• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 5 di 5

Discussione: Ossessionati dal peso

  1. #1
    L'avatar di federicale
    Data registrazione
    28-03-2006
    Residenza
    Roma - Formia (LT)
    Messaggi
    47

    Ossessionati dal peso

    Le preoccupazioni maggiori delle donne americane sono il peso e le diete, che superano addirittura la paura di ammalarsi di gravi patologie.
    Questo è quanto rivela un sondaggio condotto da Meredith Corporation e Nbc Universal su 3.000 donne.
    Più del 50% delle donne intervistate è preoccupata da peso e diete, mentre solo il 23% ha paura dei tumori.
    Molte donne vorrebbero essere più magre e ben l'80% si considera in sovrappeso.

    Sembra incredibile, ma è la realtà…

    Se trasferiamo questi risultati in Europa o in Italia, riscontreremmo probabilmente numeri e percentuali diverse…ma certamente potremmo osservare lo stesso trend.

    Spesso l’autostima delle donne è legata all’immagine corporea e spessissimo il concetto di bellezza è legato a quello di magrezza.

    Ma anche per gli uomini non c’è vita facile, chi è in sovrappeso è spesso visto come una persona con scarsa forza di volontà, se non ha gli addominali scolpiti poi, è un fallito.

    Tutto questo è il risultato di che cosa?

    Quanto siamo influenzati dalla cultura moderna e dai modelli imposti?

    Come sono cambiati nel tempo i canoni di bellezza?

    Quali sono le caratteristiche che effettivamente rendono bella una persona, secondo voi? E soprattutto, riusciremo mai a farle combaciare indissolubilmente con ciò che appartiene alla sfera dell’interiorità?
    Dott.ssa Federica Letizia
    Psicologa - Esperta in Counseling Psicologico
    Iscrizione Ordine Psicologi del Lazio n. 14552



  2. #2
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281

    Riferimento: Ossessionati dal peso

    Tutto questo è il risultato di che cosa?
    Credo che, in buona parte, questo sia il risultato del fatto che è dagli anni '50 del secolo scorso che la fame è scomparsa dall'Italia.
    Basta dare un'occhiata alle rappreentazioni del corpo nele diverse epoche storiche per rendersi conto che, quando la mancanza di cibo è una reale possibilità, si preferiscono corpi "alla Rubens". Quando non lo è, si preferiscono corpi "alla Modigliani".

    Quanto siamo influenzati dalla cultura moderna e dai modelli imposti?
    Siamo influenzati molto dalla cultura. Però a me non pare che i modelli vengano "imposti". Vengono proposti. Con forza, magari. Ma nessuno ti obbliga ad acquistare l'ultimo yogurt miracoloso, mi pare.


    Spesso l’autostima delle donne è legata all’immagine corporea e spessissimo il concetto di bellezza è legato a quello di magrezza.
    Mah, consentimi di dubitarne. Chiunque abbia necessità di ricorrere a conferme esterne, per definizione, ha un'autostima sotto le scarpe. Quindi, non è - secondo me - che l'autostima aumenta quando si riesce a modificare il proprio aspetto fisico. Bassa era e bassa rimane. La questione è: quanto siamo lontani dal nostro corpo? Quanto siamo coscienti di ciò che siamo?

    Forse, ed è - chiaramente - una provocazione, faremmo meglio a buttare a mare le distinzioni tra "interiorità" ed "esteriorità". Finché le manteniamo, dovremo per forza farle combaciare, in qualche modo. Il che vuol dire che una delle due "perde".
    Siamo il nostro corpo. Se e quando ce ne dimentichiamo allora possiamo rincorrere qualunque cosa, dalla dieta al Premio Nobel.

    Buona vita

    Guglielmo

  3. #3
    Partecipante
    Data registrazione
    30-10-2007
    Messaggi
    31

    Riferimento: Ossessionati dal peso

    Bisogna dire che quella americana è una situazione differente: le donne che si preoccupano di peso e diete probabilmente ne hanno buona ragione, dal momento che lì sovrappeso e obesità sono problematiche che riguardano porzioni di popolazione decisamente preoccupanti;

    in Europa e in Asia secondo me il problema è legato molto alla sopravvalurtazione della capacità di autocontrollo degli individui, che non si riferisce solamente al peso: sei una persona da valutare positivamente se hai abbastanza autocontrollo da studiare o lavorare talmente tanto da avere ottimi voti o ottimi risultati professionali, da avere contemporaneamente una casa perfetta (soprattutto per le donne) e se sai fare abbastanza sacrifici da avere un corpo perfetto;

    non è una questione di alimentazione: se hai un corpo magro (diciamo pure emaciato) vuol dire che sei in grado di fare sacrifici, quindi hai autocontrollo, quindi vai bene.

    Per questo è necessario essere "troppo" magri: per avere un fisico in salute è sufficiente alimentarsi bene e fare un po' di moto, e questo non mostra abbastanza sacrificio.

    Credo che la capacità distorta di autocontrollarsi sia una delle chiavi di lettura di questo problema

  4. #4
    L'avatar di federicale
    Data registrazione
    28-03-2006
    Residenza
    Roma - Formia (LT)
    Messaggi
    47

    Riferimento: Ossessionati dal peso

    Quando parlo di modelli imposti mi riferisco al fatto che oggi i mass media non lasciano spazio che a corpi magri, longilinei, possibilmente ritoccati.

    Nei negozi alla moda la taglia più grande per le ragazze è la 42!
    Donna è sinonimo di armonia delle forme e seduzione, il suo mandato sociale è da sempre: cura il tuo aspetto, per lei c'è un obbligo alla bellezza da rincorrere a tutti i costi e fin da giovanissima.

    Per gli uomini invece l'obbligo è quello di essere virili e di acquisire potere, ma anche loro sono chiamati ad aderire a canoni di bellezza...corpi asciutti, "scolpiti", depilati, tonici...senza un filo di grasso...diventano spesso un ideale irraggiungibile...la conditio sine qua non per essere vincenti.

    E un'adolescente, che per definizione è alla ricerca di un "mito" al quale ispirarsi, cosa se ne fa di tutto questo?
    Probabilmente lo utilizza per giudicarsi, per scrutare la sua immagine in modo severo...
    Ma come fa a costruire una buon livello di autostima se paragonandosi ad attori, cantanti, veline, ballerini e altri modelli proposti come vincenti ...non si riconosce...e peggio ancora se ha recepito che è quello lo standard "giusto" e che deve necessariamente raggiungerlo?

    Sono rimasta inorridita tempo fa, davanti ai commenti di Alessandra Celentano nella trasmissione Amici...
    Ha avuto il coraggio di sottolineare (in diretta di fronte ad un pubblico quasi esclusivamente di adolescenti) come qualche chilo di troppo rendeva un'allieva ballerina, "goffa" e "brutta da vedere".
    Subito dopo non si è avuto il buon senso di evitare la messa in onda di un video che aveva lo scopo di evidenziare le doti fondamentali di alcuni famosi ballerini di danza classica...prima fra tutte...naturalmente, l'estrema magrezza e sottolineo estrema.

    Mi chiedo, nessuno in quella sede ha pensato che l'Italia è piena di aspiranti ballerini che per rincorrere il loro sogno farebbero qualunque cosa?
    Dopo un messaggio come questo...cosa ci si può aspettare che decidano?

    L'Italia poi è anche piena di aspiranti cantanti...e cosa fanno, come prima cosa, ad X Factor per far acquistare una bella immagine ad un ragazzo che ha già ciò che gli occorre e cioè una bella voce?
    Ma naturalmente gli dicono che deve dimagrire! Addirittura è disponibile su Youtube il video della visita dal dietologo.
    Come giunge questo messaggio a tutti quelli che condividono lo stesso sogno?

    Se per vestirti alla moda devi essere magro, se per ballare devi essere magro, se per diventare famoso devi essere magro, se per essere vincente in generale, una delle caratteristiche da conquistare è la magrezza...e se fin da quando sei piccolo cresce con te questo ideale distorto...
    Bè forse si, è triste dirlo...ma ci vengono proprio imposti dei modelli in grado di automatizzare i nostri pensieri conformandoli ad essi.

    Non possiamo chiudere il discorso semplicemente dicendo che chi ha una buona autostima sarà in grado di scegliere...vero...ma l'autostima è una dimensione che si acquisisce piano piano, va costruita ed alimentata...
    Probabilmente a quindici anni si ha bisogno di conferme e non di disillusioni o vere e proprie minacce alla propria integrità...

    Siamo contraddistinti da una complessità che ci rende unici ed è fatta di interiorità ed esteriorità...vero...nessuna distinzione...nessun vincitore e nessun perdente...

    Ma se la società ci aiutasse a focalizzare l'attenzione su quelli che davvero sono i valori fondamentali...allora forse potremmo essere tutti un po' più sereni...e concentrarci su qualcosa per cui vale davvero la pena di lottare.
    Dott.ssa Federica Letizia
    Psicologa - Esperta in Counseling Psicologico
    Iscrizione Ordine Psicologi del Lazio n. 14552



  5. #5
    Partecipante
    Data registrazione
    30-10-2007
    Messaggi
    31

    Riferimento: Ossessionati dal peso

    I modelli imposti dalle trasmissioni in prima serata dalle nostre reti televisive sono effettivamente patologici, a mio parere;

    Tuttavia credo che nell'attuale ricerca di miti sbagliati da parte dei ragazzi, vedi veline, calciatori e quant'altro, la responsabilità principale non sia tanto della società, quanto nei genitori, perchè occorre ricordare che i primi a trasmettere i valori sono loro.

    Personalmente non ho figli, ma se ne avessi eviterei di mettere mia figlia la sera davanti a trasmissioni come "Amici", perchè ritengo che siano diseducative;privilegerei invece trasmissioni culturali, documentari o film da guardare assieme e spiegare, come hanno fatto i miei genitori con me.

    Non è vero che tutte le persone di successo oggi in Italia hanno un fisico scolpito: è così solo in un determinato tipo di trasmissioni, ma mi risulta che il successo sia un'altra cosa da quello che conseguono le veline.

    Mi è capitato più volte di sentir dire a delle mamme "In casa mia non devono entrare persone grasse!", e infatti le loro figlie erano decisamente magre...decisamente troppo! Il problema allora in chi sta?
    Nell'adolescente che vuole essere magra come la velina, o nel genitore che indica la velina come individuo di successo?
    Forse più che sui figli occorre iniziare a lavorare sui genitori... la mia è solo una piccola provocazione

Privacy Policy