• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 10

Discussione: Su di me

  1. #1
    mitica83
    Ospite non registrato

    Su di me

    Ciao a tutti!
    Sono contenta di questo spazio, bell'idea!
    Chi ha letto i miei blog o alcuni miei post, avrà probabilmente capito che per me non è un periodo semplice...
    Diciamo che sto sperimentando sulla mia pelle il significato dei concetti di "resistenza" e "difesa", cioè il voler cambiare, l'aver bisogno di cambiare ma non riuscirci per colpa della propria testardaggine e ottusità...
    Questo mi fa male perchè:
    - Mi complica e rende difficile la vita universitaria, lo studio, che sento come un macigno sulle mie spalle, qualcosa più grande di me. Studiare psicologia significa mettersi in gioco e riflettere su di sè, io questo non son capace di farlo...
    - Mi fa venire dubbi sulla mia scelta: sebbene mi piaccia e mi interessi moltissimo la psicologia, forse non ci sono portata. Un conto è che qualcosa ti piaccia, un conto è che tu sia capace e ci sia portata. Uno psicologo deve sapersi guardare dentro e conoscersi bene, io non ne sono capace... Forse doveva rimanere un hobby da tempo libero e non qualcosa a cui dedicarsi per tutta la vita?
    - Mi sento in una sorta di circolo vizioso: per riuscire a studiare devo abbassare le mie difese ma per abbassarle devo studiare, per riuscire a studiare devo essere felice ma per essere felice devo studiare...
    Insomma, nonostante io sia contenta della mia scelta mi sento in un qualcosa più grande di me, per cui non sono portata, in cui ho solo difficoltà...
    Forse il semplice impegno in certe cose non basta...
    Sarò ben contenta di ascoltare qualsiasi cosa avrete voglia di dirmi, ciao ciao...

  2. #2
    Albamari
    Ospite non registrato

    Riferimento: Su di me

    Ciao mitica e benvenuta!
    sento tanta energia e voglia di cambiare!
    dici che questo non è un periodo tanto semplice, non ho ben capito il perchè? o meglio non ho ben capito se il bisogno di cambiamento sia legato esclusivamente alla scelta professionale o c'è altro!.
    Ciò che posso dirti è che abbastanza normale chiedersi se è stata fatta o meno la scelta giusta, soprattutto quando c'è di mezzo la "facoltà di psicologia", quando cominci a renderti conto che lo studio di questa disciplina non è semplicemente leggere un libro che ti appassiona... Sì studiare psicologia è soprattutto "mettersi in gioco" con tutte le implicazioni e sfaccettature che emergono, ma per questo c'è tempo e, il sentirsi pronti per farlo è una decisione non facile.
    Sicuramente oltre la passione che è la base prioritaria di tutte le scelte, magari chiedersi "passione di cosa"? di Freud? o di tutto ciò che riguarda la possibilità di sostenere e capire come aiutare l'altro.
    Un piccolo aneddoto: credo sia importante anche utilizzare l'immaginazione e costruire il modo in cui ci si vede proiettati. "Vedersi proiettati" in quelle che può essere la futura professione può esserti utile, il campo della relazione d'aiuto è particolare e le crisi sono imminenti anche quando si crede di aver fatto la scelta giusta.
    Prendersi tempo per riflettere su una scelta così importante credo non sia una perdita di tempo e credo ci sia un tempo per tutto.

    A presto

  3. #3
    ilmegliodite
    Ospite non registrato

    Riferimento: Su di me

    Ciao mitica

    comprendo appieno quello di cui tu parli. Nonostante io non sia iscritta a psicologia (spero di passare i test a settembre) ho comunque frequentato un corso per diventare Counselor e lì ho dovuto studiare.....

    Anche io ho attraversato momenti in cui mi dicevo e mi chiedevo chi me lo avesse fatto fare, momenti in cui non riuscivo a leggere e studiare xchè voleva dire "leggere e studiare su di me", mettermi in gioco e guardarmi allo specchio. Non ti nascondo che molte sono state le volte in cui ho chiuso i libri, in cui li guardavo da lontano con curiosità ma nello stesso tempo con diffidenza....

    Con il tempo però ho capito che le mie "resistenze" e "difese" erano momentanee, anzi affrontarle mi ha permesso di crescere e capire molte più cose su di me e così ritrovavo la mia passione per la relazione umana....

    E' chiaro che questa è la mia esperienza, e nessuno può sapere cosa è meglio per te se non tu stessa.
    Sono sicura che, come ha giustamente detto Albamari, c'è un tempo per comprendere ogni cosa e sicuramente tu puoi farcela

    Ciaoooooooo

  4. #4
    mitica83
    Ospite non registrato

    Riferimento: Su di me

    Citazione Originalmente inviato da Albamari Visualizza messaggio
    Ciao mitica e benvenuta!
    sento tanta energia e voglia di cambiare!
    dici che questo non è un periodo tanto semplice, non ho ben capito il perchè? o meglio non ho ben capito se il bisogno di cambiamento sia legato esclusivamente alla scelta professionale o c'è altro!.
    Ciò che posso dirti è che abbastanza normale chiedersi se è stata fatta o meno la scelta giusta, soprattutto quando c'è di mezzo la "facoltà di psicologia", quando cominci a renderti conto che lo studio di questa disciplina non è semplicemente leggere un libro che ti appassiona... Sì studiare psicologia è soprattutto "mettersi in gioco" con tutte le implicazioni e sfaccettature che emergono, ma per questo c'è tempo e, il sentirsi pronti per farlo è una decisione non facile.
    Sicuramente oltre la passione che è la base prioritaria di tutte le scelte, magari chiedersi "passione di cosa"? di Freud? o di tutto ciò che riguarda la possibilità di sostenere e capire come aiutare l'altro.
    Un piccolo aneddoto: credo sia importante anche utilizzare l'immaginazione e costruire il modo in cui ci si vede proiettati. "Vedersi proiettati" in quelle che può essere la futura professione può esserti utile, il campo della relazione d'aiuto è particolare e le crisi sono imminenti anche quando si crede di aver fatto la scelta giusta.
    Prendersi tempo per riflettere su una scelta così importante credo non sia una perdita di tempo e credo ci sia un tempo per tutto.

    A presto
    Ciao Albamari!
    Il bisogno di cambiamento non è legato alla scelta professionale nel senso che vorrei cambiare università. Di questa scelta sono contenta anche se mi piacerebbe avere meno difficoltà. Mi riferisco al cambiamento di me come persona, come carattere.
    Per quanto riguarda lo sbocco professionale e il futuro lavorativo in effetti non riesco a vedermi proiettata e farmi un idea di come potrebbe essere, non saprei proprio...
    Per il resto forse è vero, sono un po impulsiva e dovrei riflettere sulle cose con calma...
    Grazie per il sostegno, a presto.

  5. #5
    mitica83
    Ospite non registrato

    Riferimento: Su di me

    Citazione Originalmente inviato da ilmegliodite Visualizza messaggio
    Ciao mitica

    comprendo appieno quello di cui tu parli. Nonostante io non sia iscritta a psicologia (spero di passare i test a settembre) ho comunque frequentato un corso per diventare Counselor e lì ho dovuto studiare.....

    Anche io ho attraversato momenti in cui mi dicevo e mi chiedevo chi me lo avesse fatto fare, momenti in cui non riuscivo a leggere e studiare xchè voleva dire "leggere e studiare su di me", mettermi in gioco e guardarmi allo specchio. Non ti nascondo che molte sono state le volte in cui ho chiuso i libri, in cui li guardavo da lontano con curiosità ma nello stesso tempo con diffidenza....

    Con il tempo però ho capito che le mie "resistenze" e "difese" erano momentanee, anzi affrontarle mi ha permesso di crescere e capire molte più cose su di me e così ritrovavo la mia passione per la relazione umana....

    E' chiaro che questa è la mia esperienza, e nessuno può sapere cosa è meglio per te se non tu stessa.
    Sono sicura che, come ha giustamente detto Albamari, c'è un tempo per comprendere ogni cosa e sicuramente tu puoi farcela

    Ciaoooooooo
    Ciao!
    Grazie per il sostegno, mi fa piacere non esser l'unica a vivere le cose in un certo modo!
    Grazie e ciao!

  6. #6
    Matricola L'avatar di chiarina83
    Data registrazione
    19-05-2007
    Residenza
    roma
    Messaggi
    23

    Riferimento: Su di me

    ciaooooooo
    il mio consiglio è non abbattersi mai...studiare psicologia è stupendo ed interessante ma è anche molto complesso e a volte pesante...
    bisogna essere umili per poter riconoscere ed ammettere i propri limiti, ma credo che chiunque studi psicologia abbia proprio per questo, una marcia in più rispetto agli altri
    impariamo,nel bene e nel male,con gioia e sacrificio, a diventare più profondi,più riflessivi ed introspettivi... forse dovresti solo non avere fretta,perchè io, che ancora sono una studentessa (peraltro già 2 anni fuori corso) ho imparato che nella vita non si è mai abbastanza cresciuti ed abbastanza maturi e credo anche che uno psicologo valido si metta costantemente in gioco ed in discussione...
    le persone veramente intelligenti e mature non sono mai troppo sicure di se stesse,o meglio, sono sicure di sè ma sono capaci di mettersi in discussione senza arroganza (a differenza di molti)
    continua a credere negli studi che fai e continua a sentire l'importanza di quello che stai facendo e farai...solo questo ti porterà lontano
    la psicologia (quella seria) non è mai un passatempo o un tempo libero...questo è quello che il modo contemporaneo cerca di farci credere, ma io mi rifiuto di avere una visione così svalorizzante di questa disciplina
    e credo anche che chi non riconosca il valore della psicologia, lo faccia solo per paura...
    -chiarina- carpe diem!!!

  7. #7
    mitica83
    Ospite non registrato

    Riferimento: Su di me

    Citazione Originalmente inviato da chiarina83 Visualizza messaggio
    ciaooooooo
    il mio consiglio è non abbattersi mai...studiare psicologia è stupendo ed interessante ma è anche molto complesso e a volte pesante...
    bisogna essere umili per poter riconoscere ed ammettere i propri limiti, ma credo che chiunque studi psicologia abbia proprio per questo, una marcia in più rispetto agli altri
    impariamo,nel bene e nel male,con gioia e sacrificio, a diventare più profondi,più riflessivi ed introspettivi... forse dovresti solo non avere fretta,perchè io, che ancora sono una studentessa (peraltro già 2 anni fuori corso) ho imparato che nella vita non si è mai abbastanza cresciuti ed abbastanza maturi e credo anche che uno psicologo valido si metta costantemente in gioco ed in discussione...
    le persone veramente intelligenti e mature non sono mai troppo sicure di se stesse,o meglio, sono sicure di sè ma sono capaci di mettersi in discussione senza arroganza (a differenza di molti)
    continua a credere negli studi che fai e continua a sentire l'importanza di quello che stai facendo e farai...solo questo ti porterà lontano
    la psicologia (quella seria) non è mai un passatempo o un tempo libero...questo è quello che il modo contemporaneo cerca di farci credere, ma io mi rifiuto di avere una visione così svalorizzante di questa disciplina
    e credo anche che chi non riconosca il valore della psicologia, lo faccia solo per paura...
    Ciao chiarina!
    Grazie, mi fa piacere quello che mi dici, lo condivido molto...
    Anch'io amo molto la psicologia e non trovo giusto sottovalutarla, mi chiedo solo se io sono/sarò mai una psicologa...
    Un bambino piccolo che ama disegnare e fare scarabocchi non perquesto è un pittore, una persona a cui piace cantare non è detto sia un cantante o abbia una bella voce, magari è stonatissimo...
    Comunque forse è vero, devo solo non arrendermi...
    Grazie chiarina...

  8. #8
    Matricola
    Data registrazione
    23-04-2008
    Messaggi
    19

    Riferimento: Su di me

    Ciao Mitica, forse non ho capito bene le tue difficoltà, comunque se sono relative allo studiare e aall'ambito universitario ti volevo dire che secondo me c'è una grandissima di differenza fra studiare le materie e riuscire poi ad essere di aiuto a qualcuno. Io vado benissimo all'uni eppure da una anno sono una persona molto chiusa, insicura e impaurita del mondo sociale e di certo se continuerò ad avere queste non potrà essere d'aiuto a nessuno e avrò studiato intensamente ed inutilmente una cosa che amo ma che forse non potrò mai fare. Con questo ti voglio dire che se hai difficoltà ora non vuol dire affatto che le avra dopo, purtroppo questo non lo possiamo sapere prima, però continuiamo a studiare percho amiamo questa disciplina e per ora questa è l'unica cosa che conta..Quindi IN BOCCA AL LUPO E NON ARRENDERTI!

  9. #9
    Albamari
    Ospite non registrato

    Riferimento: Su di me

    Ciao mitica ed a tutte voi.
    A proposito di cambiamenti vi invito a riflettere su una frase di Foucault

    La cosa più importante nella vita e nel lavoro è diventare qualcosa di diverso da quello che si era all'inizio!
    Credo che ognuno possa interpretarlo a modo proprio al di là di ciò che pensava Foucault, e nella propria interpretazione magari senza accorgersene troverà qualcosa di se stesso ! o magari semplicemente ciò pensava Foucault!

    Buon weekend

  10. #10
    mitica83
    Ospite non registrato

    Riferimento: Su di me

    Ciao mepsitre, grazie...

    Ciao Albamari!
    Bella la frase, significativa. Io la interpreto piuttosto letteralmente, cioè che nella vita è necessario cambiare... e direi che rispecchia il mio punto di vista...
    Ciao e grazie

Privacy Policy