sembra non essere minimamente intaccato dal grigio della situazione precedente tu stesso cambi, e diventi un'aquila, simbolo di potere, dominio e forza. Un animale totemico estremamente importante.
    Da lontano osservi un lupo "solitario", altro animale totemico, ma non sei tu. Tu sei di più. sei altro.
    La successiva trasformazione in essere di luce e il raggiungimento di quella "regione" in cui entri a contatto con altri esseri di luce con cui comunichi e che ti istruiscono è forse l'immagine di un desiderio ancestrale: conoscere i segreti del mondo, aver rivelate le risposte alle nostre domande. Ma ciò ti è possibile, nel sogno, dopo che sei divenuto simile a coloro che ti istruiscono.
    La somiglianza di quella "regione" al nostro mondo agisce da calmante ad una tua ansia probabilmente nascosta sulla natura di quel luogo.
    Mi fa riflettere l'incontro con quel tuo amico ormai defunto.
    Egli ti comunica serenità, eppure tu lo vedi ancora nelle sembianze umane di scheletro dentro la bara. Egli non è ancora essere di luce...ma forse queste sembianze ti servono a poter sentire quel tuo amico ancora vicino a te, qualcuno che sia ancora a metà tra questa dimensione e un'altra.
    MI sembra che il tuo sogno sia un mix di viaggio astrale, iniziazione tribale e visione profetica....
    Molto interessante, Morgana, la tua ricostruzione e, soprattutto, l'aver intrecciato significati riferiti al "viaggio astrale", all' "iniziazione tribale" e alla "visione profetica".
    Non sono completamente sicuro che il lupo solitario sia qualcosa di diverso da me. Mi sembra, piuttosto, che, da un punto di visione più elevato e più ampio (quello dell'aquila), si colgono dei particolari (della propria persona) che, quando si è immersi nell'azione, sfuggono.

    Lo scheletro, infine, per me rappresenta ciò che è essenziale, la struttura che rimane nelle trasformazioni. Quando l'ho riletto anni dopo, lo scheletro del sogno mi ha fatto subito pensare all'immagine del XIII arcano dei tarocchi: la morte come trasformazione, non come fine. Questo è il messaggio rassicurante che, forse, il sogno mi trasmetteva (prima che io conoscessi la simbologia dei tarocchi e/o altre simbologie esoteriche).
    Grazie e a presto.


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  8. #8
    Postatore Epico L'avatar di Morgana-z
    Data registrazione
    27-01-2008
    Residenza
    nella terra in cui lo scirocco scompiglia i capelli e arruffa i pensieri
    Messaggi
    7,777
    Blog Entries
    128

    Riferimento: Sogno di volare, ma...

    Hai ragione sul lupo, Hermes...anche questo è un animale estremamente importante come figura guida....mentre scrivevo i miei pensieri sul sogno pensavo proprio agli animali totemici dei Nativi americani.
    Pur non conoscendo tutti i tarocchi, mi ricordo dell'arcano cui ti riferisci, e concordo con te.
    Quando la tempesta sarà finita, probabilmente non saprai neanche tu come hai fatto ad attraversarla e a uscirne vivo. Anzi, non sarai neanche sicuro se sia finita per davvero. Ma su un punto non c'è dubbio. Ed è che tu, uscito da quel vento, non sarai lo stesso che vi era entrato.
    (Haruki Murakami)

  9. #9

    Riferimento: Sogno di volare, ma...

    Molto interessante questo tuo sogno...anche ricco di significato....mi piace come la morte viene definita nell XIII arcano dei tarocchi: la morte come trasformazione, non come fine..

Privacy Policy