• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 44
  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di fabypsy22
    Data registrazione
    25-06-2008
    Residenza
    Potenza
    Messaggi
    144

    gira tutto attorno al cibo! (e all'apparenza!)

    ciao ragazzi, apro questa discussione perchè non faccio altro che imbattermi in discorsi sulle diete, l'importanza della linea, dell'apparire in forma e blablabla...
    Personalmente sono disgustata e stufa di sentire tutto questo! Mi sembra di nuotare in un mondo fatto di stupidaggini, di nulla, di aria fritta
    Ma che succede se uno è un pò in sovrappeso e si gode la vita mangiando senza pensare a quanto quello che ingeriamo possa andare a finire sui fianchi o chissà dove?
    L'altro giorno mi è capitato di andare a pranzo per un compleanno; una bella festa, piena di risate, convivialità e anche una bella mangiata! Nonostante tutto non è mancato qualcuno che dicesse al festeggiato
    :" mamma, mi avrai fatto ingrassare!", spogliando quel momento della bellezza che lo caratterizzava.
    Se uno ingrassa un poco (o anche molto), tutti dicono "hai visto X è ingrassata/o!" come se la persona in questione non fosse più lei e venisse spogliata del suo essere da una forma fisica che un costrutto sociale ha deciso essere in un determinato modo...
    non credete che tutto questo sia il frutto di uno svuotamento totale della società che diventa sempre più povera(di valori intendo)?
    rispondete

  2. #2
    consulente_
    Ospite non registrato

    Riferimento: gira tutto attorno al cibo! (e all'apparenza!)

    Beh non hai tutti i torti, effettivamente... c'è un mito dell'immagine, della bellezza: è un ottima distrazione.
    Se si pensa e ci si affanna per la bellezza, per il corpo, si dovrebbe essere belli e affascinanti secondo i canoni stabiliti da attrici e dive, spesso semi anoressiche e/o con interventi chirurgici.
    Si pensa che con la bellezza, vera o presunta, ci si debba sentire a posto, gli uomini sono "fighi", le donne sono irresistibili e tutti sono felici e contenti.
    Ovviamente non è cosi: l'apparire, il sesso, il cibo, sono tutte ottime droghe "sociali" per non pensare, per non vivere, per andare avanti da quanco ci si sveglia a quando si và a dormire.
    Se non diamo uno scopo, un significato, se non lo diamo noi stessi alla nostra vita, se non diamo forma alle nostre volontà, niente di questo ci è di aiuto o giovamento.

  3. #3
    Partecipante Super Figo L'avatar di aMara835
    Data registrazione
    04-05-2008
    Residenza
    Altrove
    Messaggi
    1,587

    Riferimento: gira tutto attorno al cibo! (e all'apparenza!)

    Mi sembra che ormai ci si sposti dal bianco al nero, senza vie di mezzo: in giro vedo più che altro gente obesa o ragazzine quasi anoressiche...a me sembra che entrambi i due estremi siano da condannare!
    Mi fa orrore vedere certe mie coetanee (ma anche più giovani) che si tengono a stecchetto, o certi negozi dove la taglia più grande è la 42 (giuro che è vero, riscontrato a Milano), ma mi fa altrettanto orrore vedere la mia vicina di casa di 10 anni che mangia continuamente e pesa probabilmente più di me che ne ho 23!
    Il problema non è quale dei due eccessi (magrezza o obesità) sia quello sbagliato, quello da evitare, il problema è saper mantenere un equilibrio...
    La mia impressione è che al giorno d'oggi le vie di mezzo siano passate di moda...
    "Quando sono buona sono buona, quando sono cattiva sono meglio." (Mae West)

    THE FISHES ARE SILENT DEEP IN THE SEA,
    THE SKIES ARE LIT UP LIKE A CHRISTMAS TREE,
    THE STAR IN THE WEST SHOOTS ITS WARNING CRY:
    MANKIND IS ALIVE BUT MANKIND MUST DIE.
    (W.H. Auden, "Danse macabre")


    No one remembers the singer.
    The song remains.



  4. #4
    Ghiotto patato ಠ_ಠ L'avatar di Biz
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    Topadilegnopoli
    Messaggi
    23,702

    Riferimento: gira tutto attorno al cibo! (e all'apparenza!)

    Approccio il tuo discorso in due modi:
    1) Se trattiamo di considerazione della persona in quanto rappresentativa di un canone estetico, sono d'accordo con consulente: i modelli proposti dai media rappresentano canoni poco realistici con cui ci si confronta e, come dici tu fabypsy, secondo me si tende a dare troppa importanza alla linea di una persona tendendo a considerare l'equazione bello fuori=migliore in tutti gli ambiti come vera (almeno nella prima formulazione del giudizio).

    2= Se però tratto l'argomento in funzione di benessere generalizzato dell'individuo (salute tout court) non sono d'accordo con questa frase
    ...succede se uno è un pò in sovrappeso e si gode la vita mangiando senza pensare a quanto quello che ingeriamo possa andare a finire sui fianchi o chissà dove?..
    Perchè, secondo me, una persona grassa/sovrappeso è una persona che ha/avrà più problemi fisici che una persona normopeso, che avrà bisogno di cure in futuro (che pagherò anch'io, come per i fumatori) e che, a meno di non avere disfunzioni fisiche, può decidere di contenere il suo peso e non lo fa. Quindi per questa accezione, sicuramente una persona normopeso ha più vantaggi di chi ha kg in più.
    Tenendo sempre conto che da sempre gli indivdui più "forti" fanno più strada degli individui più deboli (quindi in una società dove il canone importante era la forza fisica, i più forti sopravvivevano, in una società dove uno dei canoni è la bellezza, i più belli hanno più possibilità).
    Sono abbastanza certo che tu intendessi però la prima opzione però ci tenevo a sottolineare anche questo altro aspetto
    "Guardatemi, signori...sono un uomo di sessant'anni e ho il corpo di un ragazzino.Ce l'ho in frigo."
    This is a blog
    This is not a link.

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di fabypsy22
    Data registrazione
    25-06-2008
    Residenza
    Potenza
    Messaggi
    144

    Riferimento: gira tutto attorno al cibo! (e all'apparenza!)

    Il problema non è quale dei due eccessi (magrezza o obesità) sia quello sbagliato, quello da evitare, il problema è saper mantenere un equilibrio...
    La mia impressione è che al giorno d'oggi le vie di mezzo siano passate di moda...[/QUOTE]
    quello che dici è giusto ma mi chiedo, mantenere un equilibrio non è pur sempre una forma di controllo su noi stessi?

  6. #6
    Partecipante Assiduo L'avatar di fabypsy22
    Data registrazione
    25-06-2008
    Residenza
    Potenza
    Messaggi
    144

    Riferimento: gira tutto attorno al cibo! (e all'apparenza!)

    ciao biz, come hai potuto capire intendevo la prima delle opzioni da te illustrate.
    Il mio discorso non toccava affatto il problema della salute. E' chiaro che se uno pesa 140 chili come mi è capitato di vedere, mette a rischio la propria salute in maniera grave. Su questo non discuto.
    Mi riferivo al problema del controllo su noi stessi in virtù di un'immagine dettata dalla società in cui sembriano ( e sottolineo tutti) assorbiti...è qualcosa di perverso secondo me, che anche se non porta a problemi conclamati e gravi con il cibo e con se stessi, porta ad un rapporto disturbato con essi.
    grazie della risposta

  7. #7
    Partecipante Super Figo L'avatar di aMara835
    Data registrazione
    04-05-2008
    Residenza
    Altrove
    Messaggi
    1,587

    Riferimento: gira tutto attorno al cibo! (e all'apparenza!)

    Citazione Originalmente inviato da fabypsy22 Visualizza messaggio
    quello che dici è giusto ma mi chiedo, mantenere un equilibrio non è pur sempre una forma di controllo su noi stessi?
    Ma il controllo su noi stessi è comunque necessario: una cosa è mangiare con gusto, un'altra ingozzarsi senza regole...e come dice Biz, non mi va di pagare IO le cure mediche di uno/una che pesa 200 o 300 kg e per questo ha problemi di cuore, il/la tale si sarebbe dovuto/a dare una regolata!

    Mi sembra che la modella anoressica sia malata tanto quanto la sua coetanea obesa, entrambe hanno un rapporto sbagliato con il cibo.

    Metto in chiaro che io non sono filiforme, ho i miei chiletti in più ma non per questo mi dispero o faccio diete, allo stesso tempo cerco di non ingozzarmi perchè vedo tutti i giorni a cosa può portare una golosità smodata.
    "Quando sono buona sono buona, quando sono cattiva sono meglio." (Mae West)

    THE FISHES ARE SILENT DEEP IN THE SEA,
    THE SKIES ARE LIT UP LIKE A CHRISTMAS TREE,
    THE STAR IN THE WEST SHOOTS ITS WARNING CRY:
    MANKIND IS ALIVE BUT MANKIND MUST DIE.
    (W.H. Auden, "Danse macabre")


    No one remembers the singer.
    The song remains.



  8. #8
    consulente_
    Ospite non registrato

    Riferimento: gira tutto attorno al cibo! (e all'apparenza!)

    Totalmente daccordo, il centro di noi stessi dovremmo essere noi, con i nostri affetti, idee, desideri...NOSTRI però.
    Il punto non è infatti bilanciare due tendenze, ma vedere cosa piace e stà bene a noi stessi.
    Il punto non è pensare, devo avere questo aspetto perchè "una società" mi giudica, ma "perchè dovrebbe importarmi?".
    Un conto è la decenza, la salute un altro ancora, ma è ridicolo pensare che l'eutanasia viene considerato, non universalmente ovviamente, come un diritto, decidere della propria morte, quando non siamo nemmeno in grado di decidere autonomamente come vivere col nostro corpo, in condizioni normali.
    Non stò attaccando la società in sè: la società è quella che tutti noi formiamo.
    Sto attaccando invece un uniformarsi cieco e passivo.

  9. #9
    Partecipante Super Figo L'avatar di aMara835
    Data registrazione
    04-05-2008
    Residenza
    Altrove
    Messaggi
    1,587

    Riferimento: gira tutto attorno al cibo! (e all'apparenza!)

    Citazione Originalmente inviato da consulente_ Visualizza messaggio
    Totalmente daccordo, il centro di noi stessi dovremmo essere noi, con i nostri affetti, idee, desideri...NOSTRI però.
    Il punto non è infatti bilanciare due tendenze, ma vedere cosa piace e stà bene a noi stessi.
    Il punto non è pensare, devo avere questo aspetto perchè "una società" mi giudica, ma "perchè dovrebbe importarmi?".
    Un conto è la decenza, la salute un altro ancora, ma è ridicolo pensare che l'eutanasia viene considerato, non universalmente ovviamente, come un diritto, decidere della propria morte, quando non siamo nemmeno in grado di decidere autonomamente come vivere col nostro corpo, in condizioni normali.
    Non stò attaccando la società in sè: la società è quella che tutti noi formiamo.
    Sto attaccando invece un uniformarsi cieco e passivo.
    Se si parla di immagine e NON di salute, allora sono d'accordo con te (solo non capisco cosa centri l'eutanasia in questo discorso...)!
    "Quando sono buona sono buona, quando sono cattiva sono meglio." (Mae West)

    THE FISHES ARE SILENT DEEP IN THE SEA,
    THE SKIES ARE LIT UP LIKE A CHRISTMAS TREE,
    THE STAR IN THE WEST SHOOTS ITS WARNING CRY:
    MANKIND IS ALIVE BUT MANKIND MUST DIE.
    (W.H. Auden, "Danse macabre")


    No one remembers the singer.
    The song remains.



  10. #10
    consulente_
    Ospite non registrato

    Riferimento: gira tutto attorno al cibo! (e all'apparenza!)

    Si si parlavo di immagine, volevo fare un estremo del dire che si parla e si lotta per diritti su questioni cosi estreme e complesse, e "defintive" quando poi le stesse persone non sanno nemmeno vivere con il proprio corpo e la loro immagine in modo sereno e non influenzato.
    Era per dire che è più facile dire "voglio morire come dico io", che "voglio vivere come SENTO io".

  11. #11
    Partecipante Assiduo L'avatar di fabypsy22
    Data registrazione
    25-06-2008
    Residenza
    Potenza
    Messaggi
    144

    Riferimento: gira tutto attorno al cibo! (e all'apparenza!)

    ragazze sono d'accordo con voi, il centro di tutto dovremmo essere noi stessi e basta, ma nella società siamo immersi e dobbiamo nuotarci (come dice galimberti) e allora come immunizzarsi?
    cmq il mio post si riferiva ali sentirsi liberi nel fare quello che si vuole, come mangiare con gusto e godersi la vita, non all'estremo opposto come ingozzarsi, ci tengo a precisarlo.

  12. #12
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281

    Riferimento: gira tutto attorno al cibo! (e all'apparenza!)

    Citazione Originalmente inviato da fabypsy22 Visualizza messaggio
    ...quello che dici è giusto ma mi chiedo, mantenere un equilibrio non è pur sempre una forma di controllo su noi stessi?
    Bella domanda. Non credo di avere una risposta, ma mi sembra che le cose si possano vedere da punti di vista differenti:

    a) Per mantenere il peso "desiderato" (e lo metto tra virgolette perché, per come hai impostato il discorso, si tratta più di un'imposizione dall'esterno che non di un desiderio del soggetto) occorre certamente controllare se stessi.

    b) Però questo "controllo" non è finalizzato a mantenere un equilibrio, ma - piuttosto - a mantenere uno squilibrio. Almeno, mi pare così. Normalmente, in assenza di disfunzioni metaboliche o di danni genetici, un corpo sa da solo qual'è il suo peso-forma, senza necessità di controllare alcunché.

    Allora la questione si può porre in termini differenti, come un contrasto tra immagine di sé "naturale" (se mi passi il termine, cioè l'immagine di sé che una persona avrebbe in assenza di condizionamenti esterni) e immagine di sé "sociale" o "socializzata".
    Da un punto di vista bioenergetico si tratta di una questione interessantissima, perché ha a che vedere con la negazione del corpo e con la negazione della realtà.
    Potrà sembrare strano mettere in relazione la preoccupazione per l'apparenza fisica con una negazione del corpo, ma - di fatto - nelle persone che seguono le diete, c'è spesso uno scarso "ascolto" del proprio corpo e dei suoi bisogni, assieme ad una sostituzione della realtà materiale del proprio corpo con una realtà tutta mentale legata all'immagine del corpo.

    Buona vita

    Guglielmo

  13. #13
    Partecipante Assiduo L'avatar di fabypsy22
    Data registrazione
    25-06-2008
    Residenza
    Potenza
    Messaggi
    144

    Riferimento: gira tutto attorno al cibo! (e all'apparenza!)

    bè desiderare di essere in salute è certamente positivo ed acsoltare se stessi fa parte del meccanismo.
    Come dici tu, willy, un corpo sano sa bene qual è la sua forma ideale per star bene e su questo ok, non ci sono dubbi.
    Il mio discorso riguarda, come dici tu, più l'imposizione esterna che porta le persone, tante persone, a non ascoltare se stesse ed i proprio bisogni in virtù di un giudizio sociale da cui è estremamente difficile prendere le distanze, purtroppo aggiungo.
    Forse mi sono espressa male ma il mio thread non voleva toccare l'argomento salute che è sacrosanto, piuttosto ciò che porta le persone a costringersi in forme che sono molto lontane da essa.
    grazie per la risposta

  14. #14
    Partecipante Super Figo L'avatar di aMara835
    Data registrazione
    04-05-2008
    Residenza
    Altrove
    Messaggi
    1,587

    Riferimento: gira tutto attorno al cibo! (e all'apparenza!)

    Riguardo all'imposizione di modelli esterni, ce ne sono tantissimi, troppi, e non riguardano solo la questione del peso.
    L'impressione che ho è quella di un lavaggio del cervello che, certo, non funziona su tutti, ma comunque ci sfiora, ci influenza sottilmente...
    Basti pensare al modo di vestire, di parlare, di divertirsi...
    Quindi cosa dobbiamo fare?
    Io tendo di solito a fare il contrario, per partito preso, di quello che suggeriscono i media, ma sempre più spesso mi accorgo di non riuscirci: la paura di un giudizio negativo da parte degli altri è troppo forte.
    "Quando sono buona sono buona, quando sono cattiva sono meglio." (Mae West)

    THE FISHES ARE SILENT DEEP IN THE SEA,
    THE SKIES ARE LIT UP LIKE A CHRISTMAS TREE,
    THE STAR IN THE WEST SHOOTS ITS WARNING CRY:
    MANKIND IS ALIVE BUT MANKIND MUST DIE.
    (W.H. Auden, "Danse macabre")


    No one remembers the singer.
    The song remains.



  15. #15
    consulente_
    Ospite non registrato

    Riferimento: gira tutto attorno al cibo! (e all'apparenza!)

    Andare al contrario è già un suo "seguire" solo di segno negativo.
    Forse è più semplice valutare con salutare neutralità, criticando pure apertamente, cosa non ti piace e tenere solo quello che ti và.
    Le persone parleranno e sparleranno PER SEMPRE, per la semplice incapacità delle persone "comuni" di pensare ai fatti propri.
    Possiamo però accettare questo discorso e fare leva sui nostri sentimenti, bisogni, desideri, la nostra razionalità per stimarci e non sentire il bisogno dell'approvazione altrui.
    Se non abbiamo bisogno dell'approvazione, non ci interesserà la disapprovazione, ma rimarrà aperta la porta di uno spirito critico da ed "e" verso l'esterno.

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy